Vai al contenuto

Morire a 16 anni per una pistola finta.


Messaggi consigliati

Una rapina...

La relativa fuga...

Tutti scappano in motorino, lasciando Marco a correre a piedi...dietro i Carabinieri, alla fine si volta con in mano la pistola finta puntata verso i Carabinieri, è un attimo, uno sparo e Marco non c'è più.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ecco bene.. e qui come la mettiamo?

i carabinieri, i grandi paladini della giustizia.. dovevano per forza sparare ad un ragazzino solo perchè pensavano fosse armato?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

qui di queste storie ne succedono a migliaia ma nn credevo mai che in italia sarebbe successo un fatto del genere.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

si puo' solo avere una gran pena ..

del resto a napoli le pistole vere girano ..

e comprensibile la paura dei carabinieri che hanno sparato .

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
Ecco bene.. e qui come la mettiamo?

i carabinieri, i grandi paladini della giustizia.. dovevano per forza sparare ad un ragazzino solo perchè pensavano fosse armato?

E' stato il ragazzo a puntare per primo una pistola e quando un civile punta un'arma da fuoco contro le Forze dell'Ordine queste hanno il permesso di far fuoco, anche per prime, certo invece di ucciderlo avrebbe dovuto sparare dalla coscia in giù, se ha sbagliato mi auguro che paghi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
E' stato il ragazzo a puntare per primo una pistola e quando un civile punta un'arma da fuoco contro le Forze dell'Ordine queste hanno il permesso di far fuoco, anche per prime, certo invece di ucciderlo avrebbe dovuto sparare dalla coscia in giù, se ha sbagliato mi auguro che paghi.

Un carabiniere medio non è preparato a sparare come si deve.

Si allenano poco, in genere, e poi sparare è sempre un casino.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
l' italia è uno strano paese..

L'indagine mi pare sempre giusta, dopotutto è morta una persona.

Una condanna sarebbe però molto strana. :wink:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Un carabiniere medio non è preparato a sparare come si deve.

Si allenano poco, in genere, e poi sparare è sempre un casino.

L'indagine mi pare sempre giusta, dopotutto è morta una persona.

Una condanna sarebbe però molto strana. :wink:

quoto tutto!!!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io capisco il gesto del carabiniere, sia perché non poteva sapere che la pistola fosse finta, sia perché stiamo parlando di una città come Napoli, dove le rapine sono all'ordine del giorno!

Non trovo giusto il fatto che il carabiniere sia indagato, non poteva sapere che quella del ragazzo era solo una bravata.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io proporrei di cambiare il titolo del topic con:

"morire a 16 anni per fare il bulletto strafottente e non essere capaci a fare una rapina come si deve"

:pardon:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ecco bene.. e qui come la mettiamo?

i carabinieri, i grandi paladini della giustizia.. dovevano per forza sparare ad un ragazzino solo perchè pensavano fosse armato?

Purtroppo si Sara...dovevano...perchè in quegli attimi non c'è tempo per riflettere...e comunque con una pistola puntata addosso anche io avrei fatto la stessa cosa...non si può e non si deve immaginare che quella pistola sia finta perchè allora fare il carabiniere sarebbe un suicidio...mentre invece è un lavoro... pagato tra l'altro pochissimo...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io proporrei di cambiare il titolo del topic con:

"morire a 16 anni per fare il bulletto strafottente e non essere capaci a fare una rapina come si deve"

:pardon:

Credo che la capacità di fare una rapina non sarebbe comunque una cosa della quale andare fieri...bisognerebbe capire cosa ha portato quel ragazzo a fare quella rapina...non credo sia solo strafottenza...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
E' stato il ragazzo a puntare per primo una pistola e quando un civile punta un'arma da fuoco contro le Forze dell'Ordine queste hanno il permesso di far fuoco, anche per prime, certo invece di ucciderlo avrebbe dovuto sparare dalla coscia in giù, se ha sbagliato mi auguro che paghi.

Non è comunque facile indirizzare un proiettile dove si vuole su un corpo in movimento...oltretutto il carabiniere aveva una pistola non un fucile con mirino...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Purtroppo si Sara...dovevano...perchè in quegli attimi non c'è tempo per riflettere...e comunque con una pistola puntata addosso anche io avrei fatto la stessa cosa...non si può e non si deve immaginare che quella pistola sia finta perchè allora fare il carabiniere sarebbe un suicidio...mentre invece è un lavoro... pagato tra l'altro pochissimo...
Non è comunque facile indirizzare un proiettile dove si vuole su un corpo in movimento...oltretutto il carabiniere aveva una pistola non un fucile con mirino...

quoto anche te oltre, a volte penso di essere un pò di parte nel dare un giudizio in queste cose, visto il mestiere che fa mio marito, però sono felice che non la penso così solo io!!! A Napoli fare il poliziotto/carabiniere è davvero difficile e pericoloso, la gente comune appoggia la camorra, i ragazzini per guadagnarsi quattro soldi vanno a fare le rapine, le armi in mano (quelle vere) non sono una rarità, in ogni famiglia c'è almeno un componente che fa parte della criminalità organizzata o in galera e molti ne vanno fieri!!!! In molti per evitare problemi di microcriminalità, preferiscono mandare i loro figli alle scuole private, e i genitori spesso hanno paura a mandare i figli a giocare per strada, perchè ogni giorno cisono diversi agguati camorristici fra clan!!!! Molti colleghi di mio marito napoletani, si fanno trasferire altrove, lasciando le loro origini per poter dare "un futuro" migliore ai propri figli!!! Ditemi voi se quel carabiniere (che conosce molto meglio di me le condizioni del napoletano) poteva pensarci due volte prima di mettere in salvo la propria vita e quella dei colleghi, poi sparare non è come nei film, con una pistola e in movimento è quasi impossibile mirare e sparare in un punto preciso. Le indagini è giusto che ci siano, non si sa mai, gli appartenenti alle forze dell'ordine non sono santi, sono semplicemente essere umani, quindi è meglio capire se le cose stavano proprio nel modo in cui il carabiniere ha raccontato, dopodichè è giusto che abbia sparato, perchè senò perchè le diamo queste armi? :Straight Face:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Credo che la capacità di fare una rapina non sarebbe comunque una cosa della quale andare fieri...bisognerebbe capire cosa ha portato quel ragazzo a fare quella rapina...non credo sia solo strafottenza...

e io credo che l'atto estremo di difesa di un poliziotto che oltretutto, stava facendo il suo lavoro, non sia neanche lontanamente da "infamare"... :wink:

cmq sia, se quel ragazzino è stato spinto a fare quello che ha fatto da "forze superiori" :wink: , o cmq non l'ha fatto di sua spontanea volonta, bè, allora è un bene che sia morto, poichè sarebbe stato solamente uno strumento nelle mani di qualcunaltro... :italian_flag:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
e io credo che l'atto estremo di difesa di un poliziotto che oltretutto, stava facendo il suo lavoro, non sia neanche lontanamente da "infamare"... :italian_flag:

e su questo sono daccordo con te come ho già scritto...

cmq sia, se quel ragazzino è stato spinto a fare quello che ha fatto da "forze superiori" :shok: , o cmq non l'ha fatto di sua spontanea volonta, bè, allora è un bene che sia morto, poichè sarebbe stato solamente uno strumento nelle mani di qualcunaltro... :icon_rolleyes:

Non mi riferivo a forze superiori...solo quando commettiamo un'azione spesso non è una sola causa a farcela commettere...tipo la strafottenza...ma una catena di cause...ad esempio la povertà di quel ragazzo...la mancanza di valori morali...la strafottenza anche...possono averlo portato a compiere un gesto del quale purtroppo non avrà mai più modo di pentirsi...

Riguardo al fatto che è morto...per me non è un bene...ma una sconfitta della sociètà...una società piena di benpensanti...e di persone che si credono libere...da cosa poi debbo ancora scoprirlo...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
Grazie delle quotazioni Digi...con questa inflazione che gira...fanno piacere... :shok:

:icon_rolleyes: non devi ringraziarmi, è ciò che penso!!! :italian_flag:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

uffa, non sono capace a riportare quello che ha scritto oltre! :italian_flag:

cmq oltre... alllora:

va bene, tu mi puoi dire che la poverta, la mancanza di valori e pippe varie abbia portato il giovane a fare la sua rapina (fatta male tra l'altro :icon_rolleyes: ), ma il gesto del tirare fuori la pistoletta giocattolo contro quel poliziotto, il gesto che è stato la causa della sua morte, è il prodotto di un solo elemento, magari composto da piu fattori certo, ovvero quello di "fare il bulletto davanti allo sbirro, e magari davanti agli amici o alla regazzetta :shok: "

poi possiamo pure indagare sul perche sto ragazzino sentiva il bisogno di fare quello che ha fatto (la parte in neretto), ma sono sicuro che alla fine arriveremo cmq alla conclusione che è un DEBOLE , e per questo che sia morto o meno, non è ne tanto meno una sconfitta per la societa ne una vittoria, ma non cambia proprio niente, poichè la sua esistenza era INUTILE! :LOL:

il mondo è stra-pieno di "pedine"... morta una, basta bussare alla porta del vicino che ne trovi un altra :LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
uffa, non sono capace a riportare quello che ha scritto oltre! :italian_flag:

cmq oltre... alllora:

va bene, tu mi puoi dire che la poverta, la mancanza di valori e pippe varie abbia portato il giovane a fare la sua rapina (fatta male tra l'altro :icon_rolleyes: ), ma il gesto del tirare fuori la pistoletta giocattolo contro quel poliziotto, il gesto che è stato la causa della sua morte, è il prodotto di un solo elemento, magari composto da piu fattori certo, ovvero quello di "fare il bulletto davanti allo sbirro, e magari davanti agli amici o alla regazzetta :shok: "

poi possiamo pure indagare sul perche sto ragazzino sentiva il bisogno di fare quello che ha fatto (la parte in neretto), ma sono sicuro che alla fine arriveremo cmq alla conclusione che è un DEBOLE , e per questo che sia morto o meno, non è ne tanto meno una sconfitta per la societa ne una vittoria, ma non cambia proprio niente, poichè la sua esistenza era INUTILE! :LOL:

il mondo è stra-pieno di "pedine"... morta una, basta bussare alla porta del vicino che ne trovi un altra :LOL:

Non giurerei sul fatto che quel ragazzo abbia tirato fuori la pistola finta per farsi bello agli occhi di qualcun altro... piuttosto l'immagino terrorizzato quando ha visto le forze dell'ordine e perciò incapace di ragionare lucidamente...ha tirato fuori la pistola per cercare di fermare i carabinieri che gli correvano dietro...più o meno come avrebbe nascosto la mano sporca di marmellata di fronte alla mamma...ha reagito con un gesto da bambino...quale evidentemente ancora era.

La società civile, quale crediamo che sia la nostra, serve a garantire la possibilità di una vita a tutti coloro che ne fanno parte...deboli e forti.

Quando ancora la società non era considerata civile il più forte...non solo d'animo Ego...anche di forza fisica...sottometteva a proprio piacimento il più debole...poi dicono che ci siamo evoluti...dicono...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Non giurerei sul fatto che quel ragazzo abbia tirato fuori la pistola finta per farsi bello agli occhi di qualcun altro... piuttosto l'immagino terrorizzato quando ha visto le forze dell'ordine e perciò incapace di ragionare lucidamente...ha tirato fuori la pistola per cercare di fermare i carabinieri che gli correvano dietro...più o meno come avrebbe nascosto la mano sporca di marmellata di fronte alla mamma...ha reagito con un gesto da bambino...quale evidentemente ancora era.

embè, e allora perche anziche tirare fuoro la pistola, non ha lasciato cadere i soldi o quello che ha rubato? oppure perchè non si è fermato? :shok:

poi resta da capire anche in che modo ha "sguainato" l'arma... fatto sta che quando si intraprende un qualsiasi tipo di azione, bisogna essere pronti a pagarne le conseguenze... e a quanto pare il tipetto non lo era... :LOL:

La società civile, quale crediamo che sia la nostra, serve a garantire la possibilità di una vita a tutti coloro che ne fanno parte...deboli e forti.

Quando ancora la società non era considerata civile il più forte...non solo d'animo Ego...anche di forza fisica...sottometteva a proprio piacimento il più debole...poi dicono che ci siamo evoluti...dicono...

non potremo MAI evolverci finchè ci porteremo dietro sti "pesi morti" :LOL:

bisogna scegliere:

- o continuare ad assopire i sensi di colpa stando fermi :Pumpkin:

- o continuare ad andare avanti verso l'evoluzione :Monkey:

prendi i virus ad esempio, quando infettano una cellula, tolgono di mezzo prima di tutto i loro simili malati o che cmq non potrebbero raggiungere l'obiettivo preposto, poi procedono :diablo:

credi davvero che riuscirebbero a infettare l'ospite se si portasero dietro le lor carcasse? :icon_rolleyes:

(onde evitare che tu mi risponda che i virus sono "malvagi" :italian_flag: , ti dico subito che potrei fare lo stesso esempio anche con i batteri che producono l'aria che ti permette di vivere :LOL: quindi.....)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.