Vai al contenuto

Scarsa autostima


Messaggi consigliati

Mi vedo senza identità e con mille identità e non mi piace, ho stati d'animo incostanti, mi mette una gran confusione, ma non ci penso più, non mi interessa definirmi o provare sensazioni nei confronti degli altri.

Ritorno ad essere spontanea e chi mi sta affianco bene, sennò sto bene lo stesso.

Ciao Sirena,

capisco il tuo discorso, ma non dobbiamo fare piazza pulita attorno a noi.

Non sei daccordo? :icon_neutral:

Un caro saluto,

Alessandro.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


  • Risposte 65
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

Tempo fa ero molto occupato a vedere troppo me stesso. Mi centravo su ciò che mi mancava o che avevo, su ciò che ero o non ero. Avevo tuttavia una visione molto distorta sia della realtà che di me.

Da quando ho incominciato ad occuparmi più sinceramente degli altri, stranamente, come per risonanza mi sono visto meglio senza aver bisogno di farlo, mi sono visto meglio senza bisogno di specchi, ho avuto meno necessità di farlo, ho avuto di più dagli altri. E mi sono sentito meglio...

Oggi lascio risuonare l'immagine delle emozioni che vedo negli altri, lascio vibrare di più i sentimenti nelle relazioni, lascio quello che prima cercavo.

Prima troppi lambiccamenti e intasamenti cognitivi, poco fluire consapevole. Oggi la fiducia/sfiducia in me stesso cammina con le possibilità future, non soprattutto con quelle passate. Nella mia time line c'è il presente, sapendo che ciò con cui mi specchio non sono io ma l'idea di quello che sono. Una falsità, certo, ma utile per la sopravvivenza e l'ecologia di sè.

Scusatemi... ma adesso vado a fare un pò di pulizie... :icon_neutral:

Ciao Oscar,

un pensiero molto profondo il tuo, hai lavorato e stai lavorando su te stesso, però devi continuare.

Un giorno la falsità, diventerà la verità di ogni tuo giorno.

Un caro saluto,

Alessandro.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Dobbiamo giudicare noi stessi...per migliorare.

io credo piuttosto che dobbiamo "accettare" noi stessi per qullo che siamo, solo accettandoci diventeremo migliori, giudicarsi non serve a nulla, anzi serva a far aumentare la scarsa considerazione che abbiamo di noi...

Il giudizio, amio parere è sempre sbagliato, nei confronti degli altri come nei nostri, ogniuno è perfetto così com'è.....questo bisognerebbe comprendere.....

Link al commento
Condividi su altri siti

 
io credo piuttosto che dobbiamo "accettare" noi stessi per qullo che siamo, solo accettandoci diventeremo migliori, giudicarsi non serve a nulla, anzi serva a far aumentare la scarsa considerazione che abbiamo di noi...

Il giudizio, amio parere è sempre sbagliato, nei confronti degli altri come nei nostri, ogniuno è perfetto così com'è.....questo bisognerebbe comprendere.....

Condivido anche questo tuo pensiero :icon_neutral: ...ma riconfermo che per migliorare, bisogna anche auto giudicarci. :help:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Condivido anche questo tuo pensiero :icon_neutral: ...ma riconfermo che per migliorare, bisogna anche auto giudicarci. :help:

ti ho specificato la parola osservazione per esperienza personale, sai fino a quando mi giudicavo non riuscivo a capire il perchè dei miei errori, perchè giudicandomi non osservavo, quando ho smesso di giudicare ho iniziato a capire il perchè dei miei comportamenti, delle mie reazioni e accettandomi ho cambiato anche alcuni atteggiamenti che mi infastidivano (quelli che giudicavo male) senza accorgemene, in modo spontaneo...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ciao vaniglia,

grazie per aver risposto, non sei assolutamente da ricovero. :B):

Le tue sensazioni e paure gli hanno tutti, stà a noi "moderare" il "tutto".

Non credi? :D:

Un caro saluto,

Alessandro.

Ciao Alessandro, buona giornata!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Dobbiamo giudicare noi stessi...per migliorare.

cosa intendi con noi stessi il nostro corpo.....?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

dunque chi devo giudicare il mio passato .....o l'idea che ho di me.....non vedo altro!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Direi che forse uno dei pochi problemi che non ho è la scarsa autostima, anche se non so se al livello psicologico il fatto che sono insicura sia la stessa cosa... io penso di no però... <_<

Agli esperti la risposta.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 
Direi che forse uno dei pochi problemi che non ho è la scarsa autostima, anche se non so se al livello psicologico il fatto che sono insicura sia la stessa cosa... io penso di no però... <_<

Agli esperti la risposta.

Ciao Pooh68,

l'insicurezza ha origini nella mancanza di autostima.

Un saluto, Alessandro.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Semplicemente ma profondamente, te stesso.

se vuoi non rispondere, ma ti sto chiedendo a "chiare lettere" cosa intendi con la parola "te stesso"...?

Il mio passato? L'immagine che dovrei, ma non faccio, identifuicare con me stesso?....cosa è "me stesso".....? il corpo? cosa ?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ciao Pooh68,

l'insicurezza ha origini nella mancanza di autostima.

Un saluto, Alessandro.

Grazie per la risposta, questo non lo sapevo. Ora mi sono più chiare alcune cose.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Dobbiamo giudicare noi stessi...per migliorare.

Migliorare noi stessi mmmmmmmmmmm ^_^:fireworks::fireworks::D:

Migliori rispetto a cosa Alessandro?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Migliorare noi stessi mmmmmmmmmmm ^_^:fireworks::fireworks::D:

Migliori rispetto a cosa Alessandro?

a me non ha risposto.....

io so che intende rispetto all'illusione di noi stessi, ma non l'ametterai mai...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
a me non ha risposto.....

io so che intende rispetto all'illusione di noi stessi, ma non l'ametterai mai...

Gia Mimmo, l'illusione che condiziona a vivere seguendo una meta, chiudendo così gli occhi sullo splendore che abbiamo difronte ogni giorno, che è a prescindere da chi siamo.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

rispetto a quello che è bene per noi e che non conosciamo che ci permette di evolvere..il progresso e simili se non diventa esagerazione ambizione etc è evoluzione,cambiamento,conoscenza superamento.,non stasi...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
rispetto a quello che è bene per noi e che non conosciamo che ci permette di evolvere..il progresso e simili se non diventa esagerazione ambizione etc è evoluzione,cambiamento,conoscenza superamento.,non stasi...

Penso che l'evoluzione Diase è a prescindere da noi, la vanità più grande dell'uomo è il pensare di essere un pezzo unico e raro, un essere capace di qualcosa che solo a suo giudizio è mirabile, l'informazione oggettiva che la nostra sia una evoluzione verso qualcosa , non esiste. La nostra è una grande illusione e serve a tenere buone e ordinate le popolazioni, tutti in riga e guai a chi esce dal seminato. :Angel:

Link al commento
Condividi su altri siti

 

non sono d'accordo..noi siamo un pezzo raro singolarmente, quando ci esprimiamo per la nostra individualità..e ci scopriamo andando verso qualcosa..i miei cambiamenti significativi li ho scoperti quado mi sono relazionata a qualcosa di nuovo sconosciuto INSOSPETTABILE..so molte più cose di me, so da che parte vado..prima per esempio non sapevo.. un'altra cosa sono le regole..a volte non giuste altre essenziali..

Link al commento
Condividi su altri siti

 
non sono d'accordo..noi siamo un pezzo raro singolarmente, quando ci esprimiamo per la nostra individualità..e ci scopriamo andando verso qualcosa..i miei cambiamenti significativi li ho scoperti quado mi sono relazionata a qualcosa di nuovo sconosciuto INSOSPETTABILE..so molte più cose di me, so da che parte vado..prima per esempio non sapevo.. un'altra cosa sono le regole..a volte non giuste altre essenziali..

Diase, da quello che leggo il discorso del "pezzo raro" ha risuonato in maniera negativa in te, per me è una grande liberazione pensare che il compito che organicamente abbiamo su questa terra è molto semplice, siamo animali che compiono la loro parte nel ciclo organico della terra. Tutto il resto è opera della mente che nei milleni ha affinato le sue capacita di elaborare gli stimoli che arrivano hai nostri sensi, questa elaborazione ha creato catalogazione e separazione laddove non esiste.

Quando parli di andare verso qualcosa cosa intendi?

Il pensiero, secondo la mia personalissima opinione, riguardo un ruolo diverso da quello organico è stato condizionato da millenni di pensieri, pensieri che catalogando ciò che era bene e ciò che era male (meglio o peggio) alimentavano la loro esistenza, illudendosi di controllare quello che non ha possibilità di essere controllato ne manipolato, ovvero il fatto che essi cesseranno insieme a quello che definamo vita, anche se la nostra vita a livello organico credo che continuerà sotto un altra veste.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

scusate non volevo occupare il tread solo con i miei post, è solo che mi è mi è sfuggito il dito :Angel:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.