Vai al contenuto

E se ci si innamora dello psicologo?


ARLEY

Messaggi consigliati

pensavo......al fatto che non voglio sapere della sua vita privata....per esempio, mi dà fastidio anche chiederle di usufruire del bagno, visto che per andare da lei ci metto una mezzoretta, a votle arrivo lì che ne ho bisogno (lo so son un pò incontinente!!! -_- ) e preferisco adnare al bar lì vicino per non chiederle di andare in bagno, in quanto lei lavora in casa e quindi quel bagno mi parla di lei....

In dieci mesi ci sono andata due volte, l'ultima proprio martedì e quando sono entrata mi sono imposta di non guardare in giro, così occhi sbarrati di fronte a me e subito via da lì....al sicuro nella nostra stanza del setting!!!

Idem quando scendiamo giù e passiamo per il suo salotto, faccio l'indifferente.....e corro subito alla porta!!!! Imbarazzatissima!!! E pure sa cose di me che non racconterei nememno sotto tortura!!!! Mah!!!

Pensavo....non sarà che ho paura di vederla "normale"???? Il suo bagno la sua casa, un saluto d'amicizia sulla porta, una parola oltre il setting.....gli auguri di capodanno!!!!! -_-

Dentro di me ho paura di togliere il velo di idealizzazione che le dò....no perchè questo poi mi fa pesnare a tutta una serie di altre cose....rispetto alla mia vita e al mio percorso!!!!

:unsure:

voi come siete messi da questo punto di vista????

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


  • Risposte 28,1k
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

  • digi79

    2795

  • juditta

    4446

  • froggy73

    4070

  • elli

    1264

Top Posters In This Topic

Posted Images

sono in terapia, però (al momento) sulla mia pelle è difficile che io senta qualcosa...

io mi sento una dei tanti invece, anche se lui è molto bravo, dolce (e pure fico)..

è un problema mio, purtroppo al momento non c'è spazio per nient' altro che lotta, sangue e morte dentro di me

ognuno ha ciò che si merita

quando arriverò ad infuocarmi d'ammore (ed ammetterlo) sarò a buon punto...eheheh

quindi al momento non sei "innamorata" è ti piacerebbe esserlo?

attenta a ciò che chiedi perchè potresti ottenerlo! :D:

appunto, rimani ferma, o cosa fai?

credo si tratti di una specie di teatrino dove viene rappresentato

il nostro modo di pensare, di relazionarci, di vivere gli oggetti,

vengono proprio messi in scena i nostri modi

e gli viene data una ''dicibilità'' -brutta e noiosa parola-

io, oltre a rappresentare il mio SOLITO modo di relazionarmi...ne ho sperimentato uno NUOVO.

la famosa "palestra"!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
ma no che xxxxxxx, qui "qualcuno" :Whistle: ha fatto anche di peggio!!!!

non so perchè ma mi sento chiamata in causa... :icon_rolleyes:

io penso di non fare testo...ho fatto di tutto. e anche molto, MOLTO creativamente...

per quanto mi riguarda...pensavo che una volta superato l'aspetto di innamoramento, il discorso transfert potesse considerarsi aschiviato. ovviamente mi sbagliavo!

anzi, ho l'idea che "l'innamoramento" fosse un modo per addomesticare i miei sentimenti. per dargli una forma facilmente riconoscibile... per semplificarli.

quando ho smesso di sentirmi innamorata, si è complicato tutto!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
:blink: ecco!!!! Mi ci manca pure questa!!! noooooooooooooo ti prego!!!! -_- Ma aspetta lunetta che i ldiscorso mi interessa e mi inquieta insieme.... :icon_confused: ma non puoi dirmi una cosa così in tre parole, voglio capire meglio....cioè in che senso vorresti essere nella sua pancia??? :icon_rolleyes: cioè che vorresti lei come madre? o vorresti rinascere? Non riesco a capire cosa può significare per me...ma io credo sia più la paura di essere abbandonata....

Cioè io non me ne frego niente che lei abbia 35 anni e non ha ancora fatto figli, ecco dove sta l'egoismo, non mi itneressa la sua vita privata ,anzi preferirei entrarci meno possibile, non so perchè!!!! Il punto è che ho paura di vederle que lpanzione che significa meno attenzione, telefonate per rimandare l'appuntamento (per problemi di salute), periodo di maternità....insomma l'ennesima fregatura!!!!!

Santo cielo sto messa proprio male....dici che dovrei parlarne???? :blush::Worried:

Provo in 2 parole, ma il discorso è un pò complesso: diciamo che ultimam. il mio rapporto con lei è un pò cambiato (merito del fatto che ha accettato 2 sedute/sett. mentre prima era 1), ora la vedo + materna, la sento + vicina e nonostante già prima vedessi in lei la mia mamma ora lo sento ancora di +. Sì forse vorrei rinascere a avere lei come mamma, vorrei avere un'altra possibilità di accudimento + positivo, sarei gelosa di quel bambino che porta in grembo (come fosse un fratellino) e mal tollererei le sue assenze dovute alla maternità (penso per gelosia). Anche per me fino a poco tempo fa la paura dell'abbandono era predominante, ora so che nonostante la maternità, lei ritornerebbe da me.

Aldilà di tutto questo, lei rimane per me una persona molto importante a cui voglio molto molto bene e pertanto mi piacerebbe sapere che sta bene, che è "sistemata", che ha i suoi affetti... insomma mi sta a cuore il suo benessere.

Comunque mi ha fatto capire che al momento i figli non le interessano!!!!! :Raised Eyebrow:

Per il fatto di parlarne, potrebbe essere un buon argomento di discussione, visto che per te è importante e ti mette tanta agitazione. Potresti capire alcune cose di te, ma non è certo indispensabile. Lo farai al momento giusto, al momento giusto per te intendo. Lo sai anche tu...ogni cosa/argomento al suo tempo.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
quando ho smesso di sentirmi innamorata, si è complicato tutto!

:blink: come si è complicato tutto?????? Non dirmi così, mi fai cadere le braccia (e tutte le mie speranze!).

Link al commento
Condividi su altri siti

 
non so perchè ma mi sento chiamata in causa... :icon_rolleyes:

io penso di non fare testo...ho fatto di tutto. e anche molto, MOLTO creativamente...

per quanto mi riguarda...pensavo che una volta superato l'aspetto di innamoramento, il discorso transfert potesse considerarsi aschiviato. ovviamente mi sbagliavo!

anzi, ho l'idea che "l'innamoramento" fosse un modo per addomesticare i miei sentimenti. per dargli una forma facilmente riconoscibile... per semplificarli.

quando ho smesso di sentirmi innamorata, si è complicato tutto!

infatti io credo che per certi versi (e non per tutti) l'innamoramento puà essere una forma di difesa...come dire mi occupo di questo per non vedere altro....non per tutti ma può esserlo...per me per esempio è stata uan vera e proprio resistenza con la psi precedente....e anche con questa credo . Parlo proprio dell'innamoramento in sè non del trasnfert più in generale...quello ha moltissimi altri risvolti.....

Link al commento
Condividi su altri siti

 
è un problema mio, purtroppo al momento non c'è spazio per nient' altro che lotta, sangue e morte dentro di me

ognuno ha ciò che si merita

te lo meriti..ma cosa stai dicendo?

come fai ad esserne sicura? aspetta a dirlo..

aspetta...

per le scelte che hai fatto?

ma sai, soprattutto quelle importanti, senza sminuire i nostri eventuali errori, erano obbligate, inconsce...

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Provo in 2 parole, ma il discorso è un pò complesso: diciamo che ultimam. il mio rapporto con lei è un pò cambiato (merito del fatto che ha accettato 2 sedute/sett. mentre prima era 1), ora la vedo + materna, la sento + vicina e nonostante già prima vedessi in lei la mia mamma ora lo sento ancora di +. Sì forse vorrei rinascere a avere lei come mamma, vorrei avere un'altra possibilità di accudimento + positivo, sarei gelosa di quel bambino che porta in grembo (come fosse un fratellino) e mal tollererei le sue assenze dovute alla maternità (penso per gelosia). Anche per me fino a poco tempo fa la paura dell'abbandono era predominante, ora so che nonostante la maternità, lei ritornerebbe da me.

Aldilà di tutto questo, lei rimane per me una persona molto importante a cui voglio molto molto bene e pertanto mi piacerebbe sapere che sta bene, che è "sistemata", che ha i suoi affetti... insomma mi sta a cuore il suo benessere.

Comunque mi ha fatto capire che al momento i figli non le interessano!!!!! :Raised Eyebrow:

Per il fatto di parlarne, potrebbe essere un buon argomento di discussione, visto che per te è importante e ti mette tanta agitazione. Potresti capire alcune cose di te, ma non è certo indispensabile. Lo farai al momento giusto, al momento giusto per te intendo. Lo sai anche tu...ogni cosa/argomento al suo tempo.

si si lo so lunetta e grazie per la tua spiegazione...si credo che dovrei parlarne in effetti....è bello questo fatto che la senti materna che ti itneressa che stia bene....io invece in questo sono glaciale..non che le auguro il male ma diciamo nemmeno mi itneressa sapere se sta bene...ovviamente è un MIO problema, non legato a lei....dentro di me combattono due linee di pensiero..quella che la vorrebbe abbracciare e sentire materna e affettuosa, conoscere tutto di lei, ed esserle amica, l'altra assolutametne contraria a tutt oquesto attaccamento che fa di tutto per tenerla alla larga affetttivamente....anzi mi sono accorta di una cosa, che quando lei è più rigida (anche solo per una mia percezione) io la cerco e la penso in modo più "materno", se invece un giorno la sento più vicina allora scatta la difesa....divento di ghiaccio e inizio a diffidare di tutto....

Che casino.....

P.S.: due votle a settimana????? che invidia!!!! Ci andrei volentieri ma al momento le forze economiche non le consentono.... :icon_confused: lei credo sarebbe daccordo se glielo chiedessi, in passato mi ha fatto caprie che sarebbe una cosa auspicabile.....mannaggia!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
:blink: come si è complicato tutto?????? Non dirmi così, mi fai cadere le braccia (e tutte le mie speranze!).

beh...la tua situazione mi sembra già abbastanza complicata, rispetto a quello che può essere un semplice "innamoramento"...no?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
si si lo so lunetta e grazie per la tua spiegazione...si credo che dovrei parlarne in effetti....è bello questo fatto che la senti materna che ti itneressa che stia bene....io invece in questo sono glaciale..non che le auguro il male ma diciamo nemmeno mi itneressa sapere se sta bene...ovviamente è un MIO problema, non legato a lei....dentro di me combattono due linee di pensiero..quella che la vorrebbe abbracciare e sentire materna e affettuosa, conoscere tutto di lei, ed esserle amica, l'altra assolutametne contraria a tutt oquesto attaccamento che fa di tutto per tenerla alla larga affetttivamente....anzi mi sono accorta di una cosa, che quando lei è più rigida (anche solo per una mia percezione) io la cerco e la penso in modo più "materno", se invece un giorno la sento più vicina allora scatta la difesa....divento di ghiaccio e inizio a diffidare di tutto....

Che casino.....

questa mi sembra una buona risposta alla tua domanda precendente riguardo all'imbarazzo nello scoprire aspetti della vita privata...

anch'io ho tutti questi meccanismi di avvicinamento-allontanamento in base a come lo percepisco.

magari non ci crederete, ma anch'io ho delle reazioni di "fuga" quando lo sento troppo vicino.

e devo dire che lui è anche bravo ad avvicinarsi nel momento giusto. ad esempio quando ho avuto una momento di sfogo emotivo (fatto eccezionale per me!)... lui quella volta è rimasto distante. cioè, sentivo che mi poteva accogliere, però lo faceva in maniera distaccata...non vi so spiegare, se l'avessi visto "toccato" o commosso, o affettuoso...sarebbe stato intollerabile.

mentre altre volte lo è, affettuoso soprattutto.

è stato bravo a capire ciò di cui avevo bisogno. non so perchè ma questa cosa m'ha fatto ripensare a bissa. al famoso abbraccio mentre lei piangeva. io proprio non l'avrei tollerato che lui mi abbracciasse in quel momento...

boh, son strana pure io.

tornando alla questione "vita privata"...vabbè io so molto, e lui non nasconde certo i suoi difetti.

e questo a volte è "disturbante", perchè va intaccare l'immagine idealizzata che ho di lui.

provo quasi "imbarazzo"

però anche questa cosa mi serve per crescere...riuscire a volergli bene non perchè è perfetto. ma perchè è così come è. e ha tanto da insegnarmi, anche con tutti i sui difetti.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
questa mi sembra una buona risposta alla tua domanda precendente riguardo all'imbarazzo nello scoprire aspetti della vita privata...

anch'io ho tutti questi meccanismi di avvicinamento-allontanamento in base a come lo percepisco.

magari non ci crederete, ma anch'io ho delle reazioni di "fuga" quando lo sento troppo vicino.

e devo dire che lui è anche bravo ad avvicinarsi nel momento giusto. ad esempio quando ho avuto una momento di sfogo emotivo (fatto eccezionale per me!)... lui quella volta è rimasto distante. cioè, sentivo che mi poteva accogliere, però lo faceva in maniera distaccata...non vi so spiegare, se l'avessi visto "toccato" o commosso, o affettuoso...sarebbe stato intollerabile.

mentre altre volte lo è, affettuoso soprattutto.

è stato bravo a capire ciò di cui avevo bisogno. non so perchè ma questa cosa m'ha fatto ripensare a bissa. al famoso abbraccio mentre lei piangeva. io proprio non l'avrei tollerato che lui mi abbracciasse in quel momento...

boh, son strana pure io.

tornando alla questione "vita privata"...vabbè io so molto, e lui non nasconde certo i suoi difetti.

e questo a volte è "disturbante", perchè va intaccare l'immagine idealizzata che ho di lui.

provo quasi "imbarazzo"

però anche questa cosa mi serve per crescere...riuscire a volergli bene non perchè è perfetto. ma perchè è così come è. e ha tanto da insegnarmi, anche con tutti i sui difetti.

concordo con quanto dici....anche per me è così...anche se a volte la vorrei più vicina, però è solo una fantasia che deve rimanere tale, perchè l'idea di un abbraccio quando piango mi terrorizza, credo che reagirei malissimo....

Si credo ci sia molto dell'idealizzazione da non intaccare, in qeesto non voler saper niente del loro privato...e tra l'altro ripensando a questo aspetto, mi vengono in mente un sacco di cose che avrei da dirle....rispetto a questo mio scindere le persone e le cose a seconda dell'aspetto che mi mostrano....senza tener presente che tutti abbiamo diversi aspetti, positivi e negativi, in quanto esseri umani!!!!

Vabè detta così pare una cretinata ma c'è tanto da aggiugnere...mi sa però, che sto delineando la prossima seduta..e mi sa che mi sto cercando un bell'argomentino leggero leggero per evitare le cose più pesanti affrontate ultimamente!!!! Judi, ti ricorda qualcosa?????' :Raised Eyebrow:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Vabè detta così pare una cretinata ma c'è tanto da aggiugnere...mi sa però, che sto delineando la prossima seduta..e mi sa che mi sto cercando un bell'argomentino leggero leggero per evitare le cose più pesanti affrontate ultimamente!!!! Judi, ti ricorda qualcosa?????' :Raised Eyebrow:

:Worried:

che...dici a me?

io mi ritrovo tanto in questa tua frase...

questo mio scindere le persone e le cose a seconda dell'aspetto che mi mostrano....senza tener presente che tutti abbiamo diversi aspetti, positivi e negativi, in quanto esseri umani!!!!
Link al commento
Condividi su altri siti

 
infatti io credo che per certi versi (e non per tutti) l'innamoramento puà essere una forma di difesa...come dire mi occupo di questo per non vedere altro....non per tutti ma può esserlo...per me per esempio è stata uan vera e proprio resistenza con la psi precedente....e anche con questa credo . Parlo proprio dell'innamoramento in sè non del trasnfert più in generale...quello ha moltissimi altri risvolti.....

sì, anche secondo me è così. E' ovviamente un aspetto da approfondire anche questo.

Scusate l'OT, ma a tal proposito consiglio di leggere un bellissimo libro che s'intitola "Le lacrime di Nietzche" di uno psichiatra/psicoterapeuta americano di cui non ricordo più il nome. E' un romanzo ed è la storia (inventata) della prima psicoterapia, della "parola che guarisce" tra Breuer (amico/maestro di Freud) e Nietzche, l'uno guarische l'altro e viceversa. Uno degli aspetti trattati è proprio questo fatto: penare e soffrire per q.cosa per non vedere dell'altro. In più si parla anche di transfert, in termini molto grezzi....erano gli albori. A me ha fatto riflettere molto.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
beh...la tua situazione mi sembra già abbastanza complicata, rispetto a quello che può essere un semplice "innamoramento"...no?

...non capisco molto quello che vuoi dire. Una volta passato l'innamoramento, le cose dovrebbero migliorare nel senso che si è + obiettivi, si hanno meno resistenze (in rif.to a post precedenti), si affrontano meglio determinati argomenti anche se dolorosi...Spiegami così capisco meglio :im Not Worthy:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
si si lo so lunetta e grazie per la tua spiegazione...si credo che dovrei parlarne in effetti....è bello questo fatto che la senti materna che ti itneressa che stia bene....io invece in questo sono glaciale..non che le auguro il male ma diciamo nemmeno mi itneressa sapere se sta bene...ovviamente è un MIO problema, non legato a lei....dentro di me combattono due linee di pensiero..quella che la vorrebbe abbracciare e sentire materna e affettuosa, conoscere tutto di lei, ed esserle amica, l'altra assolutametne contraria a tutt oquesto attaccamento che fa di tutto per tenerla alla larga affetttivamente....anzi mi sono accorta di una cosa, che quando lei è più rigida (anche solo per una mia percezione) io la cerco e la penso in modo più "materno", se invece un giorno la sento più vicina allora scatta la difesa....divento di ghiaccio e inizio a diffidare di tutto....

Che casino.....

P.S.: due votle a settimana????? che invidia!!!! Ci andrei volentieri ma al momento le forze economiche non le consentono.... :icon_confused: lei credo sarebbe daccordo se glielo chiedessi, in passato mi ha fatto caprie che sarebbe una cosa auspicabile.....mannaggia!!!

guarda, oggi mi sento così e la sento materna...giusto la settimana scorsa sono uscita incazzata per chè la sentivo un pezzo di ghiaccio...quindi...niente è stabile.

Poi sono anch'io come te, ma non solo con lei, con tutti purtroppo.

Per la seconda seduta, anche per me il fatto economico è stato sempre un ostacolo insieme alla gestione dei figli. Ora loro sono un pò grandini e riescono ad autogestirsi mentro io sono dalla psi e per i soldi...cerco di fare economia e risparmiare, anche se non è semplice visto che non mi ritengo una spendacciona. Devo cmq dire che è stata una scelta molto maturata, fino ad essere un'esigenza, è stata accolta (da lei) e ne sono felicissima. Solo un anno fa sarebbe stato impensabile. Ti auguro vivamente di riuscire a superare i tuoi ostacoli, per quel che mi riguarda la seconda seduta è stato un toccasana.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
...non capisco molto quello che vuoi dire. Una volta passato l'innamoramento, le cose dovrebbero migliorare nel senso che si è + obiettivi, si hanno meno resistenze (in rif.to a post precedenti), si affrontano meglio determinati argomenti anche se dolorosi...Spiegami così capisco meglio :im Not Worthy:

hai ragione...ma sa che non si capisce che indendo. già questo ti dovrebbe far capire che sono confusa...

sicuramente tolto di mezzo l'inamoramento e l'attrazione anche fisica...è diventato più facile comunicare con lui. meno imbarazzante. da li i discorsi che lo guardo negli occhi e il poter parlare di come io ero seduttiva con lui senza morire di imbarazzo!!!

quello che si è complicato è ciò che provo per lui. so che non è innamoramento, ma è qualcosa di complicato. un miscuglio di sentimenti reali (affetto, e grande complicità) che provo per lui come UOMO, e proiezioni!

non so capire se le proiezioni sono proiezioni oppure sentimenti reali. e quelli che io credo sentimenti reali...non è che sono proiezioni pure loro? :wacko:

insomma...un gran casino!

e io che pensavo che i transfert più incasinati fossero prerogativa della psicanalisi...(non mi chiedete perchè)

e va a finire che devo andare da lui e dirgli "provo questo sentimento. ma non lo so nemmeno io perchè..."

Link al commento
Condividi su altri siti

 
:Worried:

che...dici a me?

io mi ritrovo tanto in questa tua frase...

e siamo in due...per me questo aspetto di me è molto limitante e lo trovo anche molto infantile.... :Raised Eyebrow:

hai ragione...ma sa che non si capisce che indendo. già questo ti dovrebbe far capire che sono confusa...

sicuramente tolto di mezzo l'inamoramento e l'attrazione anche fisica...è diventato più facile comunicare con lui. meno imbarazzante. da li i discorsi che lo guardo negli occhi e il poter parlare di come io ero seduttiva con lui senza morire di imbarazzo!!!

quello che si è complicato è ciò che provo per lui. so che non è innamoramento, ma è qualcosa di complicato. un miscuglio di sentimenti reali (affetto, e grande complicità) che provo per lui come UOMO, e proiezioni!

non so capire se le proiezioni sono proiezioni oppure sentimenti reali. e quelli che io credo sentimenti reali...non è che sono proiezioni pure loro? :wacko:

insomma...un gran casino!

e io che pensavo che i transfert più incasinati fossero prerogativa della psicanalisi...(non mi chiedete perchè)

e va a finire che devo andare da lui e dirgli "provo questo sentimento. ma non lo so nemmeno io perchè..."

bhè io non sono mai stata innamorata e attrata fisicamente, quindi in realtà lafase di innamoramento tipica non c'è stata...però mi ritrovo adesso ad aver un mix di sensazoni e sentimenti verso di lei che mi è diffcile spiegare e spiegarle...

Ultimamente riesco ad essere più aperta, le ho detto tante cose, come ad esempio il fatto che a volte ho dedotto da un suo atteggiamento o sguardo che non fosse d'accordo con le mie interpretazioni ma che non avendomi contraddetta apertamente mi sono venute mille paranoie sul fatto che lei pensi male di me, che sono un peso e cose alquanto assurde viste dal di fuori!!!

Oggi che finalmente riesco ad ammettere a me stessa che buona parte di quelle cose erano tranfert (e quindi proiezioni), mi ritrovo a provare ancora ltri sentimenti, più contorti e profondi verso di lei, che non riesco a spiegare e nemmeno a cepepire bene....c'è questa grande frustrazione nel non aver nessuna certezza della continuità del nostro rapporto...mi aspetto da un momento all'altro che mi abbandoni per un motivo o un altro, vivo malissimo le chiamate all'ultimo momento per dirmi che ha avuto qualche problema (epprue è successo una sola volta!!!), ogni volta che mi squilla il telefono il girono prima della seduta (ma anche la mattina stessa) sono sicura che è lei che mi deve dire che non è possibile vederci....

Insomma un casino bestiale....ho paura a lasciarmi andare....

P.S.: lunetta le due sedute sarebbero un toccasana anche per me...ma al moment o èdavveor impossibile, spero anche io che possa riuscire a trovare il modo di integrarle....in questo periodo ne sento davvero la necessità....

Link al commento
Condividi su altri siti

 

sono a pezzi per la morte che ho dentro e che stiamo riesumando

per quanto sia miserabile la mia vita, per quanto mi autoinganni

credendo che non lo sia, perchè mi schermo dietro mille stronz°te

dimenticando che mi manca l'abc per vivere..in più

con una prosopopea che nella mia condizione non potrei permettermi

e che sembra infastidirlo...

that's my transfert

Link al commento
Condividi su altri siti

 
te lo meriti..ma cosa stai dicendo?

come fai ad esserne sicura? aspetta a dirlo..

aspetta...

per le scelte che hai fatto?

ma sai, soprattutto quelle importanti, senza sminuire i nostri eventuali errori, erano obbligate, inconsce...

me lo merito perchè è come se fossi stata orfana ma con

i genitori viventi (ed anche professionisti)

però, senza rendermene conto ho continuato

a vivere, facendo finta di niente, come se fossi una

figlia normale, invece sono una figlia di nessuno..

il disastro è stato quest'illusione, l'autoinganno

altro che freud, ravel, mozart, jazz tutte le mie cose

belle sono buttate in una bustaccia misera e rotta

e pure umidiccia e fredda, una persona come me

è meglio che non ci sia al mondo, dovevo accorgermene

prima, dovevo rimboccarmi le maniche e andare via

scegliendo anche un'esistenza più umile ma più

sicura di questa

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Euridice quando ci si accorge di quanto ancora la nostra parte bambina piange..è come subire un lutto...mi spaice tanto ma non è vero che non dovevi nascere....almeno adesso tu e io e tutte quelel come noi abbiamo la possibilità di riprendere in mano la nsotra vita....pensa a chi si trascina per sempre nell'oblio di una "falsa bella vita"!!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

 

già, quanto sto male però

ecco una strada più umile ma più dignitosa di questa, più coerente con la mia

sofferenza e inadeguatezza..

uccello che vola basso reca salute! propizia è perseveranza!

Link al commento
Condividi su altri siti

 
rotta le pale???? nooooo al massimo le paLLe!!!! :D: nooooooo scherzo!!!! :p: Maledette paranoie!!! -_-

Vedrai che pian piano ce la farai...non credo che andiamo in terapia per anni (approposito quanti sono ad oggi per te?), per poi aver problemi una volta finita no???? ^_^:huh:-_-

notte apemaya

ops... una L l'ho lasciata nella tastiera! Vedi che neanche l'inconscio mi permette di pensare male della mia cara psi??

Ad oggi siamo quasi a due anni... boh, questa cosa della separzione comunque un pò mi inquieta, non l'ho ancora inquadrata bene... la prossima volta DEVO parlargliene! Perchè vedi, ora sò di non dipendere più da lei, di essere in grado di sfangarmela da sola (almeno x i problemi più o meno ordinari, per i casi straordinari non mi pronuncio!) e allora perchè, visto che i miei problemi bene o male li ho risolti e che sento di poter camminare sulle mie gambe piuttosto stabilmente, non riesco a chiudere con un semplice arrivederci e grazie, terminando così un'esperienza coinvolgente, impegnativa e bellissima? perchè, come tutte le altre relazioni importanti della mia vita, devo trascinarla fino allo sfinimento?

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Ti auguro vivamente di riuscire a superare i tuoi ostacoli, per quel che mi riguarda la seconda seduta è stato un toccasana.

Wow, due volte a settimana? Ma come fai a sopportarlo così tanto? , io lo sopporto a malapena e ci vado una volta ogni quindici giorni :aggressive:

Link al commento
Condividi su altri siti

 
e allora perchè, visto che i miei problemi bene o male li ho risolti e che sento di poter camminare sulle mie gambe piuttosto stabilmente, non riesco a chiudere con un semplice arrivederci e grazie, terminando così un'esperienza coinvolgente, impegnativa e bellissima? perchè, come tutte le altre relazioni importanti della mia vita, devo trascinarla fino allo sfinimento?

forse il motivo sta in questo....forse dovresti cihederti perchè trascini le relazioni!!!!

Parlane con lei...credo che usciranno cose importanti e magari riuscirai anche a risolvere questo punto....

Ti abbraccio

Link al commento
Condividi su altri siti

 
già, quanto sto male però

ecco una strada più umile ma più dignitosa di questa, più coerente con la mia

sofferenza e inadeguatezza..

uccello che vola basso reca salute! propizia è perseveranza!

inadeguatezza....perchè?

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    • Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.