Vai al contenuto

Ragazzino morto per uno spinello


Messaggi consigliati

CIao, è bruttissimo pensare di morire a soli 15 per uno spinello. Ma che esigenza hanno i ragazzini di farsi spinelli e altro?

non è questo il problema..

è che il fumo e l'erba non è più quello degli anni '60, hanno diverse lavorazioni..

allora, io che lavoro in un centro di tossicodipendenza, oltre a sentirmi in obbligo morale a dirvi certe cose { ma non vi sto ad assillare poichè ne avrei tante di cose da dirvi su questo argomento }, posso dirvi che in quel centro di ragazzi 20enni ne sono entrati un paio per colpa degli spinelli...

quindi, quando si dice *uno spinello ogni tanto non succede nulla* è sbagliato..

questi ragazzi mi dicevano *Chiara, ma noi nn lo andavamo a cercare il fumo, non lo compravamo mai, solo quando c'era noi fumavamo.. una volta capito che c'era qualcosa che non andava ho iniziato a comprarlo e a venderlo ogni tanto per guadagnarmi qualcosa per poi comprlarlo per me a sua volta* e io oltre ad averli fatti stare a tacere, mi è arrivato un foglio dove una RECENTE ricerca scientifica fatta ad Amsterdam affermava che UNO SPINELLO DI OGGI EQUIVALE A 5 DEGLI ANNI '60 e questi ragazzi ne sono rimasti molto delusi una volta che gliel'ho fatto leggere.......

prima non si pensava mai che in un centro per tossicodipendenti entravano ragazzi per colpa di spinelli.... adesso è così...

all'inizio io nn ci credevo.. ero sicura che usavano qualche altra droga... invece nn era così......

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


  • Risposte 135
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

non è questo il problema..

è che il fumo e l'erba non è più quello degli anni '60, hanno diverse lavorazioni..

allora, io che lavoro in un centro di tossicodipendenza, oltre a sentirmi in obbligo morale a dirvi certe cose { ma non vi sto ad assillare poichè ne avrei tante di cose da dirvi su questo argomento }, posso dirvi che in quel centro di ragazzi 20enni ne sono entrati un paio per colpa degli spinelli...

quindi, quando si dice *uno spinello ogni tanto non succede nulla* è sbagliato..

questi ragazzi mi dicevano *Chiara, ma noi nn lo andavamo a cercare il fumo, non lo compravamo mai, solo quando c'era noi fumavamo.. una volta capito che c'era qualcosa che non andava ho iniziato a comprarlo e a venderlo ogni tanto per guadagnarmi qualcosa per poi comprlarlo per me a sua volta* e io oltre ad averli fatti stare a tacere, mi è arrivato un foglio dove una RECENTE ricerca scientifica fatta ad Amsterdam affermava che UNO SPINELLO DI OGGI EQUIVALE A 5 DEGLI ANNI '60 e questi ragazzi ne sono rimasti molto delusi una volta che gliel'ho fatto leggere.......

prima non si pensava mai che in un centro per tossicodipendenti entravano ragazzi per colpa di spinelli.... adesso è così...

all'inizio io nn ci credevo.. ero sicura che usavano qualche altra droga... invece nn era così......

grazie chiara di questa tua testimonianza ci è molto utile!!!

Il problema principale per me è proprio il motivo che porta molti giovani a rivolgrsi alle canne soprattutto e poi a tutte le altre porcherie, invece di pensare a divertirsi con gli amici, la fidanzata ecc. cose da ragazzi, insomma!!! Perchè cercare quel qualcosa in più? E' questo il vero problema di questi giovani, chi di noi non ha rubato la sigaretta a papà per provare? Questo è legittimo, è normale, è naturale!!!! Il mondo è cambiato e adesso esistono le canne, ok!!!! Ma oltre a provare a rubare la sigaretta a papà prima non si andava, oggi invece questi ragazzi comprano la droga e per procurarsi l'altra diventano piccoli spacciatori. Qui c'è qualcosa di peggio, di marcio!!! Perchè far finta che una canna ogni tanto è normale, io non conosco persone che si fanno una canna al mese, conosco persone che fumano le canne e persone che non ne fumano affatto! Se non danno dipendenza allora qual'è il motivo per cui ci si procura lo spinello? Mi piacerebbe che qualcuno che ne fa uso "saltuariamente", mi desse una risposta.....potrei anche ricredermi, però voglio prima capire!!! :Batting Eyelashes:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Che la cannabis fa male è risaputo e scientificamente provato, così come è risaputo che la maggior parte delle persone che fanno uso di cocaina, di eroina o di ecstasy hanno iniziato con le canne.

Non credo che tutti i medici e i responsabili di comunità che sostengono questa posizione dichiarino il falso...

A quanto pare alcune persone leggono solo gli studi che servono a tirare l'acqua al loro mulino, e questo è molto triste, soprattutto quando c'è di mezzo la salute delle persone.

Continuo a non capire chi si fuma le canne... Che cosa c'è di così esaltante? Forse dopo una canna i problemi spariscono? Credo di no...

Sara,ho francamente qualche difficoltà a capire in che modo chi sostiene che non tutte le droghe facciano male allo stesso modo, e che fumarsi una canna non è la prima, migliore, unica strada per morire di overdose sotto un ponte, "tiri acqua al suo mulino".

io,e nessuno di quelli che sostiene questa posizione, non spaccio droga. non ho alcun interesse a dire cose false.

io potrei non capire chi fa shopping compulsivo, chi sta perennemente fumato, chi passa 12 ore al giorno davanti al computer, chi beve un litro di vino a pasto. invece ci provo a capirli. questi comportamenti sono figli dello stesso malessere.farsi uno spinello ogni tanto e ammazzarsi di canne sono cose diversissime, tanto quanto lo è comprarsi un gratta e vinci e rovinare sè stessi e la propria famiglia perdendo tutti i soldi al gioco d'azzardo

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Sara,ho francamente qualche difficoltà a capire in che modo chi sostiene che non tutte le droghe facciano male allo stesso modo, e che fumarsi una canna non è la prima, migliore, unica strada per morire di overdose sotto un ponte, "tiri acqua al suo mulino".

io,e nessuno di quelli che sostiene questa posizione, non spaccio droga. non ho alcun interesse a dire cose false.

io potrei non capire chi fa shopping compulsivo, chi sta perennemente fumato, chi passa 12 ore al giorno davanti al computer, chi beve un litro di vino a pasto. invece ci provo a capirli. questi comportamenti sono figli dello stesso malessere.farsi uno spinello ogni tanto e ammazzarsi di canne sono cose diversissime, tanto quanto lo è comprarsi un gratta e vinci e rovinare sè stessi e la propria famiglia perdendo tutti i soldi al gioco d'azzardo

assolutamente quoto

Link al commento
Condividi su altri siti

 
per oltre:che la droga, che tutte le droghe facciano male(alcool e sigarette compresi) è un dato di fatto. ma io credo maggiormente nell'informazione che nella repressione.e non è affatto vero che chi si fa uno spinello a 15 anni a 17 anni passi alla cocaina, poi a salire fino all'eroina. conosco persone di quasi 40 anni che hanno cominciato con gli spinelli a 15, se ne fanno uno di tanto in tanto, e non hanno mai avuto il minimo desiderio di passare a sostanze più forti.e non credo proprio che siano una minoranza.

è sempre questione di come si fanno le cose[/color]

E del perchè aggiungerei...chi inizia tanto per avere qualcosa da raccontare non avrà grandi possibilità di diventare tossicopendente in un prossimo futuro...ma chi inizia per fuggire dalla realtà stordendosi o per placare le proprie ansie che diversamente non riesce a placare ha buone probabilità di peggiorare la sua situazione psichica...

Con la cannabis come con tutte le altre droghe ovviamente.

E' poi necessario sapere a priori quali effetti lo spinello può dare e astenersi dal guidare e dal fare attività che richiedano lucidità di riflessi...ma questo un ragazzino di 15 anni può saperlo?...non credo...visto che le cronache dimostrano che non lo sappiamo neanche noi adulti...

Io non voglio vivere in una sociètà che reprime e quindi non voglio a tutti i costi spaventare chi decide di "provare" gli spinelli...ma mi piacerebbe che ciò fosse fatto consapevolmente...mentre invece la canna spesso viene "mitizzata"...

Link al commento
Condividi su altri siti

 

E' poi necessario sapere a priori quali effetti lo spinello può dare e astenersi dal guidare e dal fare attività che richiedano lucidità di riflessi...ma questo un ragazzino di 15 anni può saperlo?...non credo...visto che le cronache dimostrano che non lo sappiamo neanche noi adulti...

Io non voglio vivere in una sociètà che reprime e quindi non voglio a tutti i costi spaventare chi decide di "provare" gli spinelli...ma mi piacerebbe che ciò fosse fatto consapevolmente...mentre invece la canna spesso viene "mitizzata"...

sono daccordo, oramai chi fa uso di cannabis, è considerato alla moda, chi no, invece il povero deficente che non sa come divertirsi! Semmai dovrebbe essere il contrario e poi nessuno ha ancora risposto alla mia domanda: PERCHè SE NON SI DIVENTA DIPENDENTI, CI SONO PERSONE CHE FANNO USO DI CANNE? QUALE SAREBBE L'ESIGENZA?OK, NON SONO CONSIDERATE DROGHE PESANTI, MA NON SONO NEMMENO NECESSARIE AL NOSTRO ORGANISMO NO? ALLORA??? :Cuppa::icon_razz:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

voglio dirvi una cosa..

io non bevo alchool e non faccio uso di droghe leggere e pesanti { anche se le sigarette vengono considerate droghe leggere, ma sto smettendo anche quelle.. anche se adesso vado a ricomprarmi il pacchtto :icon_razz: } e io ogni sera sto a raccattare amici miei che nn si reggono in piedi, che stanno male e che non ci capiscono niente e sinceramente sono stanca... e detto con il cuore in mano... non saprei nemmeno io come divertirmi.. qualsiasi amicizia che ho e tutto bevono e si fanno le canne... il divertimento io non lo torovo... perlomeno a roma che è una città che odio profondamente.. e mi dispiace per questo..........

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Mah... Di cose non necessarie, digi, e che fanno male (a volte addirittura ad innocenti), e non provocano dipendenza, ce ne sono.

Semplicemente la canna dona benessere fisico momentaneo e suscita ilarità. Quindi ogni tanto ci può stare (premesso che io in 19 anni di vita non ne ho mai fatto uso e non sono mai stato escluso per questo).

Non credo che sia corretto dire che è "alla moda", piuttosto è facile procurarsela, poco costosa ed accettata. Quindi può essere una fonte di divertimento e benessere.

Che la droga che oggi fornisce la mafia sia di scarsa qualità dovrebbe essere un ulteriore incentivo per passare una volta per tutte alla legalizzazione. Legalizzazione che non significhi: "puoi portarti 10 spinelli dietro, ma non puoi spacciare ne avrai alcuna garanzia sulla qualità. Io, Stato, saprò che la droga te l'ha venduta la mafia, ma farò finta che si sia autogenerata. Inoltre so che sarai al volante di vetture e in giro per strada, da bravo pericolo pubblico, ma continuerò a fare lo gnorri, così i moralisti continueranno a votarmi e la mafia continuerà a riempirmi il portafoglio", ma: "io, Stato, ti vendo la droga in appositi centri dove consumerai e smaltirai, creo regolari posti di lavoro, ci guadagno un po' di soldi da spendere per rilanciare l'economia, e faccio tanta bua alla mafia".

Cosa che non accadrà perché viviamo in una società mammona, comandati da persone che hanno interessi di stampo vagamente mafioso. :icon_razz:

Secondo me, ovviamente.

PS.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Mah... Di cose non necessarie, digi, e che fanno male (a volte addirittura ad innocenti), e non provocano dipendenza, ce ne sono.

Semplicemente la canna dona benessere fisico momentaneo e suscita ilarità. Quindi ogni tanto ci può stare (premesso che io in 19 anni di vita non ne ho mai fatto uso e non sono mai stato escluso per questo).

Non credo che sia corretto dire che è "alla moda", piuttosto è facile procurarsela, poco costosa ed accettata. Quindi può essere una fonte di divertimento e benessere.

Che la droga che oggi fornisce la mafia sia di scarsa qualità dovrebbe essere un ulteriore incentivo per passare una volta per tutte alla legalizzazione. Legalizzazione che non significhi: "puoi portarti 10 spinelli dietro, ma non puoi spacciare ne avrai alcuna garanzia sulla qualità. Io, Stato, saprò che la droga te l'ha venduta la mafia, ma farò finta che si sia autogenerata. Inoltre so che sarai al volante di vetture e in giro per strada, da bravo pericolo pubblico, ma continuerò a fare lo gnorri, così i moralisti continueranno a votarmi e la mafia continuerà a riempirmi il portafoglio", ma: "io, Stato, ti vendo la droga in appositi centri dove consumerai e smaltirai, creo regolari posti di lavoro, ci guadagno un po' di soldi da spendere per rilanciare l'economia, e faccio tanta bua alla mafia".

Cosa che non accadrà perché viviamo in una società mammona, comandati da persone che hanno interessi di stampo vagamente mafioso. :D:

Secondo me, ovviamente.

PS.

riguardo a tutta la storia della mafia, sono pure daccordo, infondo è sempre quello il motivo principale per cui l'Italia non va avanti, come diceva Benigni, "qui è tutto un magna magna" :pardon: !!!!

Il fatto è che odio l'idea che mio figlio un giorno avrà bisogno di farsi una canna per avere benessere fisico e sorridere, ma perchè non andare in palestra, giocare a calcetto e fare scherzi con gi amici? Sarò un pò troppo idealista ma, mi sembra così deprimente l'idea di un mondo di cannisti che ridono senza senso! :sun: Certo che esistono altre cose inutili e che fanno male, in effetti non si incentiva i ragazzini ad ingozzarsi di cibo e diventare obesi, infatti non si dice ai ragazzi di bere alcolici , si cerca di frenare ogni tipo di uso e abuso di cose che non fanno bene alla salute psicofisica dei ragazzi Allora perchè legalizzare la cannabis?

Davvero non sono estremista su questo argomento è che mi pare così triste che i ragazzi debbano fare uso di spinelli per sentirsi felici e in forma!!!!!!! :nea::p:

Secondo me, ovviamente :icon_biggrin:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Digi79 se lo stato legalizza la cannabis avrà i soldi per creare le strutture alternative ad essa, che comunque nasceranno per via della morte della mafia, privata dei mezzi economici per continuare le opere di estorsione alle varie attività, con conseguente aumento del benessere generale (più soldi+attività+varietà=tanta felicità).

Se i ragazzi potessero e avessero tanti e vari posti dove divertirsi, sapessero di avere la possibilità di fare qualcosa di concreto e di bello, avessero il loro spazio, difficilmente andrebbero a toccare droghe ed il consumo diminuirebbe notevolmente.

Se tuo figlio poi diventasse da adulto un cannista (lol!) comunque sarebbe una sua scelta, tu avresti tutto il diritto di cercare di fermarlo ma lo Stato no, lui deve garantire un'ordinata libertà individuale, e non può immischiarsi in questioni familiari.

Tra l'altro potresti intervenire subito perché la droga verrebbe consumata con spirito diverso e lo sapresti prima.

Senza contare che legalizzare non significa incentivare. Le sigarette sono legali ma lo stato non ti incentiva.

Non possiamo costruire la nostra società su castelli ideali, ma dobbiamo scegliere la via più pratica che garantisca le libertà personali, cosa che lo Stato attuale non fa visto che non posso drogarmi, andare a prostitute e convivere con il mio bel maschione in sicurezza e legalità, adempiendo a diritti e doveri.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
Digi79 se lo stato legalizza la cannabis avrà i soldi per creare le strutture alternative ad essa, che comunque nasceranno per via della morte della mafia, privata dei mezzi economici per continuare le opere di estorsione alle varie attività, con conseguente aumento del benessere generale (più soldi+attività+varietà=tanta felicità).

Se i ragazzi potessero e avessero tanti e vari posti dove divertirsi, sapessero di avere la possibilità di fare qualcosa di concreto e di bello, avessero il loro spazio, difficilmente andrebbero a toccare droghe ed il consumo diminuirebbe notevolmente.

Se tuo figlio poi diventasse da adulto un cannista (lol!) comunque sarebbe una sua scelta, tu avresti tutto il diritto di cercare di fermarlo ma lo Stato no, lui deve garantire un'ordinata libertà individuale, e non può immischiarsi in questioni familiari.

Tra l'altro potresti intervenire subito perché la droga verrebbe consumata con spirito diverso e lo sapresti prima.

Senza contare che legalizzare non significa incentivare. Le sigarette sono legali ma lo stato non ti incentiva.

Non possiamo costruire la nostra società su castelli ideali, ma dobbiamo scegliere la via più pratica che garantisca le libertà personali, cosa che lo Stato attuale non fa visto che non posso drogarmi, andare a prostitute e convivere con il mio bel maschione in sicurezza e legalità, adempiendo a diritti e doveri.

Ma sai Dario, detto così il tuo discorso non fa una piega ma non so quanto poi si possa tramutare in realtà tutto ciò che dici se mi dessero la certezza firmerei subito!!! La mafia è dappertutto e trova sempre l'escamotage per ricavarne il suo personale profitto!!! Staremo a vedere!!! :p:

Comunque devo dire che è un piacere discutere gli argomenti con te, senza polemiche e offese, solo riflessioni pareri!!! :D::sun:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Grazie digi, per me è lo stesso. :p:

Certamente la mafia non svanirebbe del tutto, ma per me subirebbe comunque un colpo durissimo e non avrebbe più lo stesso potere che può avere oggi.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Grazie digi, per me è lo stesso. :p:

Certamente la mafia non svanirebbe del tutto, ma per me subirebbe comunque un colpo durissimo e non avrebbe più lo stesso potere che può avere oggi.

VOGLIO CREDERTI!!!! :D:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non è la mafia quella che sta per strada minchia !

oramai la parola *mafia* si usa per qualsiasi cosa...

questa parola si usa per chi lavora o fa lavorare in nero o al buio.. è sbagliato..

in questo contesto la *mafia* è quella politica, e ha a parer mio, hanno una tassa sulla cannabis venduta e prodotta al buio

Link al commento
Condividi su altri siti

 
ragazzi che noia sti discorsi .. ma come si fa .. mamma mia ..

Left...ti dispicarebbe argomentare?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

mi annoia leggere sempre le solite assurdità sull' argomento droga .

è assurdo che ancora ci sia tanta ignoranza diffusa sull' argomento .

se uno si vuole autodistruggere lo fa correndo contromano sull' autostrada oppure scolandosi pinte di vodka oppure usa l' eroina .

se il progetto non è l' autodistruzione attraversare esperienze di " sballo " mi sembra quasi fisiologico in un individuo che esplora la vita e la pericolosità è legata solo al proprio progetto di vita .

io non ho mai usato l' eroina perchè la ritengo una droga estremamnte pericolosa cosi' coem ritengo pericolosa l' extasi .. eppure migliaia di persone l' hanno provate senza per questo resterne schiavi .

la dipendenza è un problema psicologico ..

detto cio' la droga leggera non fa male se non in quanto mescolata a sigaretta .

la sigaretta fa male .

la vita non è facile perchè bisogna passare indenni attraverso le esperienze ma le esperienze vanno fatte per dire ho vissuto .. la pura il terrore di vivere.. non aiuta anzi .. distrugge.

non bisogna avere paura ... bisogna vivere e vivere senza paura ..

la cultura della paura serve a creare pecore facilmente governabili .

io preferisco come modello jim morrison...

ok direte voi è morto giovane .. ma anche caravaggio è morto giovane.

e anche raffaello .. eppure quante cose hanno fatto nella loro breve vita...

insomma vivere comporta anche dei rischi ..

ma chiudersi in una campana di vetro mi sembra una scelta da struzzo .

quindi per chiudere non facciamoci fregare dalle paure .. soprattutto quelle mediatiche .

Link al commento
Condividi su altri siti

 
CIao, è bruttissimo pensare di morire a soli 15 per uno spinello. Ma che esigenza hanno i ragazzini di farsi spinelli e altro?

Ciao Cucciolo, un modo per uniformarsi a gli altri? Magari questo spinge i ragazzi...

Cosa ne pensi?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
Left...ti dispicarebbe argomentare?

noia,,,noia ...noia.......

hai ragione left ma se dopo 40 anni la gente di fa ancora le canne forse si è affrontato male l'argomento, se dopo 1000 o 2000 anni la gente si ubriaca, forse abbiamo sbagliato come affrontare l'argomento!!!

fino a che non si capirà che ogni distrazione è fuga dalla reatà non smetteremo mai di fuggire, farsi le canne non è diverso da avere un hobby quotidiano e abitudinario, certo meglio fare un galeone che non un "castello" , ma resta il fatto che questi comportamenti sono dovuti al non voler guardare in faccia la vita......sono fughe!

Uguale per l'uomo che pensa solo al sesso e alle auto.....fugge

Uguale per la donna che pensa solo ai vestiti ....fugge....

comunque visto che non mi capirete pongo una domanda per ravvivare la discussione:

come mai in oltre 40 anni di grande carriera , dove lo SPINELLO , risulta sempre innocente, senza vittime e danni gravi, adesso in 2 settimane prima un autista causa la morte di due bambini per aver fumato, e adesso uno muore per aver fumato.....

strano che in 40 anni nessuno sia mai morto di una cosa che provoca secondo gli ultimi fatti LA MORTE!

i casi sono due......o vogliono a tutti i costi condannare le droghe leggere ( politica?)

oppure fino ad oggi non hanno mai divulgato i numeri delle stragi da "spinello"?

mi vien da ridere.....

non è che forse ad oggi , semplicemente 1 su 3 si fa le canne dunque in caso di morte (una morte qualsiasi) al di sotto dei 35 anni ( la media è di 1 su 2) è afcile trovare tracce di "fumo" ma magari, non è stato il fumo la causa dell'incidente o della morte..... :Talk to the Hand:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Sara,ho francamente qualche difficoltà a capire in che modo chi sostiene che non tutte le droghe facciano male allo stesso modo, e che fumarsi una canna non è la prima, migliore, unica strada per morire di overdose sotto un ponte, "tiri acqua al suo mulino".

io,e nessuno di quelli che sostiene questa posizione, non spaccio droga. non ho alcun interesse a dire cose false.

io potrei non capire chi fa shopping compulsivo, chi sta perennemente fumato, chi passa 12 ore al giorno davanti al computer, chi beve un litro di vino a pasto. invece ci provo a capirli. questi comportamenti sono figli dello stesso malessere.farsi uno spinello ogni tanto e ammazzarsi di canne sono cose diversissime, tanto quanto lo è comprarsi un gratta e vinci e rovinare sè stessi e la propria famiglia perdendo tutti i soldi al gioco d'azzardo

Sono d'accordo con te sul fatto che quel ragazzo non è morto SOLO per uno spinello, così come sono d'accordo sul fatto che la cannabis faccia meno male di ecstasy, eroina e cocaina (infatti nel mio post non ho detto nulla di tutto questo), ciò non toglie che l'uso di cannabis FACCIA MALE alla salute delle persone e secondo me non è giusto legalizzarlo, perché sarebbe come ammettere a priori una sconfitta dello Stato da parte di alcuni individui.

Mi risponderai che anche l'alcol e il fumo sono legali, ma con l'alcol il discorso cambia, perché è l'abuso che fa male, non la quantità moderata, mentre nel caso del fumo anche se esso è legale questo non mi pare un buon motivo per legalizzare anche le canne, tanto più che le canne fanno danni peggiori delle semplici sigarette.

Quello che intendevo dire con "tirare l'acqua al proprio mulino" è il fatto che molte persone continuano a dire che le canne non fanno male, che tra le canne e gli altri tipi di droga c'è un abisso (cosa non vera, perché si è visto che ci vuole poco, dalle canne, per passare ad altro) e cercano in tutti i modi di giustificare il consumo di cannabis.

Mi pare che ci sia tanta ipocrisia dietro a tutto questo.

Tu dici che "provi a capire": capire è una cosa, GIUSTIFICARE è un'altra.

E' chiaro che un alcolista o un tossicodipendente sono persone che stanno male e che hanno bisogno di aiuto, ma questo non significa che certi comportamenti vadano giustificati e incoraggiati.

Se una persona sta sbagliando, posso provare a capire le sue ragioni, ma non posso dirgli: "Bravo, continua così".

Spero che ora la mia posizione sia più chiara e mi dispiace se, per qualcuno, queste argomentazioni possono sembrare noiose e banali...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
ammettere a priori una sconfitta dello Stato da parte di alcuni individui.

Perché legalizzare le droghe sarebbe una sconfitta quando riduce la criminalità ed aumenta gli introiti?

Se una persona sta sbagliando, posso provare a capire le sue ragioni, ma non posso dirgli: "Bravo, continua così".

Per prima cosa: con quale autorità puoi sostenere che "fare uso di sostanze che agiscano infine solo sul proprio corpo" sia sbagliato? Potresti dire "con quale autorità puoi sostenere che sia giusto?". Con nessuna autorità infatti lascio alle persone la libertà di agire per proprio conto.

Lo Stato quindi, non essendo anch'egli un ente dotato della capacità di stabilire ciò che è giusto o sbagliato, deve soltanto regolare la convivenza degli individui e garantire l'affermazione delle loro libertà personali, seguendo possibilmente la via più pratica.

Proibire la droga è costoso, potenzialmente dannoso per chi non fa uso di droghe, dannoso per gli individui che fanno uso di droghe e non garantisce agli individui la piena libertà di utilizzo del proprio corpo.

Legalizzare la droga invece è fonte di guadagno, non è dannoso per chi non usa droghe, è meno dannoso per chi fa uso di droghe grazie all'uso di sostanze di qualità, e garantisce il diritto di fare di sé ciò che si vuole.

Seconda cosa: a titolo personale si può dire di tutto. Anche io se vedessi un mio caro amico drogarsi lo tirerei fuori a suon di calci rotanti.

Ma io agisco in ambito personale, lo Stato no, per questo non può.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

mio , .. ma che discorsi sono ?,.. galeoni hobbies fumo .. fuga.-..

ma quale fuga e fuga ..

non diciamo assurdità gratuite..

in quanto alla legalizzazione .. io sono certo che priama o poi succederà .

non con questo governo .. credo che succederà con il prossimo governo di destra ..

questa sinistra non è in grado di liberarsi dai condizionamenti ecclesiastici .

incomincio a pensare che ne è piu' libera la destra.

la legalizzazione delle droghe leggere rappresenterà la possibilità per tanti giovani di fare l' esperienza della canna senza dover entrare in contatto con il mondo della criminalità..

tanto le canne se le fanno lo stesso .. meglio comprarle dal tabacchino che non dal puscher.

impedire l' uso della canna è IMPOSSIBILE e utopistico .

Link al commento
Condividi su altri siti

 
mi annoia leggere sempre le solite assurdità sull' argomento droga .

è assurdo che ancora ci sia tanta ignoranza diffusa sull' argomento .

hai mai pensato che l'ignoranza sia la tua?

se uno si vuole autodistruggere lo fa correndo contromano sull' autostrada oppure scolandosi pinte di vodka oppure usa l' eroina .

anche con lo spinello dato che e' solo l'inizio della fine!!!

se il progetto non è l' autodistruzione attraversare esperienze di " sballo " mi sembra quasi fisiologico in un individuo che esplora la vita e la pericolosità è legata solo al proprio progetto di vita .

una persona con un po' d'intelligenza nn ha bisogno dello sballo e la vita si puo' esplorare in altri modi!!!

io non ho mai usato l' eroina perchè la ritengo una droga estremamnte pericolosa cosi' coem ritengo pericolosa l' extasi .. eppure migliaia di persone l' hanno provate senza per questo resterne schiavi .

ma ha usate solo le canne?/ dai spizzera!!!!

la dipendenza è un problema psicologico ..

e del nucleo dei neuroni!!!

detto cio' la droga leggera non fa male se non in quanto mescolata a sigaretta .

la sigaretta fa male .

:Shame On You::Big Grin: nn voglio nemmeno risponderti!!!

la vita non è facile perchè bisogna passare indenni attraverso le esperienze ma le esperienze vanno fatte per dire ho vissuto .. la pura il terrore di vivere.. non aiuta anzi .. distrugge.

ma puoi andare nell'amazzonia dove ci sono ancora i tagliatori di testa oppure in certi quartieri di chicago...sai che esperienza?

non bisogna avere paura ... bisogna vivere e vivere senza paura ..

la cultura della paura serve a creare pecore facilmente governabili .

io preferisco come modello jim morrison...

altro fumato!!

ok direte voi è morto giovane .. ma anche caravaggio è morto giovane.

e anche raffaello .. eppure quante cose hanno fatto nella loro breve vita...

nn confrontare 2 GENI COME RAFFAELLO E CARAVAGGIO con un fumato che ha scritto solo qualche canzonetta!!!

insomma vivere comporta anche dei rischi ..

ma chiudersi in una campana di vetro mi sembra una scelta da struzzo .

quindi per chiudere non facciamoci fregare dalle paure .. soprattutto quelle mediatiche .

e daje!!!! sempre le stesse baggianate !!!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.