Vai al contenuto

Psicologia del pettegolezzo


Messaggi consigliati

Perchè la gente ha bisogno di ritrovarsi e parlare di altre persone assenti ragguagliandosi sui loro fatti più personali?

Erica Jong :"Gli uomini hanno sempre detestato i pettegolezzi delle donne perchè sospettano la verità: le donne prendono le misure e fanno paragoni.Nelle società caratterizzate da un alto grado di paranoia le donne vengono nascoste da un velo e tenute il più lontano possibile dal mondo . Eppure riescono comunque a spettegolare:la prima forma di presa di coscienza . Gli uomini possono prenderle in giro ma non possono impedire loro di chiacchierare.Il pettegolezzo è l'oppio degli oppressi."

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Il perchè assoluto ancora non lo so, ma penso che a volte queste cose succedono xchè le persone non hanno argomenti piu' profondi da affrontare e arrivano a parlare (o sparlare) degli altri.......e questo è proprio triste. ^_^

TI dico questo perchè io in questo momento della mia vita frequento delle persone con le quali non si puo' fare un discorso serio e l'ordine del giorno è parlare a vuoto.....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Perchè la gente ha bisogno di ritrovarsi e parlare di altre persone assenti ragguagliandosi sui loro fatti più personali?

Erica Jong :"Gli uomini hanno sempre detestato i pettegolezzi delle donne perchè sospettano la verità: le donne prendono le misure e fanno paragoni.Nelle società caratterizzate da un alto grado di paranoia le donne vengono nascoste da un velo e tenute il più lontano possibile dal mondo . Eppure riescono comunque a spettegolare:la prima forma di presa di coscienza . Gli uomini possono prenderle in giro ma non possono impedire loro di chiacchierare.Il pettegolezzo è l'oppio degli oppressi."

bello l'esempio delle donne velate, molto significativo in effetti....sono anch'io convinta che l'oppressione sia una causa fondamentale del pettegolezzo ma misto a un pò di insoddisfazione, ignoranza, invidia ecc.

Spesso mi viene detto che con me non si può "parlare", perchè non conosco mai nessuno...ed è vero, non sono interessata ai fatti degli altri e spesso mi rendo conto però che gli altri sono interessati ai fatti miei, conoscendo particolari della mia vita che pensavo conoscessero in pochi, e devo dire che questo mi dà noia, perchè mi chiedo come mai la gente si interessa tanto ai particolari della vita degli altri......come se non avesse altro da fare...cimentandosi poi (e questa è la cosa che m lascia perlpessa) a interpretazioni personali e aggiunta di particolari fantasiosi tanto per completare la cornice...

Per fortuna che c'è anche tanta gente discreta e dedita alla propria vita..... ^_^

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Forse di solito si parla degli altri facendone pettegolezzi, perchè si ha paura di parlare di se stessi o ci si sente troppo perfetti, esenti quindi da dicerie da parte degli altri.

Il problema non mi tange, ho così poco tempo per me, figuriamoci per parlare della vita altrui, a meno che, non me lo chiedano espressamente e per motivi validi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Forse di solito si parla degli altri facendone pettegolezzi, perchè si ha paura di parlare di se stessi o ci si sente troppo perfetti, esenti quindi da dicerie da parte degli altri.

Il problema non mi tange, ho così poco tempo per me, figuriamoci per parlare della vita altrui, a meno che, non me lo chiedano espressamente e per motivi validi.

ma sai nuccia non credo nemmeno che sia proprio questo il motivo, secondo me si parla anche di sè, solo che poi parlando degli altri queste persone rompono la noia, è come se potessero uscire un pò fuori dal loro mondo, perchè in fondo si spettegola su chi è "diverso" da noi....è quello che fa notizia....e se da una parte ne parlano male dll'altra (segretissima)parte ne sono fortemente attratti....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Tu pensi che fare pettegolezzi sia in un certo qual' modo sinonimo di attrazione? potrebbe essere e ci aggiungerei anche un pizzico di invidia e civetteria.

smack

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Che bel topic!:-)

Il pettegolezzo, una pratica della maleducazione che nella nostra società a trovato terreno fertile. Un modo per scaricare le proprie tensioni, parlando dei lati negativi degli altri per esaltare i propri, salvo poi che quello di cui sparliamo spesso ci appartiene. Anche io a volte sparlo di chi mi sta sullo stomaco, sul momento mi sembra di stare meglio, quando però incontro la persona di cui ho sparlato nella mente si crea un preconcetto, che rende difficile se non impossibile una relazione spontanea.

Io sono dell'idea che un opera educativa atta allo scoraggiare tale pratica, sia uno dei tanti punti di partenza per una società più evoluta.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

DEPENDE DAI CARATTERI E DALL'EDUCAZIONE IMPARTITA IN FAMIGLIA.

A ME NN PIACE CRITICARE NESSUNO PERCHE' DA BIMBO HO

SUBITO QUESTI SOPRUSI. ADESSO SE DEVO CRITICARE

O DIRE QUALCOSA CHE POTREBBE FAR MALE PREFERISCO FARLO

DIRETTAMENTE DOPO DI CHE IL CASO E' CHIUSO ED AMICI COME

PRIMA.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

è esempio di cattiverie gratuite, tutti siamo un po' cattivi ed il pettegolezzo nè è una manifestazione.

Io suggerisco di astenerci sia con in pensiero che con la parola, si sta meglio. Sicuramente comprendo che chi non capisce chè ognuno è così com'è per il suo passato e nulla può a riguardo, chi pensa ancora ci sia un modo giusto da seguire, si sente in possibilità di criticare, ma erra, non c'è possibilità che abbia mai ragione!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Che bel topic!:-)

Il pettegolezzo, una pratica della maleducazione che nella nostra società a trovato terreno fertile. Un modo per scaricare le proprie tensioni, parlando dei lati negativi degli altri per esaltare i propri, salvo poi che quello di cui sparliamo spesso ci appartiene. Anche io a volte sparlo di chi mi sta sullo stomaco, sul momento mi sembra di stare meglio, quando però incontro la persona di cui ho sparlato nella mente si crea un preconcetto, che rende difficile se non impossibile una relazione spontanea.

Io sono dell'idea che un opera educativa atta allo scoraggiare tale pratica, sia uno dei tanti punti di partenza per una società più evoluta.

completamente d'accordo!!!!!

ciao daniele :Big Grin:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Perchè la gente ha bisogno di ritrovarsi e parlare di altre persone assenti ragguagliandosi sui loro fatti più personali?

Erica Jong :"Gli uomini hanno sempre detestato i pettegolezzi delle donne perchè sospettano la verità: le donne prendono le misure e fanno paragoni.Nelle società caratterizzate da un alto grado di paranoia le donne vengono nascoste da un velo e tenute il più lontano possibile dal mondo . Eppure riescono comunque a spettegolare:la prima forma di presa di coscienza . Gli uomini possono prenderle in giro ma non possono impedire loro di chiacchierare.Il pettegolezzo è l'oppio degli oppressi."

bel topic...

chissà perchè metterla in termini di antagonismo tra sessi. Interessante il legame causale con un potere dal quale smarcarsi (l'oppressione). In questo sembra avere una funzione protettiva dell’io. Senza pettegolezzo come si proteggono più quelli che non hanno altri mezzi (anche culturali) per farlo? Possiamo parlare di "funzione sociale del pettegolezzo"? (sto degenerando per assurdo... ). E coloro che ignorano il prossimo sono "non pettegoli"? Sono davvero più profondi?

Questo mi ricorda una facilità di pensiero che non deve rincorrere il rigore della dimostrazione dei fatti, per evitare di rimanere bloccati nell'indeterminatezza. La faccenda ci potrebbe anche sembrare naturale e ovvia. Il pettegolezzo infatti non richiede conoscenza di metodi scientifici positivisti o complicati per essere divulgato.

Inoltre ancora... un pettegolezzo non implica la condivisione di "segreti", favorendo intimità (conoscenza di se) e valori morali (come la si pensa)?

Infine... e la differenza tra pettegolezzo e maldicenza?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

In un certo senso Oscar hai ragione....dipende dai pettegolezzi, se lo si fa senza cattiveria (ad esempio per non mettere in cattiva luce il protagonista del pettegolezzo appositamente) allora sono d'accordo.....tutto sta nel perchè lo si fa. :):

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
bel topic...

chissà perchè metterla in termini di antagonismo tra sessi. Interessante il legame causale con un potere dal quale smarcarsi (l'oppressione). In questo sembra avere una funzione protettiva dell’io. Senza pettegolezzo come si proteggono più quelli che non hanno altri mezzi (anche culturali) per farlo? Possiamo parlare di "funzione sociale del pettegolezzo"? (sto degenerando per assurdo... ). E coloro che ignorano il prossimo sono "non pettegoli"? Sono davvero più profondi?

Questo mi ricorda una facilità di pensiero che non deve rincorrere il rigore della dimostrazione dei fatti, per evitare di rimanere bloccati nell'indeterminatezza. La faccenda ci potrebbe anche sembrare naturale e ovvia. Il pettegolezzo infatti non richiede conoscenza di metodi scientifici positivisti o complicati per essere divulgato.

Inoltre ancora... un pettegolezzo non implica la condivisione di "segreti", favorendo intimità (conoscenza di se) e valori morali (come la si pensa)?

Infine... e la differenza tra pettegolezzo e maldicenza?

interessante analisi...bè si bisogna come sempre fare qualche riflessione e distinzione anche....credo che raccontare i fatti degli altri (perchè poi di questo si tratta) in sè non sia una cosa così orrenda, nel senso che lo si può fare per raccontare un fatto oggettivo....tipo: parlando di furti e rapine, io racconto la storia che è capitata alla mia vicina di casa.........poi c'è il caso in cui io racconto qualcosa riguardante unìaltra persona per poter spiegare meglio un discorso che riguarda anche me....questo capita anche qui nel forum....ad esempio: se racconto di me che ho un cattivo rapporto con i miei genitori, inevitabilmente parlerò di loro e anche male, proprio in virtù delfatto che sto raccontando del nostro brutto rapporto...e in questo caso non è detto che sia così oggettiva ma comunque lo faccio per sfogo più che per parlar male di loro.....poi però c'è il mero pettegolezzo (quello a cui io mi riferisco...quando parlo di pettegolezzi) quello fatto senza un motivo valido o che comunque mi riguarda....ad esempio: parlando con un'amica le racconto i fatti personali di un'altra amica (che siano confidenziali o no, poco importa..), così per il piacere di parlare degli altri....questo tipo di pettegolezzo però si potrebbe suddividere in più categorie: Quello fatto per cattiveria, e cioè parlare degli altri, distorcere i fatti, mettere zizazina e qui per me stiamo parlando di persone meschine, invidiose e frustrate che tendono a paragonarsi con gli altri e a sentirsi inadeguati, tanto da sfogarsi in questo modo subdolo....e quello fatto per condivisione (come dice oscar), cioè per fare "coppia" o "gruppo" con coloro o colui che ci ascolta, ad esempio parlo male di una persona che tradisce il marito, criticando questo atteggiamento come sbagliato, con la sicurezza di condividere le stesse idee e valori, altrimenti più che un pettegolezzo diventa un battibecco.....

Questo tipo di persone le vedo insicure e in cerca di conferme su argomenti che nemmeno loro sanno valutare o verso i quali paradossalmente sono attratti ma parlandone male evitano di esporsi al "rischio".....tra l'altro argomenti trattati spesso con superficialità proprio per evitare di "cambiare idea"....tipo parlar male di un ragazzo che veste in modo stravagante (piercing, tatuaggi, capelli viola) giudicandolo solo per come veste.....anche un pò per perdere tempo....

poi è chiaro che nella vita siamo un pò tutti portati a difendere le proprie categorie, i propri pensieri, annebbiandoci un pò la vista per darci delle conferme....ciò che è proprio sbagliato è l'accanirsi, o premeditare su tale cosa.....

Del tipo vado a casa di tizio, che mi sta pure antipatico e guardo tutti i particolari perchè dopo vado a spettegolare con i miei amici....se invece capit oa casa di tizio e vedo delle cose che per me sono molto strane e non pensavo possibili allora non c'è niente di strano nel parlarne con un mio amico (non tutti quelli che mi capitano a tiro..) e raccontargli quello che ho visto, dicendogli che per me è strano e sentirne il parere....

bè forse ho scritto molto ma ho cercato di fare una miapersonale distinzione fra tipo di pettegolezzo e motivi per cui lo si fa...naturalmente secondo la mia esperienza personale.... :Whistle:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Grazie per gli spunti..

Ho come l'impressione che gli argomenti del pettegolezzo siano tutte quelle cose che "scartano la norma".E' difficile che ciò che rientra nell'ordine delle cose "come ci si aspetta che siano" divenga argomento di pettegolezzo: lo sono quelle cose che deviano o che si temono: la malattia, la morte, costumi sessuali non comuni,scelte di vita differenti ecc.ecc.

A volte chi "sparla" lo fa per sentirsi al riparo, sentirsi salvo,(capita agli altri ciò che a me non capiterà mai) e forse lo fa anche per "addomesticare" ciò che turba il suo ordine di cose:parlare del deviante è una sorta di sua elaborazione....

Non escludo che ci sia anche una sorta di attrattiva per ciò che di deviante si racconta della vita degli altri, quasi come se il parlarne rendesse partecipi di qualcosa che non ci si arrischia di vivere in prima persona.

Comunque ciò che penso sia effettivamente fastidioso è quando al resoconto si accompagna il giudizio e l'intepretazione secondo schemi preconcetti della mente di chi fa il resoconto. A tutti capita di parlare degli altri, non a molti capita di parlarne accogliendo e rispettando il mistero delle motivazioni e delle scelte altrui.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Certo spettegolare è una gran cosa. Dipingi la gente e quello che fa come vuoi tu, se sei bravo riesci a far divertire, stupire o anche inorridire una piccola platea di assidui ascoltatori, hai sempre qualcosa da raccontare, se hai fatto la figura del fesso certamente potrai parlare di qualcuno che ne ha fatta una moooolto peggiore della tua, puoi anche dare libero sfogo alla tua folle e strabiliante creatività - tanto il vero pettegolo sa agire nell'ombra! - arricchendo liberamente le tue comaresche osservazioni...e poi, chissà, magari riesci a trovare un gruppetto di brillantoni come te che si diverte a sprecare buona parte del suo tempo libero a ridacchiare dietro a qualcuno, è un po' come un gioco di socitetà interattivo!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Certo spettegolare è una gran cosa. Dipingi la gente e quello che fa come vuoi tu, se sei bravo riesci a far divertire, stupire o anche inorridire una piccola platea di assidui ascoltatori, hai sempre qualcosa da raccontare, se hai fatto la figura del fesso certamente potrai parlare di qualcuno che ne ha fatta una moooolto peggiore della tua, puoi anche dare libero sfogo alla tua folle e strabiliante creatività - tanto il vero pettegolo sa agire nell'ombra! - arricchendo liberamente le tue comaresche osservazioni...e poi, chissà, magari riesci a trovare un gruppetto di brillantoni come te che si diverte a sprecare buona parte del suo tempo libero a ridacchiare dietro a qualcuno, è un po' come un gioco di socitetà interattivo!

:Whistle:

perfetto

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Certo spettegolare è una gran cosa. Dipingi la gente e quello che fa come vuoi tu, se sei bravo riesci a far divertire, stupire o anche inorridire una piccola platea di assidui ascoltatori, hai sempre qualcosa da raccontare, se hai fatto la figura del fesso certamente potrai parlare di qualcuno che ne ha fatta una moooolto peggiore della tua, puoi anche dare libero sfogo alla tua folle e strabiliante creatività - tanto il vero pettegolo sa agire nell'ombra! - arricchendo liberamente le tue comaresche osservazioni...e poi, chissà, magari riesci a trovare un gruppetto di brillantoni come te che si diverte a sprecare buona parte del suo tempo libero a ridacchiare dietro a qualcuno, è un po' come un gioco di socitetà interattivo!

ottima definizione di pettegolo... :spiteful:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Certo spettegolare è una gran cosa. Dipingi la gente e quello che fa come vuoi tu, se sei bravo riesci a far divertire, stupire o anche inorridire una piccola platea di assidui ascoltatori, hai sempre qualcosa da raccontare, se hai fatto la figura del fesso certamente potrai parlare di qualcuno che ne ha fatta una moooolto peggiore della tua, puoi anche dare libero sfogo alla tua folle e strabiliante creatività - tanto il vero pettegolo sa agire nell'ombra! - arricchendo liberamente le tue comaresche osservazioni...e poi, chissà, magari riesci a trovare un gruppetto di brillantoni come te che si diverte a sprecare buona parte del suo tempo libero a ridacchiare dietro a qualcuno, è un po' come un gioco di socitetà interattivo!

Non potevi definirla in maniera migliore! Complimenti

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.