Vai al contenuto
  • Pubblicità

ARLEY

E se ci si innamora dello psicologo?

Messaggi consigliati

Io non parlerei di trasfert amoroso!

Conosco Snake... E' una persona razionale e intelligente.

Credo proprio che sia incappata in un mascalzone che ha approfittato della sua sensibilità e schiettezza.

Sapete quanti psi si portano a letto i pazienti?

Moltissimi!!! E ne parlo a ragion veduta avendo un mio carissimo amico che è psicoterapeuta e anche didatta che me lo ha confermato.

Transfert amoroso e razionalità/intelligenza non si escludono vicendevolmente. A prescindere, che si sia trattato di transfert o di innamoramento autentico, ribadisco che non trovo particolarmente strana la decisione di Snake di continuare a vederlo malgrado l'accaduto né nutro dubbi su quanto ha riferito: i terapeuti di pasticci ne combinano tanti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Transfert amoroso e razionalità/intelligenza non si escludono vicendevolmente. A prescindere, che si sia trattato di transfert o di innamoramento autentico, ribadisco che non trovo particolarmente strana la decisione di Snake di continuare a vederlo malgrado l'accaduto né nutro dubbi su quanto ha riferito: i terapeuti di pasticci ne combinano tanti.

Il trasfert esiste in qualsiasi tipo di relazione...

paradossalmente anche con il proprio animale domestico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Juditta, a questo punto si potrebbe andare avanti all'infinito; posso soltanto dirti che come ho avuto la razionalità, l'obiettività e la lucidità di constatare quei suoi comportmenti distaccati, allo steso modo ho avuto le stesse facoltà nel riscontrare i suddetti comportamenti ambigui... comunque facciamo così; la prossima volta mi attrezzo a mo' di striscia con telecamera nascosta...

non ho capito a quale mio messaggio stai rispondendo...

guarda che non è molto importante che io ti creda o meno... ho cercato di darti un parere il meno sbilanciato possibile.

immagina la situazione: io non ti conosco, magari tu hai dei problemi psicologici seri che ti fanno immaginare le cose (è un esempio, non sto dicendo che sia così!!!) e la terapia sta lavorando proprio su quei problemi. tu racconti una cosa che hai percepito in maniera erronea e io ti rinforzo nelle tue convinzioni incitandoti a lasciare un percorso che invece ti sta aiutando.

scusa ma io ci vado coi piedi di piombo prima di dare consigli e giudizi perentori su situazioni che non conosco, rischiando di fare più male che bene.

poi ho capito che ti sei offesa lo stesso, prendendo la mia prudenza sul personale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

concordo pul con quanto hai detto sul transfert...

oh, dai, tanto per sdrammatizzare... piccolo ot pecoreccio... ma tu lo sai che il mio ginecologo c'ha il calendario delle vagine ? quella del mese di agosto è depilata... :icon_surprised:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
concordo pul con quanto hai detto sul transfert...

oh, dai, tanto per sdrammatizzare... piccolo ot pecoreccio... ma tu lo sai che il mio ginecologo c'ha il calendario delle vagine ? quella del mese di agosto è depilata... :icon_surprised:

Te lo giuro Snake su quello che ho di più caro al mondoooooooooooooo

STO PIANGENDO DALLE RISATEEEEEEE

MI SCENDONO LE LACRIME DAL RIDERE E NON RIESCO A SCIVEREEEEEEEE

MI HAI FATTO MORIREEEEEEEEEEEEEEE

UHAUHAUHAUAHUAUAHAUHAUHAUHAUAHUAAUHAUAUAUAAUHAUAUAAU

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Aggiungo:

MA TUTTI TU LI TROVI QUESTI MEDICI ALTERNATIVI????

Lo psi. che ti mette le mani sulle tette

Il gin. che ha il calendario con le vagine per ogni mese

Ci manca solo l'andrologo al secondo piano che ha la collezzione di c...zi sulla scrivania....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Il trasfert esiste in qualsiasi tipo di relazione...

paradossalmente anche con il proprio animale domestico.

non è esattamente così. e parlo anche per esperienza personale...

il rapporto con lo psicoterapeuta non può essere assimilato ad altri tipi di rapporti umani.

anche l'innamoramento che può capitare di provare non è un reale innamoramento, ma qualcosa indotto dal clima della terapia... tendenzialmente si riproducono li col terapeuta le nostre dinamiche di relazioni tipiche. e sono dinamiche che ereditiamo dai nostri rapporti formativi, in primis quelli coi genitori.

forse sarò eccessiva, ma psicologicamente andare a letto col proprio terapeuta può essere visto come un incesto. come l'andare a letto con il proprio padre!

ti lascio immaginare le conseguenze psicologiche...

il terapeuta che si approfitta di questa situazione, sapendo che l'innamoramento che prova il paziente non è reale e sapendo il tipo di danni che può provocare, secondo me è un criminale. è un tipo di comportamento per il quale si può essere radiati dall'albo. è molto di più che essere un birbacchione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

non ho capito a quel mio messaggio rispondi...

guarda che non è molto importante che io ti creda o meno... ho cercato di darti un parere il meno sbilanciato possibile.

immagina la situazione: io non ti conosco, magari tu hai dei problemi psicologici seri che ti fanno immaginare le cose (è un esempio, non sto dicendo che sia così!!!) e la terapia sta lavorando proprio su quei problemi. tu racconti una cosa che hai percepito in maniera erronea e io ti rinforzo nelle tue convinzioni incitandoti a lasciare un percorso che invece ti sta aiutando.

scusa ma io ci vado coi piedi di piombo prima di dare consigli e giudizi perentori su situazioni che non conosco, rischiando di fare più male che bene.

poi ho capito che ti sei offesa lo stesso, prendendo la mia prudenza sul personale.

No giuditta; io ti ringrazio per le tue risposte e non mi sono per nulla offesa in quanto comprendo pienamente la tua prudenza nell'esprimere giudizi, pareri o dare consigli sopratutto nei riguardi di chi non conosci. La sensazione provata è semmai quella di frustrazione (frustrazione non so se sia il termine esatto, forse un poco di delusione) data dalla difficoltà prima di tutto di affrontare apertamente e rivelare a terzi estranei la realtà di un vissuto doloroso e dalla consapevolezza che "mettendosi in gioco" si corre comunque il rischio di passare per mendaci, simulatori o ancorchè malati visionari. L'unica cosa su cui non concordo è il dare per scontato che chi si rivolge ad una certa categoria di professionisti della pische o chiamateli come volete, parta già in una condizione di inferiorità o di svantaggio relativamente alla qualità delle proprie condizioni psichiche o alla capacità di intendere e volere. Io mi rivolsi al mio terapeuta anni fa perchè sofferente di attacchi di panico, ma ciò non significa per forza che io abbia qualche carenza invalidante a livello psichico tale da inficiare le mie capacità intellettive, cognitive o mnemoniche...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Snake, non è un pregiudizio. è un dato di fatto! tra i pazienti del mio psicologo ci sono anche psicotici. e il fatto che lo siano non è ne un offesa ne un pregiudizio...bensì una patologia di cui soffrono e per la quale si stanno curando.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

pul; per la serie che me li trovo tutti io, lo psichiatra invece ha la scrivania quasi totalmente ricoperta di tartarughine soprammobili...che dici, mi devo preoccupare anche di questo ?!!! :icon_question:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Snake, non è un pregiudizio. è un dato di fatto! tra i pazienti del mio psicologo ci sono anche psicotici. e il fatto che lo siano non è ne un offesa ne un pregiudizio...bensì una patologia di cui soffrono e per la quale si stanno curando.

ciao juditta, io ho la fortuna di conoscere snake personalmente da almeno quattro anni, e devo dire che non è sua abitudine dire bugie od inventarsi cose o situazioni particolari, sentendo questi fatti che possono sembrare inverosimili qualche dubbio può insorgere,ma ti assicuro che non è frutto della sua fantasia od altro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ciao juditta, io ho la fortuna di conoscere snake personalmente da almeno quattro anni, e devo dire che non è sua abitudine dire bugie od inventarsi cose o situazioni particolari, sentendo questi fatti che possono sembrare inverosimili qualche dubbio può insorgere,ma ti assicuro che non è frutto della sua fantasia od altro.

nessuno mette indubbio che sia vero....ma solo che ci siano stati dei fraintendimenti :pardon:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
nessuno mette indubbio che sia vero....ma solo che ci siano stati dei fraintendimenti :pardon:

infatti... mai pensato che lei stesse scrivendo volontariamente cose non vere. e mi sembra di averlo spiegato molto chiaramente anche...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
infatti... mai pensato che lei stesse scrivendo volontariamente cose non vere. e mi sembra di averlo spiegato molto chiaramente, anche...

128fs318181.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

grazie lux... più ci penso a botta fredda e meno mi sento di concedergli perlomeno l'attenuante di un suo agire in buona fede. Che ognuno sia libero di pensare ed esprimere le proprie opinioni, ma in ogni caso, mi auspico che a tutti comunque passi il messaggio che è scorretto nonchè altamente lesivo nei confronti di un paziente il comportamento posto in essere da un terapeuta allorquando crea nel rapporto terapeutico i c.d. "fraintedimenti" ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

oh ma ce l'hai su con la parola fraintendimenti, eh! nonostante sia stato spiegato più volte il senso.

io poi mi stufo alla svelta...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite truillio
non ho capito a quel mio messaggio rispondi...

guarda che non è molto importante che io ti creda o meno... ho cercato di darti un parere il meno sbilanciato possibile.

immagina la situazione: io non ti conosco, magari tu hai dei problemi psicologici seri che ti fanno immaginare le cose (è un esempio, non sto dicendo che sia così!!!) e la terapia sta lavorando proprio su quei problemi. tu racconti una cosa che hai percepito in maniera erronea e io ti rinforzo nelle tue convinzioni incitandoti a lasciare un percorso che invece ti sta aiutando.

scusa ma io ci vado coi piedi di piombo prima di dare consigli e giudizi perentori su situazioni che non conosco, rischiando di fare più male che bene.

poi ho capito che ti sei offesa lo stesso, prendendo la mia prudenza sul personale.

No giuditta; io ti ringrazio per le tue risposte e non mi sono per nulla offesa in quanto comprendo pienamente la tua prudenza nell'esprimere giudizi, pareri o dare consigli sopratutto nei riguardi di chi non conosci. La sensazione provata è semmai quella di frustrazione (frustrazione non so se sia il termine esatto, forse un poco di delusione) data dalla difficoltà prima di tutto di affrontare apertamente e rivelare a terzi estranei la realtà di un vissuto doloroso e dalla consapevolezza che "mettendosi in gioco" si corre comunque il rischio di passare per mendaci, simulatori o ancorchè malati visionari. L'unica cosa su cui non concordo è il dare per scontato che chi si rivolge ad una certa categoria di professionisti della pische o chiamateli come volete, parta già in una condizione di inferiorità o di svantaggio relativamente alla qualità delle proprie condizioni psichiche o alla capacità di intendere e volere. Io mi rivolsi al mio terapeuta anni fa perchè sofferente di attacchi di panico, ma ciò non significa per forza che io abbia qualche carenza invalidante a livello psichico tale da inficiare le mie capacità intellettive, cognitive o mnemoniche...

Ciao Snake,volevo solo dirti che purtroppo quando si entra in questo forum ti mettono sulla "griglia",in buona parte lo fanno in buona fede,e in piccola parte essendo veterane del forum,forse eccedono un pochino in suggerimenti o perplessita?. Anch'io quando sono entrato qualche mese fa' ho litigato di brutto,non sapendo neanche il perche',quindi vai avanti che tutto si sistema,parlare qui' fa' bene. Anch'io sono in terapia per gli attacchi di panico,poi avendo una psicologa giovane, bella e inesperta (purtroppo),mi sono transferizzato,ed e' uscito di tutto,non sapevo neanche io di avere cosi' tante cose da mettere a posto,quasi quasi gli attacchi di panico,ora,sono all'ultimo posto. Poi ho sentito parlare di pazienti psicotici,mi pare un po' azzardato,a parte che ognuno di noi e' diverso dagli altri pur avendo la stessa patologia.Comunque mi sento di dire che dibbiamo prendere per buono quello che dice Snake,mi sembra il minimo,anche perche' se non dicesse tutto il vero sarebbe solo peggio per lei. A dimenticavo,aspetta che leggano questo,e sentirai che bombardamento che mi aspetta... :He He: ciao Snake :Rose:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io forse scrivo arabo... se la gente non si applica almeno a leggere, davvero non so che farci.

chiuso il discorso con chi legge una parola e parte subito col pilota automatico senza applicarsi a leggere in che contesto e con motivazione è usata.

rimango anche profondamente basita da chi ha fatto anni e anni di terapia, e poi non sa reggere conversazioni di questo tipo... insomma la consapevolezza dovrebbe servire a qualcosa no? anche a capire quando qualcuno fa un discorso generico che possa comprendere le varie sfaccettature possibili di una situazione. posso capire una reazione del genere da chi non ha mai fatto psicoterapia, ma da chi l'ha fatta per anni un po' meno.

diciamo che ho un po' peccato di ottimismo, facendo un certo discorso e sperando ne venisse colto il senso.

:ola (2):

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

rimango anche profondamente basita da chi ha fatto anni e anni di terapia, e poi non sa reggere conversazioni di questo tipo... insomma la consapevolezza dovrebbe servire a qualcosa no? anche a capire quando qualcuno fa un discorso generico che possa comprendere le varie sfaccettature possibili di una situazione. posso capire una reazione del genere da chi non ha mai fatto psicoterapia. ma da chi l'ha fatta per anni un po' meno.

,

che dire s'ignori... l'incapacità dell'im-paziente di turno di reggere conversazioni di questo genere, asserendo oltretutto di stancarsi in fretta, non è certo da imputarsi alla sottoscritta. In principio mi sono attenuta a mantenere il discorso sul generico, dopodichè dinanzi a talune incalzanti (e vi risparmio, pruriginose) richieste di alcune utenti, ho espresso i miei contenuti con estrema consapevolezza, lucidità e soprattutto onestà e chiarezza, così come non ho mancato di significare di aver compreso appieno il significato delle conseguenti risposte ricevute. Se poi da parte di qualche utente vi sono latenze o lacune; se vi è incapacità all'ascolto dell'altro, o semplicemente superficialità o ancorchè frivola voluttà di giocare ai cassi vostri, all'unico fine di apparire la prima della classe, o alla veterana che si sollazza a tentar di soggiogare la matricola...beh... questo è altro paio di maniche... :Batting Eyelashes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

veramente dopo quello che ti è successo, una cosa gravissima finita addirittura con una colluttazione fisica col tuo terapeuta e con un interruzione brutale di una terapia lunga anni... ciò che ti preme è ciò che penso o scrivo io?

:Raised Eyebrow:

e non ho intenzione di aggiungere altro, penso che la cosa si commenti da sola.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

mah...più che premermi, mi sento interessata e soprattutto mi impegno all'ascolto di ciò che esprimono tutti, indipendentemente che si tratti di un argomento piuttosto che di un altro o dei commenti positivi o negativi che ne seguono, ma sinceramente per nulla mi preme se dall'altra parte non avviene la stessa cosa.

In ogni caso se affermi di sfiancarti tanto in fretta... se ti sembra di aver a che fare con dei cretini incapaci di comprendere anche l'arabo, ti è proprio così difficile staccare le mani dalla tastiera ed astenerti dalla lettura del presente topic, evitando così a te stessa oltre ad im-peti di spocchia, un ulteriore quanto inutile dispendio di energie ? :Batting Eyelashes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Snakebite,

quello che mi chiedo e sopratutto ti chiedo è:

dato il fatto che lui abbia usato con te metodi poco ortodossi,

dato altresì il dato di fatto che tu sei coscente della poca ortodossia del suo comportamento,

ed infine constatato che questi suoi atteggiamenti abbiano creato in te non pochi dubbi, timori e perplessità;

mi chiedo come puoi dire che hai mantenuto un atteggiamento razionale!?

L'atteggiamento lucido e razionale avrebbe associato il comportamento del medico ad una mancata prestazione ( perché sapevi che il terapeuta non può in alcun modo confondere la professione con la propria vita sessuale e/o sentimentale) oltre che ad una violazione del codice deontologico, ergo dato il fatto che tu pagavi dette mancate prestazioni, se avessi avuto un atteggiamento lucido e razionale avresti interrotto la terapia e cambiato terapeuta.

Con questo non ti voglio assolutamente condannare perché come hai detto tu stessa: "Per me era il classico sogno nel cassetto, il mio segreto che vivevo nel silenzio, con gioia e sofferenza, senza chiedere o pretendere nulla; desiderio che forse prima o poi si sarebbe realizzato..." ecco tu stavi vivendo la favola, ma lui? quale favola stava vivendo?forse quella del lupo e di cappuccetto rosso?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
grazie lux... più ci penso a botta fredda e meno mi sento di concedergli perlomeno l'attenuante di un suo agire in buona fede. Che ognuno sia libero di pensare ed esprimere le proprie opinioni, ma in ogni caso, mi auspico che a tutti comunque passi il messaggio che è scorretto nonchè altamente lesivo nei confronti di un paziente il comportamento posto in essere da un terapeuta allorquando crea nel rapporto terapeutico i c.d. "fraintedimenti" ...

Ciao Snake, io credo sia utopico pensare che non si creino fraintendimenti in terapia, in primo luogo a livello verbale, secondo me è un accidente con cui bisogna fare i conti, figuriamoci a livello fisico. Di abbracci ne ho ricevuti tanti anch'io dal mio vecchio psicoanalista, ma MAI ho avuto problemi di ambiguità.

Una mano sul seno è inequivocabilmente un segnale sessuale.

Le ipotesi potrebbero essere due:

1- te lo sei sognato. Mi ricordo che proprio il mio vecchio psi mi raccontò che da giovane ballò con una donna, tale era l'eccitazione che pensava che questa avesse un seno incredibile. finito il ballo ed uscito dalla fascinazione, si accorse che lei aveva un braccio di legno! :Raised Eyebrow:

Con questo voglio dire che il desiderio può essere così potente da farci avere dei miraggi, e non bisogna essere per forza dei pazzi psicotici per caderci.

Io stessa potrei riportare cose più stupide circa le percezioni sempre diverse sullo studio del mio attuale analista, porte che prima non notavo, posizioni diverse del mobilio negli altri ambienti ecc ecc

2- è tutto vero e in tal caso lui gioca sporco perché pur di non ammettere il suo scivolone, fa impazzire te.

Direi che è un fatto che tu ti senti ingannata da lui eppure riconosci che per tanti altri versi ti è stato di aiuto. Fai benissimo perché non si butta il bambino con l'acqua sporca, tutti siamo fatti di sfumature, magari abbiamo molti lati positivi ma ci strasciniamo qualche lato buio, ma l'ambiguità fa affrontata e risolta.

Se fossi al posto tuo cercherei di capire se questa situazione non mi stia per caso facendo rivivere qualche situazione analoga vissuta nel passato, se non sto rivivendo un inganno perpetrato nel passato da qualche figura significativa. Questo a prescindere da eventuali dubbi se sia accaduto o meno il fatto, serve comunque come indagine conoscitiva.

Se ti fidi di te stessa, non hai dubbi e pensi che lui menta spudoratamente vai via, se hai voglia di dirgleine ancora quattro, tornaci ancora una volta ma giustamente facevi notare che non valeva la spesa economica e poi difficilmente lui tornerà sui suoi passi.

Faccio davvero fatica a pensare che ti sei sognata anche quell'abbraccio di spalle con carezze sul ventre, per me già basterebbe quello per creare ambiguità, lui non può non sapere del tuo trasporto nei suoi riguardi, ammesso che tu non glielo abbia mai confessato apertamente, non può non essersene accorto, non può.

ma lui non ti ha aiutato a dare una definizione alla tua reazione aggressiva fisica? che ha fatto? ha solo parato i colpi? si è solo chiuso a riccio?

Mi dispiace tanto per te, non è una bella situazione, meno male che almeno hai già un'alternativa......chissà, vai a sapere...si chiude una porta e si apre un portone!

In ogni caso cerca di riflettere soprattutto sul tuo modo di porti nella relazione in generale, perché ti sei posta in una posizione di "sudditanza", interpretando quella che aspetta e spera di essere amata prima o poi, una posizione di attesa che non rende dignità a te stessa.

Io ti capisco bene, mi identifico parzialmente, oggi per me non è più così anche se rimangono degli strascichi di questo atteggiamento, però è verissimo che tante volte mi sono messa in questa posizione di dipendenza dall'altro, dentro e fuori l'analisi. Che la posizione paritaria sia un tuo obiettivo.

Spero di non aver messo troppa carne a cuocere, ma ci tenevo a dirti tutto quello che mi sembra di aver notato, spero solo di averti dato qualche buono stimolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
grazie lux... più ci penso a botta fredda e meno mi sento di concedergli perlomeno l'attenuante di un suo agire in buona fede. Che ognuno sia libero di pensare ed esprimere le proprie opinioni, ma in ogni caso, mi auspico che a tutti comunque passi il messaggio che è scorretto nonchè altamente lesivo nei confronti di un paziente il comportamento posto in essere da un terapeuta allorquando crea nel rapporto terapeutico i c.d. "fraintedimenti" ...

quello che mi chiedo io è : perchè ti sei ribellata solo adesso? Cosa è scattato?

Comunque snake non credo dovresti prendertela se qualcuno magari preferisce andare con i piedi di piombo, qui non ti conosciamo è lecito avere dei dubbi, non sia quante storie del genere sono passate di qui, e prima di accorgerci che qualcosa non andava, abbiamo ceduto alla buona fede! Inoltre juditta ha detto uan cosa molto importante, e che non conoscendo i tuoi problemi, è chiaro che evitiamo di essere troppo di parte, rischiando di consolidare delle convinzioni che magari sono sbagliate e che invece di chiudere la terapia andrebbero elaborate nel setting in cui sono nate!!! La responsabilità è grossa, noi siamo pazienti come te, con le nostre problematiche, difficile farsi un'idea precisa!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.