Vai al contenuto

Pubblicità

mio

il vero rapporto

Recommended Posts

la risposta è Antani! :D:

Quasi ci sei... ^_^ ... la risposta è "Antani come se fosse in salita (o in discesa)".

Andiamo avanti che sto buttando giù la bozza di un trattato ("Lo zen e l'arte della manutenzione della bicicletta" 42.gif) ...

... come ha giustamente fatto notare Quintessenza, le due ruote sono uguali ma diverse... e la catena non è solo una catena

a là Kuntakinte, ma svolge anche una funzione: più precisamente è una catena di "trasmissione", cioè serve per comunicare

qualcosa tra le due ruote dentate... E qui mi si consenta ( :sorry: ) una domanda retorica: cosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Quasi ci sei... ^_^ ... la risposta è "Antani come se fosse in salita (o in discesa)".

Andiamo avanti che sto buttando giù la bozza di un trattato ("Lo zen e l'arte della manutenzione della bicicletta" 42.gif) ...

... come ha giustamente fatto notare Quintessenza, le due ruote sono uguali ma diverse... e la catena non è solo una catena

a là Kuntakinte, ma svolge anche una funzione: più precisamente è una catena di "trasmissione", cioè serve per comunicare

qualcosa tra le due ruote dentate... E qui mi si consenta ( :sorry: ) una domanda retorica: cosa?

devi diventare ruota per saperlo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
devi diventare ruota per saperlo...

... meglio ancora se diventi catena :icon_mrgreen: ... oppure ciclista, oppure strada ecc ecc...

Ma comunque tu ci arrivi, anche fosse solo col pensiero, la risposta è: energia.

Le due ruote si scambiano energia attraverso la catena. La ruota davanti scambia energia anche con il ciclista attraverso i pedali,

mentre quella dietro la scambia con la strada, attraverso la ruota posteriore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
... meglio ancora se diventi catena :;): ... oppure ciclista, oppure strada ecc ecc...

Ma comunque tu ci arrivi, anche fosse solo col pensiero, la risposta è: energia.

Le due ruote si scambiano energia attraverso la catena. La ruota davanti scambia energia anche con il ciclista attraverso i pedali,

mentre quella dietro la scambia con la strada, attraverso la ruota posteriore...

Ehi, lo stavo per scrivere (troooppo lento questo PC)... ma secondo te il fatto che l'energia iniziale sia apportata dal ciclista non è altrettanto simbolico?!

Il ciclista io lo vedo come la "fonte"... proprio perché, senza lui, a che serve la bici? ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Ehi, lo stavo per scrivere (troooppo lento questo PC)... ma secondo te il fatto che l'energia iniziale sia apportata dal ciclista non è altrettanto simbolico?!

Il ciclista io lo vedo come la "fonte"... proprio perché, senza lui, a che serve la bici? :;):

e se è indiscesa....il ciclista non può arrestare la corsa con i pedali....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

E se la bici parte in discesa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Ci sarà mica arrivata da sola la bici all'inizio della discesa? ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
E se la bici parte in discesa?

Comunque, secondo me, qualcuno lì ce l'ha messa... ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Chi l'ha costruita?

Uno che sapeva il fatto suo... tu che dici? ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
 
e se è indiscesa....il ciclista non può arrestare la corsa con i pedali....

Forse in discesa il ciclista deve modularsi sull'andamento della bici... questo mi fa rimuginare ancora di più... questo topic sta diventanto un circolo vizioso... ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

^_^ Accantoniamo un po' i dilemmi sull'origine... immaginatevi una bici già in moto... che sia partita in discesa, o con

una pedalata vigorosa del ciclista, o con una spinta di un tifoso, o attaccandosi a un'auto, o per intervento divino, una volta in

moto è uguale: le varie parti (strada inclusa) si scambiano energia tra di loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma chi è questo uno?

Potresti essere anche tu... c'è un piccolo "costruttore di biciclette" anche dentro di te... ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
^_^ Accantoniamo un po' i dilemmi sull'origine... immaginatevi una bici già in moto... che sia partita in discesa, o con

una pedalata vigorosa del ciclista, o con una spinta di un tifoso, o attaccandosi a un'auto, o per intervento divino, una volta in

moto è uguale: le varie parti (strada inclusa) si scambiano energia tra di loro.

...a me sembra che a questo punto stiamo anche noi (qui riuniti) approssimandoci alla discesa, e che quindi ci stiamo scambiando energia... comunque si, immaginiamo pure questa corsa della bici in discesa... chissà cosa ci aspetta alla fine della discesa?! Ma forse è OT? :o:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
...a me sembra che a questo punto stiamo anche noi (qui riuniti) approssimandoci alla discesa, e che quindi ci stiamo scambiando energia... comunque si, immaginiamo pure questa corsa della bici in discesa... chissà cosa ci aspetta alla fine della discesa?! Ma forse è OT? :huh:

:;): Sei già passata dalle domande sull'origine a quelle sulla fine del mondo?

Prova a vederla così (sto anche io elaborando la metafora man mano, eh!): la bici, il ciclista, la strada, il tempo e tutto il resto

rappresentano il mondo all'interno del quale è inserito il rapporto tra le due ruote dentate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
:(: Sei già passata dalle domande sull'origine a quelle sulla fine del mondo?

Prova a vederla così (sto anche io elaborando la metafora man mano, eh!): la bici, il ciclista, la strada, il tempo e tutto il resto

rappresentano il mondo all'interno del quale è inserito il rapporto tra le due ruote dentate.

Che meraviglia... ecco che la sintesi viene incontro all'analisi... che bel viaggio... :huh:

...sembra che tutto s'incastri... ed è, oserei dire, "Perfetto"...

...grazie Ste per gli input che mi hai trasmesso... clicca

... :;):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

grazie per il video...

aggiungo solo una cosa......

in questo viaggio in bici, nel leggere ho avuto con voi un rapporto di interesse fantasioso ma al tempo stesso inteso che "giudicherei" vero.

probabilmente è solo mia la sensazione ed è illusoria, non so, adesso ciò che sento mentre scrivo è vero, un rapporto vero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Che meraviglia... ecco che la sintesi viene incontro all'analisi... che bel viaggio... :icon_mrgreen:

...sembra che tutto s'incastri... ed è, oserei dire, "Perfetto"...

...grazie Ste per gli input che mi hai trasmesso... clicca

... :3_2:

Il video mi ispira il prossimo trattato: "Lo zen e l'arte della manutenzione della galassia". -_-

Ma andiamo avanti con questo! A 'sto punto potrebbe essere interessante dare un po' di libertà ad ognuno dei due elementi uniti dalla catena,

ad esempio invece che ruote dentate, li si potrebbe considerare come "set" di ruote dentate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Il video mi ispira il prossimo trattato: "Lo zen e l'arte della manutenzione della galassia". :icon_mrgreen:

Ma andiamo avanti con questo! A 'sto punto potrebbe essere interessante dare un po' di libertà ad ognuno dei due elementi uniti dalla catena,

ad esempio invece che ruote dentate, li si potrebbe considerare come "set" di ruote dentate...

"set" in che senso....tante ruote....?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
"set" in che senso....tante ruote....?

Come nelle bici attuali con il cambio: i due elementi uniti dalla catena sono la guarnitura e il pacco pignoni.

Ognuno dei due mette a disposizione del rapporto più possibilità di una sola ruota dentata immutabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Come nelle bici attuali con il cambio: i due elementi uniti dalla catena sono la guarnitura e il pacco pignoni.

Ognuno dei due mette a disposizione del rapporto più possibilità di una sola ruota dentata immutabile.

ok....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Il video mi ispira il prossimo trattato: "Lo zen e l'arte della manutenzione della galassia". :B):

Che poi alla fine, in un certo senso, coinciderebbe con il primo, soltanto un pò ritoccato... furbone! :):

Ma andiamo avanti con questo! A 'sto punto potrebbe essere interessante dare un po' di libertà ad ognuno dei due elementi uniti dalla catena,

ad esempio invece che ruote dentate, li si potrebbe considerare come "set" di ruote dentate...

Uhmm... il discorso prende una piega sempre più complessa, a quanto vedo... io in questo caso valuterei anche il fatto che tanto più si va verso la complessità, tanto più l'andazzo-bicicletta richiede maggior investimento di energie... estrinsecata in qualche forma...

Ma per non svalvolare troppo su questo punto, direi semplicemente che questa libertà che diamo ai due elementi in gioco, ci permetterà di ottenere una certa performance anch'essa sempre più complessa... mi viene in mente la parola "evoluzione"... chissà perché? ^_^

Evolve il rapporto (giusto per restare nel tema del topic), evolvono gli elementi costitutivi, evolve (anche) tutto ciò a cui si va incontro... con la bicicletta... suppongo... :;)::8):

X mio= bello quanto hai scritto: "adesso ciò che sento mentre scrivo è vero, un rapporto vero" :ciao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

sono davvero troppo stupido per questo topic..

l' ho letto . ma non ci ho capito . un H.

evidentemente.. è una questione di lunghezze d' onda.. frequenze..

state dialogando su una frequenza che non ricevo.. o ricevo disturbata..

biciclette .. rapporti.. universo... sembrano messaggi in codice..

mi manca il decoder..

peccato.. : )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Che poi alla fine, in un certo senso, coinciderebbe con il primo, soltanto un pò ritoccato... furbone! :8):

Uhmm... il discorso prende una piega sempre più complessa, a quanto vedo... io in questo caso valuterei anche il fatto che tanto più si va verso la complessità, tanto più l'andazzo-bicicletta richiede maggior investimento di energie... estrinsecata in qualche forma...

Ma per non svalvolare troppo su questo punto, direi semplicemente che questa libertà che diamo ai due elementi in gioco, ci permetterà di ottenere una certa performance anch'essa sempre più complessa... mi viene in mente la parola "evoluzione"... chissà perché? :;):

Evolve il rapporto (giusto per restare nel tema del topic), evolvono gli elementi costitutivi, evolve (anche) tutto ciò a cui si va incontro... con la bicicletta... suppongo... :ciao:^_^

Esatto, con questo grado di libertà il rapporto può adattarsi al mutare delle condizioni per poterle affrontare meglio:

ad esempio se la strada diventa una salita ripida, l'elemento davanti può diventare più piccolo e quello dietro più grande...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.