Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
faffy

Philofobia

Messaggi consigliati

ciao a tutti, ho un bisogno disperato dell'aiuto di qualche addetto ai lavori. Forse ho la philofobia, la paura d'amare.

Mi spiego meglio: ho 24 anni e non sono mai stata con nessuno. I miei genitori sono iperpresenti, non posso tornare tardi, non posso girare e viaggiare da sola.

In una vacanza con un gruppo, dove i miei non c'erano, ho conosciuto un ragazzo che mi attirava. Ho aspettato che si lasciasse con la sua ragazza (cosa che mi ha fatto capire che era nell'aria), al ritorno dalla vacanza (che era durata una settimana), mi sono dichiarata con un'email, lui mi ricambiava e ci siamo messi subito insieme. Prima mi ha avvisata del fatto che usciva da una storia disastrosa e mi ha chiesto ripetutamente di nn sparire sennò avrebbe odiato la categoria femminile e cose del genere.

Dopo un pò che ci frequentavamo, mi ha detto che doveva decidere se andare a lavorare in un'altra città, che la decisione la prendeva considerando anche me, che dovevo essere sicura dei fatti mie, che x me aveva detto a sua madre che aveva lasciato la ex e sua madre gli diceva "ma come, tu x una che hai appena conosciuto butti all'aria una storia di tre anni?".

Insomma, tutte queste responsabilità, il fatto che non sono mai stata con nessuno, che lui telefonava e mi voleva vedere ogni santo giorno, mi hanno fatto venire paura, ho cercato una scusa, l'ho fatto arrabbiare, mi ha fatto una piazzata tremenda gridando x strada e l'ho lasciato. Mi ha insieguita x un mese, mi piangeva al telefono, mi ha detto che non può stare senza di me, che mi ama ecc, di dargli un'altra possibilità, che nn avrebbe sbagliato più con me, che si scusava, che errare è umano. X un pò non ho ceduto, anche xchè, nonostante il fatto che mi piacesse, odiavo il suo lato irancondo e pensavodi non amarlo, ma sapevo che dopo due o tre settimane non si può essere sicuri di amare o no. Insomma, ho continuato a frequentarlo x conoscerlo megli oe un bel giorno ho deciso di dargli una possibilità xchè aveva dimostrato di meritarla e perchè x una volta volevo mandare a quel paese tutte le paure (so di averne moltissime, sono un'ex timida cronica che si sta svegliando).

Così ci siamo rimessi insieme. Stando insieme, ogni giorno si finiva a sbaciucchiarsi, abbracciarsi ecc, il che mi piaceva ma sentivo che mi mancava qcs. I sentimenti d'amore, quel sognare qcn ascoltando le canzoni, quel contare le ore prima di vederlo, gli sguardi ecc, tutto questo non c'era e ho avuto di nuovo paura che non fosse amore. Lui, poi, dal canto suo poneva tutta la questione su: non mi fare così che io per te ho perso questo e quello, ho rinunciato a quello, ho detto a mia madre che avevo lasciato la mia ex, altrimenti l'avrei fatto con più calma, ho mandato a quel paese la mia ex, ho perso un'amica ecc. Mi sono sentita male xchè se non l'amavo gli facevo xdere tutte queste cose e così l'ho lasciato di nuovo.

Nonostante tutto, abbiamo continuato a frequentarci. Io sottolineavo smpre che eravamo amici, ma finivamo come al solito a coccolarci. Le coccole sono diventate sempre più belle e intense finchè non stavo così bene con lui che ho sentito accendersi la fiamma. Finalmente lo amavo. Gli ho fatto capire che avevo sbagliato a lasciarlo, ho dato la colpa di ciò sempre alle mie paure, al fatto che non essendo stata mai con nessuno ho paura e non so riconoscere l'amore vero.

Ero decisa a ripredermelo e a difendere questa storia una volta x tutte, a farla durare più tempo possibile.

A quel punto lui mi ha riproposto l'aut-aut: la sua ex si era rifatta avanti, si erano riavvicinati, c'era stato un bacio, lei piangeva xchè lo rivoleva e lui si sentiva uno schifo, ma le diceva di non illudersi intanto xchè c'ero io. E a me ha chiesto: sei sicura? xchè dopo non si torna indietro, esigo la coerenza xchè x te sto x mandare a quel paese una xsona con cui ho condiviso tanto, perderò la sua amicizia ma se tu cambi idea ti scavo la fossa e ti pentirai a vita.

Gli ho detto cmq di sì e l'ho fatto con convinzione. Due giorni dopo ci siamo visti ed era nervoso x dei litigi con sua madre (non so se a causa mia ma credo di sì). E' stato velenoso, scherzava ma lo faceva con pungente ironia e mi ha dato fastidio, non era di nuovo più quello che mi aveva fatto innamorare.

Mi sono rivenuti dubbi e paure, mi sono sentita in colpa xchè se non l'amavo gli rovinavo la vita, faceva ancora in tempo a riprendersi la ex, se non gli dicevo niente dei miei dubbi e poi uscivano fuori dopo che aveva liquidato definitivamente la ex, avevo paura che mi distruggesse. Così l'ho chiamato, non gli ho parlato esplicitamente del dubbio, gli ho chiesto solo xchè si fosse comportato in quel modo con me. E' andato su tutte le furio, ha detto che non mi potevo xmettere ancora dubbi, che lui x me stava x madare a quel paese una persona che bla bla bla, mi sono arrabbiata xchè ha messo in mezzo la ex, e gli ho detto: allora vattela a ripredere.

Adesso non mi parla più e non mi vuole sentire più. Non mi xmette di vederlo x l'ultima volta. Forse quello che gli ho detto l'avevo premeditato, l'ho provocato, forse me la sono cercata.

Quello che vorrei capire è: semplicemente non l'ho mai amato o la mia è paura d'amare? Non so più che pensare, mi sembra che finchè si puntalizzava che eravamo amici, riuscivo a darmi con l'anima, filavamo lisci, lo vedevo bello, andavamo d'accordo, mi piacevano le sue carezze. Quando si mettevano i puntini sulle "i" sul nostro rapporto, con le condizioni, i se e i ma, avevo paura e scappavo, mi sembrava brutto, volagre e cattivo.

La cosa che mi terrorizzava era conoscere sua madre sapendo che mi odiava xchè x colpa mia non ci ha riprovato con l'ex, e il fatto che se dicevo sì, doveva essere x forza sì e non si poteva tornare indietro, così lo lasciavo prima di nn poter tornare indietro.

Qual è la diagnosi? Sto x impazzire, se non capisco come stanno le cose io divento pazza, anche xchè mi sento in colpa con lui ma non con me, non ci ho mai messo la cattiveria.

Aiutatemi, vi prego.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


paura di vincoli? di responsabilita? in famiglia t'hanno protetta troppo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

dimenticavo: vorrei chiedere a Martinelli o a qualcuno del campo se mi dice come si cura la filofobia o se ci sono libri che posso leggere in materia. Aggiungo che i miei non sono separati ma sono spesso oppressivi,non mi fanno fare niente da sola, hanno scelto sempre x me, nn hanno mai parlato nè di sesso nè di amore e non hanno mai detto: ti voglio bene. Lo so che me ne vogliono ma i sentimenti a casa mia non vengono mai mostrati nè discussi. Voglio imparare ad amare liberamente, aiutatemi vi prego, xchè ho perso già tanto, a 24 anni voglio dare una svolta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
paura di vincoli? di responsabilita? in famiglia t'hanno protetta troppo?

Sì Oscar, non mi sono mai presa una responsabilità, hanno sempre deciso x me, se la volevo prendere, poi desistevo xchè non sono una xsona forte, mi hanno protetta e mi proteggono ancora troppo. Vorrei fare un viaggio da sola ma hanno paura a lasciarmi andare in giro da sola. :( Nelle scelte riguardo a questo ragazzo, ho sbagliato spesso temendo il giudizio dei miei. Ancora non sanno che mi ha lasciato, non l'ho detto xchè temo il "te l'avevo detto".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Bene. Ora sai qual'è il problema e da cosa è originato. Con l'ultima tua aggiunta ci metterei pure una paura dell'intimità ed emozionalità, che se coltivata, col tempo può diventare anaffettività. Solo dimostrata o dissipata, dipende.

Un bel distacco dalla famiglia (scusa di studio, lavoro, ecc) mi sembra la migliore terapia... Fuggi, cara faffy...

Basta pensare a come ti sarai sentita quando "di rado" sei stata da sola per un periodo...

ah... dimenticavo, e lascia perdere la philofobia...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ah... dimenticavo, e lascia perdere la philofobia...

quindi dici che non è philofobia? speriamo, guarda, mi togli un peso enorme...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Anche io ho vissuto qualcosa di simile...paura di prendere delle responsabilità, genitori opprimenti...però avevo la certezza di amare l'altra persona anche se lei non mi ha mai messo davanti ad una scelta e non se se purtroppo o per fortuna, perchè se l'avesse fatto io forse le avrei detto di lasciarmi perdere perchè non avrei sopportato una responsabilità così grande.

Secondo me alla base di questo c'è una insicurezza di fondo, parlo almeno della mia esperienza personale, dovuta appunto da una famiglia opprimente e che non dice mai il "ti voglio bene", se non ci si sente amati in famiglia come si fa a sentirsi amati fuori?

Forse mi sbaglio, questa è solo una mia opinione :huh:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao....io no sono una esperta, ma secondo tu non hai nesun philofobia o cose del genere.

Hai avuto la vita che hai avuto, le tuei nsicurezze, probabilmente sei più restia degl ialtri a lasciarti andare, ad amare...hai bisogno di maggiori conferme etc.

Ma secondo me la persona che hai incontrato non ti ha aiutata in questo senso.

Secondo me una perosna non può scegliere chi amare solo per quello a cui l'altro ha rinunciato, non puo scegliere solo perchè l'altro te lo rinfaccia...e poi lui avrebbe dovuto scegliere secondo i suoi sentimenti, non seocndo quello che l'altro avrebbe o no fatto in cambio per lui.

Secondo me non si può scegliere chi amare senza poter tornare indietro etc.

Non lo sto criticando, molte persone avrebbero fatto così al suo posto ma sotto questo punto di vista lui non era la perosna giusta per farti sbolccare.

Tu cerca dentro di te i motivi delle tue paure e cerca dirosolverli.

Quando incontrerai la persona giusta quella che davvero merai dal profondo allora sarà molto più facile secondo me.

In bocca al lupo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.