Vai al contenuto

Messaggi consigliati

"Amcizia e solidarietà fra donne .

Chiedo alle donne ci credete fino in fondo??Io sono rimasta un po scottata.Sento molto la competitività e anche l invidia ,molto spesso purtroppo! Invidia per il lavoro o per la mia famiglia....E poi ,quando cè di mezzo un uomo non c solidarietà che tenga le ho viste fare certe cose!!Sarà l 'inconscio collettivo che ancora ci richiama ad un femminile dipendente e sottomesso all 'uomo ,sarà la nostra insicurezza,fatto sta che sarebbe bello poter essere unite e forti ,contare su noi stesse ,ma è raro,spesso prevale il giudizio e la maldicenza, peccato!!Perchè se ti tradisce un uomo è grave,ma se ti tradisce un 'amica è peggio,almeno per me!!! :im Not Worthy:

SONO PIENAMENTE DELLA STESSA IDEA TRA AMICHE REGNA SEMPRE E COMUNQUE L'INVIDIA ANCHE O SOPRATTUTTO TRA QUELLE DEL "CUORE".....COME SI EVINCE ANCHE IO MI SONO SCOTTATA MA DEL PERDONO CONCESSO...FIN AD ORA....NN ME NE SONO ANCORA PENTITA.........ALMENO NEL MIO CASO LA MIGLIORE AMICA è SEMPRE LA MAMMA E LA SORELLA

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 61
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

Sono d'accordo anch'io l'amicizia migliore e sincera è quella della mamma e della sorella, ma penso anche che le amiche "esterne" forse essendo fuori dal cerchio della famiglia ti vedono in maniera più distaccata e magari riescono a cogliere e a dirtelo anche quel difetto che nessuna mamma ti farebbe mai notare.

Certo l'invidia tra donne c'è e ci sarà sempre, penso che sia una cosa "innata" ma sta a noi riuscire a creare comunque un rapporto che vada al di la di certe cose e riuscire a prendere e a dare allo stesso modo. Ciao

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 2 weeks later...

mhhh..

non lo so. Forse è vero che i ragazzi sono più diretti, che le donne fanno la bella faccia davanti e poi sparlano...

però mi viene difficile generalizzare.

Con le mie amiche ho rapporti diversi, c'è quella di cui mi fido ciecamente, quella con cui so che posso parlare di tutto, quella con cui mi faccio due risate, quella che si accorge subito se sono giù...

Ne ho prese di fregature, ma da un po' di tempo a questa parte ho sviluppato una specie di sesto senso, che ha fatto sì che mi legassi solo a persone che si sono rivelate valide e oneste. Le mie amiche non mi fanno soffrire, a volte lo fanno le mie conoscenti, ma pazienza.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Noi donne siamo più critiche nei confronti degli altri, uomini e donne. E' questo il problema. Da giovane ,se consideravo una persona amica, 'chiudevo gli occhi', mi rifiutavo inconsciamente di criticarla e giudicarla: mi andava bene così, con le sue virtù e i suoi difetti e mi rifiutavo di accettare le critiche degli altri nei loro confronti. Proprio per questo se mi succedeva di essere 'tradita' da loro, me ne allontanavo definitivamente o non avevo più fiducia in loro.

Adesso ho imparato a gestire i rapporti con loro: non le vedo più perfette, noto i loro difetti, accetto che mi critichino apertamente o con gli altri...in fondo lo faccio anch'io, anche se continuo a voler loro bene.

Una sola cosa non accetto: la falsità.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Anch'io...

La falsità poi mi dà fastidissimo anche tra le conoscenze superficiali: quando mi accorgo che qualcuno mi fa i sorrisi da pubblicità del dentifricio ma appena mi giro non si risparmia le cattiverie, davanti a tutti, per me quella persona non esiste più.

:icon_twisted:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

il classico volta-faccia che odio anche io davvero tantissimo. forse quella che odio di più.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 1 month later...

Però che tristezza, alla fine tutte vorremmo avere delle vere amiche, e invece ci ritroviamo tutte deluse, incontriamo sempre quelle sbagliate e mai quelle giuste che nell'amicizia ci credeno davvero............

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Forse la verità è che siamo imperfetti.Fra maschi e femmine o fra donne è lo stesso.L 'ideale di amicizia o di amore è una cosa , la realtà un 'altra.Ci facciamo i conti prima o poi.Forse è cosi ,comunque ,nonostante le imperfezioni ,non sono di quelle che dicono " meglio sole".Perchè la dimensione di me stessa me la da il rapporto con gli altri e il mio essere oggettiva nei loro confronti non ne nega mai il valore!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Anch'io...

La falsità poi mi dà fastidissimo anche tra le conoscenze superficiali: quando mi accorgo che qualcuno mi fa i sorrisi da pubblicità del dentifricio ma appena mi giro non si risparmia le cattiverie, davanti a tutti, per me quella persona non esiste più.

:;):

Cara Julie, Baricco scrive:

"non si tratta di non perdonare una persona, ma prendere atto che non esiste più".

Un abbraccio, Lorella.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ho conosciuto una ragazza che mi piace. Ancora so poco di lei, del suo carattere, dei suoi pensieri, ma da quelle poche volte che siamo uscite insieme ai nostri ragazzi ho avuto il desiderio di costruirci un'amicizia. Vedremo

Ci credo all'amicizia tra donne, la desidero una vera e forte. Io mi sento un pò sfortunata in questo. Le amiche che ho sono troppo diverse da me, per esempio non amano fare tardi la sera, alcune nemmeno escono. Di giorno è difficile perchè abbiamo ognuna diversi impegni. C'è anche qualcuna un pò prepotente e egocentrica, infatti non riusciamo a legare nonostante ci sia rispetto e stima. Poi c'è quella che ti piace ma tu non le interessi minimamente, o è una tua impressione e la lasci stare.

Mah, è un mondo difficile. :Yawn:

Qualche "delusione" tipo quella di coccynella l'ho avuta anchio. Un'amica che mi invita a vederci e se non porto il mio ragazzo mi tartassa di domande solo su di lui, e se lo porto parla solo con lui, ma per fortuna nè tengo tanto a lei nè la cosa mi ingelosisce.

La vedo volentieri perchè in fondo è buona e solare, non si è mai approfittata di me, si apre molto anche sui suoi insuccessi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Cara Julie, Baricco scrive:

"non si tratta di non perdonare una persona, ma prendere atto che non esiste più".

Un abbraccio, Lorella.

Ah ah!

Troppo vero! :-)

Adesso per esempio, sono un po' delusa da due amiche: sto passando un periodo difficile, loro lo sanno, ma non si fanno vive... che devo pensare? Mah...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.