Vai al contenuto

E se ci si innamora dello psicologo?


Messaggi consigliati

Io invece proprio oggi pensavo che forse è meglio che non li leggo questi libri, nonostante la grande curiosità, però me li segno per tempi più tranquilli.

Perchè temo che mi possano far venire ancora di più la nostalgia di Enzo, perchè quando leggi di storie belle, di rapporti intensi, poi li desideri e finirei per rompere ancora di più le balle al povero Ric chiedendogli di essere qualcuno che non è, chiedendogli un approccio che non è il suo.....no, no.....meglio non mettere altra carne a cuocere...già sono presa dai turchi (ricordate il senso dell'espressione, vero? :Raised Eyebrow: ) per fatti miei.

In un certo modo ti capisco, Zazà.... anche io sono presa da una gran nostalgia quando penso al mio psi (io ho finito la terapia due anni fa). La mia situazione è diversa, però, in quanto ora non posso /devo fare confronti con un altro psi. E siccome la malinconia resta, e anche il pensiero di tutto l'affetto scambiato, di tanta intensità di rapporto, mi ritrovo a cercare descrizioni di altre esperienze, specialmente quelle raccontate dagli psicoterapeuti stessi. E ritrovando nei loro racconti le descrizioni dei loro sentimenti di affetto per i loro pazienti quasi velati da una certa nostalgia, penso che un tale sentimento non sia poi così tanto negativo.....anzi....forse lo vedo come un sentire normale in una persona che abbia raggiunto un certo grado di consapevolezza dello scorrere del tempo e della vita....oddio mi sono un po' avvoltolata, spero di essere sta abbastanza comprensibile..... Insomma, penso che anche le persone che noi ammiriamo e riteniamo essere nostri maestri abbiano nostalgie e malinconia come le nostre. Pensi che non ricordino come noi i loro analisti? Solo che maturando e diventando un po' più forti si trova anche la forza per caricarsi sulle spalle il fardello dei ricordi.... Sono troppo romantica....? :unsure:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 28,1k
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

  • juditta

    4446

  • froggy73

    4070

  • digi79

    2795

  • elli

    1264

Top Posters In This Topic

Posted Images

se vuoi accrescere la tua autostima riguarda la scrittura leggiti qualcosa di moggia (3 metri sopra il cielo eccetera...) l'effetto è "se questo riesce a pubblicare e a vendere sta m...."

ahahah si è vero mi è successo leggendo altre ciofeghe...pensa che proprio un mesotto fa sono rimasta esterrefatta quando ho visto che un famoso pregiudicato del mo paese (analfabeta!!!), che ha passato la sua vita in galera, ha pubblicato il suo libro...mi son detta se lo ha fatto lui!!!!! :Rolling Eyes: Ma ovviamente è solo un momento poi mi passa...e ritorno a non crederci... :Talking Ear Off:

secondo me il fatto che sia venuto fuori che non è vero che a te non interessa lei come persona e tutte le storie che ti raccontavi foino a qualche tempo fa è già un bel passo avanti perchè adesso se non altro ti permetti di far arrivare a livello conscio le tue richieste nei suoi confronti e non te le vieti più come prima !

sul discorso dell'umanità e dell'approccio credo che tutto faccia parte di un preciso schema nel senso che donna bettina mi disse una volta che molti psi junghiani hanno lo studio in casa e fa parte della loro tecnica (in effetti anche la mia psi a milano era junghiana e aveva lo studio in casa). in questo senso donna bettina è un un'eccezione perchè non riceve a casa (meglio per lei aggiungo io !! :spiteful:)

anche il fatto che la sua gravidanza abbia scatenato in te alcune reazioni forti è importante ed è una cosa legata a te , che sarebbe importante che tu analizzassi. te lo dico perchè la psi da cui andavo prima rimase incinta, ma a me la cosa non mi fece nè caldo nè freddo quindi la tua reazione porta dietro di se una serie di significati che sono importanti e legati a te e non così automatici e quindi anche questo potrebbe essere argomento di discussione/analisi con la psi

io sono convionta che tutto faccia brodo in terapia, ogn icosa che succede , anche la più irrilevante può essere lo spunto per capire qualcosa in più, non tutti reagiamo in maniera uguale ad uguali avvenimenti (vedi il caso della gravidanza) e quindi è improtante capire il perchè di una determinata reazione

e con questo mi fermo perchè mi faccio paura per quanto sono brava a predicare bene e a razzolare al solito malissimo..... :ph34r:

si è vero sei bravissima a fare le prediche... :LOL: No scherzo, è che lo so che c'hai ragione, lo so bene....ma viverlo sai bene anche tu è troppo difficile...anche io sono brava a dire a voi "parlane...parlane" ma io di questo sono ben consapevole, e com dice juditta poi alla fine mi costringo a farlo, anche a costo di farmi violenza...solo che appunto lo vivo proprio come fosse una violenza...è dura!!! Comunque sto cominciando a impostare l'inizio della seduta, il modo in cui poter anticipare l'argomento in modo tale da non poter più sfuggire dal parlargliene...praticamente mi metto le trappole da sola...è inquietante lo so... :Worried: ...son masochista!!! :Rolling Eyes:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Athena mi appunto gl ialtri libri, mi interessa soprattuto il primo, il secondo l'ho già sentito nominare, chi me ne ha parlato ha detto che è carino ma niente di speciale...anche se non ricordo chi era...

Allora tu sei la prova vivente che la terapia prima o poi ha fine????? :Praying: Ma com'è il dopo athena? a parte la nostalgia che se non è invalidante, credo in effetti che sia normale, insomma la psicoterapia non è un'esperienza da poco!!! E' unica e così intima che è davvero difficile metterla da parte... Però per il resto? Hai risolto i problemi che ti avevano portato in terapia? Quanto tempo ci sei stata? Come ti sei accorta che era il momento di porre fine all'analisi? Approposito e che tipo di terapia facevi?

Insomma si capirà che l'argomento mi interessa molto :ph34r: ...ovviamente tu rispondi solo se e dove vuoi...soprattutto mi piace sapere che c'è chi a terapia ultimata da ben due anni, continua a parlarne bene ed ad averne un bel ricordo...mi mette di buon umore, mi fa pensare che allora non sto solo sprecando i miei soldi e il mio tempo!!!! -_-

Tra l'altro inutile dirlo, invidio tantissimo quello che hai detto sul tuo psi, il rapporto fra di voi, gli abbracci, le carezze, le "confidenze" private!!!

Ecco quando leggo queste cose mi chiedo se la mia psi si comporta così con tutti (come dice froggy per seguire la sua corrente di pensiero) o solo con me, perchè io necessito di questo tipo d'approccio...(la così detta regola della frustrazione)...boh!

P.S.:Tra l'altro, Franscesca sta cosa dello studio in casa mi è davvero nuova!!!! Cacchio addirittura anche questo fa parte dell'impostazione della terapia???? :o: eh ma che esagerati sti junghiani!!!! <_<

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 

volevo un po' rispondere alle considerazioni che ho letto.......

anche io come digi...ho un rapporto 'freddo' con lo psi..come ben sapete!E il bisogno di un qualcosa in piu' è sempre presente......quanto darei per sapere particolari della sua vita......

durante l'ultima seduta gli ho detto che immaginavo lui come padre.......immaginavo il rapporto con suo figlio.....e gli ho raccontato molto brevemente come lo immaginavo......(perchè parlavamo del mio babbo!)....lui era impassibile immobile!io avrei voluto sapere.........e poi gli ho detto che era sbagliato quanto stavo dicendo,lui mi ha risposto che niente di quello che sentivo era sbagliato......

poi digi lo dico per te magari ti puo' servire.......io allo psi gli ho detto espolicitamente che volevo sapere le sue cose,volevo sapere com'era la sua vita.......e poi gli ho detto che sapevo che non sarebbe stato possibile e che allora per me la terapia risultava alla fine il controllo di un desiderio represso........e che io dovevo ritarare le mie aspettative e reprimermi,....e per me sarebbe risultato frustrante far terapia con qs sottofondo che sarebbe riemerso continuamente..........

Lui mi dice che la mia ottica era diversa dalla sua.........io non dovevo reprimermi........dovevo dirgli apertamente le mie aspettative.......e che poi insieme dovevamo rielaborarle fino a capire cosa muoveva qs bisogno........

E che se da sola mi reprimevo e mi dicevo che quelle erano le regole accettandole (credendo di accettarle!)..........non esaminavo una parte importante di me!

Tutta sta teoria.......per dirti che...........ci sto provando a fare questo......a volte in seduta glielo dico,a volte mi difendo,a volte mi vergogno,e a volte gli dico quanto gli voglio bene!E lui ride quando glielo dico!Che bello che è quando ride!Me lo mangerei!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
si è vero sei bravissima a fare le prediche...

<_<

praticamente mi metto le trappole da sola...

credo sia normale, da una parte cerchiamo di proteggerci , dall'altra vorremmo vuotare il sacco e alla fine facciamo una gran confusione !! :wacko:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Tutta sta teoria.......per dirti che...........ci sto provando a fare questo......a volte in seduta glielo dico,a volte mi difendo,a volte mi vergogno,e a volte gli dico quanto gli voglio bene!E lui ride quando glielo dico!Che bello che è quando ride!Me lo mangerei!

elli mi fai una tenerezza che non immagini !!

:abbr:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
elli mi fai una tenerezza che non immagini !!

:abbr:

eh.....piccola!!!

sai spero di farcela alla fine!!

Non sei in forma come mai.....che succede??

ti abbraccio anche io gioietta!!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
anche il mio psi aveva un approccio come il tuo! Io so moltissime cose su di lui, proprio perchè me le ha raccontate con estrema semplicità..... le sue esperienze, i suoi dubbi, i suoi sbagli, i suoi pensieri. Mi ha abbracciata, consolata, trasmesso fisicamente la sua forza. E io mi sono sciolta, mi sono liberata dalle nevrosi che mi bloccavano, anche grazie a questa intimità e vicinanza che si era creata. Non interpretate male, vi prego......nulla di deontologicamente scorretto!! Diciamo che io avevo bisogno di imparare a riconoscere ed esprimere i miei sentimenti e che la cura che si è rivelata vincente per me è passata anche attraverso il suo esempio di vita reale..... Mi piace l'espressione che hai usato, Juditta, .... "doveva darmi qualcosa di sè......" E' proprio quello che è successo anche a me!

credo che queste siano state proprio le sue parole... (spero di non stare "proiettando" :He He:)

i libri che hai citato sono molto allettanti, pure per me che di principio resito alle letture sul tema rapporto psicologo-paziente.

probabilmente è una questione mia, ma voglio vivere il mio rapporto come se fosse unico.

non fraintendetemi, magari si rivelerà un fallimento unico, però voglio che sia un percorso mio, personale, non voglio sapere se altri percorsi gli assomigliano, se qualcuno ha già provato ciò che provo io...

mi riservo di leggere qui libri quando sarà finito anche il mio di percorso, se verrà pure a me nostalgia... :He He:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
In un certo modo ti capisco, Zazà.... anche io sono presa da una gran nostalgia quando penso al mio psi (io ho finito la terapia due anni fa). La mia situazione è diversa, però, in quanto ora non posso /devo fare confronti con un altro psi. E siccome la malinconia resta, e anche il pensiero di tutto l'affetto scambiato, di tanta intensità di rapporto, mi ritrovo a cercare descrizioni di altre esperienze, specialmente quelle raccontate dagli psicoterapeuti stessi. E ritrovando nei loro racconti le descrizioni dei loro sentimenti di affetto per i loro pazienti quasi velati da una certa nostalgia, penso che un tale sentimento non sia poi così tanto negativo.....anzi....forse lo vedo come un sentire normale in una persona che abbia raggiunto un certo grado di consapevolezza dello scorrere del tempo e della vita....oddio mi sono un po' avvoltolata, spero di essere sta abbastanza comprensibile..... Insomma, penso che anche le persone che noi ammiriamo e riteniamo essere nostri maestri abbiano nostalgie e malinconia come le nostre. Pensi che non ricordino come noi i loro analisti? Solo che maturando e diventando un po' più forti si trova anche la forza per caricarsi sulle spalle il fardello dei ricordi.... Sono troppo romantica....? :unsure:

Mi piacciono molto le tue riflessioni, le condivido.

Mi chiedo perchè poi certi rapporti finiscano, non ho risposte precise, immagino che siano tante. Tu ne hai parlato con lui prima di andar via?

Stavo pensando.....diciamo....aggiungerei che forse ci si aspetta anche qualcosa in più. Cioè condividendo tanta intimità, poi si spera di piacersi a vicenda. Però intendo un "piacersi" in senso ampio, cioè non voglio dire per forza amore uomo-donna, non fermiamoci al Se ci si innamora dello psi. Si spera di vedere l'altro oltre tutte le proiezioni e di scoprire - ops, ma guarda te! - che magari ci piace proprio per le sue caratteristiche e qualità, insomma vedere l'altro e scoprire che ci piace nella sua globalità per quello che è realmente. E viceversa si spera di piacere, si spera ci sia corrispondenza.

Si spera di scoprire che ci si vuole un gran bene a vicenda e si ha voglia di trascorrere comunque del tempo insieme, di condividere qualcosa.

Si spera di trovare una relazione significativa e duratura, o no?!

Io ho avuto la fortuna di conoscere qualcuno con cui sapevo che non sarebbe finita mai - non l'analisi, parlo della relazione - semmai si sarebbe trasformata, ma certamente non finita. Lo so per quello che ci siamo detti e per come ci siamo frequentati.

E ho avuto la sfortuna di perderlo per un evento naturale che, cazzarola, poteva accadere un po' più in là!!! :icon_confused:

Comunque oggi ho iniziato ad affrontare l'argomento con Ric, ricordate? sapere se lo conoscerò mai.

Purtroppo c'era un altro oceano di cose da trattare, è stata una settimana inondata dall'inconscio, e quindi non abbiamo potuto dedicare troppo tempo a questo.

E lui mi ha detto qualcosa tipo: Perchè pensa di non conoscermi? quasi come a dire che qualcosa di lui so e questa conoscenza può continuare.

è un buon inizio.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ragazze purtroppo sono bloccata a casa con una brutta febbre, non mi capitava da almeno 25 anni di stare così inguaiata !! Oggi ovviamente la seduta è saltata e non so se lunedì riuscirò ad andare (il dottore ha parlato di almeno 7 giorni x riprendermi...)

purtroppo non sono granché lucida e passo buona parte della giornata a fissare il soffitto, ma ho idea che non sia un caso se mi è venuta questa febbre proprio ora...

Spero di riuscire a scrivere qualcosa in più nei prox giorni. Intanto vi leggo che mi fate compagnia !! :-)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ehi.....froggi che combini!mi raccomando riprenditi.....

Io arrivo da una seduta........una delle peggiori.......penso da quando vado da lui.......

Ero li che parlavo mi stavo lasciando andare..stavo perfino provando un dolore ......un dolore del passato......

e li lui fa alcune considerazioni.......mi dice una sua interpretazione.......molto difficile da mettere in pratica,ma sicuramente valida....una visione da approfondire insieme........

Li io gli dico che non volevo in quel momento essere sbalzata in un altra dimensione,ma volevo essere auitata a capire cosa sentivo io,volevo parlare ancora del mio dolore......mi aspettavo che lui mi accompagnasse fino in fondo alla ricerca del mio intimo, e gli dico questo.......lui si arrabbia e mi rimprovera.....alza la voce,cambia espressione........io ero spaventata,non riuscivo piu' a parlare........

Lui si è arrabbiato perchè ancora una volta si è sentito accusato da me sulla sua professionalità, perchè gli ho detto che per me era difficile capire la sua visione e che volevo essere accompagnata.........

Lui ha interpretato la cosa come se io gli dicessi che stava sbagliando metodo terapeutico........ma non volevo dire questo,non lo volevo assolutamente.....io lo stimo non l'avrei pensato mai......

Lui continuava a sostenere che non capivo che la sua interpretazione non era contro la mia.......ma io non l'avevo mai detto!Io ho detto che prima volevo svuotare il mio sacco...era indispensabile per me........

Lui era arrabbiato........tanto,.........io non penso fosse una stretegia terapeutica arrabbiarsi cosi'....penso fosse incentrata sul personale,lui pensa che io gli ho detto cio' per dire a lui cosa dire e fare in terapia!!

Ma..........sono scombussolata......è la terza volta che accade........ma è normale che lo psicologo si arrabbi cosi??

mi frulla per la testa di lasciarlo.......mamma quanto mi sento combattuta

Io gli ho spiegato lui non ha capito........e non penso si possa chiarire.......lui mi ha detto che sono come quando ho iniziato e che sto percorso non mi è servito a nulla......e che forse non ha piu' senso continuare.......

Cavoli.........andava tutto bene......adesso.......perchè mi dice questo?Mi quanto sto male.......

stavo inziziando ad aprirmi,fidarmi....era bello........adesso qs cosa........penso che lasci il segno.Come riusciro' ad aprirmi con uno che si arrabbia.........

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

mi dispiace elli, non so bene cosa dirti.... ultimamente sono io ad arrabbiarmi, non lui...

dovresti cercare di parlarne, ma capisco anche la paura...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
mi dispiace elli, non so bene cosa dirti.... ultimamente sono io ad arrabbiarmi, non lui...

dovresti cercare di parlarne, ma capisco anche la paura...

eh........ho già cercato di parlare e di spiegare,ma lui non capiva la mia visione......

figurati,arrabbiarmi io?non posso!!Devo essere controllata se no si arrabbia........

che delusione!Io ho bisogno di qs percorso......non posso lasciarlo a metà......e lo vorrei fare con lui.

Ma oggettivamente non mi sembra possibile!!Forse ci son problemi......alla base......

Sto male e son confusa.......e ho paura........vorrei scappare via,ma qualcosa mi lega.....a lui.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

da fuori non conoscendo il tuo percorso terapeutico è difficile giudicare. io continuo a credere che se agisce così ci saranno valide motivazioni. forse vuole scuoterti. il rapporto terapeutico non è solo idillio, sai quante volte il mio psi dice cose che mi fanno arrabbiare...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

torno a leggervi dopo aver aver formattato il pc... la tecnologia a volte è una palla...

ma io vado sempre contro corrente??? uff...

sono due settimane che non vedo la psi... appuntamente fissato per mercoledì 4 novembre...

le cose in effetti vanno meglio... certo le abbuffate son ancora lì, (non ingrasso e non dimagrisco, ma per ora sto bene così, e poi settimana prossima inizio piscina) ma ho la voglia e lo slancio per fare tutto... tutto!

il problema è che ci sono sempre degli impedimenti!

volevo partire ed andare a torino e milano per visitare un pò la città perchè non sono mai stati in nessuna delle due, e poi farmi un giro per le gallerie d'arte... ma boh, non ne sono convintissima... vorrei ma non voglio...

e poi boh... mi sento proprio sola... è un periodo che penso "sono sola"... con i ragazzi sono un disastro... non riesco ad avere una storia... perchè non la voglio... spirito libero??? si! ma fino a che punto? o meglio, chi voglio realmente? continuo ad interessarmi solo ai ragazzi sbagliati, già occupati o comunque innarivvabile per vari motivi... la psi mi disse che questo è un mio metodo escogitato proprio per non avere una storia... beh ma allora son deficiente forte accidenti!

cazz_ate? si sono cazz_ate che forse mi servono per non vedere alcune cose... cose che ancora non arrivano bene al livello conscio.... e mi preoccupo....

intanto quasi tutte le notti sogno il mio miglior amico che ora sta in India...

ah, ora ricordo... devo raccontarvi un sogno, perchè al mattino appena mi sono svegliata la prima cosa a cui ho pensato è stata : devo dirle alle belle donzelle!

bacione a tutte... spero di risentirvi meglio...

scusate se ho scritto solo di me, ma sono un pò stanchina per scrivere seriamente!

joker....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ehi.....froggi che combini!mi raccomando riprenditi.....

Io arrivo da una seduta........una delle peggiori.......penso da quando vado da lui.......

Ciao Elli....carissima....immagino il tuo stato d'animo....purtroppo non ho consigli....non saprei nemmeno io che fare...forse gli manderei un messaggio con la sensazione di disappunto provata, o forse stamperei e gli porterei gli interventi fatti nel topic, compreso quello tenerissimo di qualche giorno fa..tanto così per fargli venire un pò di senso di colpa!!! :unsure:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ciao Elli....carissima....immagino il tuo stato d'animo....purtroppo non ho consigli....non saprei nemmeno io che fare...forse gli manderei un messaggio con la sensazione di disappunto provata, o forse stamperei e gli porterei gli interventi fatti nel topic, compreso quello tenerissimo di qualche giorno fa..tanto così per fargli venire un pò di senso di colpa!!! :unsure:

ciao priscil........

eh.......che tenere che siete......io lo stimo.....ancora.........

purtroppo ..... non posso portargli scritti (non li vuole!) e non ho il suo cell........

mi viene in mente di cambiare.......psi.........provare con un altro approccio,perchè penso che non si possa piu' chiarire.....lui vede solo il suo punto divista.......il mio è per lui un risultato di un circolo vizioso......

la cosa è complicata......

Io anche se cambiero' psi....non lo dimentichero' mai........gli voglio bene,con lui ho imparato tante cose.......

magari mi affezionero' al nuovo psi.......ma lui rimarrà dentro me.......sempre......

come posso dire a lui che abbiamo problemi relazionali e ho pensato di sospendere la terapia (provando tutto questo!)sto male all'idea.........

In realtà oggi mi sono informata per un altro psi........dove vorrei provare........ma l'idea me fa star male......un ragazzo giovane - terapia cognitivo comportamentale

Sto ragazzo (sto psi)lo conosco per vie traverse.........e mi ispira..........è molto in gamba.......

E stefano?come sta?l'ha fatto sta pubblicazione??

Son contenta per te........che sei riuscita a gestire un po' di piu' ......... adesso sei quasi al dunque no??

ciao grazie.......x le coccole..........ne ho bisogno!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ehi.....froggi che combini!mi raccomando riprenditi.....

Io arrivo da una seduta........una delle peggiori.......penso da quando vado da lui.......

Ero li che parlavo mi stavo lasciando andare..stavo perfino provando un dolore ......un dolore del passato......

e li lui fa alcune considerazioni.......mi dice una sua interpretazione.......molto difficile da mettere in pratica,ma sicuramente valida....una visione da approfondire insieme........

Li io gli dico che non volevo in quel momento essere sbalzata in un altra dimensione,ma volevo essere auitata a capire cosa sentivo io,volevo parlare ancora del mio dolore......mi aspettavo che lui mi accompagnasse fino in fondo alla ricerca del mio intimo, e gli dico questo.......lui si arrabbia e mi rimprovera.....alza la voce,cambia espressione........io ero spaventata,non riuscivo piu' a parlare........

Lui si è arrabbiato perchè ancora una volta si è sentito accusato da me sulla sua professionalità, perchè gli ho detto che per me era difficile capire la sua visione e che volevo essere accompagnata.........

Lui ha interpretato la cosa come se io gli dicessi che stava sbagliando metodo terapeutico........ma non volevo dire questo,non lo volevo assolutamente.....io lo stimo non l'avrei pensato mai......

Lui continuava a sostenere che non capivo che la sua interpretazione non era contro la mia.......ma io non l'avevo mai detto!Io ho detto che prima volevo svuotare il mio sacco...era indispensabile per me........

Lui era arrabbiato........tanto,.........io non penso fosse una stretegia terapeutica arrabbiarsi cosi'....penso fosse incentrata sul personale,lui pensa che io gli ho detto cio' per dire a lui cosa dire e fare in terapia!!

Ma..........sono scombussolata......è la terza volta che accade........ma è normale che lo psicologo si arrabbi cosi??

mi frulla per la testa di lasciarlo.......mamma quanto mi sento combattuta

Io gli ho spiegato lui non ha capito........e non penso si possa chiarire.......lui mi ha detto che sono come quando ho iniziato e che sto percorso non mi è servito a nulla......e che forse non ha piu' senso continuare.......

Cavoli.........andava tutto bene......adesso.......perchè mi dice questo?Mi quanto sto male.......

stavo inziziando ad aprirmi,fidarmi....era bello........adesso qs cosa........penso che lasci il segno.Come riusciro' ad aprirmi con uno che si arrabbia.........

Le poche volte che ho messo in discussione la mia analista lei ha cercato di andare a fondo circa le cose che stavo pensando e le emozioni che stavo provando, cosa mi aspettavo da lei; la sua reazione più personale è stata magari un rammarico,una certa ansietà sul momento...e a distanza, tornando sull'argomento una certa freddezza nel far emergere la sua posizione.Non ho mai avuto l'impressione che si fosse sentita colta sul vivo o che si sia sentita mai messa in discussione: certo forse un po' le pesa di dover reggere il confronto con il mio ex psi del quale le riporto spesso impressioni e interpretazioni oppure ha ironizzato seccata su certe mie perplessità sull'intepretazione dei sogni ma non mi sembra una che entri in crisi professionale o che si lasci a scatti d'ira...è più facile che accolga ciò che dico e magari sdrammatizza..

Per quanto sia legittimo arrabbiarsi nella vita vera non penso che altrettanto legittimo sia arrabbiarsi con il paziente: in fin dei conti anche quella tua richiesta poteva essere un argomento di cui parlare e se rifiutavi la sua interpretazione che comunque non era "contro di te" te la poteva porgere in modo diverso o lasciarla cadere visot che non era cosa...

insomma hai capito cosa voglio dirti: a me le persone che si spazientiscono in terapia lasciano alcune perplessità

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Carissime!

Rediviva, sono passata un attimo e con piacere vedo che il vostro gruppo continua a funzionare molto bene :ola (3):

Quanto a me sono decisamente depressa: sarà l'interruzione dei farmaci, sarà la leggera influenza che ho preso, saranno i problemi mai risolti (nè mai affrontati) nella mia psicoterapia "a termine". Non so.

Per ora vi saluto e auguro a tutte di trascorrere un buon week-end.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutte! :):

eh........ho già cercato di parlare e di spiegare,ma lui non capiva la mia visione......

figurati,arrabbiarmi io?non posso!!Devo essere controllata se no si arrabbia........

che delusione!Io ho bisogno di qs percorso......non posso lasciarlo a metà......e lo vorrei fare con lui.

Ma oggettivamente non mi sembra possibile!!Forse ci son problemi......alla base......

Sto male e son confusa.......e ho paura........vorrei scappare via,ma qualcosa mi lega.....a lui.

Elli, fatti forza, può essere che stai ingigantendo la cosa. Ma se non fosse così, approfitta della situazione per tirare fuori la grinta! lui non è un orco cattivo, non può mangiarti, devi assolutamente parlare con lui del disagio che provi quando lui si arrabbia, se pensi di avere ragione portagli le tue recriminazioni.

Io purtroppo non riesco a dirti altro, Enzo me ne ha fatti di cazziatoni ma non ho mai provato queste cose, forse mi sentivo rifiutata, triste ma la stanza analitica ci proteggeva.....ma davvero ti ha detto che non è servito a niente il percorso finora??? dai, Elli, non ci credo, non può essere, son sicura che lo spavento ti ha fatto travisare le sue parole.

Ciao Carissime!

Rediviva, sono passata un attimo e con piacere vedo che il vostro gruppo continua a funzionare molto bene :ola (3):

Quanto a me sono decisamente depressa: sarà l'interruzione dei farmaci, sarà la leggera influenza che ho preso, saranno i problemi mai risolti (nè mai affrontati) nella mia psicoterapia "a termine". Non so.

Per ora vi saluto e auguro a tutte di trascorrere un buon week-end.

Ciao Marghe,mi dispiace sentirti così, torna a parlare con noi, non sparire di nuovo!

:ola (2):

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ehi margh.....ciao come stai?

ti leggo triste, cosa succede? come procede la terapia....e tu?

Che bello rileggerti.......son contenta!

Ci mancavi.......mi piacerebbe sapere......come procede la tua situazioni con vecchi e nuovi psi........

Eh zazà.......Enzo era Enzo.....anche x noi!!

Si lui mi ha detto che in quell'istante gli pareva che la terapia non fosse servita........ma intendeva(spero)contestualizzata all'evento....Secondo me quella frase....l'ha detta per provocarmi,.....per scuotermi.......

Io la penso un po' anche come Ilaria..........arrabbiarsi nella vita è normale,ma in terapia.....secondo me è molto controproducente,perchè poi inibisce e crea attriti........che rimangono proprio perchè li dovrebbe essere il luogo per eccellenza dove si puo' pensare a voce alte!

Tutto qs se si arrabbia ovviamente decade........Su qs punto e su qs suo comportamento, si mi vengono allora i dubbi sulla sua professionalità!!Adesso che sto metabolizzando....mi vengono in mente un sacco di cose......

La sensazione che ho è che lui la sua idea non la cambia.......e io devo abbassare la testa e dargli ragione,perchè lui è il professionista e sa.........e vede cio' che io non vedo!Qs è la sua spiegazione.......che non condivido pienamente ......

Io so che non volevo attaccarlo.....son consapevole .......di questo.

Ma dato che lui idea non la cambia.......penso che sia una storia senza strada........spiegargli cosa sentivo forse è fiato sprecato......ci provero' la prox volta.......ma se vedo che lui rimane nella sua posizione.......penso che gli diro' che è finita!Staro' malissimo ma dovro' farlo per me!dovro' essere forte....perchè forse sono diventata piu' forte...grazie a lui.......non è vero che sto percorso non mi è servito.

Non serve un perscorso terapeutici che ogni tre/quattro mesi ha problemi di relazione.......

Si se non ci capiamo ......gli diro' che è l'ultima volta che ci vediamo........

Non immaginate quanto sto male e quanta paura ho........Io gli voglio un gran bene,ma a volte il bene non basta!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
credo che queste siano state proprio le sue parole... (spero di non stare "proiettando" :He He:)

i libri che hai citato sono molto allettanti, pure per me che di principio resito alle letture sul tema rapporto psicologo-paziente.

probabilmente è una questione mia, ma voglio vivere il mio rapporto come se fosse unico.

non fraintendetemi, magari si rivelerà un fallimento unico, però voglio che sia un percorso mio, personale, non voglio sapere se altri percorsi gli assomigliano, se qualcuno ha già provato ciò che provo io...

mi riservo di leggere qui libri quando sarà finito anche il mio di percorso, se verrà pure a me nostalgia... :He He:

Guarda judy, io sto elggendo quello di carotenuto sul rapporto terapeutico, ed è davvero itneressante e ben scritto ma la cosa che più mi è piaciuta è proprio la sua apertura mentale, è uno junghiano che però ammette apertamente che ogni terapia può essere funzionale solo se lo psicologo è una persona che innanzitutto ha fatto un suo percorso personale ("ha visto i suoi demoni, e solo così può permettere al paziente di incontrare i suoi") e poi che non abbia il paraocchi rispetto alle diverse toerie....inoltre (e questo ti piacerà ) lui insiste tantissimo sull'unicità del rapporto, sul fatto che ogni paziente è diverso e che la pterapia (sembra brutto dirlo) vada inventata al momento mantenendo propri oquesta apertura mentale, e basandosi solo sull'accoglimento, la fiducia, la mancanza di giudizio e sul proprio sentire. Parla anche deull'impossibilità di omologare le varie esperienze e teorie e di dogmatizzare l'uno o l'altra corrente di pensiero.

Insomma io ho letto solo un terzo del libro ma sono già una sua fans...nel senso che condivido pienamente ciò che dice.

Fin'ora tra l'altro non fa esempi particolari ma parla solo di ciò che ho detto facendo riferimenti a questa e quell'altra teoria e a sue particolari idee...ma niente di preconcetto.

Credo che questo potresti leggerlo senza andar contro al tuo principio di non "indagare" troppo sull'argomento...

ehi.....froggi che combini!mi raccomando riprenditi.....

Io arrivo da una seduta........una delle peggiori.......penso da quando vado da lui.......

Ero li che parlavo mi stavo lasciando andare..stavo perfino provando un dolore ......un dolore del passato......

e li lui fa alcune considerazioni.......mi dice una sua interpretazione.......molto difficile da mettere in pratica,ma sicuramente valida....una visione da approfondire insieme........

Li io gli dico che non volevo in quel momento essere sbalzata in un altra dimensione,ma volevo essere auitata a capire cosa sentivo io,volevo parlare ancora del mio dolore......mi aspettavo che lui mi accompagnasse fino in fondo alla ricerca del mio intimo, e gli dico questo.......lui si arrabbia e mi rimprovera.....alza la voce,cambia espressione........io ero spaventata,non riuscivo piu' a parlare........

Lui si è arrabbiato perchè ancora una volta si è sentito accusato da me sulla sua professionalità, perchè gli ho detto che per me era difficile capire la sua visione e che volevo essere accompagnata.........

Lui ha interpretato la cosa come se io gli dicessi che stava sbagliando metodo terapeutico........ma non volevo dire questo,non lo volevo assolutamente.....io lo stimo non l'avrei pensato mai......

Lui continuava a sostenere che non capivo che la sua interpretazione non era contro la mia.......ma io non l'avevo mai detto!Io ho detto che prima volevo svuotare il mio sacco...era indispensabile per me........

Lui era arrabbiato........tanto,.........io non penso fosse una stretegia terapeutica arrabbiarsi cosi'....penso fosse incentrata sul personale,lui pensa che io gli ho detto cio' per dire a lui cosa dire e fare in terapia!!

Ma..........sono scombussolata......è la terza volta che accade........ma è normale che lo psicologo si arrabbi cosi??

mi frulla per la testa di lasciarlo.......mamma quanto mi sento combattuta

Io gli ho spiegato lui non ha capito........e non penso si possa chiarire.......lui mi ha detto che sono come quando ho iniziato e che sto percorso non mi è servito a nulla......e che forse non ha piu' senso continuare.......

Cavoli.........andava tutto bene......adesso.......perchè mi dice questo?Mi quanto sto male.......

stavo inziziando ad aprirmi,fidarmi....era bello........adesso qs cosa........penso che lasci il segno.Come riusciro' ad aprirmi con uno che si arrabbia.........

elli mi è difficile trattenere un parere, e anche se in passato ho sempre cercato di trovare uan motivazione alle reazioni del tuo psi stavolta se davvero è andata come racconti e invece non ci hai messo una tua visione pessimistica della cosa (cosa che se fosse sarebbe legittima e dovresti però parlarne proprio con lui) , io onestamente stavolta non me la sento di approvare il suo comportamento a me dà l'idea di chi no sia sicuro di se, di un suo problema irrisolto che proietta su dite..e male anche!

Proprio nell'ultima seduta io ho criticato a mia psi per uan cosa che aveva detto rispetto a un mio sentire e lei ha dovuto ammettere che in effetti aveva risposto in modo errato, specificando che non sono io a dover capire lei e che è giusto che io comunico il mio sentire....anche se lei non voleva dire proprio quello che io ho inteso (spero si capisca).

Se la mia psi si fosse arrabbiata o anche solo infastidita di fronte a una mia critica (che lei mi chiede semrpe di portare qualora sento ci sia) credo che la mia fiducia in lei sarebbe stata irrecuperabile...non so poi tu come reagisci di fronte a queste cose.

Ecco io credo che nel momento il cui tu gli hai comunicato che abbisognavi di più tempo per te, per parlare, o avrebbe dovuto addirittura dartelo quel tempo o almeno approfondire il fatto che tu (eventualmente e secondo lui) lo stavi contestando...

Inoltre il fatto che lui t'ha detto che la tua terapia sembra non essere servita a nulla non è giustificato nemmeno dal fatto che poteva essere riferito solo all'evento in questione...non mi pare uan cosa utile alla tua terapia! anzi non mi pare proprio una cosa da dire!

Ultima mia riflessione (ma prendi tutto con le pinze !!!) secondo me tu hai più paura di lasciarlo per il semplice fatto che hai paura che si arrabbi ancora e non sai come dirglielo che del fatto che dovresti ricominciare tutto daccapo.

Lo conferma il fatto che comunque ti stai informando su un eventuale sostituto...pensaci bene....ma scegli secondo ciò che ti viene dalla pancia mi raccomando...qualsiasi sia la decisione...sarà quella giusta per te!

un saluto a margherita...mi spiace sentirti triste...e un abbraccio a froggy che ha abbassato anche le "difese" immunitarie ultimamente!!!! :rolleyes: Rimettiti presto ti aspettiamo...

Un saluto anche a jokerina, aspettiamo il tuo sogno...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.


Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.