Vai al contenuto

**********IL TUO DIARIO**********


Messaggi consigliati

Caro diario, è un bel po' che non ti scrivo..............

.........questa estate è trascorsa............. terribilmente drasticamente............mia mamma che sta male, analisi tutte sballate, ricovero in ospedale, scoperta di un tumore ormai diffuso al IV livello............radioterapie, kemio...........un mese e poi la fine...............

...........come si fa in fretta ad andarsene..........

Per fortuna c'è mio marito, i miei figli a farmi andare avanti, ma è dura, molto dura.......................anche se non avevo un buon rapporto con mia madre, forse dovuto al suo compagno che io non ho mai accettato fino in fondo............ma mi manca, cavoli se mi manca........

Ora bisogna andare avanti.................rimboccarsi le maniche e continuare........

C'è un angelo in più che veglia sulla mia famiglia!!!!!!!!!!!!!!

Un abbraccio.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 1,3k
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

 
Caro diario, è un bel po' che non ti scrivo..............

.........questa estate è trascorsa............. terribilmente drasticamente............mia mamma che sta male, analisi tutte sballate, ricovero in ospedale, scoperta di un tumore ormai diffuso al IV livello............radioterapie, kemio...........un mese e poi la fine...............

...........come si fa in fretta ad andarsene..........

Per fortuna c'è mio marito, i miei figli a farmi andare avanti, ma è dura, molto dura.......................anche se non avevo un buon rapporto con mia madre, forse dovuto al suo compagno che io non ho mai accettato fino in fondo............ma mi manca, cavoli se mi manca........

Ora bisogna andare avanti.................rimboccarsi le maniche e continuare........

C'è un angelo in più che veglia sulla mia famiglia!!!!!!!!!!!!!!

Un abbraccio.

Coraggio....purtroppo è la vita.

Ciao.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Caro diario,

sono in una fase della mia vita che definirei "post-adolescenziale". In conflitto con i genitori e con i valori che mi hanno trasmesso. In conflitto con me stessa come donna, come compagna, come individuo che lavora.

Ci ho messo tre anni. Tre anni di sbagli, di confusione per capire quali sono le cose importanti per me.

Tre anni in cui la vera me stessa è uscita fuori soltanto perchè ha deciso di "scappare" dai genitori.

Inconsciamente, tre anni fa, mi sono resa conto che per sottrarmi al loro giudizio, dovevo allontanarmi. Non molto, ma la distanza giusta per dover alzare il telefono.

Come al mio solito, ho preso la decisione di corsa, senza pensare. Ma sentivo un peso enorme, un carico di idee e di schemi mentali che non erano miei e che non potevano adattarsi alla mia vita di coppia.

Che peso... che peso dover ammettere che tutto lo schema mentale sulla famiglia e sul come deve essere nel mio caso non funzionava! Era quasi tutto da cambiare... o meglio, aveva bisogno di nuovi significati.

Che peso dover sopportare il giudizio dei genitori, il giudizio dei genitori espresso sotto forma di una tristezza per la non-perfezione delle giornate che decidevo di impostare! Il peso del vederli non capire il motivo del mio disagio.

Meglio lontano... meglio farlo lontano...

Meglio scappare.

Cosa voglio dalla mia relazione?

Cosa voglio davvero?

Cosa è davvero importante per la mia vita?

Cosa la fa VIVERE?

Io e lui.

Come siamo.

Senza pretese di perfezione.

Io non posso, non posso trovare un uomo che piaccia a mia madre e a mio padre e che contemporaneamente piaccia anche a me.

Deve piacere a me.

Loro lo accetteranno se mi vedranno felice.

Mi si voleva caricare della responsabilità di creare una relazione che fosse lo specchio della loro.

Ma io NON VOGLIO un altro genitore come marito.

Io voglio un marito che piaccia a me.

Non voglio una relazione che assomiglia più ad un patto di sangue, vincolante fino a succhiarti la vita.

Il VINCOLO. Il peso del vincolo.

Il vincolo che è superiore all'uomo.

Non voglio.

Ho bisogno d'amore anche per i miei sbagli.

Non di un ACCORDO. ETERNO.

Come è stato difficile far tecere tutte quelle voci interne che quando incontravo un uomo che mi piaceva, mi dicevano: farà le faccende domestiche? preparerà da mangiare? ti appoggerà nelle decisioni (cioè prenderà le decisioni per te)? ti aiuterà con i figli?

Ma che senso hanno tutte queste cose senza l'amore?

Che paura che avevo, a scegliere...

che paura di scoprire che l'uomo che potevo amare in realtà si trasformasse in un pigro fannullone...

Per questo ho rinunciato ad alcuni uomini.

Per paura.

Per paura del "te l'avevo detto e adesso non puoi più tornare indietro"...

Scappare dagli assoluti, dovevo, volevo.

Nel mio mondo non ci sono assoluti, nel mio mondo la comunione del corpo e dello spirito compensa alcune mancanze.

Non tutte, chiaro. Resta l'impostazione di fondo. Quella dell'aiuto reciproco.

Ma niente schemi e ruoli.

E' tutto un divenire.

E nel comune denominatore dell'amore, dell'affetto, chiamiamolo come vogliamo, tutto (o quasi) si piega e, in parte, si trasforma.

Una delle cose che mi tiene su.

Una delle cose che mi fa stare in vita e che non fa parte della piatta quotidianità.

Di questo ho bisogno, di un contenuto vivo, non di una sterile e rigida struttura, che non ho costruito io.

Ogni giorno ci penso, ci ripenso.

Ogni giorno aggiungo consapevolezza.

Ogni giorno aggiungo a questa struttura un pezzo di me.

Senza sensi di colpa.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Caro diario, è un bel po' che non ti scrivo..............

.........questa estate è trascorsa............. terribilmente drasticamente............mia mamma che sta male, analisi tutte sballate, ricovero in ospedale, scoperta di un tumore ormai diffuso al IV livello............radioterapie, kemio...........un mese e poi la fine...............

...........come si fa in fretta ad andarsene..........

Per fortuna c'è mio marito, i miei figli a farmi andare avanti, ma è dura, molto dura.......................anche se non avevo un buon rapporto con mia madre, forse dovuto al suo compagno che io non ho mai accettato fino in fondo............ma mi manca, cavoli se mi manca........

Ora bisogna andare avanti.................rimboccarsi le maniche e continuare........

C'è un angelo in più che veglia sulla mia famiglia!!!!!!!!!!!!!!

Un abbraccio.

un abbraccio forte forte a te.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

patrina

con la testa ?

con la tasca?

con il marito?

cmq me ne dispiace. :Rose:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
 
 

Caro diario,

oggi va un po' meglio di ieri.

Ieri è stata veramente nera. Per me e per il mio Lui.

Non so perchè, ma a volte temo che la psicoterapia non stia ancora dando i risultati sperati.

Perchè a parole sono bravissima a dire alla Psi che ho conquistato i miei spazi, la mia indipendenza e bla, bla, bla...

Ma Lei mi fa sempre notare che sono proiettata più verso "l'esterno" che verso "l'interno"... e forse intuisce che sono ancora veramente, pericolosamente fragile.

Le mie crisi depressive sono devastanti. Ieri davvero avrei voluto scomparire.

Stavo nel letto, a piangere, in silenzio. E lui era terrorizzato dal mio stato catatonico ed è andato in depressione.

Perchè? Mi sentivo inutile, incapace. Mi sentivo sciocca, brutta, non compresa.

Abbiamo iniziato a litigare, a mettere in discussione i nostri progetti di famiglia.

Dopo due anni sono ancora prigioniera di me stessa, reprimo rabbiosamente i miei istinti, ho paura di esprimermi, soffro e ho paura che chi decide di abbandonarmi, in realtà lo fa perchè non sono all'altezza delle sue aspettative.

Il mio migliore amico se potesse mi prenderebbe a sberle. Poveri entrambi...

I miei genitori non sanno niente di tutto questo, ma non voglio che lo sappiano, soprattutto mia madre, che si arrabbierebbe e basta e inizierebbe a farmi sentire ancora più in colpa...

Non riesco a risalire.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 

Diario...dimmi due parole, sceglile dal cappello magico...ho bisogno di parole su cui pensare, dammele tu.

Sento di non meritare nulla di buono, e di non buono.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
  • 2 weeks later...

Caro diario,

oggi non mi sento molto bene. Emotivamente, dico.

Precisamente sto di nuovo soffrendo di sbalzi d'umore. Al momento vorrei piangere...

La mia incasinata situazione sentimentale è molto fragile e si fonda su equilibri altrettanto fragili.

Non dico per quanto riguarda la certezza degli affetti, quanto più per l'eccessivo impegno che richiede in questo periodo la ricerca di stimoli per la coppia.

E' instabile l'equilibrio tra me e Lui che, con il cambio di lavoro e i nostri genitori malati, fa fatica a tenersi in piedi.

Poca intimità, la sera si crolla.

Voglia di far sesso zero. Tanto, tanto affetto. Tanto, tanto amore... ma volte non riesco a fare l'amica. Il mio lato "bestiale" scalpita alla ricerca della vita.

Lui si impigrisce, è triste e io a volte proprio non ce la faccio ad essere entusiasta per tirarlo su. Lo sento abbattuto.

Si guarda la tv e poi si va a nanna.

Si prova timidamente a far qualcosa, ma con scarsi risultati.

Ho tanto bisogno di sicurezza, al momento... che Lui non riesce a darmi, adesso. Lo so che tocca a me tenerlo su, ma a volte crollo. E' difficile. Difficile.

Lo so che devo trovare la forza per smuoverci dal nostro stato catatonico, ma essendo depressa per i fatti miei, ci ricado anch'io.

Devo trovare la forza per reagire, per sentirmi amata ugualmente, sicura e desiderata ugualmente, ma a volte non ci credo neanch'io.

Voglio piangere.

E fare una pausa di riflessione.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Caro diario

E' da parecchio che no scrivo.

La situazione si va sempre più complicando.

Non riesco a capire cosa devo fare, non riesco a capire se questo mio innamoramento è soltanto la voglia di tornare al passato, oppuire si tratta di una sbandata vera.

Non so cosa fare, l'unica cosa certa è che ho in mente solo ed esclusivamente lei.

E' tornata nella mia vita come un uragano e si sta portando via quella razionalità di cui tanto andavo fiero "cose così non mi potranno mai succedere perchè io so razionalizzare", ma vai a cagare.............

Mi sono reso conto che non sono il superuomo che credevo, mi sono reso conto che sono soltanto un uomo.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Caro diario,

oggi non mi sento molto bene. Emotivamente, dico.

Precisamente sto di nuovo soffrendo di sbalzi d'umore. Al momento vorrei piangere...

La mia incasinata situazione sentimentale è molto fragile e si fonda su equilibri altrettanto fragili.

Non dico per quanto riguarda la certezza degli affetti, quanto più per l'eccessivo impegno che richiede in questo periodo la ricerca di stimoli per la coppia.

E' instabile l'equilibrio tra me e Lui che, con il cambio di lavoro e i nostri genitori malati, fa fatica a tenersi in piedi.

Poca intimità, la sera si crolla.

Voglia di far sesso zero. Tanto, tanto affetto. Tanto, tanto amore... ma volte non riesco a fare l'amica. Il mio lato "bestiale" scalpita alla ricerca della vita.

Lui si impigrisce, è triste e io a volte proprio non ce la faccio ad essere entusiasta per tirarlo su. Lo sento abbattuto.

Si guarda la tv e poi si va a nanna.

Si prova timidamente a far qualcosa, ma con scarsi risultati.

Ho tanto bisogno di sicurezza, al momento... che Lui non riesce a darmi, adesso. Lo so che tocca a me tenerlo su, ma a volte crollo. E' difficile. Difficile.

Lo so che devo trovare la forza per smuoverci dal nostro stato catatonico, ma essendo depressa per i fatti miei, ci ricado anch'io.

Devo trovare la forza per reagire, per sentirmi amata ugualmente, sicura e desiderata ugualmente, ma a volte non ci credo neanch'io.

Voglio piangere.

E fare una pausa di riflessione.

Purtroppo nelle tue condizioni c'è più gente di quanto immagini.

Anche io ho tanta voglia di piangere, non riesco più a continuare così.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Purtroppo nelle tue condizioni c'è più gente di quanto immagini.

Anche io ho tanta voglia di piangere, non riesco più a continuare così.

Ieri l'altro, la sera, Lui prima di addormentarsi mi dice: "Mi dispiace tanto, di non riuscire ad essere appassionato con te"

Io gli ho risposto che secondo me è un momento bruttissimo per tutti e due, ma non deve pensare che gli manca qualcosa, di essere in difetto nei miei confronti così tanto come pensa.

Credo di aver fatto bene a dirgli così.

Poi la mattina mi sono svegliata meglio del solito e ho provato una sensazione strana. Lui si sentiva meglio, io pure.

Sicuramente non dò la colpa di ciò che succede tra noi solamente a fattori esterni. Sicuramente è anche colpa del nostro comune atteggiamento disfattista.

Ebbene, la psi l'ultima volta mi ha chiesto su che cosa penso di voler lavorare quest'inverno, che seme voglio conservare per la primavera.

Il mio seme sarà questo: conserverò quel poco di fiducia nelle mie capacità che ho acquistato con tanta fatica e da questo partirò per coltivare un po' di OTTIMISMO.

Una goccia al giorno.

E, soprattutto, quando mi sentirò giù e mi verrà brutalmente da piangere, mi sforzerò di non vedere tutto nero e di non dimenticare le conquiste positive in fatto di carattere, unica cosa MIA. E' dura, cambiare pensiero, anche se ti serve per stare meglio.

Io personalmente convivo con tipo di paura molto particolare, che sto cercando di vincere: è la paura dell'incoerenza con me stessa.

La paura del cambiare pensiero riguardo al mondo. Lo so che è sciocco, ma è un fatto che deriva dalla mia educazione.

La paura di sembrare sciocca se un giorno mi alzo e decido che voglio amare qualcuno, o che voglio perdonare qualcuno. Questo, in particolare.

E' purtroppo una atavica ragione di educazione.

Educazione per la quale risulta più coerente perseverare nel pessimismo piuttosto che spontaneamente dare un colpo di spugna alla tristezza.

La SERIETA', la tetra serietà. Quel tipo di serietà assolutamente piatto, privo di spontaneità. La serietà per la serietà, per la coerenza razionale.

Cosa c'entra con l'amore?

Spesso poco e niente.

La serietà tenuta viva dal sentimento, invece, quella è un'altra cosa.

Coraggio, cerchiamo di vedere le cose con occhi nuovi.

:Four Leaf Clover:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ieri l'altro, la sera, Lui prima di addormentarsi mi dice: "Mi dispiace tanto, di non riuscire ad essere appassionato con te"

Io gli ho risposto che ...............................................

:Four Leaf Clover:

Capisco perfettamente la condizione in cui ti trovi, purtroppo sono messo come te anche se per motivi, presumo e mi auguro, completamente diversi.

Capisco che bisognerebbe vedere il bicchiere mezzo pieno.

Capisco anche che sono stati d'animo generati da fattori esterni, purtroppo però quando i pensieri assillanti si camuffano da sentimenti, la tua mente fa si che lo diventino, a quel punto sei perso, tornare indietro non è facile, se non impossibile.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao diario

Oggi sono in uno stato d'animo, lasciamo perdere.

Devo fare una scelta...

Non posso, non ce la faccio, come faccio?

Penso sempre a lei.

Il suo ricordo mi fa sorridere, la sua allegria mi fa sorridere, la voglio.

Ho una tale confusione in testa, non so, non capisco...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

caro diario

io sto a pezzi mi sento sola mi sento persa

la mia vita si sta spegnendo poco a poco

oggi ho pianto tanto ma adesso anche le lacrime mi ha abbandonata

è una giornata di M

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 2 weeks later...
 
  • 2 weeks later...

'Caro diaro,

Ho davvero troppe paure.. Oramai la mia vita è basata sulla menzogna con amici e genitori, sulla rabbia causata da cose che mi turbano e che tengo dentro di me.

Sono in ansia ormai da qualche mese, ogni giorno nascono sempre più paure e più vado avanti più mi rendo conto che voglio uno psicologo, che gli amici non mi bastano più dato che non mi ascoltano mai o mi liquidano con frasi tipo 'stai tranquilla', non mi basta ..

Sono a pezzi, e credo che morirò d'ansia. Se avessi 90 non sarebbe un grave problema ma ho solo sedici anni.'

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.