Vai al contenuto

Pubblicità

ARLEY

E se ci si innamora dello psicologo?

Messaggi consigliati

sento comunque che devo andare avanti, è difficile ed è difficile per chi mi è vicino, non so più cosa voglio, mi pare di galleggiare in una bolla e quando sento ciò mi chiedo se tutto ciò ha fatto meglio o peggio alla mia vita , e a quelli che mi circondano....

Sento di stare ben quando espongo al mio Psi le mie sensazioni e quante ne vorrei esprimere , non solo del mio transfert ma cose che ho appena accennato anche sul mio rapporto con l'altro sesso... ma come ripeto il tempo è tiranno... e non vedo l'ora di andare alla prossima seduta per vedere se si riuscirà a parlare di ciò che volgio senza veli , se me lo permetterà.....

questa cosa a lui l'ho espressa ma non ho capito .... come dice lui io cerco di capire con la testa ciò che si sente con l'anima.... e tutto cio fa di lui uno che sa parlare ed è quello che mi fa perdere .... nel frattempo vago nella mia bolla ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


 

Carissima Pulcino....ritrovandomi in te e in tutte voi ho già una coordinata in più per capire: L'infatuazione è notevolmente forzata dalla terapia (specialmente in una stanza illuminata con l'abatjour, un bell'uomo davanti e le proprie problematiche sessuali portate lì con fiducia). Però ora francamente mi sono stufata, ho deciso per motivi miei personali che l'amore romantico non è cosa che fa per me, e il mio psi ovviamente non è escluso da questa mia scelta anche nel caso remoto di un legame più profondo con lui. Ieri gli ho mandato sms con scritto che non sento più niente di erotico per lui (nonostante non abbia mai approfondito troppo l'argomento con lui o di ciò che lui "proverebbe" per me). Se uno decide una cosa, si crea subito una magia in qualche modo. Perché dovrei preoccuparmi di evitare un dolore protratto, solo per compiacerlo e non deluderlo? In realtà lui secondo me ha una moglie che è una superdonna mozzafiato che paragonata a me ne risulterebbe un confronto più che spietato, ma può essere anche benissimo una persona insipida, che non mi interesserebbe. Può essere single il mio psi, non mi interessa. Può essere casomai preso sentimentalmente da me: non mi frega un cacchio. Lui è il mio dottore e avevo un sogno prima della prima seduta,lo vorrei recuperare. E ringrazio gente come il mio psichiatra che con me ha un rapporto freddo e anaffettivo. Dedicherei una sezione solo per i masochismi che dovremmo crearci per fare i conti con la realtà e una sottosezione sulle fantasie edipiche che abbiamo verso le mogli degli psi (o mariti delle psi). Vi sono vicina poiché sto vicina a me. :Four Leaf Clover:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io allora sto molto indietro a me non mi bacia ne in maniera formale ne in nessuna maniera, non mi da strette di mano.... una sola volta mi diede entrambe le mani per spiegarmi ... il contatto ...( era un discorso estraneo a noi) e io sono fuggita dalle sue mani e mentre scappavo ho osservato le sue mani ... non belle .... ritorno alla realtà in un momento di passione??? :icon_question:

Ricordo anche io un momento che mi ha preso le mani, le mie erano tese e fredde, mi ero eccitata, poi le ho lasciate cadere....come avrei voluto che questo fosse stato un contatto più materno e sentito....anche se era solo una carezza nel palmo....le piccole cose esprimono meglio di tante parole e io volevo esprimere bisogno di accudimento ormai due anni fa quasi....nessuno sa abbracciare più nessuno....ecco perché 'ste cose di sesso mi hanno stufato tanto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

volevo raccontarvi un sogno che ho fatto, e magari qualcuna di voi riesce a spiegarmi il significato!

ero vicino a un fiume o un lago,ero con un cane ma nn so se era mio, nn era aggressivo anzi sembrava bravo mi stava vicino e mi sembrava che mi leccassa un gomito, invece quando è andato via mi sono accorta che mi aveva mangiato il gomito :unsure:

subito nn perdevo sangue , ma quando le persone mi vedevono mi dicevano....ma ti sei fatta mangiare il gomito !

allora mi guardavo e vedevo sangue a fiumi...poi mi sono svegliata....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pat tu che cosa hai da dire sul tuo sogno, che ti viene in mente?

Che emozione tra un giorno rivedrò il mio analista.... come vorrei essere splendida per lui, domani!!

La cosa che più mi rattrista è che poi dovrò aspettare la seduta del giovedì, un'altra separazione, e poi ci sarà il w.e., un'altra separazione ancora,

saranno colpi duri...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Euridice pure io lo vedrò domani. Però...beata te! io lo vedo ogni due settimane e gli unici colpi che sento sono le mazzate che mi dà ogni volta nei miei punti deboli e sofferenti...non so dunque se essere contenta per domani....forse sono neutrale....forse è già qualcosa.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pat tu che cosa hai da dire sul tuo sogno, che ti viene in mente?

Che emozione tra un giorno rivedrò il mio analista.... come vorrei essere splendida per lui, domani!!

La cosa che più mi rattrista è che poi dovrò aspettare la seduta del giovedì, un'altra separazione, e poi ci sarà il w.e., un'altra separazione ancora,

saranno colpi duri...

O, lo sai che esiste la microanalisi, nella quale il terapeuta vive con il paziente 24 ore su 24?

non so quanto costa, si potrebbe tentare, tu che dici?:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

che le persone intorno a me mi rossichiano l'anima!

beh, più che rosicchiare, come roditori, pare proprio fare un boccone di un pezzo di te, un pezzo che "collega"! Sono ben strani i sogni che coinvolgono il corpo... proprio qualche notte fa ho sognato di scoprire di avere una gamba molto più lunga dell'altra. Lo apprendevo così, all'improvviso, accorgendomi che per camminare dovevo fare un piccolo semicerchio con la gamba sinistra, la più corta; nel sogno mi dicevo che era così da sempre, ed io non l'avevo mai capito, perché ero abituata a stare ritta in piedi con il ginocchio destro un po' piegato, cosicché le mie gambe sembravano "in pari" ed io non mi ero mai resa conto della mia deformità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

beh, più che rosicchiare, come roditori, pare proprio fare un boccone di un pezzo di te, un pezzo che "collega"! Sono ben strani i sogni che coinvolgono il corpo... proprio qualche notte fa ho sognato di scoprire di avere una gamba molto più lunga dell'altra. Lo apprendevo così, all'improvviso, accorgendomi che per camminare dovevo fare un piccolo semicerchio con la gamba sinistra, la più corta; nel sogno mi dicevo che era così da sempre, ed io non l'avevo mai capito, perché ero abituata a stare ritta in piedi con il ginocchio destro un po' piegato, cosicché le mie gambe sembravano "in pari" ed io non mi ero mai resa conto della mia deformità.

è vero i sogni sono così strani.....invece il tuo secondo te cosa significa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

è vero i sogni sono così strani.....invece il tuo secondo te cosa significa?

beh, mi è sembrato significativo e l'ho vissuto molto intensamente al risveglio...l'idea della disparità è palese, ma non so quale parte possa coinvolgere...la sinistra mi fa istintivamente pensare alle emozioni, ma non so dirti perché. In più mi potrei domandare se ho una parte sottosviluppata, in qualche modo "ritardata" o decurtata, o se invece è l'altra che ha avuto necessità di maturare (troppo) in fretta...o forse tutte e due le opzioni? E in questo caso il divario sarebbe molto accresciuto...tra una gamba che resta piccola e un'altra che cresce più del normale... Poi mi colpiva l'"adattamento": quell'impararare a stare sempre con una gamba piegata per non percepirmi diversa...e la "scoperta", con un "e adesso che faccio?"...neanche troppo sgomento, per la verità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Carissima Pulcino....ritrovandomi in te e in tutte voi ho già una coordinata in più per capire: L'infatuazione è notevolmente forzata dalla terapia (specialmente in una stanza illuminata con l'abatjour, un bell'uomo davanti e le proprie problematiche sessuali portate lì con fiducia). Però ora francamente mi sono stufata, ho deciso per motivi miei personali che l'amore romantico non è cosa che fa per me, e il mio psi ovviamente non è escluso da questa mia scelta anche nel caso remoto di un legame più profondo con lui. Ieri gli ho mandato sms con scritto che non sento più niente di erotico per lui (nonostante non abbia mai approfondito troppo l'argomento con lui o di ciò che lui "proverebbe" per me). Se uno decide una cosa, si crea subito una magia in qualche modo. Perché dovrei preoccuparmi di evitare un dolore protratto, solo per compiacerlo e non deluderlo? In realtà lui secondo me ha una moglie che è una superdonna mozzafiato che paragonata a me ne risulterebbe un confronto più che spietato, ma può essere anche benissimo una persona insipida, che non mi interesserebbe. Può essere single il mio psi, non mi interessa. Può essere casomai preso sentimentalmente da me: non mi frega un cacchio. Lui è il mio dottore e avevo un sogno prima della prima seduta,lo vorrei recuperare. E ringrazio gente come il mio psichiatra che con me ha un rapporto freddo e anaffettivo. Dedicherei una sezione solo per i masochismi che dovremmo crearci per fare i conti con la realtà e una sottosezione sulle fantasie edipiche che abbiamo verso le mogli degli psi (o mariti delle psi). Vi sono vicina poiché sto vicina a me. :Four Leaf Clover:

Ciao eccome se ti capisco e come te mi sono stufata e proprio ieri sono andata in seduta e ho parlato di cose che ra un pò che volevo dire, già avevo accenato a voi ma anche a lui ( ma ha fatto finta di nulla) che dopo aver ammesso il mio innamoramento trovavo l'esigenza di dire delle cose ( io volevo parlare non solo dell'innamoramento ma anche del setting e di tutto ciò che non so di lui e di tant cose che mi balenano nella mente) ma per un motivo o per l'altro ha fatto sempre in modo che parlassimo d'altro,e io ad incazz ....lamentandomi che ha diretto lui il gioco non facendomi dire ciò che volevo dire magari anche stupidaggini , dopotutto anche quelle fanno parte di me e fanno in modo che lui capisca chi sono e mi possa aiutare .

Quindi in realtà non avevo oltre ciò che lui ha rimandato da un pò di tempo altro da dire e quindi sono partita in quarta e gli ho detto e ribadito che lui non mi spiega perchè ci sono certi meccanismi in me nei suoi confronti , curiosità perchè anche lui la luce soffusa, perchè sempre gentile con tutti ( e lui a dirmi che non è vera questa cosa che lui non è cosi... a me rimanda questa sensazione) perchè questo devono avergli insegnato ..... proseguo dopo perchè ho da fare ... saluti a tutte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao, scrivo velocemente, oggi è prevalso il desiderio di diventare una donna matura, emotivamente matura,

mi sento così indietro umanamente per il mio essere sempre vittima dei sentimenti,

ho realizzato che forse dovrei seguire anche io le orme di chi ha avuto il coraggio di crescere, cambiare, andare da un altro

terapeuta per analizzare quello che è accaduto. Non ne ho la forza. Comunque questa situazione

mi porta a mentire, nascondermi, sia per pudore che per rispetto. In un modo o nell'altro la dovrò affrontare...

vedremo...

buonanotte

secondo il mio parere non autorevole invece è ora che tu ti liberi di questa cosa, è faticoso ma a me ha fatto stare meglio parlare con lui almeno nell'immediato , poi ogni tanto ricado nel transfert come ad esempio ieri l'ho tampinato di domande a cui lui gentilmente ad alcune non ha risposto.... mi ha detto del setting ma io a dire se c'è una regola che dice che stabilisce che il setting debba essere così se c'è una regola che dice lui debba essere gentile con tutti ( e qui a lui a dire che non è vero) , la sua unica risposta è stata di raccontargli come immagino alcuni particolari della sua vita studio, figli ecc .... io a spiegare ma lui non ha confermato ne negato...queste comunque mi ha detto che sono mie esigenze perchè ho bisogno di fidarmi.

Ieri poi uscita da lì ho detto Basta con questo innamoramento .... dopottutto ma chi è costui??? e magari al di fuori ha dei vizi o obblighi che magari non sopporterei o magari io verrei sempre in un ultimo piano .... e sono già una che fa fatica a sopportare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

scusate se scrivo in maniera indecente.. scrivo non da casa e non sempre in tutta serenità ..saluti a tutte le transferate

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Signore, io non ci capisco più niente, un giorno mi sento in un modo, un giorno in un altro...

Stamattina, appena sono entrata nello studio, con lui, ero triste perchè ho rivissuto tutte le separazioni della mia vita, lui mi ha detto che invece l'avevo ''ritrovato'' dopo la separazione, io ho risposto che l'avrei ritrovato per 45 minuti e poi l'avrei perso di nuovo, che ho bisogno di amore, un amore che mi manca da troppo tempo, e che il setting, con le sue regole ed intervalli - sott'inteso, non riesce a soddisfare- mi va stretto...lui mi ha detto che sono Io, personalmente, a vivere il setting in questo modo, ognuno ci butta dentro e lo vive in relazione al proprio vissuto affettivo-emotivo, non è il setting in sè a creare questo vissuto nei pazienti; quest'interpretazione mi ha dato l'impressione che ero li per imparare, comunque non l'ho fatta mia, -a parte che lo sapevo già-, perchè l'ho visto scappare dal mio bisogno di amore e il rifugiarsi dietro ad una teoria, ciò mi ha ferito ed Il discorso è così dirottato da un'altra parte...

Poi è uscito, nel senso che ho iniziato a parlare di me, che tendo a pormi come un oggetto sessuale alla mercè del maschio -vero-, praticamente gli uomini che ho avuto mi hanno trattata come una bambola

ma in realtà era A ME che piaceva essere trattata così, cioè se io ero trattata come un'amica -compagna, a prescindere dall'eccitazione e dal sesso ci stavo male, mi sentivo svalutata come donna...! Sono meccanismi di diniego che io uso per eludere il dolore ma alla lunga sono un po' ripetitivi e noiosi. Ho detto che in analisi sto scoprendo Cristina..è il mio nome...e non più una donna oggetto..

Soltanto che..

ora sto male, non sento onorata la mia femmiilità e questo mi manca tanto, vorrei vivere una passione forte dove c'è anche una componente sessuale forte, dove mi sento desiderata, innammorarmi ed essere ricambiata, un amore fatto non solo di amore ed amicizia ma anche di edonismo, come godere di un'opera insieme, un cibo, un film, una musica, un amore che ti toglie il fiato, un amore fuori dagli schemi della realtà...

Non parlo di transfert e di terapeuta, parlo di fuori da lì, un uomo vero....(anche se il mio amore verso di Lui perdura, s'intende che io lo amerò per sempre).

Lui parlando dei miei rapporti distruttivi mi ha proposto che non tutte le passioni si vivono necessariamente in modo distruttivo e bohemienne, io mi sono sentita ferita da questa proposta perchè mi sembrava un qualcosa di suo e non di mio, più legato alla sua esperienza personale e non alla mia, così mi sono sentita gelosa delle donne che ha avuto, sospettosa e ferita...comunque non ho fatto mia la sua affermazione, anche se riguardava me, c'ero io li...(forse perchè dico tanto che voglio il piacere ma poi non riesco a prendere per me le cose belle e vive, le prendo come minacciose)

Ora sono molto angosciata perchè temo il tempo che passa, temo di perdere bellezza e freschezza soprattutto ora, ho un nuovo sintomo che ha deciso

di andare a scatenarsi sulla pelle del mio viso, acne da stress la chiamano, stamattina era più infiammato che mai, l'unico rimedio è la pillola che a sua volta mi gonfia e mi deprime..Mi guardo allo specchio e vedo il mio viso deturpato, so che non posso farci niente se non con qualcosa che deturpa il mio corpo ancora di più...

In foto non si vede molto se non con la luce dall' alto, la foto che ho messo la scorsa settimana è attuale ma non fa capire la gravità della cosa e poi stamattina l'acne è aumentata, il mio viso ha deciso di infiammarsi ancora di più, proprio prima della seduta....(menomale che avevo detto che volevo essere splendida)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

secondo il mio parere non autorevole invece è ora che tu ti liberi di questa cosa, è faticoso ma a me ha fatto stare meglio parlare con lui almeno nell'immediato , poi ogni tanto ricado nel transfert come ad esempio ieri l'ho tampinato di domande a cui lui gentilmente ad alcune non ha risposto.... mi ha detto del setting ma io a dire se c'è una regola che dice che stabilisce che il setting debba essere così se c'è una regola che dice lui debba essere gentile con tutti ( e qui a lui a dire che non è vero) , la sua unica risposta è stata di raccontargli come immagino alcuni particolari della sua vita studio, figli ecc .... io a spiegare ma lui non ha confermato ne negato...queste comunque mi ha detto che sono mie esigenze perchè ho bisogno di fidarmi.

Ieri poi uscita da lì ho detto Basta con questo innamoramento .... dopottutto ma chi è costui??? e magari al di fuori ha dei vizi o obblighi che magari non sopporterei o magari io verrei sempre in un ultimo piano .... e sono già una che fa fatica a sopportare

Pulcino questo è un buon modo per tornare con i piedi per terra, anche se leggendo ci ho proiettato un po' di svalutazione...

Io non riesco ad essere svalutativa nei suoi confronti-anche se verso gli uomini di solito sono terribile!-

Lui è lui, può essere fantastico o una merda, però è quel Lui a cui io voglio bene, con i pregi ed i difetti..

In fondo, oltre a lui, io amo l'amore che ho verso di lui...

*scusate se scrivo largo ed occupo mezza pagina ma Opera, il browser che uso, me lo formatta così*

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, è un periodo come tanti....... non molto bello, sono alle prese con i controlli della mia "cara" metastasi, e quindi aspetto di sapere cosa dovrò fare. Vi leggo sempre e sopratutto vi penso sempre... Oggi in seduta, ho detto al mio psi, che forse sarebbe meglio diradare un pochino le sedute, visto che mi sembra di stare un pochino meglio, ma il motivo vero è che sono consapevole del fatto che io continuerei in eterno ad andare in seduta, ma mi rendo anche conto che devo cercare di riprendere la mia vita tra le mani, devo imparare a gestirta da sola , nel bene e nel male. Risultato sono totalmente confusa, vorrei non avergliene mai parlato, a dire il vero, non è che ne abbiamo parlato più di tanto, lui mi ha detto che la prossima settimana avremmo ripreso il discorso. Mi sento già persa, non so che cavolo mi ha fatta decidere.... Il motivo è che so benissimo che lui non fa parte e non farà mai parte della mia vita, e quindi ho pensato che forse piano piano sarebbe stato meglio allentare. Ma adesso non sono più sicura che sia così....Ma perchè è sempre tutto così complicato, ho sempre un sacco di confusione dentro, spero riprenda sul serio il discorso, altrimenti non so.... lo dovrei fare io??????' Un abbraccio a tutti/e

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cara Pulcino e care tutte, no non è vero che ho smesso di fantasticare sul mio psi, ammiro Euridice e la sua spontaneità che le permette di mantenere un contatto diretto con le sue emozioni. Però è vero che comunque non spero più troppo che il sogno romantico si realizzi e soprattutto l'unica costante abbastanza inedita é che ciò non mi rende più troppo triste perché ho recuperato in buona parte una legittima serenità, una motivazione a star meglio che mal che vada come ho già scritto mi fa vedere di buon occhio anche questa fase transferale. Tanto tutti i percorsi portano a una sola conclusione felice e se non riusciremo ora pazienteremo e agiremo affinché possa avvenire. :Four Leaf Clover:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 

ciao priscilla, io sto abbastanza bene, sto scrivendo poco perchè sono un po' presa... e poi è un po' un deserto qui :icon_neutral:

Ciao a tutti, è un periodo come tanti....... non molto bello, sono alle prese con i controlli della mia "cara" metastasi, e quindi aspetto di sapere cosa dovrò fare. Vi leggo sempre e sopratutto vi penso sempre... Oggi in seduta, ho detto al mio psi, che forse sarebbe meglio diradare un pochino le sedute, visto che mi sembra di stare un pochino meglio, ma il motivo vero è che sono consapevole del fatto che io continuerei in eterno ad andare in seduta, ma mi rendo anche conto che devo cercare di riprendere la mia vita tra le mani, devo imparare a gestirta da sola , nel bene e nel male. Risultato sono totalmente confusa, vorrei non avergliene mai parlato, a dire il vero, non è che ne abbiamo parlato più di tanto, lui mi ha detto che la prossima settimana avremmo ripreso il discorso. Mi sento già persa, non so che cavolo mi ha fatta decidere.... Il motivo è che so benissimo che lui non fa parte e non farà mai parte della mia vita, e quindi ho pensato che forse piano piano sarebbe stato meglio allentare. Ma adesso non sono più sicura che sia così....Ma perchè è sempre tutto così complicato, ho sempre un sacco di confusione dentro, spero riprenda sul serio il discorso, altrimenti non so.... lo dovrei fare io??????' Un abbraccio a tutti/e

io penso che gliene dovresti parlare... non aver paura delle tue debolezze e dei tuoi dubbi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, è un periodo come tanti....... non molto bello, sono alle prese con i controlli della mia "cara" metastasi, e quindi aspetto di sapere cosa dovrò fare. Vi leggo sempre e sopratutto vi penso sempre... Oggi in seduta, ho detto al mio psi, che forse sarebbe meglio diradare un pochino le sedute, visto che mi sembra di stare un pochino meglio, ma il motivo vero è che sono consapevole del fatto che io continuerei in eterno ad andare in seduta, ma mi rendo anche conto che devo cercare di riprendere la mia vita tra le mani, devo imparare a gestirta da sola , nel bene e nel male. Risultato sono totalmente confusa, vorrei non avergliene mai parlato, a dire il vero, non è che ne abbiamo parlato più di tanto, lui mi ha detto che la prossima settimana avremmo ripreso il discorso. Mi sento già persa, non so che cavolo mi ha fatta decidere.... Il motivo è che so benissimo che lui non fa parte e non farà mai parte della mia vita, e quindi ho pensato che forse piano piano sarebbe stato meglio allentare. Ma adesso non sono più sicura che sia così....Ma perchè è sempre tutto così complicato, ho sempre un sacco di confusione dentro, spero riprenda sul serio il discorso, altrimenti non so.... lo dovrei fare io??????' Un abbraccio a tutti/e

menomale che juditta ha riportato il tuo messaggio, me l'ero persa, avevo visto solo l'ultimo.

Priscilla secondo me dietro a questa tua richiesta (della quale pare ti sia un pò pentita) c'è ben altro, magari è un modo per tastare la sua reazione, per "metterlo alla prova", come dicono dalle mie parti "buttarsi indietro per non andare avanti", è una cosa che ho fatto anche io nei confronti della psi, per paura come dice juditta di esprimere le mie debolezze, però parlarne aiuta moltissimo, per cui io credo che dovresti proprio prendere il discorso e parlarne così come hai fatto qui, esprimendo il tuo reale desiderio relativamente alla terapia e soprattutto cosa ti ha veramente spinto a chiedergli la riduzione delle sedute! Facci sapere!

Io ho la mia visita di controllo, la prima di follow up post intervento, settimana prossima, proprio oggi sono andata a fare il prelievo, Sto temendo un pochino che l'ecografia riscontri brutte novità ma non voglio tormentarmi prima del tempo, se sarà si vedrà...mantieni duro anche tu mi raccomando!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Qualcuno mi sa spiegare perchè non riesco a capire come si fa a leggere i messaggi privati???Sarò sicuramente io che non so fare.......Ma comunque non ci riesco. E poi anche a voi l'immagine del profilo appare e poi scompare??? Non ci capisco niente, è vero che non sono molto pratica..................... E poi come cavolo si fa ad inserire le faccine ecc.... non so più dove andare a prenderle!!!!!!!!!!L'ultima cosa, ma non ci dovrebbe essere da qualche parte un modifica profilo???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

quoto Digi...

Priscilla mi sembra che la confusione si sia presentificata dinanzi ad un ''nodo'' importante da risolvere...

Analizzerei il fatto che davanti al ''nodo'' la tua reazione sembra quella di abbandonare il campo,

forse è arrivato davvero il momento di prenderti cura di te?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.