Vai al contenuto

GLI ILLUSIONISTI DELLA PAROLA OVVERO DELLA MENTE


Messaggi consigliati

Vi sono predicatori, professori, dottori, attori, psicoterapeuti, avvocati, religiosi

che sono degli illusionisti della parola..............

Quando la parola è verità e quando illusione, paradigma?

Quando l'illusione è una necessità?

Le parole sono illusione?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Le parole da sole contano poco ma se la loro illusione assume un significato che sta per speranza allora avranno un significato diverso.

Ma vanno pur sempre unite ai fatti per avere una parola che sia verità e non illusione.

Dipende dal contesto secondo me.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

le parole possono anche essere illusione, quelle scritte sono soggette ad una interpretazione più arbitraria di quelle a voce ma anche quelle a voce possono essere gestite con un controllo delll'espressione del corpo

posso dire per quanto mi riguarda che sono molto sensibile alle parole ben raccontate, mi affascinano e un bravo oratore può facilmente sedurre la mia mente

:carnevale

poi però mi riprendo perchè un altra mia caratteristica è quella di non fidarmi troppo della gente,

invece la continuità, come una goccia che scava la roccia, può ingabbiare la mente :rolleyes:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

in verità la parola è un suono a cui associamo un'immagine...nulla più più!

la parola è la mela di adamo! La parola è conoscenza--

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Vi sono predicatori, professori, dottori, attori, psicoterapeuti, avvocati, religiosi

che sono degli illusionisti della parola..............

Quando la parola è verità e quando illusione, paradigma?

Quando l'illusione è una necessità?

Le parole sono illusione?

Secondo me vale ciò che "si sente".

Quando un oratore si parla addosso chi ascolta lo percepisce..

Quando la parola detta coincide con un affetto autentico si sente che la parola in quel caso è un tramite che parla all'anima di chi ascolta.

In psicoterapia per me questo è evidente: ci sono terapeuti "teorici e dottrinali" che ti fanno piovere addosso le loro conoscenze e interpretazioni e chi le ascolta si sente schiacciato, ma non compreso.

Ci sono invece terapeuti che sanno navigare nel mondo interno del loro paziente e le loro parole manifestano questa loro vicinanza emotiva...

Penso che l'illusione sia una necessità quando la verità fa paura e si ha bisogno di "delegare" le proprie responsabilità agli altri, a un guru, per esempio: ci sia affida a lui e si sfugge da se stessi e a questo scopo siam disposti a credere a ogni cosa...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Bei contributi.......notevoli.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Il soggetto soggettivante

soggiaceva all'idea dell'oggettivazione soggettivante

eppure il suo baluardo era derimere la mente dal soggetto pur essendo se stesso

e non percepiva alcuna verità che potesse essere definita oggettiva e collettiva.

La parola non solo è illusione ma genera confusione e normativismo.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Bei contributi.......notevoli.
Il soggetto soggettivante

soggiaceva all'idea dell'oggettivazione soggettivante

eppure il suo baluardo era derimere la mente dal soggetto pur essendo se stesso

e non percepiva alcuna verità che potesse essere definita oggettiva e collettiva.

La parola non solo è illusione ma genera confusione e normativismo.

che vuoi drie nello? :abbr:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 2 weeks later...
Il soggetto soggettivante

soggiaceva all'idea dell'oggettivazione soggettivante

eppure il suo baluardo era derimere la mente dal soggetto pur essendo se stesso

e non percepiva alcuna verità che potesse essere definita oggettiva e collettiva.

La parola non solo è illusione ma genera confusione e normativismo.

Ognuno di Noi soggettivizza la propria realtà elevandola a infinita dimensione interiore

quindi la nostra realtà è per natura personale oggettiva.

Il baluardo è purificare la mente da se stessi per capirsi meglio > ovvero l'oggettività di se stessi nasce dal distacco di se stessi.

La parola è illusione perchè esprime innanzi tutto se stessa e non la mente.

La testimonianza è l'eperienza soggettiva.

GLI ILLUSIONISTI DELLA MENTE SONO COLORO CHE MERCIFICANO I LINGUAGGI PER SPACCIARLI COME CONCLUSIONE MENTALE.

Che dire : non esiste verità migliore del silenzio meditativo.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ognuno di Noi soggettivizza la propria realtà elevandola a infinita dimensione interiore

quindi la nostra realtà è per natura personale oggettiva.

Il baluardo è purificare la mente da se stessi per capirsi meglio > ovvero l'oggettività di se stessi nasce dal distacco di se stessi.

La parola è illusione perchè esprime innanzi tutto se stessa e non la mente.

La testimonianza è l'eperienza soggettiva.

GLI ILLUSIONISTI DELLA MENTE SONO COLORO CHE MERCIFICANO I LINGUAGGI PER SPACCIARLI COME CONCLUSIONE MENTALE.

Che dire : non esiste verità migliore del silenzio meditativo.

Noi siamo ciò che crediamo.......

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io sono ciò che sono e ciò che potrò essere.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

L'astrazione dal presente non è una dimensione interiore proponibile

è un'evoluzione non attuata.

La parola è illusione. Ciao e benvenuta / o.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
:icon_rolleyes: Grazie per il benvenuto, la parola non è solo illusione, dipende da che tipo di parola si tratta,non sei caduto un pò in controsenso nel fare le tue affermazioni precedenti??
Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

La parola è illusione

i fatti sono realtà

la parola è solo proponimento e pseudo definizione

il controsenso è un dinamismo accecante di negazione antiregenatrice

EVVIVA IL CONTROSENSO

EVVIVA L'ARTE NON AGGRAZZIATA

L'ARTE E' SENSO?

ASTRATTO

La parola accetta tutto ma la mente no............

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Se la parola fosse solo illusione che senso avrebbe parlare, scrivere, proporre, promettere??? Non sempre le parole si perdono nel vento, a volte anche i fatti sono un illusione, io posso posso farti credere una cosa e poi fare tutto il contrario, dove secondo te l'illusione e la realtà??

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 2 weeks later...

la differenza per definizione dovrebbe per definizione definire, in questo caso la distinzione è già posta nella tua domanda e pertanto mi confermi che le parole sono solo illusione o meglio sono illusorie della e per la mente...........

già da come si pone la domanda è pleonastica la risposta.....

le parole sono più forte a parole ma non nei fatti...

LE PAROLE SONO ILLUSIONE

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

NOI POSSIAMO DIRE E PENSARE CIO' CHE VOGLIAMO

MA NON POSSIAMO ALTRETTANTO FARLO.....

LE PAROLE ILLUDONO

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

mi vien da dire che se le parole illudono c'è una relazione diretta e compresente in chi le pronuncia e in chi le ascolta illudendosi: intenzionalità nel primo, suggestionabilità o ingenuità nel secondo. sappiamo che ci sono persone molto abili ed esperte nell'uso fascinoso della parola una sorta di illusionista che agisce l'abra cadabra con i termini, i significati e il senso di quanto comunicato e sottolineato da gesti e mimica se c'è la visione o ricercatezze lessicali se la parola usufruisce del solo mezzo della scrittura come in questo forum. Che ne pensate?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

secondo me chi ascolta illudendosi è perchè si fida di quella persona che lo illude,

in un certo senso "gli crede"

probabilmente chi illude è colui che sa conquistarsi la fiducia dell'altro

poi i casi possono essere infiniti

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
mi vien da dire che se le parole illudono c'è una relazione diretta e compresente in chi le pronuncia e in chi le ascolta illudendosi: intenzionalità nel primo, suggestionabilità o ingenuità nel secondo. sappiamo che ci sono persone molto abili ed esperte nell'uso fascinoso della parola una sorta di illusionista che agisce l'abra cadabra con i termini, i significati e il senso di quanto comunicato e sottolineato da gesti e mimica se c'è la visione o ricercatezze lessicali se la parola usufruisce del solo mezzo della scrittura come in questo forum. Che ne pensate?

La comunicazione il linguaggio

è anche audizione e/o compartecipazione

non vi deve essere necessariamente una definizione fruitiva perchè è una limitazione fruitiva.

Verissimo l'uso fascinoso della parola e l'illusionista della parola....poi però arrivano i fatti e la parola decade a proponimento......a meno che non parliamo di astrazione comunicativa...come in questo caso?

La parola è un dinamismo intellettuale.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.