Vai al contenuto

E se ci si innamora dello psicologo?


Messaggi consigliati

Sono un pedagogista clinico ed ho uno studio privato, ove collaboro con psichiatri, pediatri e psicologi per aiutare le persone in difficoltà. Cosa altro vuoi sapere?

niente, era un modo per conoscerti....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 28,1k
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

  • juditta

    4446

  • froggy73

    4070

  • digi79

    2795

  • elli

    1264

Top Posters In This Topic

Posted Images

vorrei fare un'osservazine ad oscar: in effetti le cose che dici sono didatticamente corrette, ma non ti sembra che ci sono degli aspetti del sè che sarebbe meglio emergessero all'interno del setting terapeutico? capisco anche che "interpretare" è una tentazione alla quale è difficile resistere soprattutto se si è aspiranti analisti, ma in uno spazio come questo in cui ci si ritrova tutti insieme, operatori, studenti, sottoposti a trattamenti e semplici appassionati, forse sarebbe meglio provare a contenere il proprio furor curandi, se non altro per rispetto del lavoro degli psicoterapeuti che hanno in trattamento quelle persone che in questo spazio cercano di condividere i propri vissuti ma che, credo, non dovrebbero trovare altre interpretazioni, sicuramente non da parte di un terapeuta...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite sea
vorrei fare un'osservazine ad oscar: in effetti le cose che dici sono didatticamente corrette, ma non ti sembra che ci sono degli aspetti del sè che sarebbe meglio emergessero all'interno del setting terapeutico? capisco anche che "interpretare" è una tentazione alla quale è difficile resistere soprattutto se si è aspiranti analisti, ma in uno spazio come questo in cui ci si ritrova tutti insieme, operatori, studenti, sottoposti a trattamenti e semplici appassionati, forse sarebbe meglio provare a contenere il proprio furor curandi, se non altro per rispetto del lavoro degli psicoterapeuti che hanno in trattamento quelle persone che in questo spazio cercano di condividere i propri vissuti ma che, credo, non dovrebbero trovare altre interpretazioni, sicuramente non da parte di un terapeuta...

Ciao emilio.

Dovremmo riflettere su quello che stiamo facendo qui, secondo te?

Io ho un contrasto con lo psicoterapeuta su questo, e la cosa mi interessa molto.

E' chiaro che il forum riguarda la mia vita privata, e l'analista non può certo influire su quella. Non può dirmi dove devo andare e dove no, però consigli me ne ha dati, puntualmente non seguiti.

quali sono i problemi e le implicazioni di questo "condividere". Può danneggiare il nostro percorso terapeutico?

Grazie per il tuo interessante post, in ogni caso.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sea scrive: quali sono i problemi e le implicazioni di questo "condividere". Può danneggiare il nostro percorso terapeutico?

Alla domanda se questo "condividere" possa danneggiare il percorso terapeutico la risposta è: non lo so, dipende da troppe cose, ma certamente può interferire, ed anche significativamente!

qualsiasi movimento interiore ha bisogno di tempo, il suo tempo, per maturare ed emergere, ed anche parlarne può essere utile in tal senso, ma la questione importante è: parlarne in che termini?

C'è molta differenza tra la stagionatura artificiale e quella naturale...

Ogni psicoterapeuta dovrebbe essere tale solo con i "propri" di pazienti, con quelli degli altri sarebbe meglio assumere una posizione differente, e non intendo certo di chiusura.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Un saluto a tutti! Storia lunga quella che darebbe una spiegazione al modo in cui sono capitato in questa discussione....lunghissimo,lunghissimo tread per altro!Comunque:utente nuovo,domande nuove. Innanzi tutto mi rivolgo ad Emilio : cosa intendi per "interferire nel percorso terapeutico"? A mio parere,il percorso terapeutico,proprio perchè tale non ha in sè interferenze o agevolazioni. Accoglie e riutilizza tutto ciò che gli capita sotto mano. Per rifarci alla frase "nulla capita a caso",Arley ha iniziato questa discussione,vari utenti hanno risposto e solo leggendo e rispondendo hanno trovato e a loro volta creato nuovo "materiale" per il proprio e l'altrui "percorso terapeutico". Ognuno di noi ha riflettuto su ciò che ha letto,ognuno vi ha sovrapposto un'esperienza/tante personalmente vissute e in questo ha rielaborato. Sono d'accordo,in termini terra terra riguardo al fatto che ogni psicanalista dovrebbe comportarsi in modo diverso con pazienti che tiene in cura rispetto,in questo caso,a persone che sono esterne alla sua terapia,ma in realtà,e ora pongo una domanda generale,come si comporta lo psicanalista? Non mi riferisco al comportamento che un professionista deve deontologicamente tenere nei confronti dei suoi clienti,ma a quello che noi (mettiamoci nelle vesti del paziente) percepiamo essere il perchè del suo comportamento. Perchè dire a Arley che "avrebbe dovuto mandare a cagare il suo terapista"? Come sa lei e come sappiamo noi che la sua interpretazione dei fatti e del comportamento di quell'uomo è esatta? Come sappiamo che il tutto non rientra nel famoso "copione" di cui ha parlato Oscar,come sappiamo che (e questo dovrebbe essere lei a dirlo) in realtà Arley,così come Juditta,non abbiano bisogno di questa tormenta che si è creata nel loro stomaco? è facile leggere un evento come conferma delle ipotesi che ci eravamo creati,se tutto ciò che vediamo è letto solo in chiave di quell'argomento....mi viene spontaneo chiedere ad Arley,a Juditta...o a chiunque altro:secondo voi perchè vi siete "innamorate " del vostro terapeuta?

Chi è in realtà che avete visto in quest'uomo che tanto vi affascina?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Un saluto a tutti! Storia lunga quella che darebbe una spiegazione al modo in cui sono capitato in questa discussione....lunghissimo,lunghissimo tread per altro!Comunque:utente nuovo,domande nuove. Innanzi tutto mi rivolgo ad Emilio : cosa intendi per "interferire nel percorso terapeutico"?

Si parte da Arley, si è arrivati a Marley....quando si finisce, a Zarley?......vabbè, la battuta non è un gran chè, quindi riprendiamo da dove avevamo lasciato!

Intanto dovremmo restringere il campo: mi sembra abbastanza chiaro che qui dentro si parla, se non proprio di psicoanalisi, comunque di interventi psicoterapici orientati analiticamente, quindi l' "interpretazione" del terapeuta rappresenta in questa cornice uno degli strumenti di CURA più importanti dell'argomento in questione.

Dunque un fatto è certo: un terapeuta interpreta! diamo per scontato che l'interpretazione sia corretta (cosa che non sempre è, chiaramente), ma se il paziente non ne coglie il senso subito, non è detto che col tempo non possa farlo......

a questo punto interviene la differenza tra il legno stagionato naturalmente e quello artificialmente: se qualcuno, che comunque ha gli strumenti per farlo ma non è il tuo terapeuta, ti offre una spiegazione bella e fatta su quello che ti sta succedendo dentro, si può ancora parlare di elaborazione, di insight?

é questo che intendo per interferenza. c'è molta differenza tra sapere una cosa e farla propria e qui il rischio è quello di sapere troppo e troppo in fretta.

Cosa diversa per chi esprime la propria opinione sull'operato altrui senza averne le competenze: diventa una questione di buon senso, ma ognuno può dire quel che vuole.

si dice che una buona interpretazione fatta nel momento sbagliato diventi una interpretazione sbagliata. é questo il momento (o meglio il luogo) giusto per interpretare?

ti faccio notare che la domanda che poni alla fine del tuo intervento porta in sè il germe dell'interpretazione...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao emilio benvenuto anche a te in questo girone infernale. ^_^

Intanto dovremmo restringere il campo: mi sembra abbastanza chiaro che qui dentro si parla, se non proprio di psicoanalisi, comunque di interventi psicoterapici orientati analiticamente, quindi l' "interpretazione" del terapeuta rappresenta in questa cornice uno degli strumenti di CURA più importanti dell'argomento in questione.
Per quanto riguarda me... il mio psicologo non è di orientamento analitico, lo scrivo per precisione! Se poi abbia rilevanza ai fini di questo discorso...non lo so!
a questo punto interviene la differenza tra il legno stagionato naturalmente e quello artificialmente: se qualcuno, che comunque ha gli strumenti per farlo ma non è il tuo terapeuta, ti offre una spiegazione bella e fatta su quello che ti sta succedendo dentro, si può ancora parlare di elaborazione, di insight?

é questo che intendo per interferenza. c'è molta differenza tra sapere una cosa e farla propria e qui il rischio è quello di sapere troppo e troppo in fretta.

Credo di capire cosa intendi dire e mi sono già posta il problema in questo commento:

Invece le discussioni qui sul forum in un certo senso mi montano...nel senso che accrescono la mia agitazione, forse inutilmente... Anche il fatto di sapere troppo riguardo al transfert, agli utili inganni...in un certo senso mi impedisce di vivere con spontaneità il rapporto con lo psicologo, perché dentro di me temo sia tutto finto e questo mi fa allontanare da lui. Ma anche se fosse vero che è tutto finto...credo che faccia parte del suo lavoro portami a scoprirlo e ad accettarlo, mentre io qui sul forum, ho scoperto delle cose riguardo alla psicoterapia che non sono ancora pronta ad accettare emotivamente.

Si capisce almeno un po' quello che intendo? Spero di si! Anche il discorso degli utili inganni, per me è una botta...io voglio stimarlo senza pensare che dietro c'è qualche trucchetto da psicologo. Io non sono pronta ad accettarlo, come paziente. Per chi sta facendo certi studi e percorsi professionali sarà tutto scontato, ma per me, da profana è difficile metabolizzare certi concetti!

Con tutto questo discorso non me la sto prendendo con nessuno del forum...che sia chiaro! ^_^

Volevo solo spiegarvi le mie difficoltà e il mio stato d'animo!

Un bacione a tutti!

:LMAO:

Ti faccio un esempio...io non so esattamente qual'è l'orientamento del mio psi. Inoltre lui non mi ha "espresso" una diagnosi su quale può essere il mio problema (chessò: "hai una depressione", piuttosto di "un disturbo del comportamento"...etc)

E io preferisco di gran lunga così! Col MIO carattere...se sapessi esattamente qual' è il suo orientamento...già mi vedo su internet a cercare informazioni per capire come si sta muovendo. Per capire cosa c'è dietro al suo modo d'agire. (e non crediate che in parte non l'abbia fatto...con le mie abilità di investigatrice sono riuscita a trovare un suo curriculum recuperato da un sito ormai chiuso...tanto per farvi capire, sono diabolica!...)

Idem se avessi in mano una diagnosi...cercherei mille informazioni, col rischio di farmi un' idea fuorviante anche dei miei stessi problemi.

Consapevole di ciò, mi sto tirando un pò indietro...è un momento delicato della terapia. Sto soffrendo per il comportamento dello psi. E davvero fatico a capire dove voglia andare a parare...la tentazione di cercare spiegazioni...di cercare di svelare il trucco è forte...Per questo mi tiro indietro e non racconto molte cose, perché temo di scoprire il trucco, e che svelandolo non funzioni più! questo vale per me ovviamente, non so per gli altri...

Ma sono troppo abbattuta per rischiare...poi i miei tempi mi sembrano più lenti rispetto a quelli di altre persone. Corro anche il rischio di voler emulare i progressi degli altri...non essendo ancora pronta!

Spero si capisca qualcosa :;):

Un bacio a tutti!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Un saluto a tutti! Storia lunga quella che darebbe una spiegazione al modo in cui sono capitato in questa discussione....lunghissimo,lunghissimo tread per altro!Comunque:utente nuovo,domande nuove. Innanzi tutto mi rivolgo ad Emilio : cosa intendi per "interferire nel percorso terapeutico"?

Si parte da Arley, si è arrivati a Marley....quando si finisce, a Zarley?......vabbè, la battuta non è un gran chè, quindi riprendiamo da dove avevamo lasciato!

Intanto dovremmo restringere il campo: mi sembra abbastanza chiaro che qui dentro si parla, se non proprio di psicoanalisi, comunque di interventi psicoterapici orientati analiticamente, quindi l' "interpretazione" del terapeuta rappresenta in questa cornice uno degli strumenti di CURA più importanti dell'argomento in questione.

Dunque un fatto è certo: un terapeuta interpreta! diamo per scontato che l'interpretazione sia corretta (cosa che non sempre è, chiaramente), ma se il paziente non ne coglie il senso subito, non è detto che col tempo non possa farlo......

a questo punto interviene la differenza tra il legno stagionato naturalmente e quello artificialmente: se qualcuno, che comunque ha gli strumenti per farlo ma non è il tuo terapeuta, ti offre una spiegazione bella e fatta su quello che ti sta succedendo dentro, si può ancora parlare di elaborazione, di insight?

é questo che intendo per interferenza. c'è molta differenza tra sapere una cosa e farla propria e qui il rischio è quello di sapere troppo e troppo in fretta.

Cosa diversa per chi esprime la propria opinione sull'operato altrui senza averne le competenze: diventa una questione di buon senso, ma ognuno può dire quel che vuole.

si dice che una buona interpretazione fatta nel momento sbagliato diventi una interpretazione sbagliata. é questo il momento (o meglio il luogo) giusto per interpretare?

ti faccio notare che la domanda che poni alla fine del tuo intervento porta in sè il germe dell'interpretazione...

Sai che sono le stesse cose che mi dice sempre il mio psi? A certe domande che gli pongo mi risponde sempre che lui non può rispondere per me e che quando sarà giunto il momento sarò io stessa a rispondere! Ma io mi chiedo non è meglio avere un piccolo aiuto come quello che può dare Oscar? ^_^ Non faremmo prima noi pazienti a sapere certe interpretazioni che lo psi ha già capito senza dover aspettare il nostro momento, e se non arrivassimo mai a capire? :LMAO:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

salve, un saluto ai nuovi utenti, volevo dire anch'io la ma riguardo a questo argomento e spezzare una lancia a favore di oscar che secondo me è accusato ingiustamente di voler giocare a fare lo psicologo, proprio a lui che invece lo evita alla grande...in fondo non fa altro che sostenerci e spiegarci piccole cose che altrimenti le scopriremmo da noi, non è che ci svela i trucchi del nostro psi o che ne so anticipa quello che lui vorrebbe noi capissimo....

In fondo anche lui dà le sue opinioni come noi altri utenti solo che noi tiriamo a indovinare e lui invece segue un certo criterio...ma sempre di opinioni si tratta!!!! Non ricordo di aver mai letto una sua diagnosi, mentre ricordo bene che spesso ci fa presente che questo non è il luogo per fare psicoanalisi e che certe dinamiche vengono fuori solo da una psicoterapia vera....quello che lui dice sempre e in cui tutte noi qui troviamo riscontro è che questo topic in particolare ma anche il forum in generale funge spesso da gruppo di autoaiuto o comunque ha molti elementi comuni a questo tipo di terapia....ma da qui a fare psicoanalisi ce ne vuole.

Insomma credo che fin'ora oscar ha fatto solo del bene a tutte noi, come ogniuna di noi lo ha fatto a le altre utenti e a lui stesso....

Sinceramente

Giusy

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
salve, un saluto ai nuovi utenti, volevo dire anch'io la ma riguardo a questo argomento e spezzare una lancia a favore di oscar che secondo me è accusato ingiustamente di voler giocare a fare lo psicologo, proprio a lui che invece lo evita alla grande...in fondo non fa altro che sostenerci e spiegarci piccole cose che altrimenti le scopriremmo da noi, non è che ci svela i trucchi del nostro psi o che ne so anticipa quello che lui vorrebbe noi capissimo....

In fondo anche lui dà le sue opinioni come noi altri utenti solo che noi tiriamo a indovinare e lui invece segue un certo criterio...ma sempre di opinioni si tratta!!!! Non ricordo di aver mai letto una sua diagnosi, mentre ricordo bene che spesso ci fa presente che questo non è il luogo per fare psicoanalisi e che certe dinamiche vengono fuori solo da una psicoterapia vera....quello che lui dice sempre e in cui tutte noi qui troviamo riscontro è che questo topic in particolare ma anche il forum in generale funge spesso da gruppo di autoaiuto o comunque ha molti elementi comuni a questo tipo di terapia....ma da qui a fare psicoanalisi ce ne vuole.

Insomma credo che fin'ora oscar ha fatto solo del bene a tutte noi, come ogniuna di noi lo ha fatto a le altre utenti e a lui stesso....

Sinceramente

Giusy

però non credo che oscar venga accusato di giocare a fare lo psicologo. Non so cosa intendesse emilio, avrà modo di spiegare il suo pensiero, però io non l'ho letta così! Per quanto riguarda me, io affronto questo discorso partendo da me stessa...Una volta anche il mio psi mi raccontava di suoi pazienti che partendo dalla sua diagnosi, trovavano su internet ogni tipo di materiale informativo e poi in seduta gli fanno i quiz, le domande trabocchetto, etc etc.

Ecco, noi pazienti per primi dobbiamo stare attenti a cercare troppe risposte!

Poi anch'io ringrazio oscar per le sue risposte ^_^ Venerdi sera mi ha commosso, ero tutta mogia dopo una seduta strong e mi è scesa la lacrimuccia...ne avevo bisogno!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Invito quelli che mi hanno coinvolto a rileggersi "dall'inizio", TUTTI i messaggi di questo topic. Capisco che leggendone solo una parte, ci si può fare qualche idea che induce a fare le loro ipotesi.

Mai consigliato di mandare a cagare alcun psi... anzi, semmai sono andato in direzione opposta! Consigliare e fare ipotesi sono cose assai diverse.

Ringrazio Giusy che ha ben sintetizzato il mio pensiero e il mio comportamento. Avendo sempre letto tutto ciò che ho scritto si è potuta fare un'idea delle mie opinioni.

Ho anche già risposto a chi mi chiedeva se l'attività del forum poteva influire sulla terapia e in che modo.

Nei forum pubblici (pertanto non setting protetti) ognuno si prende la responsabilità di scrivere e di accettare o meno risposte. Non c'è nessun contratto terapeutico (dal quale fuggirei alla grande), tantomeno di relazione d'aiuto consolidata. Piuttosto, qui la dinamica ricorda molto i gruppi di autoaiuto, come più volte ho scritto. Parità di dignità, dunque; si discute.

E' come leggersi delle recensioni di un film e delle opinioni di spettatori, con il rischio che qualcuno di loro dica come va a finire. Se si vuole evitare il rischio, non si legge.

"Prescrivere" comportamenti qui sarebbe anche inefficace, se pure per assurdo ci fosse contratto terapeutico. Sarebbe MOLTO diverso già nello spazio "chiedilo all'esperto", luogo di cui non faccio parte. La valenza di "insight" (illuminazione)derivante dalle informazioni su alcuni meccanismi tuttavia, hanno "anche" risvolti terapeutici. Ma questo accade dialogando con chiunque ci induca a riflettere.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ciao emilio benvenuto anche a te in questo girone infernale. :give_rose:

Mi unisco a juditta nel benvenuto a emilio... :huh:

Consapevole di ciò, mi sto tirando un pò indietro...è un momento delicato della terapia. Sto soffrendo per il comportamento dello psi. E davvero fatico a capire dove voglia andare a parare...la tentazione di cercare spiegazioni...di cercare di svelare il trucco è forte...Per questo mi tiro indietro e non racconto molte cose, perché temo di scoprire il trucco, e che svelandolo non funzioni più! questo vale per me ovviamente, non so per gli altri...

Bene... questo è affidarsi a lui vincendo resistenze nocive! Anche se il sapere certi meccanismi vale come difesa principalmente con l'ipnosi, più che con un'analisi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Mi unisco a juditta nel benvenuto a emilio... :(:

Bene... questo è affidarsi a lui vincendo resistenze nocive! Anche se il sapere certi meccanismi vale come difesa principalmente con l'ipnosi, più che con un'analisi.

oscar...non mi sottovalutare, sono la regina della dietrologia :huh: sono davvero capace di pensare: "ah allora lui mi sta dicendo così, perché per la terapia vuole ottenere che io faccia colà...oppure non dice così, perché intende cosà..." E via in un turbine di paranoia crescente. Poi chiamale come vuoi difese, resistenze, cercare di svelare il trucco... Per questo mi auto-limito, perché troppe informazioni in mano mia sono pericolose :(:

Piuttosto, qui la dinamica ricorda molto i gruppi di autoaiuto, come più volte ho scritto. Parità di dignità, dunque; si discute.

E' come leggersi delle recensioni di un film e delle opinioni di spettatori, con il rischio che qualcuno di loro dica come va a finire. Se si vuole evitare il rischio, non si legge.

La valenza di "insight" (illuminazione)derivante dalle informazioni su alcuni meccanismi tuttavia, hanno "anche" risvolti terapeutici. Ma questo accade dialogando con chiunque ci induca a riflettere.

L' idea di gruppo di auto aiuto è quella più calzante. Anch'io cerco dialogo più che risposte.E dal dialogo nascono riflessioni che mi aiutano ad ampliare il mio punto di vista!

E poi ogni tanto questo diventa un luogo di sfogo...in cui si trova una spalla virtuale sulla quale piangere :mellow::LOL::give_rose:

:LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
però non credo che oscar venga accusato di giocare a fare lo psicologo. Non so cosa intendesse emilio, avrà modo di spiegare il suo pensiero, però io non l'ho letta così! Per quanto riguarda me, io affronto questo discorso partendo da me stessa...Una volta anche il mio psi mi raccontava di suoi pazienti che partendo dalla sua diagnosi, trovavano su internet ogni tipo di materiale informativo e poi in seduta gli fanno i quiz, le domande trabocchetto, etc etc.

Ecco, noi pazienti per primi dobbiamo stare attenti a cercare troppe risposte!

Poi anch'io ringrazio oscar per le sue risposte :give_rose: Venerdi sera mi ha commosso, ero tutta mogia dopo una seduta strong e mi è scesa la lacrimuccia...ne avevo bisogno!

ciao judi bè lo dice, lo dice e come......

capisco anche che "interpretare" è una tentazione alla quale è difficile resistere soprattutto se si è aspiranti analisti,

tu questa frase come la interpreti? Se io fossi oscar ci resterei male, se non altro per tutto il bene che ci mette nel rispondere a tutte noi, trascurando parte del suo tempo per rispondere alle nostre richieste esplicite di sue opinioni, e per questo rilggendosi due tre pagine di messaggi.....il minimo che gli si deve è dire come stanno le cose, perchè di difesa non ha bisogno, innanzitutto perchè anche Emilio è libero di dire la sua e poi proprio perchè lo sa fare benissimo da solo....semmai ce ne fosse bisogno....

Riguardo a te io ti capisco, e bene pure ma spesso è meglio parlare con "un oscar ipotetico" che andare atrovare cose da internet e interpretarsele a proprio piacimento, che reputo moooolto più pericoloso.....

Potrei trovare decine di post in cui oscar rimanda l'interpretazione di quello che diciamo al nostro dialogo con i nostri psicologi, perfino a me che ancora non ne ho uno....è solo per questo che ho sentito il bisogno di dire (ripeto) come stanno le cose e come dice anche lui, invitare chiunque abbia dei dubbi a rileggersi tutto il topic dall'inizio nelle sue 50 e passa pagine, ricche di emozioni, sfoghi e abbracci, che avranno anche il loro valore terapeutico ma che fin ora hanno fatto solo bene...prendi Arley che è riuscita a parlare con il suo psi e io che sono riuscita a rifissare un appuntamento con la mia...e a te che puoi confrontarti e liberarti un pò di quello che porti dentro....e tutti quelli che ci hanno preso parte e anche quelli che hanno solo letto....insomma qualcuno tempo fa ha scritto ad oscar "cosa possiamo fare noi per te?", questo è il momento di fare qualcosa....di molto semplice...raccontare la verità!!!!

Ti abbraccio juditta....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
L' idea di gruppo di auto aiuto è quella più calzante. Anch'io cerco dialogo più che risposte.E dal dialogo nascono riflessioni che mi aiutano ad ampliare il mio punto di vista!

E poi ogni tanto questo diventa un luogo di sfogo...in cui si trova una spalla virtuale sulla quale piangere :mellow::huh::give_rose:

:LOL:

ecco questa è una verità!!!!

:LOL:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ciao judi bè lo dice, lo dice e come......

tu questa frase come la interpreti? Se io fossi oscar ci resterei male, se non altro per tutto il bene che ci mette nel rispondere a tutte noi, trascurando parte del suo tempo per rispondere alle nostre richieste esplicite di sue opinioni, e per questo rilggendosi due tre pagine di messaggi.....il minimo che gli si deve è dire come stanno le cose, perchè di difesa non ha bisogno, innanzitutto perchè anche Emilio è libero di dire la sua e poi proprio perchè lo sa fare benissimo da solo....semmai ce ne fosse bisogno....

Riguardo a te io ti capisco, e bene pure ma spesso è meglio parlare con "un oscar ipotetico" che andare atrovare cose da internet e interpretarsele a proprio piacimento, che reputo moooolto più pericoloso.....

Potrei trovare decine di post in cui oscar rimanda l'interpretazione di quello che diciamo al nostro dialogo con i nostri psicologi, perfino a me che ancora non ne ho uno....è solo per questo che ho sentito il bisogno di dire (ripeto) come stanno le cose e come dice anche lui, invitare chiunque abbia dei dubbi a rileggersi tutto il topic dall'inizio nelle sue 50 e passa pagine, ricche di emozioni, sfoghi e abbracci, che avranno anche il loro valore terapeutico ma che fin ora hanno fatto solo bene...prendi Arley che è riuscita a parlare con il suo psi e io che sono riuscita a rifissare un appuntamento con la mia...e a te che puoi confrontarti e liberarti un pò di quello che porti dentro....e tutti quelli che ci hanno preso parte e anche quelli che hanno solo letto....insomma qualcuno tempo fa ha scritto ad oscar "cosa possiamo fare noi per te?", questo è il momento di fare qualcosa....di molto semplice...raccontare la verità!!!!

Ti abbraccio juditta....

Forse ho trascurato il lato offensivo del messaggio di emilio, concentrandomi più su riflessioni che già sto facendo e hanno più a che fare con me che con oscar...Spero che non si sia sentito attaccato da me :Big Grin: .Riguardo a emilio, è l'opinione di una persona e oscar si è già difeso tranquillamente da solo.In questi giorni mi sento che devo stare molto molto attenta a scrivere riguardo alle mie sedute, perchè il comportamento dello psicologo potrebbe lasciare perpresso chi vede la cosa dal fuori, senza sapere nulla di psicoterapia! Mentre per chi è del campo probabilmente è tutto normale e scontato... Quindi cerco di evitare di fare domande, perché temo che le risposte mi metterebbero in ulteriore difficoltà!

Però è un discorso tutto mio, non è assolutamente una critica a oscar. Arley ad esempio sentiva il bisogno di condividere le sue sedute e di avere dei pareri...e a lei a fatto pure bene! Ogniuno di noi è diverso! Mica per niente io sono implosa (citazione di un messaggio precedente...)

un bacione :Big Grin:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Forse ho trascurato il lato offensivo del messaggio di emilio, concentrandomi più su riflessioni che già sto facendo e hanno più a che fare con me che con oscar...Spero che non si sia sentito attaccato da me :wub: .Riguardo a emilio, è l'opinione di una persona e oscar si è già difeso tranquillamente da solo.In questi giorni mi sento che devo stare molto molto attenta a scrivere riguardo alle mie sedute, perchè il comportamento dello psicologo potrebbe lasciare perpresso chi vede la cosa dal fuori, senza sapere nulla di psicoterapia! Mentre per chi è del campo probabilmente è tutto normale e scontato... Quindi cerco di evitare di fare domande, perché temo che le risposte mi metterebbero in ulteriore difficoltà!

Però è un discorso tutto mio, non è assolutamente una critica a oscar. Arley ad esempio sentiva il bisogno di condividere le sue sedute e di avere dei pareri...e a lei a fatto pure bene! Ogniuno di noi è diverso! Mica per niente io sono implosa (citazione di un messaggio precedente...)

un bacione :Big Grin:

ma no judi che oscar non ci è rimsto male...ma schrzi!!!! :wub: E' chiaro che stai attraversando un periodaccio, e mi spiace, non sai quanto ti capisco...è bene che tu dica quello che provi e le tue paure, noi siamo qui per questo..poi se vuoi aprirti o no riguardo agli aspetti della tua terapia è solo e soltanto una tua scelta....noi da parte nostra vorremmo poterti aiutare, ci spiace sentirti triste....ma è giusto che l'aiuto venga da chi ti conosce veramente, chi sa come fare per farti ESPLODERE..... una volta per tutte....bacio dolcissima juditta...... :Big Grin:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ma no judi che oscar non ci è rimsto male...ma schrzi!!!! :wub: E' chiaro che stai attraversando un periodaccio, e mi spiace, non sai quanto ti capisco...è bene che tu dica quello che provi e le tue paure, noi siamo qui per questo..poi se vuoi aprirti o no riguardo agli aspetti della tua terapia è solo e soltanto una tua scelta....noi da parte nostra vorremmo poterti aiutare, ci spiace sentirti triste....ma è giusto che l'aiuto venga da chi ti conosce veramente, chi sa come fare per farti ESPLODERE..... una volta per tutte....bacio dolcissima juditta...... :Big Grin:

lo psi ci tiene tanto a farmi esplodere...ma se ne pentirà ^_^

comunque...certo che sono giù, non c'è uno straccio di ometto che mi voglia portare all'isola dei forumosi -_-:Big Grin:

:wub:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
lo psi ci tiene tanto a farmi esplodere...ma se ne pentirà -_-

comunque...certo che sono giù, non c'è uno straccio di ometto che mi voglia portare all'isola dei forumosi -_-:wub:

:wub:

vabè se tu può consolare tex prima dice che non mi divide con nessuna e poi se la vuole spassare con sirena :Big Grin: , e mio prima mi seduce e poi mi abbandona.... -_- detto questo se vuoi possiamo andarci insieme, magari lì troviamo qualche uomo di una tribù primitiva che ci offrirà qualche erba da fumare e ci farà ballare tutala notte i suoi balli tribali, e poi.....bè poi si sa.....gli istinti primordiali ecc. ecc ^_^ .........l'importante è che il giorno dopo non ci cucinino... :Big Grin:

bacio :D:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Invito quelli che mi hanno coinvolto a rileggersi "dall'inizio", TUTTI i messaggi di questo topic. Capisco che leggendone solo una parte, ci si può fare qualche idea che induce a fare le loro ipotesi.

Mai consigliato di mandare a cagare alcun psi... anzi, semmai sono andato in direzione opposta! Consigliare e fare ipotesi sono cose assai diverse.

Ringrazio Giusy che ha ben sintetizzato il mio pensiero e il mio comportamento. Avendo sempre letto tutto ciò che ho scritto si è potuta fare un'idea delle mie opinioni.

Ho anche già risposto a chi mi chiedeva se l'attività del forum poteva influire sulla terapia e in che modo.

Nei forum pubblici (pertanto non setting protetti) ognuno si prende la responsabilità di scrivere e di accettare o meno risposte. Non c'è nessun contratto terapeutico (dal quale fuggirei alla grande), tantomeno di relazione d'aiuto consolidata. Piuttosto, qui la dinamica ricorda molto i gruppi di autoaiuto, come più volte ho scritto. Parità di dignità, dunque; si discute.

E' come leggersi delle recensioni di un film e delle opinioni di spettatori, con il rischio che qualcuno di loro dica come va a finire. Se si vuole evitare il rischio, non si legge.

"Prescrivere" comportamenti qui sarebbe anche inefficace, se pure per assurdo ci fosse contratto terapeutico. Sarebbe MOLTO diverso già nello spazio "chiedilo all'esperto", luogo di cui non faccio parte. La valenza di "insight" (illuminazione)derivante dalle informazioni su alcuni meccanismi tuttavia, hanno "anche" risvolti terapeutici. Ma questo accade dialogando con chiunque ci induca a riflettere.

Oscar...Oscar...

sei stato il mio primo riscontro qui dentro. Sei intelligente ed acuto. Sei concreto e costruttivo. E sei pure simpatico. Non ho bisogno di insaponare nessuno. E tu, ovviamente, non hai minimamente bisogno di essere insaponato.

Volevo solo dirti che io ci tengo a te. Ho sempre parlato e discusso con te. Mi hai aiutata a riflettere e a "capire" me stessa.

E te ne volevo ringraziare.

:p:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea
Bene... questo è affidarsi a lui vincendo resistenze nocive! Anche se il sapere certi meccanismi vale come difesa principalmente con l'ipnosi, più che con un'analisi.

ciao oscar,

mi permetto di chiederti per quanto riguarda l'ipnosi,

quindi se........per esempio il mio caso e di non riuscire a parlare di me

completamente,allora in questi casi posso chiedere l'ipnosi cosciente?

ti ringrazio in anticipo

PS salutissimi a tutti

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea
Sea scrive: quali sono i problemi e le implicazioni di questo "condividere". Può danneggiare il nostro percorso terapeutico?

Alla domanda se questo "condividere" possa danneggiare il percorso terapeutico la risposta è: non lo so, dipende da troppe cose, ma certamente può interferire, ed anche significativamente!

qualsiasi movimento interiore ha bisogno di tempo, il suo tempo, per maturare ed emergere, ed anche parlarne può essere utile in tal senso, ma la questione importante è: parlarne in che termini?

C'è molta differenza tra la stagionatura artificiale e quella naturale...

Ogni psicoterapeuta dovrebbe essere tale solo con i "propri" di pazienti, con quelli degli altri sarebbe meglio assumere una posizione differente, e non intendo certo di chiusura.

forse un pò hai ragione,ma stà di fatto che ognuno di noi ha una coscienza...........

poi sicuramente lo psi deve essere tale in quello che hai scritto anche quello scritto dopo....

ma in tutto c'è sempre un ma.

Non so chi sei se sei un aspirante psicologo o lo sei già,devi sapere che

un cardiologo per imparare a fare un trapianto ci impega 4 anni,mentre uno psi ci

impiega tutta la vita per essere sempre bravo,usa tutti i mezzi di comunicazione.Quindi non vedo il motivo di quello che scrivi........

saluti

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

andate veramente troppo di fretta in questo topic!!!! un giorno riuscirò a leggere tutto ciò che avete scritto....

ebbene...entro così nel topic dicendo che mi sono bastati 45 minuti per "innamorarmi" dellA psi.

Ma con questo voglio solo dire che: a coloro che si sentono attratte dallo psicologo o a coloro che si sentono attratti dalla psicologa (pensando in entrambi i casi di esserne innamorati) dico solo che non credo affatto sia così...si lo so sto andando indietro di molte pagine rispetto al topic e credo che l'argomento sia già stato sviluppato, ma volevo dire la mia ora che ci sn dentro, o per lo meno che ci sto entrando...

Il fatto è che ci affezioniamo a qualcuno che riesce a capire a fondo il nostro essere, riesce a scoprire ciò che siamo, ciò che ha portato ad essere come siamo, alle nostre problematiche, a recuperare pensieri rimossi e quant'altro...

ma ciò che volevo dirvi è: ragazzi queste persone hanno studiato per capire la mente umana...proprio come un cardiologo studia per poter operare (mi rifaccio all'esempio di filotea) così anche lo psicologo studia per poter "operare"...

Aggiungi a tutto questo il celebre amico transfert e il gioco è fatto...

Ok ho detto le mie banalità e ora me ne torno nel letargo...

A bien tot....

joker...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
andate veramente troppo di fretta in questo topic!!!! un giorno riuscirò a leggere tutto ciò che avete scritto....

ebbene...entro così nel topic dicendo che mi sono bastati 45 minuti per "innamorarmi" dellA psi.

Ma con questo voglio solo dire che: a coloro che si sentono attratte dallo psicologo o a coloro che si sentono attratti dalla psicologa (pensando in entrambi i casi di esserne innamorati) dico solo che non credo affatto sia così...si lo so sto andando indietro di molte pagine rispetto al topic e credo che l'argomento sia già stato sviluppato, ma volevo dire la mia ora che ci sn dentro, o per lo meno che ci sto entrando...

Il fatto è che ci affezioniamo a qualcuno che riesce a capire a fondo il nostro essere, riesce a scoprire ciò che siamo, ciò che ha portato ad essere come siamo, alle nostre problematiche, a recuperare pensieri rimossi e quant'altro...

ma ciò che volevo dirvi è: ragazzi queste persone hanno studiato per capire la mente umana...proprio come un cardiologo studia per poter operare (mi rifaccio all'esempio di filotea) così anche lo psicologo studia per poter "operare"...

Aggiungi a tutto questo il celebre amico transfert e il gioco è fatto...

Ok ho detto le mie banalità e ora me ne torno nel letargo...

A bien tot....

joker...

Ciao jok, sono contenta che ti sia trovata bene dalla psi, con lei accanto sarà meno dura la salita anche se sempre salita è...e lo sappiamo....vai avanti così, io sono con te e tifo per te!!!! un forte abbraccio :):

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.