Vai al contenuto

aiutatemi a capire


Messaggi consigliati

vi saluto tutti anche senza conoscervi con affetto, mi sono registrato l'altro ieri e vi voglio raccontare la mia storia.

il mio nik-name è salvo-auron, mentre il mio nome vero è adriano, ho 45 anni, sposato con 2 figli, un maschio di 22 anni e una femmina di 17, la quale è affetta dalla nascita di tetra paresi spastica, che per "fortuna" il suo problema è solo di equilibrio, tanto che a buttato la sedia a rotelle è cerca in tutte le maniere di essere autonoma.

le mie prime crisi di ansia depressiva le ho avute a 20 anni sotto la vita militare, poi scomparse fino a quando ebbi l'incidente col camion, infatti svolgo la professione di autista di mezzi pesanti, curata con l'ansiolin gocce, nel 2003 sfociò in depressione, con sintomi di panico e aerofogabia, inoltre guardavo la tv è non avevo più interesse a guardare i programmi che fino a qualche giorno prima mi interessavano, non sentivo più emozioni, un senso di apatia, nullità, paura di non tornare come prima, senso di soffocamento appena salivo sul camion per lavoro, paura a uscire fuori dalla mia città, parlavo con un amico e sembrava che tra il mio ragionamento e il suo ci fosse un altro pensiero che impediva di trovare interesse nel colloquio, non avevo più fiducia nel futuro, dolori somatici veri che però facendo i controlli escludevano malesseri patologici, come ascoltavo una persona che era affetta da qualche male automaticamente mi autoimmedesimavo pensando di averla anchio,ecc. ecc., un INFERNO, poi nel 2005 morì mio nipote a nassirya, in irak, nel frattempo mi curavo col cipralex e l'ho preso per due anni di fila, associato all'ansiolin, nel 2006 a luglio smisi di prendere i due farmaci citati perchè avevo ripreso una vita normale, grazie a questi farmaci.

ora è una settimana che mi sento di nuovo agitato, e sto assumendo di nuovo solo l'ansiolin gocce a basso dosaggio, secondo voi da che cosa può dipendere questa mia parziale ricaduta, premettendo che trovo motivazione a scrivervi, grazie a questo meraviglioso mezzo che ho a disposizione solo da pochi mesi, che fra l'altro non è neanche mio, ma di mia figlia, vi considero amici anche senza conoscervi, perchè credo che quando si viaggia tutti su una stessa barca la condivisione dei posti sia uguale.

se ho detto qualcosa di troppo o fuori tema, scusatemi, devo ancora capire bene il funzionamento del forum e nel salutarvi tutti, posso confidarvi che questa mia presentazione sommaria e relativo sfogo e simile all'assunzione di 10 gocce di ansiolin, un caro saluto a tutti, adriano.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


caro Adriano, da depresso e ansioso cronico quale sono, trovo difficoltà a risponderti perchè tu stesso non sai se c'è stato qualche accadimento che possa averti fatti ripiombare nell'agitazione. A volte bastano dei pensieri negativi...A volte (a me accadeva) basta un cambio di stagione, il clima che diventa diverso...Non è che risenti di questo caldo improvviso?

Se vuoi dicci qualcosa di più che riguardi gli ultimi fatti avvenuti. Un caro saluto Maurizio

Link al commento
Condividi su altri siti

 
caro Adriano' date=' da depresso e ansioso cronico quale sono, trovo difficoltà a risponderti perchè tu stesso non sai se c'è stato qualche accadimento che possa averti fatti ripiombare nell'agitazione. A volte bastano dei pensieri negativi...A volte (a me accadeva) basta un cambio di stagione, il clima che diventa diverso...Non è che risenti di questo caldo improvviso?

Se vuoi dicci qualcosa di più che riguardi gli ultimi fatti avvenuti. Un caro saluto Maurizio[/color']

grazie per avermi risposto Maurizio, può darsi che sia stato causato dal lungo periodo di disoccupazione che sto attraversando, infatti è da novembre 2006 che stò fermo, perchè la ditta dove lavoravo ha licenziato tutti gli autisti per blocco dei lavori, spero di riprendere al più presto in maniera tale di poter riprendere il mio ritmo di vita abituale, almeno spero, anche se l'ottimismo non fa parte delle mie virtù, peccato, ti saluto Maurizio, amico della città eterna.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

E' sempre difficile dire quali siano le cause della depressione e dell'ansia ma nel tuo caso mi sembra evidente che la mancanza del lavoro ne possa essere la causa. Per mia esperienza, a parte l'aiuto dei farmaci, ti posso dire che aiuta molto leggere, specialmente scritti di antichi filosofi e saggi. Spesso siamo depressi perchè non comprendiamo appieno la realtà che ci circonda e siamo delusi dalla vita, avendo un bagaglio di aspettative illusorie che ci trasciniamo dall'adolescenza. Prendere coscienza della realtà,specialmente quella umana che ci circonda, farsi una ragione delle proprie sconfitte, imparare ad apprezzare le piccole cose di ogni giorno, amare chi ci circonda...insomma si cresce, si diventa un po piu saggi e in questo modo ci si libera da tante paure, complessi, falsi sogni, specialmente quelli fallaci del possesso e del consumismo. Si diventa più liberi di vivere secondo la nostra indole, felicemente come meglio possiamo e si impara a sorridere e a guardare avanti con più ottimismo.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
E' sempre difficile dire quali siano le cause della depressione e dell'ansia ma nel tuo caso mi sembra evidente che la mancanza del lavoro ne possa essere la causa. Per mia esperienza, a parte l'aiuto dei farmaci, ti posso dire che aiuta molto leggere, specialmente scritti di antichi filosofi e saggi. Spesso siamo depressi perchè non comprendiamo appieno la realtà che ci circonda e siamo delusi dalla vita, avendo un bagaglio di aspettative illusorie che ci trasciniamo dall'adolescenza. Prendere coscienza della realtà,specialmente quella umana che ci circonda, farsi una ragione delle proprie sconfitte, imparare ad apprezzare le piccole cose di ogni giorno, amare chi ci circonda...insomma si cresce, si diventa un po piu saggi e in questo modo ci si libera da tante paure, complessi, falsi sogni, specialmente quelli fallaci del possesso e del consumismo. Si diventa più liberi di vivere secondo la nostra indole, felicemente come meglio possiamo e si impara a sorridere e a guardare avanti con più ottimismo.

ciao curiosadite, grazie per la risposta, però secondo me in questi casi serve, la distrazione e per il mio carattere, la trovo nel rapporto con gli altri, ad esempio mentre sto scrivendo questa risposta, già mi sento meglio, oppure fare una gita con amici aiuta a non pensare in negativo, mentre leggere un libro mi annoia, ma questo consiglio che hai dato non è sbagliato, però noto che il forum è molto dispersivo, nel senso che ci sono un sacco di post aperti e quindi non ci si riesce a focalizzare il discorso, ma così diventa molto dispersivo, in pratica non accade come sul forum di FOBIA SOCIALE, dove c'è una finestra con 12 post del momento a cui possono partecipare tutti e sempre visualizzati e poi vengono sostituiti con post nuovi, sono diventato utente di questo forum, perchè in fobia sociale la fascia d'età è sui 23 anni e quindi io ne ho 45 e non mi ritrovo con le loro idee, ma come è impostato quel forum io l'ho trovato straordinario, perchè c'è anche una finestra mini-messenger con gli utenti online visualizzati e ci si può chattare senza intervenire inutilmente sui post, ti saluto.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.