Vai al contenuto

Pubblicità

ChiaraBaggins

l'interpretazione dei sogni

sai interpretrare i sogni?  

18 voti

  1. 1.

    • si
      5
    • no
      3
    • poco
      7
    • più si che no
      2
    • più no che si
      1


Recommended Posts

I miei sogni ricorrenti :

- VOLO

- FUOCO CUSTODITO ALL'INTERNO DI UNA MONTAGNA CON DUE ANTE DI PORTONE CHE LO RACCHIUDE. I CUSTODI SONO GLI INDIANI.

NON CI SI PUO' AVVICINARE MA IO CI VADO SEMPRE. IL SITO E' IL MONTE CROCE IL LUOGO FRONTALE IN DIREZIONE OVEST OVE SONO CRESCIUTO DA RAGAZZO.

- OGNI TANTO SOGNO DI TROMBARE (questo secondo me lo so interpretare anch'io).!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


io non sono un addetto ai lavori ma qualche cosa la intuisco....

i sogni sono un patrimonio preziosissimo .

bisognerebbe sempre appuntarseli.

Alba, evidentemente ha un problema con i sogni.

le serve immaginare e credere alla storia delle casuali scariche perchè i suoi sogni la minacciano con orrende e insostenibili verità.

i libri vanno letti, ma con senso critico.

se leggi una cosa sbagliata lo devi saper capire.

cara Alba ti consiglio vivamente di rileggere i libri di G. W . Groddeck.

è meglio partire da concetti solidi e di base altrimenti avventurarsi nel cervello puo' essere un viaggio senza ritorno.

meglio capire poche cose bene che molte male.

questo è il mio modestissimo parere.

certo che la medicina psicosomatica ha rappresentato un rischio gravissimo per le industrie farmaceutiche.

l' hanno seppellita sotto montagna di stupidi grafici encefalogrammatici.

pillole per l' umore l' ansia la depressione...

e i tumori ? come si curano ?....e soprattutto da cosa nascono ?.

sai che industria vive sulla ricerca contro il cancro... quando è solo un problema psicologico.

pensa un po...

e oggi sento dire che freud è stato un cretino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I sogni sono importanti, a volte sono facili da interpretare, altre volte no.

Per chi nn crede all' interpretazione dei sogni vi fo due esempi che nn sono sogni miei ma di una mia ex

Quando stavamo assieme (il periodo è durato in tot 8 mesi) lei verso il 4 mese mi disse che aveva fatto un sogno di noi due che ci sposavamo a casa sua (lei è di Lecce io di Firenze) che c' erano tutti i suoi parenti e sua sorella che le reggeva il velo. Quanto appena detto è abbastanza facile da capire, lei mi amava ed era logico che sognasse queste cose.

Quando la relazione incominciava a scricchiolare, verso il 7 mese, lei sognò di andare con Biagio Antonacci xhè noi due ci eravamo lasciati. Io le chiesi se per caso lei fosse andato con lui xhè noi avevamo litigato ma lei rispose di no. Fatto sta che dopo 1 mesetto lei mi ha lasciato xhè diceva di nn amarmi +.

Curioso vero? Coincidenze? :roll: ..........

ihihihihihih :twisted:

Interpretate, interpretate che vi fa bene...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anch'io..... prima di studiarlo in psicologia fisiologica pensavo come Freud che i sogni fossero la starda maerstra verso l'inconscio. Cmq ti avviso che molti psicologi ancora ci credono.....io invece credo solo se ho prove scintifiche concrete. Per questo dico che l'interpretazione dei sogni deve essere fatta con le pinze! Poi ognuno è libero di fare cosa crede!

Ciao

cambi molto facilmente opinione allora ! ci sono professionisti molto seri che credono in questo e pare che i fatti gli danno ragione..anche io sono ancora una studentessa e non posso competere o dare giudizi contro il bagaglio di esperienza di questi professionisti perchè non sono ancora in grado..e inoltre è intrinseco nel termine "psicologia"che le parole siano un'arma molto efficace...se non fosse così ridurremo il cervello e tutto il corpo umano a un'ammasso di neuroni...e le emozioni? e gli affetti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dal punto doi vista biologico i sogni non sono altro che delle scariche eletriche che i neuroni inviano causalemnte al cervello. In pratica..il trocno dell'encefalo,in fase REM(o sonno paradosso=paradosso perchè in questa fase del sonno, avviene una situazioni di attivazione :muscolare , oculare, cardiaca, repsiratoria , neuronale, nettamente superiori, non uguali ma addirittua superiori;ai valori di quando siamo svegli...calcola che persino pressioe arteriosa e temperatura corporea aumentano in quesat fase del sonno)dunque...durante quest'attivazione neurofisiologica.....il tronco dell'encefalo invia dei segnali elettrici alla corteccia cerbrale.questi segnali colpiscono casualmente tutte le aree del cervello(auditive, tattili, visive...)e....la corteccia.....cerca di dare un senso ed un significato a tali scariche casuali(sogni). Dunque ...io direi che....interperpretare i sogni,sia un po' da oroscopo.Essendo essi delle scariche elettriche che colpiscono la corteccia casualmentre. Forse ti sarai fatta condizionare dall'interpretazione dei sogni del buon Freud ma....all'epoca non esisteano le conoscenze scientifiche di oggi ne:elettrocardiogrammi, elettroencefalogrammi,elettrooculogrammi,elettromiogrammi....per studiare sonno e sogni....oggi la scienza ah fatto molti progressi da allora!

Cmq , questa teoria delle scariche casuali non ha incontrata molto consenso neanche nel mondo scientifico , anche perchè si tratta di una ipotesi più che di una teoria che non ha trovato evidenze sperimentali a suo sostegno. A propisto di strumenti medrni , su una cosa pare che Freud non abbia sbagliato di molto: il coinvolgimento della sfera affettiva e , soprattutto , del desiderio nel''attività onirica. Quando sognamo , spesso i circuiti legati al piacere e al dolore si attivano massicciamente. Questi dati sono però ancora difficili da interpretare.

XChicca82: ma le emozioni e gli affetti non derivano , secondo te , dall'attività neurale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, secondo me no.lo so perfettamente che i libri dicono il contrario ma ripeto, non siamo solo cellule e neuroni, siamo anche istinto,affettività...la mente umana è ancora perlopiù un mistero, quindi per me nessuna teoria esclude l'altra.secondo me l'attività neurale è solo la conseguenza fisica di qualcosa di grandioso e ancora inspiegabile che succede nella mente .

evvai ora con le critiche!!!!!!!!!!!!!! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No , niente critiche! Ma secondo te di che si tratta...così , per fare un po' di speculazione pura...cosa potrebbe essere queso qualcosa di grandioso e inspiegabile? L'anima? Cos'altro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
No , niente critiche! Ma secondo te di che si tratta...così , per fare un po' di speculazione pura...cosa potrebbe essere queso qualcosa di grandioso e inspiegabile? L'anima? Cos'altro?
yes,ho dato gli indizi giusti!!l'anima..dimmi il tuo punto di vista

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Faccio fatica a dirtelo...dentro di me , spero fortemente che esista una sorta di anima , nel senso classico del termine , un vero e proprio spirito che abita il corpo e che , una volta che questo sarà deperito , lo abbandonerà mantenendo la sua identità per andare chissà dove - magari in una altro corpo - . Nonostante questo , cerco di non ragionare mai facendomi influenzare da questa mia speranza...io spero di poter combinare qualcosina nel campo della psicologia sperimentale , e credo possa essermi di aiuto imparare a concepire l'uomo come una "macchina"...una meravigliosa , sentimentale , inimitabile , autonoma "macchina"...cerco di superare l'impatto negativo che questa idea tende ad avere sui miei sentimenti...si tratta di una possibilità che va tenuta in conto , e che non credo di poter scartare sino a quando non ne avrò una dimostrazione inconfutabile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema grosso , vedi , è che se l'anima è veramente ciò che io spero che sia...diamine , non è in alcun modo studiabile scientificamente! E quindi non è possibile SAPERE se esiste o no...si entra nel campo della fede , e io con la fede ho qualche problemuccio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dopo la morte che ci sarebbe secondo te?

non so se hai letto bergson,perche lui diceva che l'anima esiste ed ha una sorta di vita propria, separata dal corpo..quindi quando muore il corpo non è detto che l'anima lo segua, anzi intraprende un altro cammino ed è questo il grande mistero:non la morte in sè,ma cosa c'è dopo.non credi?questo la scienza non lo può spiegare, ma la fede si! :D

ergo se tu avessi fede avresti più risposte!! :D

l'ultima affermazione era una battuta ovviamente!! :arrow:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ah, un'alrta cosa velvet:perchè non provi a leggere l'ultimo libro di zichichi in cui da una spiegazioone scientifica del perchè dio esisterebbe e del perchè lui crede..scienziato incallito!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
e dopo la morte che ci sarebbe secondo te?

non so se hai letto bergson,perche lui diceva che l'anima esiste ed ha una sorta di vita propria, separata dal corpo..quindi quando muore il corpo non è detto che l'anima lo segua, anzi intraprende un altro cammino ed è questo il grande mistero:non la morte in sè,ma cosa c'è dopo.non credi?questo la scienza non lo può spiegare, ma la fede si! :D  

ergo se tu avessi fede avresti più risposte!! :D  

l'ultima affermazione era una battuta ovviamente!! :arrow:

Non lo so...mi piace pensare che ci sia una sorta di paradiso personalizzato...ma si tratta di un mio sogno , è chiaro. Il buon Bergson , per esempio , scriveva molte cose assolutamente inaccettabili , da un punto di vista logico e scientifico , per lo meno se applicate alla psicologia. Chiaramente , ciò che la scienza non può spiegare , allora deve tentare di farlo la fede...credo siano complementari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ah, un'alrta cosa velvet:perchè non provi a leggere l'ultimo libro di zichichi in cui da una spiegazioone scientifica del perchè dio esisterebbe e del perchè lui crede..scienziato incallito!

Sì , ho notato quel libro in libreria...grazie per il consiglio!

Certamente Fede e Scienza non sono inconciliabili...il problema è gestire le due cose: come dice anche zichichi , si tratta di due modi diversi di vedere e analizzare il mondo...per uno studentello come , alle prime armi , il rischio di farsi influenzare , di ragionare in modo sbagliato da una delle due parti , è ancora grosso...senza contare che la classica fede cattolica proprio non fa per me!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e propio qui il bello: zichichi applica la scienza e la razionalità alla fede e a dio...sembra, anzi, è quasi un paradosso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esatto, è propio questo che mi piacerebbe capire.vorrei leggerlo appena ho tempo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Per poter inserire un commento devi far parte della Comunità.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.