Vai al contenuto
  • Pubblicità

ARLEY

E se ci si innamora dello psicologo?

Messaggi consigliati

muchacha non metto in dubbio che tu abbia sviluppato risorse per affrontare e gestire la depressione, ma qui stiamo parlando di chimica, di eliminare una sostanza a cui il tuo corpo era abituato

cerca di capire con qualcuno qual è il modo migliore per smettere di prendere queste pasticche e non rischiare di star male e di perdere le risorse interne che avevi maturato solo per un azzardo

Eh, ma ormai... :unknw: Che faccio, mica posso ricominciare così di brutto. A questo punto aspetto di vedere cosa succede :80:

la nuova psichiatra chi è ?! mi sa che mi sono persa qualche pezzo.....

No no, non ti sei persa niente. Solo che nel breve periodo di reggenza dell'Altra, che non era psichiatra ma solo psicoterapeuta, mi sono fatta consigliare una psichiatra di sua fiducia per ritoccare la terapia che, secondo lei, non volevo cambiare perché rappresentava un ultimo legame con Ugo. Così adesso non ho che l'imbarazzo della scelta.

non sarà una tua strategia per tornare da ugo deresponsalizzandoti.... ? :Thinking:

Mmmmm... mi sa che hai ragione :good:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


mi potete dire quello che volete, ma 'ste frasi se le potrebbe pure tenere...

si è lui i professionista, ma tu hai dichiarato di voler aprire uno studio tuo. forse dovresti iniziare a vedere te stessa come una professionista.

sono d'accordo con juditta

di fatto adesso sei una psicoterapeuta che va da un altro psicoterapeuta , è vero che devi affidarti, ma non significa che non puoi metterlo in discussione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, ogni tanto passo da queste parti e vi leggo con piacere.

Ho cominciato a disvelarmi, pian piano, come un fiume che esonda dagli argini.

Lui è stato dolcissimo..

Oggi comincia la pausa settimanale, si rivediamo la prox. settimana con lui, ed io sento già la nostalgia che mi inonda dentro.

Ho cercato questa canzone, come in un flash, descrive benissimo come mi sento (e mi sentirò a lungo).

Mi lascio cullare dalla musica e ascolto il dolore che mi sale su..

Magari toccasse a me

prendermi cura dei giorni tuoi

svegliarti con un caffè

e dirti che non invecchi mai...

Sciogliere i nodi dentro di te

le più ostinate malinconie.. magari

Magari toccasse a me

ho esperienze e capacità

trasformista per vocazione

per non morire, che non si fa...

Puoi fidarti a lasciarmi il cuore

nessun dolore lo sfiorirà.. magari!

Magari toccasse a me

Un po' di quella felicità... magari

Saprà aspettare te

domani, e poi domani, e poi... domani

Io come un ombra ti seguirò

la tenerezza è il talento mio

Non ti deluderò

la giusta distanza io

Sarò come tu mi vuoi

ho un certo mestiere anch'io.. mi provi... mi provi

Idraulico cameriere

all'occorrenza mi do da fare

Non mi spaventa niente

tranne competere con l'amore

ma questa volta dovrò riuscirci

guardati in faccia senza arrossire... magari...

Se tu mi conoscessi

certo che non mi negheresti.. due ali

Che ho un gran disordine nella mente

e solo tu mi potrai guarire... rimani

Io sono pronto a fermarmi qui

il cielo vuole così

Prendimi al volo e poi

non farmi cadere più da questa altezza sai

non ci si salva mai... mi ami? Magari... Mi ami!? Magari..

(Renato Zero- MAGARI)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Froggy,Judi, grazie, ma io ho sempre avuto difficoltà x quanto riguardae separazioni.....Vorrei che le persone importanti x me restassero sempre nella mia vita... Il mio psi, mi ha detto che lui ci sarà sempre, e io gli ho detto che questo un po mi rasicura, ma non credo sia così, sarà difficile lo è già adesso.... Buona serata...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono d'accordo con juditta

di fatto adesso sei una psicoterapeuta che va da un altro psicoterapeuta , è vero che devi affidarti, ma non significa che non puoi metterlo in discussione

Se è per questo, anche se non fosse lei stessa psicoterapeuta, potrebbe metterlo in discussione comunque. Non è questo il punto, secondo me.

Io penso che Euridice, nonostante tutti i nodi emotivi che ha da risolvere, sia abbastanza assennata da sentire se è in grado o meno di svolgere lei stessa questa professione. Per questo mi fido di lei.

Oltretutto, glielo ha detto anche il suo psicanalista che potrà (futuro) essere una brava professionista SE risolverà quei nodi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Froggy,Judi, grazie, ma io ho sempre avuto difficoltà x quanto riguardae separazioni.....Vorrei che le persone importanti x me restassero sempre nella mia vita... Il mio psi, mi ha detto che lui ci sarà sempre, e io gli ho detto che questo un po mi rasicura, ma non credo sia così, sarà difficile lo è già adesso.... Buona serata...

Ciao Priscilla, purtroppo credo di capirti bene perché anch'io ho lo stesso tipo di problema, forse pure peggio perché a volte ho difficoltà a chiudere anche le relazioni deleterie!

Suppongo che lui vuole dirti che se hai bisogno, sarà sempre disponibile.

Scusami la domanda ma temo di aver perso il filo frequentando di meno il forum: Ma tu stai per interrompere la terapia perché ritieni di non avere più grossi problemi da affrontare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

A prescindere da quello che riserverà il futuro a Euri, è bello pensare che ci potrebbe essere...potrebbe vivere questa stupenda passione/amore , al di là delle regole della terapia .... poi faranno iniseme la loro scelta ....è bello sognare no ????

Più che bello, direi che in certi casi è IMPORTANTE sognare, ossia credere in un obiettivo da raggiungere. La spinta propulsiva che può dare ai fini dell'evoluzione può essere decisiva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Se è per questo, anche se non fosse lei stessa psicoterapeuta, potrebbe metterlo in discussione comunque. Non è questo il punto, secondo me.

Io penso che Euridice, nonostante tutti i nodi emotivi che ha da risolvere, sia abbastanza assennata da sentire se è in grado o meno di svolgere lei stessa questa professione. Per questo mi fido di lei.

Oltretutto, glielo ha detto anche il suo psicanalista che potrà (futuro) essere una brava professionista SE risolverà quei nodi.

scusa zazà, ma stai facendo l'avvocato di Euridice?

perchè secondo me lei non ne ha nessun bisogno e anzi, in quanto persona che fa analisi e che si appresta a esercitare la professione di psicoterapeuta, dovrebbe avere la tenuta psicologica per trarre dalle nostre sollecitazioni degli spunti di riflessione utili.

e riguardo alla professione, la cosa più giusta la disse il mio psi:

"la selezione la fanno i pazienti"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, ogni tanto passo da queste parti e vi leggo con piacere.

Ho cominciato a disvelarmi, pian piano, come un fiume che esonda dagli argini.

Lui è stato dolcissimo..

Oggi comincia la pausa settimanale, si rivediamo la prox. settimana con lui, ed io sento già la nostalgia che mi inonda dentro.

Ho cercato questa canzone, come in un flash, descrive benissimo come mi sento (e mi sentirò a lungo).

Mi lascio cullare dalla musica e ascolto il dolore che mi sale su..

Magari toccasse a me

prendermi cura dei giorni tuoi

svegliarti con un caffè

e dirti che non invecchi mai...

Sciogliere i nodi dentro di te

le più ostinate malinconie.. magari

Magari toccasse a me

ho esperienze e capacità

trasformista per vocazione

per non morire, che non si fa...

Puoi fidarti a lasciarmi il cuore

nessun dolore lo sfiorirà.. magari!

Magari toccasse a me

Un po' di quella felicità... magari

Saprà aspettare te

domani, e poi domani, e poi... domani

Io come un ombra ti seguirò

la tenerezza è il talento mio

Non ti deluderò

la giusta distanza io

Sarò come tu mi vuoi

ho un certo mestiere anch'io.. mi provi... mi provi

Idraulico cameriere

all'occorrenza mi do da fare

Non mi spaventa niente

tranne competere con l'amore

ma questa volta dovrò riuscirci

guardati in faccia senza arrossire... magari...

Se tu mi conoscessi

certo che non mi negheresti.. due ali

Che ho un gran disordine nella mente

e solo tu mi potrai guarire... rimani

Io sono pronto a fermarmi qui

il cielo vuole così

Prendimi al volo e poi

non farmi cadere più da questa altezza sai

non ci si salva mai... mi ami? Magari... Mi ami!? Magari..

(Renato Zero- MAGARI)

Grandissimo Renato ( ecco perchè ho deciso di affibiare al mio psi questo nome) .

In certe fasi ho abbinato certi stati emotivi a questa canzone/poesia perchè traspare tutto il desiderio verso una persona che non sappiamo se si accorge del nostro amore e quanto ci fa soffrire .

In alcune fasi invece dedico nei miei pensieri , quest'altro teso che sento di Dedicare ad Euri , sempre del Mitico Renato .

Questo testo rappresenta la forza, la spinta gli insegnamenti dei nostri terapeuti:

Non t’insegnerò quello che già sai

io scommetto che li straccerai

il maestro è qua ti benedirà puoi esibirti

sbizzarrirti

è il momento tuo lanciati così

butta fuori il meglio adesso sì

l’anima ce l’hai

conta su di lei

puoi sfidare il mondo adesso, o mai!

la mia vita scorre mentre guardo te

quella voglia di riscatto so cos’è

e nessuno può comprenderti di più

nessun’altro prova ciò che provi tu

io ti guardo e sento che puoi farcela...

maledetta sorte puoi sconfiggerla

non ti lascerò

senz’alibi io no

punta in alto credi a me... guarda avanti!

ti trasformerai

tu ti evolverai

sulla scena il segno lascerai

mentre io vivrò silenziosa scia

tu seme della mia pazzia

prenditi i segreti questa eredità

altrimenti il mio lavoro sfumerà

c’è bisogno di talenti come te

troppa volontà che resta lì dov’è... muta

nuovi stimoli si aspettano da noi

non possiamo né dobbiamo indietreggiare mai

ascolta il tuo maestro il mondo è questo

prima l’arte, la passione e dopo il resto...

premiami se puoi

un bel saggio e poi

un applauso a tutti noi

che impariamo...

Cara Euri , non sapevo che sarai anche tu una prossima "Eccelsa" ,in te capiamo quante difficoltà possono incontrare i nostri terapeuti che noi consideriamo solo eccelsi che ci sembrano suoperiori a noi, ma sono anche loro comuni mortali che hanno scavato a fondo ma hanno ancora da fare perchè la responsabilita nostra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

come siete poetiche ragazze! :Rose:

io invece, come dice il mio giovanni, sono e rimango una punk!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pulcino, che bello questo scambio di stimoli.

Un input che nasce da un vissuto mio, che tu cogli, sviluppi e 'rimbalzi' ad Euri.

Bellissima la canzone 'il maestro', che non conoscevo, racconta in poesia lo spirito di chi introduce un allievo ad un'arte, ne stimola le risorse e lo incoraggia a spiccare il volo, avendo piena fiducia sulle sue capacità.

Come anche in ogni percorso di conoscenza interiore guidata da un 'maestro' appunto.

Vorrei manifestare il mio sostegno ad Euri, di cui ammiro il coraggio. Non credo si possano fare paralleli con il percorso di qualunque altro di noi, secondo me il lavoro analitico in quel caso viene modulato in maniera diversa, come dire che va più a fondo, perchè viene data risonanza anche gli angoli più remoti, affinchè il mondo interiore del paziente che domani farà lo psicoterapeuta venga ampliato il più possibile, sì da sviluppare la più ampia gamma di vissuti possibili e poter contenere, poi, quello dei futuri pazienti.

Ma questa è solo un mio pensiero, basato su 'percezioni' mie.

Non mi sento di dire nulla sui vissuti di Euri, perchè il percorso è diverso dal mio, è diverso lo scopo, è diversa la persona, la relazione.

Credo solo - in cuor mio e non è detto che ciò venga condiviso - che in quella stanza/relazione contenitore lei sia chiamata a sperimentarsi, nel senso più ampio possibile.

E' lì per quello, anche in considerazione del lavoro che andrà a fare.

Quello che cambia, da analisi ad analisi, è poi l'ampiezza di questa sperimentazione, che sarà - penso - tanto più accentuata quanto più profondamente andrà quel percorso.

In sostanza, io lo faccio perchè voglio e sento di dover stare bene con me stessa, interiormente e munirmi delle risorse necessarie.

Euri, che farà la psicoterapeuta -e sicuramente avrà come corredo suo personale un mondo interiore più 'ampio', più sfaccettato, più accogliente -

lavorerà su tanti di quegli aspetti quanti sono quelli che compongono il suo mondo interno.

Euri, scusa se parlo anch'io di te, è che ci offri stimoli di riflessione molto interessanti, che ci toccano.

E torniamo alle mie pene d'amore di transfert...tanto mi sto rassegnando al fatto che sarà un tamburo battente per molto tempo ancora..Ho pescato un'altra poesia di Renato Zero, grazie a Pulcino, che mi ha 'rapito' e ha fatto risuonare l'eco della nostalgia:

E come viene e va

con perfetta ingenuità

come un bambino

è voce chiara in te

e canta così forte che

poi si incrinerà.

E' lì nei tuoi pensieri

si fa scudo delle tue incertezze

si fa strada e non lo sai

l'ingeneria genetica di un fiore

il tocco della vita, e tu.

Chiudi gli occhi in pieno sole

che stai cadendo giù

nel fondo di un amore

da toccare

sommare blu con blu.

Dentro un amore sei

è così che ti sveglierai

sta suonando una musica

sta suonando per te

e ti sfiorano l'anima

due mani, le sue.

E' un vento così lieve

che muove le tue vene

che dita lunghe ha

è ninna nanna antica

l'infanzia della vita

gioca nei sensi tuoi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

scusa zazà, ma stai facendo l'avvocato di Euridice?

perchè secondo me lei non ne ha nessun bisogno e anzi, in quanto persona che fa analisi e che si appresta a esercitare la professione di psicoterapeuta, dovrebbe avere la tenuta psicologica per trarre dalle nostre sollecitazioni degli spunti di riflessione utili.

e riguardo alla professione, la cosa più giusta la disse il mio psi:

"la selezione la fanno i pazienti"

sì, ma non gli rompete i xxxxxxx a Euridice, sennò fate i pazienti.

Boia.

A me mi farebbe venì le paranoie, cotesto discorso, umpf.

Che palle, Juditta e Zazà,tutteddue.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Mmmmm... mi sa che hai ragione :good:

l'importante è essere consapevoli dei meccanismi, poi come si raggiunge lo scopo va sempre bene !! :good:

facci sapere come stai muchacha !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sì, ma non gli rompete i xxxxxxx a Euridice, sennò fate i pazienti.

Boia.

A me mi farebbe venì le paranoie, cotesto discorso, umpf.

Che palle, Juditta e Zazà,tutteddue.

ti rispondo perchè anche io avevo scritto ad euridice

nessuno vuole rompere i maroni a euridice, lei per prima ha espresso delle perplessità e per questo io le ho scritto quello che pensavo al riguardo

nulla di più

se poi a te al posto suo sarebbero venute delle paranoie, questo è un problema tuo

probabilmente non avresti neanche scritto esprimendo tue perplessità , quindi il problema non si sarebbe neanche posto.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sì, ma non gli rompete i xxxxxxx a Euridice, sennò fate i pazienti.

Boia.

A me mi farebbe venì le paranoie, cotesto discorso, umpf.

Che palle, Juditta e Zazà,tutteddue.

t'hanno insegnato a non metterti in mezzo?

se Euridice non fosse in grado di reggere delle semplici osservazioni, fatte in un forum, con la massima educazione (al contrario tuo) allora davvero non sarebbe in grado di fare la psicoterapeuta.

mi dispiace farvelo notare, ma la state trattando più da "inadatta a quel lavoro" voi, che noi.

:Straight Face:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

l'importante è essere consapevoli dei meccanismi, poi come si raggiunge lo scopo va sempre bene !! :good:

facci sapere come stai muchacha !!

Per ora ancora bene, grazie Froggy! Tanto è vero che non ho ancora preso contatto con Ugo.

Buon fine settimana! :Four Leaf Clover:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ti rispondo perchè anche io avevo scritto ad euridice

nessuno vuole rompere i maroni a euridice, lei per prima ha espresso delle perplessità e per questo io le ho scritto quello che pensavo al riguardo

nulla di più

se poi a te al posto suo sarebbero venute delle paranoie, questo è un problema tuo

probabilmente non avresti neanche scritto esprimendo tue perplessità , quindi il problema non si sarebbe neanche posto.....

froggina, niente è un problema nostro, e te tu continui a pensare che tutto sia un problema.uffah.

comprendo lo sforzo di avvicinarsi alle persone, ma nun te difende troppo.

Scusa non richiesta, accusa manifesta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

accusa di che ?! quando dico che è un problema tuo dico che è una sensazione tutta tua che stiamo rompendo le scatole a euridice. E poi scusa ma sei tu quella intervenuta bacchettando senza poi aver fino ad ora preso parte alla discussione per cui quel modo di dire si adatta più a te che a me

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

qui è tutto un fa casino nelle terapie altrui, scusate bimbe.

elucubriamoci le nostre giù, ogni tanto.

Ma i caxxi nostri?

dico, ogni tanto, eh?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao ragazze,

ho tardato a rispondere perchè ho lavorato tantissimo,

allora, letto qua e la...

dunque tengo a precisare che prima che io inizi soltanto a pensarmi come un'analista passerà tanto di quel tempo che non ne avete idea, tuttavia sulla carta potrei già iniziare ad esercitare, (in supervisione e sotto l'egidia della scuola) per il fatto che sono iscritta ad una scuola di specializzazione...

ovviamente nella realtà ciò è altamente sconsigliabile perchè mi manca sia il background ( culturale e sociale) e, soprattutto e attualmente, la motivazione per crearmelo (poichèio sono una che ha studiato per il conservatorio e andava all'uni, - si - impegnandosi, ma soltanto per finire)!

Un giorno sono andata a vedere l'appartamento per farci lo studio, presa dall'amor proprio e dalla voglia di determinarmi, ho preso contatti, mi sono informata su come iniziare ma sto abbandonando l'idea, e dato che un minimo di sale in zucca mi resta per quest'anno evito di fare il tirocinio, l'anno scorso ho preso servizio in un csm ma ero distratta, non c'ero con la testa, per cui, per il momento, almeno fino a quando non riuscirò ad avere un atteggiamento più distaccato e meno emotivo verso il mio analista, ( il tirocinio mi porterebbe a vedere pazienti in struttura), atteggiamento che ora mi invade la mente e che non mi permette di lavorare con lucidità in un campo tanto delicato e impegnativo, lontano da quello artistico, nel quale mi sono formata, più familiare.

Judy e Froggy I vostri commenti non fanno una piega, aggiungo che per essere analisti bisogna essere già analisti, vivere da analisti, crederci e solo poi studiare...essere appunto lucidi, strutturati, solidi, nulla di più lontano da me, dato che in questa fase di vita non sono neanche capace di uscire con un ragazzo, (pensate che i miei colleghi riescono ad essere già ben funzionanti, ci riescono, ci credono...mi viene da piangere se ci rifletto)...Io invece a differenza dei colleghi attualmente sono solo una paziente-musicista innamorata del suo analista che, non si capisce come, è rientrata in una scuola di specializazione per diventare analisti.

Non posso che appoggiarmi a zazà, in futuro, se forse riesco a rinsavire e se mi viene passione, non per il terapeuta ma per la terapia, potrei diventare io stessa una brava terapeuta: dovrà passare moltissimo tempo, per il momento mi vivo la nostra coppia, lui mi vuole bene, si emoziona, si accalora, patisce con me questo transfert, per il momento non voglio rompere il ''noi due'' e capisco perchè mi tiene ancora nonostante le mie richieste di cambiare analista, ormai ho smesso di chiederglielo e mi fido di lui. Stamattina pergiunta gli ho chiesto scusa di essere una paziente così pessima...

Sapete, finito il percorso universitario, cioè dopo la laurea, i tirocinii e ad un passo dall'esame di stato invece di scegliere il biennio di perfezionamento nel conservatorio e fare un salto di qualità, (erò già in analisi e innamorata ), ho deciso di imitare il mio analista e seguirlo in tutto e per tutto, inoltre ho fatto questa scelta per trovare il pretesto, davanti alla mia famiglia, di andare in seduta 3 volte a settimana anzichè due, ho capito che la scelta di intraprendere questo percorso è stata dettata soprattutto dall'amore verso di lui. Lui sa del mio mega acting, ne abbiamo parlato fino a stamattina, ma ha sempre approvato la mia scelta, non tanto della scuola ma di aver fatto questo per lui, anzi, sembra quasi compiaciuto, ed è forse una spinta in avanti verso qualcosa di costruttivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma ,scusa se te lo chiedo, perchè hai intrapreso quella determinata facoltà?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

scusa zazà, ma stai facendo l'avvocato di Euridice?

perchè secondo me lei non ne ha nessun bisogno e anzi, in quanto persona che fa analisi e che si appresta a esercitare la professione di psicoterapeuta, dovrebbe avere la tenuta psicologica per trarre dalle nostre sollecitazioni degli spunti di riflessione utili.

e riguardo alla professione, la cosa più giusta la disse il mio psi:

"la selezione la fanno i pazienti"

Condivido la frase in grassetto, addirittura me la ricordavo e mi è ritornata in mente proprio leggendo i vari post prima d'intervenire.

sì, ma non gli rompete i xxxxxxx a Euridice, sennò fate i pazienti.

Boia.

A me mi farebbe venì le paranoie, cotesto discorso, umpf.

Che palle, Juditta e Zazà,tutteddue.

Light, mi dispiace, ma non riesco a prevedere e soddisfare le esigenze di tutti. Ho scritto con un certo scopo, poi da cosa nasce qualcosa d'imprevedibile.....

t'hanno insegnato a non metterti in mezzo?

se Euridice non fosse in grado di reggere delle semplici osservazioni, fatte in un forum, con la massima educazione (al contrario tuo) allora davvero non sarebbe in grado di fare la psicoterapeuta.

mi dispiace farvelo notare, ma la state trattando più da "inadatta a quel lavoro" voi, che noi.

:Straight Face:

Mi dispiace aver creato questo casotto col mio post.

Io avevo voglia di esprimere solidarietà ad Euridice e non penso che la sto trattando da inadatta al lavoro, ho detto solo che penso che sia presto. Ma mi sono permessa di dirlo perché già sapevo che lo pensa anche lei. Oggi lo ha ribadito ma in passato abbiamo scambiato qualche chiacchiera in privato e questa faccenda era venuta fuori.

Ho pensato che potesse non essere chiaro e in qualche modo volevo specificare che Judi e Frogga probabilmente si stavano ponendo un problema che non c'è.

Eh, pazienza, rischi della scrittura breve, di più non riesco.

Se c'è bisogno di ulteriori chiarimenti, ci possiamo sempre sentire per telefono, dove tutto è più semplice. A scrivere non ce la faccio.

Buona notte a tutte!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Stauff ....ma ,scusa se te lo chiedo, perchè hai intrapreso quella determinata facoltà?

perchè anche se mi manca un background solido, mia madre faceva letture di psicologia già da quando ero piccola, lei stava studiando filosofia ed erano comprese negli esami, io un po' ne ero affascinata, volevo possedere le stesse conoscenze...

in verità vi dico che l'ho fatto per imitare mia madre (non psicologa ma pittrice) come nelle altre cose che le piacevano: l'arte, la psicologia, le diete (purtroppo si, il mio controllo del peso mi è stato indotto da lei), perfino la musica ...(solo la ''voce'' è un qualcosa di realmente mio, sapevo disegnare benissimo ma non ho mai dipinto perchè lei era, è, inarrivabile come pittrice ).... in adolescenza mi piaceva la psicologia, amavo anche la spiritualità, (la amo tutt'ora ma sono stata tacciata di ''pensiero magico'' , un po', per il bene del mio funzionamento, me ne sono distaccata...), leggevo freud da ragazzina senza capirci niente, poi un giorno l'impatto con l'università ha smantellato ogni passione, ha impietosamente bruciato tutto, con la musica ho iniziato tardi,alla fine del liceo, per fortuna è arrivata a tamponare la disillusione dell'università...per fortuna sono sopravvissuta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

Zazà era chiaro, notte!

Già, ma forse a te perché mi conosci meglio!

Un abbraccio!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.