Vai al contenuto
  • Pubblicità

ARLEY

E se ci si innamora dello psicologo?

Messaggi consigliati

per sapere lo so...ma dovrei praticamente farmi il vuoto intorno .... :Worried:

Ma almeno lo sai - il che è un passo avanti. E su questo puoi lavorare.

Ti capisco nelle cose che dici, e in parte mi ci ritrovo.

Io il vuoto intorno ce l'ho da un pezzo, e vado peggiorando andando anche a cercarmelo. Non saprei nemmeno come ci sono arrivata a questo punto. Vedo gli atteggiamenti di alcune (molte) persone, vengo ferita dalle loro parole e dai loro modi di fare, e così finisco per isolarmi sempre di più - fino a dirmi che evidentemente il problema sono io - che evidentemente sono io che "provoco" in qualche maniera queste reazioni - ci sono momenti in cui vorrei solo scoppiare in lacrime e fuggire via da tutto e da tutti.

Che dirti... bisogna solo bene sperare nella terapia, e non arrendersi del tutto. Il tempo farà il suo corso.

Froggy - buona seduta (anche se a quest'ora probabilmente avrai finito - come è andata?)

:ciao:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


per sapere lo so...ma dovrei praticamente farmi il vuoto intorno .... :Worried:

Non è detto Patrina....se la vedi così fa paura...lo so perchè anche io pensavo questo...poi invece ho capito che forse non era necessario il vuoto intorno...anche se dal vuoto ci devi passare...per forza...ovviamente poi magari per te la questione è diversa per carità non mi metto a sindacare...però ti garantisco che anche io pensavo di dover rimanere completamente sola e invecestranamnte mi ritrovo più in compagnia che mai...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma almeno lo sai - il che è un passo avanti. E su questo puoi lavorare.

Ti capisco nelle cose che dici, e in parte mi ci ritrovo.

Io il vuoto intorno ce l'ho da un pezzo, e vado peggiorando andando anche a cercarmelo. Non saprei nemmeno come ci sono arrivata a questo punto. Vedo gli atteggiamenti di alcune (molte) persone, vengo ferita dalle loro parole e dai loro modi di fare, e così finisco per isolarmi sempre di più - fino a dirmi che evidentemente il problema sono io - che evidentemente sono io che "provoco" in qualche maniera queste reazioni - ci sono momenti in cui vorrei solo scoppiare in lacrime e fuggire via da tutto e da tutti.

Che dirti... bisogna solo bene sperare nella terapia, e non arrendersi del tutto. Il tempo farà il suo corso.

Froggy - buona seduta (anche se a quest'ora probabilmente avrai finito - come è andata?)

:ciao:

si vabbè , ma una persona nn è che può stare in terapia a vita....sono stufa esausta e demotivata....nn ho più la forza di lottare ... :cray:

raccontaci un pò di te???

:65: a tutte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Non è detto Patrina....se la vedi così fa paura...lo so perchè anche io pensavo questo...poi invece ho capito che forse non era necessario il vuoto intorno...anche se dal vuoto ci devi passare...per forza...ovviamente poi magari per te la questione è diversa per carità non mi metto a sindacare...però ti garantisco che anche io pensavo di dover rimanere completamente sola e invecestranamnte mi ritrovo più in compagnia che mai...

è tremendo da dire, ma vorrei essere veramente sola .....senza nessuno compresi i miei figli ....finalmente potrei mollare tutto e trovare un pò di pace e serenità ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

si ma oltre aquesto cosa c'è patrina? Cioè questo dolore l a bbiamo vissuto un pò tutti....ma se rimane sterile non fa che scavare in fondo alla ferita...insomma come mai a settembre volevi lasciare la terapia perchè andava tutto bene e oggi vorresti rimanere sola credendo di trovare la pace? Cosa ti tolgono quei "tutti"?

Credo che il dolore che provi dovresti usarlo in analisi, altrimenti si che ti soffoca...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
si ma oltre aquesto cosa c'è patrina? Cioè questo dolore l a bbiamo vissuto un pò tutti....ma se rimane sterile non fa che scavare in fondo alla ferita...insomma come mai a settembre volevi lasciare la terapia perchè andava tutto bene e oggi vorresti rimanere sola credendo di trovare la pace? Cosa ti tolgono quei "tutti"?

Credo che il dolore che provi dovresti usarlo in analisi, altrimenti si che ti soffoca...

Concordo con Digi, il tuo dolore dovresti portarlo in analisi, credo che sia un dolre che effettivamente la maggior parte di noi ha provato, ma quantomeno (parlo x me)..portarlo in terapia serve, non se ne va ma riesci piano piano a conviverci, anche io ho avuto periodi terriile il dolore mi invadeva non lasciava spazio ad altro e io non facevo nulla x uscirne, quasi mi facevo cullare dalla sofferenza....Anche io ho 2 figli un marito, ma non me ne importava nulla..Con il mio psi. ne abbiamo parlato, ho pianto un sacco di volte, ma mi ha aiutata...Non se ne è andato, ma come dicevo al mio psi. poco tempo fa, credo che la sofferenza faccia parte della vita di alcuni, e ci si deve fare i conti, se ci si riesce, accettarla...Io non sono ancora riuscita ad accettarla fino in fondo, però ho capito che mi accompagnerà sempre. Poco tempo fa speravo di potermene liberare, adesso ho capito che mi dovrà accompagnare... Ma però devi parlarne con il tuo analista è fondamentale anche se terribilmente difficile...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
è tremendo da dire, ma vorrei essere veramente sola .....senza nessuno compresi i miei figli ....finalmente potrei mollare tutto e trovare un pò di pace e serenità ....

Non ti credere. Io non ho figli, sono single da quasi 10 anni, vivo sola, 0 vita sociale, niente amici, eppure non riesco a trovare né pace né serenità. Spesso vorrei avere il coraggio di mollare tutto e ricominciare da capo, ma mi aggrappo a quel poco che ho per paura dell'ignoto (sai quel che lasci ma non sai quel che trovi). Mi dico che alla fine, sarebbe più una fuga che altro, e non risolverei nulla: se il problema è dentro di me, dove vado vado, me lo porterò dietro.

:ciao:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Sai Fra io credo che questa pausa e la causa che l'a generata sia stato il mio punto di svolta..diciamo che crudamente mi ha messo difronte a cose che io diversametne avrei avuto difficoltà ad affrontare...dalle mie parti si dice "ti 'na disgrazia ni essi 'na grazia" (da una dissaventura vien fuori un miracolo)...ecco così...speriamo solo duri...le conferme della psi mi fanno ben sperare....ma non c'è nulla da invidiare...la mia terapia in questo è stata sempre molto metodica, un pò coemsono io...tutto è avvenuto gradualmente, e i passi avanti sono stati evidenti...le vostre sedute e il vostro percorso è più "disordinato" ma i passi avanti voi stesse ve le riconoscete no??? :give_rose:

Giusy volevo solo specificare che si trattava di una "invidia buona" ^_^

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

cazzarola, avevo scritto tutto un messaggio, ma non me l'ha pubblicato..... :Frustrated:

cmq ora provo a riscriverlo......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ieri i primi 40 minuti di seduta sono stati abbastanza cazzarosi, giocosi, ho scherzato e lei ha giocato con me, mi ha lasciato fare, mi ha lasciato stare nel mio buon umore

poi verso la fine ho improvvisamente cambiato tono e le ho chiesto se, dopo quasi 3 anni di terapia, lei aveva notato un qualche "miglioramento" in me

siamo tornate a parlare degli obiettivi che vorrei raggiungere con la psicoterapia e quello principale è il mio riusicre a sentire le emozioni e ad esprimerle

lei mi ha chiesto se sono disposta ad accettare il cambiamento che ci sarebbe nella mia vita se riuscisi a centrare questo obiettivo

lei crede che il fatto che io sia stata così lontana dalle mie emozioni in tutti questi anni sia stato in qualche modo funzionale a qualcosa e il cambiare questo modo di essere avrebbe impatti sulla mia vita

io in un primo momento mi sono spaventata. vi assicuro che non ho idea di quelle che potrebbero essere le conseguenze pratiche di un tale cambiamento

non so se riesco a spiegare quello che intendo

ho capito che molte cose potrebbero cambiare, ma proprio non capisco quali e in che modo

ci sto pensando da ieri e qualcosa sta chiarendosi, ma per ora aspetto a dare una risposta perchè ho paura che potrebbe essere un "prendermi in giro"

vabbè lo so che non si capisce molto, l'altro messaggio era più chiaro, ma sono abbastanza confusa :icon_confused:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

a me capita di piangere a sproposito, non è tanto piacevole,

perchè mi devo trattenere.... in pubblico.

quando in realtà l'ho aspettato per anni questo pianto..

sbalzi d'umore....

ma sono ben lontana dall'entrare in contatto con la radice delle emozioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

MILANO — Si chiama «anger management counseling» e non poteva che essere una trovata americana. Si tratta di un corso per la gestione della rabbia e questa volta a sottoporsi alla «riabilitazione» sarà nientemeno che Sean Penn. Come è noto, l’attore/regista è piuttosto iracondo e lo scorso ottobre si è reso protagonista di una rissa con un fotografo in uno shopping center vicino Los Angeles, in California. Penn, 49 anni, — atteso al Festival di Cannes come protagonista insieme a Naomi Watts dell’unico film americano in concorso, Fair Game di Liman, — in ottobre aveva assalito un fotografo: ha preso a calci il paparazzo e gli ha rotto la macchina fotografica. Uno scatto d’ira, pagato caro finora. Un giudice ha condannato l’attore, che non si è presentato all’udienza, a 300 ore di lavori presso i servizi sociali e alla frequentazione di 36 ore di corsi anti-rabbia. Una vera e propria terapia per imparare a gestire le proprie emozioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

Io credo che forse non sono ancora al punto di volerlo sul serio. Mi spaventa ciò potrebbe uscire fuori: potrebbe andare meglio, ma se invece andasse peggio? Sai che fregatura.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

Sai, froggy, il mio problema forse è un po' diverso, ma in effetti non ci sto capendo assolutamente nulla :icon_confused:

In appena un anno di terapia la mia vita è davvero cambiata tantissimo, sono arrivata dalla psi che ero assolutamente da raccattare. Ora continuo a stare male e a volte anche parecchio, però certo non posso ignorare il fatto che riesco in qualche modo anche a respirare fra un'ondata e l'altra. La mia vita forse avrebbe dovuto prendere un'altra direzione molti anni fa, ma vuoi per la mia famiglia vuoi per la mia mancanza di coraggio quella strada non è stata imboccata. Oggi non mi sentirei più di cambiare per percorrerla perché farei male a troppe persone. Ho rinunciato a delle cose, ma ne sono arrivate altre che altrimenti non avrei avuto. Allora ero terrorizzata, non sapevo appunto dove mi avrebbe portata quel sentiero e ti dirò che per non percorrerlo o per non aver potuto percorrerlo ho fatto cose assurde ed estremamente dolorose di cui oggi pago gravi conseguenze psicologiche.

Quello che mi fa veramente paura oggi è perdere la mia psi e tornare a come stavo un anno fa. Lei continua a dirmi che una volta conosciuta un'altra vita ci porteremo per sempre dentro le persone e le situazioni che ce l'hanno portata, continua a dirmi di assaporare questo ultimo anno insieme senza farla morire già da ora. Non ci riesco, non ce la faccio. Quando se ne andrà non so cosa sarà di me... ho tanta paura...

Un abbraccio :abbr:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Concordo con Digi, il tuo dolore dovresti portarlo in analisi, credo che sia un dolre che effettivamente la maggior parte di noi ha provato, ma quantomeno (parlo x me)..portarlo in terapia serve, non se ne va ma riesci piano piano a conviverci, anche io ho avuto periodi terriile il dolore mi invadeva non lasciava spazio ad altro e io non facevo nulla x uscirne, quasi mi facevo cullare dalla sofferenza....Anche io ho 2 figli un marito, ma non me ne importava nulla..Con il mio psi. ne abbiamo parlato, ho pianto un sacco di volte, ma mi ha aiutata...Non se ne è andato, ma come dicevo al mio psi. poco tempo fa, credo che la sofferenza faccia parte della vita di alcuni, e ci si deve fare i conti, se ci si riesce, accettarla...Io non sono ancora riuscita ad accettarla fino in fondo, però ho capito che mi accompagnerà sempre. Poco tempo fa speravo di potermene liberare, adesso ho capito che mi dovrà accompagnare... Ma però devi parlarne con il tuo analista è fondamentale anche se terribilmente difficile...

ciao i, dei dolori della mia vita ne abbiamo parlato tante volte...mi ha spiegato che vanno accettati e chiariti dove c'è bisogno, e alla fine metterci sopra un macigno....ma nn ci riesco :icon_confused:

tutta la mia vita la sento come un peso insopportabile....pensa che due anni fa il mio massimo di vita sarebbe stato fare punkabbestia :o: ma era solo un modo di scappare dalle mie responsabilità...come mi ha fatto capire la mia psi <_<

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
si ma oltre aquesto cosa c'è patrina? Cioè questo dolore l a bbiamo vissuto un pò tutti....ma se rimane sterile non fa che scavare in fondo alla ferita...insomma come mai a settembre volevi lasciare la terapia perchè andava tutto bene e oggi vorresti rimanere sola credendo di trovare la pace? Cosa ti tolgono quei "tutti"?

Credo che il dolore che provi dovresti usarlo in analisi, altrimenti si che ti soffoca...

cosa mi tolgono tutti.....l'aria ....nn capiscono che in questo momento nn posso dare niente a nessuno....ma come posso negarmi a loro sono sempre una moglie una madre , una figlia ecc

mi faccio forza e cerco sempre di essere all'altezza , ma questo mi distrugge ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Non ti credere. Io non ho figli, sono single da quasi 10 anni, vivo sola, 0 vita sociale, niente amici, eppure non riesco a trovare né pace né serenità. Spesso vorrei avere il coraggio di mollare tutto e ricominciare da capo, ma mi aggrappo a quel poco che ho per paura dell'ignoto (sai quel che lasci ma non sai quel che trovi). Mi dico che alla fine, sarebbe più una fuga che altro, e non risolverei nulla: se il problema è dentro di me, dove vado vado, me lo porterò dietro.

:ciao:

ecco appunto....vite diverse, esperienze diverse ma sempre con di fronte un vuoto che apapre insuperabile...è importante rendersi conto anche di questo...altrimenti ci si sente "strane" "diverse" "sconfitte"!!!!

Giusy volevo solo specificare che si trattava di una "invidia buona" ^_^

ci manchrebbe pure...non c'era bisogno di specificare lo so !!! Era in questo senso che ti ho risposto... :give_rose:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

poi rispondo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

l'istinto e la ragione mi hanno sempre consigliato di cambiare vita, soprattutto senza sapere la nuova direzione. Io l'avverto come una libertà, uno sganciarsi da qualcosa, si una liberazione. E se le mie sensazioni mi suggeriscono questo vuol dire che sicuramente qualcosa di buono c'è. In realtà io so per certo cosa potrebbe esserci, ma la paura mi blocca. Mi fa restare ferma in quel punto, e non ho capito bene il motivo. Dicono sia solo paura del cambiamento, io dico che c'è dell'altro, ma dopo anni non ho ancora capito cosa.

Tu froggy?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

poi rispondo...

Idem....intanto vado a farmi benedire come mi ha consigliato un'amica qualche giorno fa :icon_confused:

Avete scritto tante cose interessanti nei giorni scorsi, ma per un motivo o per un altro non sono riuscita ad intervenire e temo che nemmeno nei prossimi giorni avrò il tempo, sigh.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Idem....intanto vado a farmi benedire come mi ha consigliato un'amica qualche giorno fa :icon_confused:

:o: in che senso?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
:o: in che senso?

nel senso che capitano cose spiacevoli in successione......il "bello" è che quando ho ricevuto lo spiritoso consiglio ancora doveva succedere altro!

Santa pazienza :icon_rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voi come vi sentite rispetto a questa cosa ?

intendo dire se realmente siete disposte a cambiare la vostra vita senza sapere però quale potrebbe essere la nuova direzione ?

provo a rispondere, anche se non so se ho ben capito la tua domanda...

Io son arrivata in psicoterapia con una richiesta specifica: voglio riuscire a vivere decentemente e sono arrivata al punto che sono disposta a mettere in discussione tutto tutto...infatti dissi subito che forse avrei lasciato mio marito (che come cambiamento era bello tosto, visto che avevo un bambino piccolo e non lavoravo ed ero pure depressa!!!!).

Però strada facendo ho scoperto che in realtà cambiare non voleva necessariamente dire rivoltare la mia vita ,fare delle rinunce pratiche ma il tutto restava sempre a un livello emotivo...questo ovviamente non tranquillizza!!! E la paura è sempre tanta ma ero così determinata....forse perchè non avevo più niente da perdere o forse perchè mi spingeva una ragione più forte che era mio fgilio!!!

Fatto sta che questi cambiamenti li ho fatti e le mie rinunce difficili sono diventati dopo tutto abbastanza fattibili..non facili ovviamente!!!

non so cosa intendi tu per "cambiare la vita" e da che punto di vista....io credo che finchè non si è realmente disposti a cambiare la vita (magari senza poi che sia necessario...almeno per me è stato così) la vita non cambia!!! Mi accorgo che lì dove resisto...continuo a perpretare gli stessi errori...lì dove ho fatto le mie rinunce tutto è cambiato...

Per fare un esempio se no sembra tutto campato per aria..una cosa che mi spaventata a morte (più inconsciamente che esternamente) era il dover rinunciare a mantenere un certo ruole nelle dinamiche familiari (quello della vittima sacrificale)...in parte perchè mi sentivo responsabile dei risvolti che questo cambiamento avrebbe avuto sui miei ma dall'altra (e questo ci ho messo molto per capirlo e ancora ci lavoro su) temevo che perdendo quel ruolo a cui ero abituata se pur per me completamente deleterio, avrei perso anche le loro "attenzioni" ...sarei rimasta esclusa, tagliata fuori dal "clan"!!!! Ovviamente erano paure inconsce ma molto forti!!! Il rapporto con la psi mi ha aiutato a capire che potevo essere "diversa" senza stravolgere nessuno...e ora vedo mia madre spaesata, mia sorella annaspare e mio padre anche un pò meravigliato di questa nuova figlia!!!

Mi sono persa... :icon_rolleyes: non so Fra se intendevi più o meno quello che intendo io...il discorso è ampissimo...e interessante!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.