Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Ragazzi, scusate, capisco la buona volontà di tutti nel cercare di tirare su il morale a questo ragazzo, ma se davvero sta così male come dice è depresso.

Qualcuno di voi ha un'esperienza diretta di depressione? Sulla propria pelle? Parlo di Depressione, non di generica malinconia.

La depressione è una brutta bestia perché chi non l'ha provata non ne capisce l'entità, non ne capisce le motivazioni, semplicemente non la capisce.

È una brutta bestia perché è subdola, uccide la forza di volontà e la voglia di vivere. È una brutta bestia perché chi ne soffre non sa di avere una malattia curabile, e in ogni caso non ha alcun desiderio di curarsi. È terribile perché tutti cercano di tirarti su il morale, ti incitano a farti forza, a dedicarti a un hobby, a uscire e farti degli amici, facendoti sentire ancora più inadeguato e disperato. Ma non si è depressi perché si è soli: si è soli perché si è depressi.

Un depresso non cerca di uccidersi nella fase acuta della malattia ma nel momento in cui sente di stare appena un po' meglio, perché solo allora recupera quel minimo di forza di volontà che serve per porre fine alla sofferenza. È per questo che una terapia farmacologica deve essere prescritta da uno psichiatra e non da un medico generico, e che nella fase iniziale della cura il depresso viene tenuto costantemente sotto controllo. Perché è la fase più delicata della terapia.

La depressione non si cura con le parole: si cura con i farmaci. Poi può seguire una psicoterapia che corregge i problemi comportamentali innescati inevitabilmente dalla depressione soprattutto se insorta in età precoce.

Quindi è inutile, e può essere addirittura controproducente, parlargli e dargli consigli. Non chiedetegli cos'è che lo fa stare così male: non lo sa, semplicemente perché il suo malessere non dipende da cause contingenti ma biochimiche. E se non sei uno psichiatra non puoi saperlo.

Lo dico con il cuore in mano: se volete dargli un consiglio, invitatelo a rivolgersi a uno psichiatra. È l'unico che possa aiutarlo.

A me nessuno l'ha consigliato. Quando l'ho capito avevo già sprecato 20 anni di vita.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 60
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

non è esattamente così, io ho cominciato ad essere depresso 2 anni fa , quando mi sono accorto di non avere amici come tutti quelli della mia età , così ho cominciato a cercare una soluzione , ma ogni volta che ci provavo ricadevo, sempre peggio di prima ma ora sono stanco di cadere

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ragazzi, scusate, capisco la buona volontà di tutti nel cercare di tirare su il morale a questo ragazzo, ma se davvero sta così male come dice è depresso.

Qualcuno di voi ha un'esperienza diretta di depressione? Sulla propria pelle? Parlo di Depressione, non di generica malinconia.

Penso più d'uno, qui dentro..essendo un forum di psicologia molte persone in questi anni si sono affacciate per i più disparati malesseri..

Credo anch'io che gli appelli alla buona volontà, le esortazioni a reagire,a darsi da fare non servano a nulla anzi inducono un senso di inadeguatezza in chi chiede aiuto e cerca ascolto..In realtà io credo che tali esortazioni,in chi le fa, nascondano la negazione e la paura della possibilità di essere depresso..

Quanto ai modi con cui curare la depressione e quali siano le sue cause è un dibattito aperto, mi pare, e credo inoltre che si possano distinguere diversi tipi di depressione..quindi è unicamente uno specialista che, dopo averlo conosciuto, potrà indicare a Sax la terapia da seguire...

Non sono daccordo sul fatto che sia inutile parlargli...lui si è affacciato qui alla ricerca di un contatto con gli utenti del forum e ciascuno a suo modo lo ha accolto...magari questo ce lo può dire meglio lui..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
non è esattamente così, io ho cominciato ad essere depresso 2 anni fa , quando mi sono accorto di non avere amici come tutti quelli della mia età , così ho cominciato a cercare una soluzione , ma ogni volta che ci provavo ricadevo, sempre peggio di prima ma ora sono stanco di cadere

se può consolarti, prima della Grande Crisi anch'io mi sono sempre sentita un po' inadeguata nei rapporti con gli altri. Verdetto dello psichiatra: insicurezza da depressione latente. Ad ogni modo anche "non avere amici come tutti quelli della tua età" può essere un valido motivo per rivolgersi quanto meno a uno psicologo e chiederli il perché, non credi?

Non ho consigli da darti perché, se sei depresso, so che nessuna proposta ti sembrerà accettabile, e se sei depresso lo sai anche tu. Ti dico anche questo: alla gente "normale" non piacciono i depressi perché sono considerati lamentosi e colpevoli della propria condizione ("Fatti coraggio, mettici un po' di forza di volontà": non ti sembra implicitamente un'accusa?)

Se sei stanco di cadere, prima di fare del male a te stesso e a chi ti vuole bene, prova a consultare una persona competente: che ti costa?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Penso più d'uno, qui dentro..essendo un forum di psicologia molte persone in questi anni si sono affacciate per i più disparati malesseri..

Credo anch'io che gli appelli alla buona volontà, le esortazioni a reagire,a darsi da fare non servino a nulla anzi inducono un senso di inadeguatezza in chi chiede aiuto e cerca ascolto..In realtà io credo che tali esortazioni,in chi le fa, nascondano la negazione e la paura della possibilità di essere depresso..

Quanto ai modi con cui curare la depressione e quali siano le sue cause è un dibattito aperto, mi pare, e credo inoltre che si possano distinguere diversi tipi di depressione..quindi è unicamente uno specialista che, dopo averlo conosciuto, potrà indicare a Sax la terapia da seguire...

Non sono daccordo sul fatto che sia inutile parlargli...lui si è affacciato qui alla ricerca di un contatto con gli utenti del forum e ciascuno a suo modo lo ha accolto...magari questo ce lo può dire meglio lui..

Ilaria, sono d'accordo con te che più o meno tutti qua dentro soffrano di qualche malessere. Ma malessere non è depressione. La depressione è _Depressione_: è una malattia ben precisa con cause neurobiologiche accertate, e non è un dibattito aperto, è scienza.

Certo che lui si è affacciato qui alla ricerca di un aiuto: non sa che la sua condizione è una patologia. Ma non siamo le persone adatte ad aiutarlo, e fargli credere in buona fede che con un po' di buona volontà si possa risolvere tutto può soltanto peggiorare la sua situazione. Forse per qualcuno funziona, ma se è per questo c'è anche chi sostiene di essere guarito dal cancro grazie alla fede e alla forza di volontà: buon per loro.

Sassofonista: ti senti meglio dopo tutte le risposte che hai ricevuto?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non sono intervenuta nella discussione di Sax perchè non sono l'ideale per dare consigli ora.

Però ho letto che (forse proprio tu Ilaria), gli avevano indicato dove informarsi nella sua città per uno psicologo.

Farlo parlare qui secondo me lo aiuta a sentirsi un po' meno solo.

Però è ovvio che deve rivolgersi a qualcuno.

Anche io penso che non è detto che debba prendere farmaci.

Durante l'adolescenza io ho visto miei amici passarne di tutti i tipi, e non tutti come me hanno continuato ad avere problemi. Si sa che comunque è un periodo delicato. Ma non voglio assolutamente minimizzare dicendo questo.

Sicuramente, saxofonista, prima ti rivolgi ad un esperto e meglio è.

Ma se tu non ti muovi in qualche modo, qui non puoi trovare l'aiuto di cui hai bisogno per star meglio.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
nn so chi contattare...

io non voglio che poi mi dica qualcose che mi deprimono ancora di piu...

Appunto. È tipico del depresso rifiutare qualsiasi soluzione. Cosa c'è che possa deprimerti ancora di più? Puoi parlare con i tuoi genitori di questo tuo disagio? Hai un medico di famiglia che possa indirizzarti a uno specialista?

Prevedo risposte negative.

Caro Sax, sei giovane e hai una vita davanti. Se solo potessi immaginare quanto siano reali le prospettive di guarire. Guarda, non è difficile: l'unico sforzo di volontà che ti è richiesto è affidarti alle cure di un medico, al resto penserà lui.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
probabilmente non dovevo iscrivermi al forum , provo a chiedere consiglio al psicologo in chat quando c'è poi me ne vado

Non devi andartene: tanti ti hanno risposto e accolto positivamente. Ma sicuramente fai bene a chiedere consiglio allo psicologo. Fallo per tutti quelli che ti hanno dedicato del tempo, vuoi?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
probabilmente non dovevo iscrivermi al forum , provo a chiedere consiglio al psicologo in chat quando c'è poi me ne vado

Invece secondo me hai fatto benissimo, e tutti qui saranno ben lieti che resti e fai sapere come procedono le cose.

Però non basta parlare qui dei tuoi problemi..lo capisci?

Non che non sia utile, ma sicuramente non basta.

Perchè non vuoi direttamente informarti per uno psicologo?

Anche se dovessi riuscire a parlare con quello in chat(a patto che ci sia, non so), ti direbbe la stessa cosa, credimi.

Purtroppo se vuoi davvero guarire devi metterti in discussione ed affrontare il problema con l'aiuto di un esperto.

Nessuno qua ha la bacchetta magica per farti guarire, il vero aiuto che cerchi, purtroppo, non può limitarsi al web.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ilaria, sono d'accordo con te che più o meno tutti qua dentro soffrano di qualche malessere. Ma malessere non è depressione. La depressione è _Depressione_: è una malattia ben precisa con cause neurobiologiche accertate, e non è un dibattito aperto, è scienza.

Certo che lui si è affacciato qui alla ricerca di un aiuto: non sa che la sua condizione è una patologia. Ma non siamo le persone adatte ad aiutarlo, e fargli credere in buona fede che con un po' di buona volontà si possa risolvere tutto può soltanto peggiorare la sua situazione. Forse per qualcuno funziona, ma se è per questo c'è anche chi sostiene di essere guarito dal cancro grazie alla fede e alla forza di volontà: buon per loro.

Sassofonista: ti senti meglio dopo tutte le risposte che hai ricevuto?

Muchacha io capisco che il trasporto che metti nelle tue parole sono dettate dal tuo diretto coinvolgimento nel caso di Sassofonista.

Tieni presente che intendevo "malessere" nel senso che chi si affaccia su questo forum può soffrire di dap, anoressia, depressione,fobia sociale,psicosi ecc.ecc. avrei dovuto chiamarle "patologie" ma volevo solo essere più soft con le parole..

Di depressioni credo ce ne siano di vari tipi e gradi,potrei facilmente cercare in internet o sul dsm ma non è impossibile per chiunque voglia andare a verificare, e il dibattito "scientifico" è aperto non foss'altro perchè gli addetti da anni si accapigliano se sia una malattia organica o no (la mia,per esempio, è una depressione abbandonica che dipende dal vissuto); il fronte è spaccato tra noti fautori degli psicofarmaci e altrettanto noti sostenitori della psicoterapia,e chi sostiene approcci integrati. E anche nel forum non sono mancate accese polemiche in merito...

Ma non è questo il punto...

Io son d'accordo con te che,come ho già detto, gli appelli alla volontà siano assolutamente inutili, ma ripeto siamo in un forum pubblico e fatta la debita premessa che Sax deve rivolgersi a uno specialista e forniti al diretto interessato gli indirizzi a cui potersi rivolgere,(cosa che ho fatto io stessa recuperando indirizzi di consultori della sua città) poi..il resto non possono che essere dialogo,e contraddittorio che sarebbe un peccato inibire...ed è evidente che non essendo nessuno di noi uno specialista non possiamo che parlare a titolo personale ed esprimere un punto di vista,non l'unico esistente, altrettanto personale...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Io son d'accordo con te che,come ho già detto, gli appelli alla volontà siano assolutamente inutili, ma ripeto siamo in un forum pubblico e fatta la debita premessa che Sax deve rivolgersi a uno specialista e forniti al diretto interessato gli indirizzi a cui potersi rivolgere,(cosa che ho fatto io stessa recuperando indirizzi di consultori della sua città) poi..il resto non possono che essere dialogo,e contraddittorio che sarebbe un peccato inibire...ed è evidente che non essendo nessuno di noi uno specialista non possiamo che parlare a titolo personale ed esprimere un punto di vista,non l'unico esistente, altrettanto personale...

Sì Ilaria, hai ragione e mi scuso con tutti per la mia veemenza, solo che... se tu sapessi il male che fanno gli incoraggiamenti alla forza d'animo. E che, uno mica lo fa apposta a soffrire :3_2: Ti giuro, uno apprezza le buone intenzioni ma finisce col sentirsi un'emerita <...>, che spero non sia il caso del nostro Sassofonista. E come cadono nel vuoto le parole positive -_-

Ti giuro, sono stata male tutta la notte a pensare a Sax, a come in fondo sia incompreso il suo malessere e a come mi sia sentita sola io alla sua età o giù di lì.

Un abbraccio a tutti e un grazie a nome della "categoria" :icon_mrgreen:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
nn so chi contattare...

io non voglio che poi mi dica qualcose che mi deprimono ancora di piu...

sassofonista...ilaria gli indirizzi te li ha dati. Io ti ho chiesto più volte se hai guardato quei link e tu non mi hai mai risposto!

Il consiglio di muchacha è giusto...ma non è che lo psichiatra ti venga a prendere a casa...sei tu a doverlo cercare!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ragazzi, scusate, capisco la buona volontà di tutti nel cercare di tirare su il morale a questo ragazzo, ma se davvero sta così male come dice è depresso.

Qualcuno di voi ha un'esperienza diretta di depressione? Sulla propria pelle? Parlo di Depressione, non di generica malinconia.

La depressione è una brutta bestia perché chi non l'ha provata non ne capisce l'entità, non ne capisce le motivazioni, semplicemente non la capisce.

È una brutta bestia perché è subdola, uccide la forza di volontà e la voglia di vivere. È una brutta bestia perché chi ne soffre non sa di avere una malattia curabile, e in ogni caso non ha alcun desiderio di curarsi. È terribile perché tutti cercano di tirarti su il morale, ti incitano a farti forza, a dedicarti a un hobby, a uscire e farti degli amici, facendoti sentire ancora più inadeguato e disperato. Ma non si è depressi perché si è soli: si è soli perché si è depressi.

Un depresso non cerca di uccidersi nella fase acuta della malattia ma nel momento in cui sente di stare appena un po' meglio, perché solo allora recupera quel minimo di forza di volontà che serve per porre fine alla sofferenza. È per questo che una terapia farmacologica deve essere prescritta da uno psichiatra e non da un medico generico, e che nella fase iniziale della cura il depresso viene tenuto costantemente sotto controllo. Perché è la fase più delicata della terapia.

La depressione non si cura con le parole: si cura con i farmaci. Poi può seguire una psicoterapia che corregge i problemi comportamentali innescati inevitabilmente dalla depressione soprattutto se insorta in età precoce.

Quindi è inutile, e può essere addirittura controproducente, parlargli e dargli consigli. Non chiedetegli cos'è che lo fa stare così male: non lo sa, semplicemente perché il suo malessere non dipende da cause contingenti ma biochimiche. E se non sei uno psichiatra non puoi saperlo.

Lo dico con il cuore in mano: se volete dargli un consiglio, invitatelo a rivolgersi a uno psichiatra. È l'unico che possa aiutarlo.

A me nessuno l'ha consigliato. Quando l'ho capito avevo già sprecato 20 anni di vita.

Mi inserisco in punta di piedi,faccio una piccola premessa,IO NON SONO NESSUNO,SONO SOLO UN ESSERE UMANO COME TUTTI QUANTI,e come tutti quanti nel bene è nel male ho preso tante di quelle LEGNATE,che se le dovessi elencare ci metterei una giornata intera,ed è per questo che avrei avuto tutte le attenuanti per andare in CRISI o DEPRESSIONI......mi rendo conto che quando si a che fare con la chimica si scaturisce un processo complicato,e su questo mi preme dire qualcosa.Il processo BIOCHIMICO lo COMANDIAMO NOI.Si! siamo noi a farlo mettere in moto,come?attraverso pseudopaturnie,false aspettative è quant'altro.Faccio solo un piccolo esempio:nel mio campo qualche anno fa mi presi un DIPLOMA di BIOCHIMICA DEL CUOIO CAPELLUTO e DEI CAPELLI,ed o dovuto studiare ANCHE una parte del corpo umano.Bene o scoperto che esiste una correlazione spaventosa attraverso il sistema biochiimico.Quando c'è qualcosa che non va nel nostro organismo si inizia partendo dalle ghiandole endocrine prima poi quelle esocrine,un meccanismo pazzesco,passando poi tra il sistema prima simpatico e poi successivamente parasimpatico,con i le varie funzioni dei dentriri ,sinapsi,etc......insomma una guerra,è da un mio MODESTO parere sapete che e il CONDUTTORE?..siamo noi!!!!.......detto questo mi fermo qua,considerate quello che o scritto inizialmente,non sono NESSUNO sono solo una persona che ascolta,è in quanto sente delle difficoltà VORREBBE cercare INDEGNAMENTE ove mai avesse la PRESUNZIONE di dire delle cose,dare un MODESTO CONTRIBUTO,sbagliato o meno ma almeno ci si prova.BUONA FORTUNA!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Mi inserisco in punta di piedi,faccio una piccola premessa,IO NON SONO NESSUNO,SONO SOLO UN ESSERE UMANO COME TUTTI QUANTI,e come tutti quanti nel bene è nel male ho preso tante di quelle LEGNATE,che se le dovessi elencare ci metterei una giornata intera,ed è per questo che avrei avuto tutte le attenuanti per andare in CRISI o DEPRESSIONI......

ecco sono frasi come queste che mi innervosiscono...perché uno per andare in crisi deve avere le attenuanti.

mi rendo conto che quando si a che fare con la chimica si scaturisce un processo complicato,e su questo mi preme dire qualcosa.Il processo BIOCHIMICO lo COMANDIAMO NOI.

è vero...ma non lo comandiamo con un atto di volontà. Non è che un depresso (inteso come persona che soffre di depressione diagnosticata, non parlo di che è un po' giù...) si mette li e dice: ora con la mia volontà ordino alla biochimica del mio cervello di cambiare...

Lo sai che sono questi tipi di pregiudizi che fanno si che persone come muchacha aspettino 20 anni prima di rivolgersi a uno psichiatra. 20 anni di sofferenza che avrebbe potuto evitare perché esistono le cure, anche farmacologiche adeguate!

20 anni perché la gente pensa che la depressione dipenda da una mancanza di volontà!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ecco sono frasi come queste che mi innervosiscono...perché uno per andare in crisi deve avere le attenuanti.

è vero...ma non lo comandiamo con un atto di volontà. Non è che un depresso (inteso come persona che soffre di depressione diagnosticata, non parlo di che è un po' giù...) si mette li e dice: ora con la mia volontà ordino alla biochimica del mio cervello di cambiare...

Lo sai che sono questi tipi di pregiudizi che fanno si che persone come muchacha aspettino 20 anni prima di rivolgersi a uno psichiatra. 20 anni di sofferenza che avrebbe potuto evitare perché esistono le cure, anche farmacologiche adeguate!

20 anni perché la gente pensa che la depressione dipenda da una mancanza di volontà!

Potrebbe essere un ATTENUANTE uso il condizionale......ma siccome ti voglio troppo bene non posso replicarti.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Potrebbe essere un ATTENUANTE uso il condizionale......ma siccome ti voglio troppo bene non posso replicarti.

ma l'attenuante ce la può avere chi commette un reato, non chi soffre di depressione!

Dal dizionario...ATTENUANTE: circostanza che giustifica in parte un comportamento: l’unica sua a. era l’inesperienza

La depressione non è un comportamento!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ragazzi, scusate, capisco la buona volontà di tutti nel cercare di tirare su il morale a questo ragazzo, ma se davvero sta così male come dice è depresso.

Qualcuno di voi ha un'esperienza diretta di depressione? Sulla propria pelle? Parlo di Depressione, non di generica malinconia.

La depressione è una brutta bestia perché chi non l'ha provata non ne capisce l'entità, non ne capisce le motivazioni, semplicemente non la capisce.

È una brutta bestia perché è subdola, uccide la forza di volontà e la voglia di vivere. È una brutta bestia perché chi ne soffre non sa di avere una malattia curabile, e in ogni caso non ha alcun desiderio di curarsi. È terribile perché tutti cercano di tirarti su il morale, ti incitano a farti forza, a dedicarti a un hobby, a uscire e farti degli amici, facendoti sentire ancora più inadeguato e disperato. Ma non si è depressi perché si è soli: si è soli perché si è depressi.

Un depresso non cerca di uccidersi nella fase acuta della malattia ma nel momento in cui sente di stare appena un po' meglio, perché solo allora recupera quel minimo di forza di volontà che serve per porre fine alla sofferenza. È per questo che una terapia farmacologica deve essere prescritta da uno psichiatra e non da un medico generico, e che nella fase iniziale della cura il depresso viene tenuto costantemente sotto controllo. Perché è la fase più delicata della terapia.

La depressione non si cura con le parole: si cura con i farmaci. Poi può seguire una psicoterapia che corregge i problemi comportamentali innescati inevitabilmente dalla depressione soprattutto se insorta in età precoce.

Quindi è inutile, e può essere addirittura controproducente, parlargli e dargli consigli. Non chiedetegli cos'è che lo fa stare così male: non lo sa, semplicemente perché il suo malessere non dipende da cause contingenti ma biochimiche. E se non sei uno psichiatra non puoi saperlo.

Lo dico con il cuore in mano: se volete dargli un consiglio, invitatelo a rivolgersi a uno psichiatra. È l'unico che possa aiutarlo.

A me nessuno l'ha consigliato. Quando l'ho capito avevo già sprecato 20 anni di vita.

bah per me è come se cerchi di curare con dei farmaci un innamorato..l'amore non si cura.

Allo stesso modo se io ho perso ogni scopo per vivere (non so mi è morta mia moglie e la figlia-- le uniche persone per cui vivevo) e vado in depressione...per me la depressione è la normalità...è la reazione più normale del nostro organismo e non va "trattata" con i farmarci.

A quel punto se devi rincitrullirti il cervello per star meglio alcolizzati e ottieni lo stesso risultato.

E a quel punto invece di alcolizzarti io ti direi di spararti un colpo in testa se proprio la vita ti provoca tanta sofferenza.

La vita non deve essere un obbligo...se sei felice di viverla vivila; se arrivi al punto in cui vedi nella vita solo sofferenza non continuare a soffrire.

Se, invece, vuoi prendere te stesso a 4 mani e uscirne provaci con la tua forza di volontà...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

se le parole di mucha mi sono sembrate abbastanza dure, le tue giova sono davvero impossibili...

parli da persona che non conosce gli effetti della depressione...purtroppo anch'io mi incazzavo quando vedevo ....va bè lasciamo stare, ma poi quando è capitato a me, beh ma che forza di volontà e forza di volontà...è come se hai la febbre e dici: ok la mia forza di volontà mi farà guarire!!!! questo ovviamente significa considerare la depressione non una patologia, ma un semplice stato d'umore...purtroppo non è così....provare per credere (non lo auguro a nessuno!)

per quanto riguarda te mucha, beh pewsno che un pò tutti ci eravamo resi conto che il ragazzo fosse depresso, diciamo che uno che vuole morire non è uno che si sbellica dalle risate tutto il giorno...se vuole morire e vuole suicidarsi e on vede altra via d'usicta solo depresso può essere!

Qualcuno di voi ha un'esperienza diretta di depressione? Sulla propria pelle? Parlo di Depressione, non di generica malinconia.

si sulla mia pelle e non solo....

È una brutta bestia perché è subdola, uccide la forza di volontà e la voglia di vivere. È una brutta bestia perché chi ne soffre non sa di avere una malattia curabile, e in ogni caso non ha alcun desiderio di curarsi. È terribile perché tutti cercano di tirarti su il morale, ti incitano a farti forza, a dedicarti a un hobby, a uscire e farti degli amici, facendoti sentire ancora più inadeguato e disperato. Ma non si è depressi perché si è soli: si è soli perché si è depressi.

Un depresso non cerca di uccidersi nella fase acuta della malattia ma nel momento in cui sente di stare appena un po' meglio, perché solo allora recupera quel minimo di forza di volontà che serve per porre fine alla sofferenza. È per questo che una terapia farmacologica deve essere prescritta da uno psichiatra e non da un medico generico, e che nella fase iniziale della cura il depresso viene tenuto costantemente sotto controllo. Perché è la fase più delicata della terapia.

non posso essere che d'accordo su questo....niente da obiettare...

La depressione non si cura con le parole: si cura con i farmaci. Poi può seguire una psicoterapia che corregge i problemi comportamentali innescati inevitabilmente dalla depressione soprattutto se insorta in età precoce.

Quindi è inutile, e può essere addirittura controproducente, parlargli e dargli consigli. Non chiedetegli cos'è che lo fa stare così male: non lo sa, semplicemente perché il suo malessere non dipende da cause contingenti ma biochimiche. E se non sei uno psichiatra non puoi saperlo.

ma qui devo assolutamente dirti: ma che stai dicendo? non metto in dubbio che i farmaci siano una buon metodo di guarigione ma da soli non fanno asoolutamente niente se non creare dipendenza secondo me..."POI PUOI SEGUIRE UNA PSICOTERAPIA..." scusami ma secondo me è il contrario...inizi seguendo una psicoterapia nella quale il tuo psi valuta la situazione e se la depressione è grave ti prescrive dei farmaci...io sono dell'idea che i farmaci da soli fanno poco, pochissimo...e posso riportare esempi di vita diretta di persone che "quando si sentono giù" (affette cmq da depressione intendiamoci) prendono gli psicofarmaci per un periodo indeterminato...e di persone che hanno superato la depressione con ricovero-psicoterapia-farmaci...

non vorrei che si banalizzasse così la depressione...boh...io la vedo diversamente da voi...

Lo dico con il cuore in mano: se volete dargli un consiglio, invitatelo a rivolgersi a uno psichiatra. È l'unico che possa aiutarlo.

credo che l'intento di tutti sia proprio questo qui...e si cerca di tutto per far convincere sasso!!!

il solo appunto che voglio fare è: non finiamo per dire che le parole non servono, che parlare non serve...perchè è proprio restando in silenzio che si cade nella depressione...poi...pensatela come volete...

joker...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Sì Ilaria, hai ragione e mi scuso con tutti per la mia veemenza, solo che... se tu sapessi il male che fanno gli incoraggiamenti alla forza d'animo. E che, uno mica lo fa apposta a soffrire :shok: Ti giuro, uno apprezza le buone intenzioni ma finisce col sentirsi un'emerita <...>, che spero non sia il caso del nostro Sassofonista. E come cadono nel vuoto le parole positive :;):

Ti giuro, sono stata male tutta la notte a pensare a Sax, a come in fondo sia incompreso il suo malessere e a come mi sia sentita sola io alla sua età o giù di lì.

Un abbraccio a tutti e un grazie a nome della "categoria" :Nail Biting:

un abbraccio anche a te:

regalino..fonte

Che cosa non dobbiamo dire ad un depresso?

  1. Cose da non dire:
    • Devi darti una smossa, devi reagire

    • Non devi star lì a pensare, devi svagarti, andare a divertirti

    • In fondo ci sono tante persone che stanno peggio di te

    • Non devi star lì a commiserarti, a piangerti addosso, devi reagire

    • Sono tutte tue fantasie

    • Devi crescere, non devi fare la vittima

    • Non ti manca nulla per essere felice

    • In fondo non stai così male, hai un ottimo aspetto

    • È solo un po’ di stress, un po’ di riposo ed un buon ricostituente e passa tutto

    • Le cose non sono poi così male, no?

    • Devi uscire di più, devi svagarti

    • Hai bisogno solo di una donna (di un uomo)

    • Dovresti fare più sesso, è quello che ti manca

    • Fai come me, quando sono un po’ giù mi faccio un bel bagno caldo e dopo mi sento un altro

    • Sorridi e il mondo ti sorriderà

    • A tutti capita prima o poi di essere depressi

    • Buttati nel lavoro

    • Ma se non sembri nemmeno depresso

    • Secondo me lo fai per attirare l’attenzione

    • I giorni neri capitano a tutti

    • Alla tua età dovresti goderti a pieno la vita, non stare qui a compiagerti

    • Facendo così, non solo fai del male a te stesso, ma fai star male anche chi ti sta intorno

    • Basta volerlo, con la volontà si può ottenere tutto

    • Devi sforzarti di più, non devi abbandonarti come stai facendo

    • Non avrei mai pensato che tu fossi così fragile

    • Esci, vai a comprarti qualcosa che ti piace, vedrai che poi starai meglio

    • Dovresti pregare di più, affidarti a Dio

    • Te lo sei cercato

    • Non hai nessun motivo per sentirti così

    • Alla tua età è normale essere depressi, la vita non ti riserva più niente di positivo

    • È una tua debolezza

    • Sono prove che ci manda il Signore

    • Di che cosa ti preoccupi? Dovresti essere contento, non ti manca niente

    • Basta non pensarci

    • Fai diventare depresso anche me

    • Il mondo non è poi così brutto

    • Non pensare al passato, buttati sul presente

    • Devi trovarti un hobby, uno svago, un interesse

    • E se ti capitasse qualcosa di veramente grave che cosa faresti?

    • Forse ti ci vuole un forte dispiacere per scuoterti e farti reagire

    • Butta via tutte le medicine e vedrai che starai bene

    • Smettila di lamentarti e datti da fare

    • Vai ad aiutare chi ha più bisogno di te e vedrai che ti passerà la voglia di lamentarti

    • Dai troppo ascolto ai dottori, a dar retta a loro saremmo tutti ammalati

    • Tutti abbiamo la nostra croce da portare

    • Nessuno è responsabile della tua depressione

    • Prenditi una bella vacanza e ti passerà tutto

è quanto basta per compiere un omicidio :)

backi.gif

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

:;):

complimenti a munchamuncha per aver agevolamente "indotto" la patologia nella mente di sassofonista :shok:

cmq, la depressione non è una cosa biologia, ma lo è la PREDISPOSIZIONE alla depressione, il che implica una certa fragilità a far fronte a determinati EVENTI SCATENANTI.

possiamo dire che la depressione è implicita in ognuno di noi, compito dei connotati biologici e ambientali è quello di favorire o meno l'invasione di tale caratteristica (caratteristica) dell'individuo. :Nail Biting:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
ecco sono frasi come queste che mi innervosiscono...perché uno per andare in crisi deve avere le attenuanti.

è vero...ma non lo comandiamo con un atto di volontà. Non è che un depresso (inteso come persona che soffre di depressione diagnosticata, non parlo di che è un po' giù...) si mette li e dice: ora con la mia volontà ordino alla biochimica del mio cervello di cambiare...

Lo sai che sono questi tipi di pregiudizi che fanno si che persone come muchacha aspettino 20 anni prima di rivolgersi a uno psichiatra. 20 anni di sofferenza che avrebbe potuto evitare perché esistono le cure, anche farmacologiche adeguate!

20 anni perché la gente pensa che la depressione dipenda da una mancanza di volontà!

E perché pensa che per rivolgersi a uno psichiatra si debba essere matti da legare con la camicia di forza.

Grazie judi :Nail Biting:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.