Vai al contenuto

Pubblicità

giovanni79

Vivere con i rimpianti

Recommended Posts

Sarei io nuova per prima cosa...è un discorso un po' per assurdo, ma certo se comincio a pensare a mia figlia, a mio marito....certo che non vorrei tornare indietro, ma se uno si potesse portare dietro solo la consapevolezza e non i ricordi, le persone care..etc, allora in questa "second life" inesistente mi sposerei con qualcun altro, avrei una figlia che amerei allo stesso modo ...ma non farei più tanti errori , tante scelte del cavolo che invece ho fatto e mi ritrovo tutte sul groppone...ma ripeto è un discorso un po' senza senso: se uno ha qualche rimpianto è normale che desideri tornare indietro, se uno non ce l'ha credo sia fortunato, sia per il corso della sua vita sia soprattutto per come ha saputo affrontarla...buon per lui, io non sono stata così brava! ...e non c'è la minima ironia in quello che dico!

spetta se torni indietro dimentichi tutto.....se non dimentichi ricordi figlia e marito....e se dimentichi rifaresti gli stessi errori...

siamo in un labirinto senza uscita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


penso che sia capitato a tuti pensare qualche volta "a se tornassi indietro"... però è un discorso un po' inutile e secondo me incanala verso una spira di pensieri che non sono costruttivi e poi lasciano il tempo che trovano.

ci puoi pensare anche ore ma non risolvi niente e intanto hai perso altro tempo a pensare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma perchè invece di aspettare che ci crescano le ali non facciamo di ciò che abbiamo un bell' aquilone??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hai sempre una risposta semplice per tutto?

non ci si spiega perché tanta gente soffra...

facciamo un esempio (è un esempio non è un discorso personale):

una donna per qualche motivo non ha avuto figli. può darsi che un giorno lo rimpianga. e su quelle scelte non può tornare indietro, per motivi biologici, intendo...

con cosa se lo costruisce l'aquilone?

anche quello del rimpianto è un sentimento umano. e bisogna cercare di non farsi sovrastare o schiacciare da questi pensieri...

ma perché sentirsi idioti perché si provano rimpianti? perché biasimare chi li prova?

mi sono un po' stufata di questa concezione per la quale ci sono le persone GIUSTE, FORTI, VOLENTEROSE, CAPACI...che come dei robot non provano rimpianti. o non hanno periodi neri. o non hanno mai desiderato di morire. o davanti ai problemi non sono mai presi dallo sconforto...

siamo tutti essere umani, cristo!

fallibili.

tu lapina quanti anni hai, che ti ritieni sempre immune da certi pensieri?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hai sempre una risposta semplice per tutto?

scusa se non trovo utile sbattermi la testa al muro.

non ci si spiega perché tanta gente soffra...

soffrono tutti prima o poi

facciamo un esempio (è un esempio non è un discorso personale):

una donna per qualche motivo non ha avuto figli. può darsi che un giorno lo rimpianga. e su quelle scelte non può tornare indietro, per motivi biologici, intendo...

è successo, la vita continua.

con cosa se lo costruisce l'aquilone?

con l' amore che si sarebbe sentita in grado di dare a quel figlio... può darlo anche al prossimo

anche quello del rimpianto è un sentimento umano. e bisogna cercare di non farsi sovrastare o schiacciare da questi pensieri...

ma perché sentirsi idioti perché si provano rimpianti? perché biasimare chi li prova?

mi sono un po' stufata di questa concezione per la quale ci sono le persone GIUSTE, FORTI, VOLENTEROSE, CAPACI...che come dei robot non provano rimpianti. o non hanno periodi neri. o non hanno mai desiderato di morire. o davanti ai problemi non sono mai presi dallo sconforto...

siamo tutti essere umani, cristo!

fallibili.

chi lo ha negato che il rimpianto è un sentimento umano?

chi ha detto idiota? chi ha biasimato?

chi ha esposto la fantomatica "concezione per la quale ci sono le persone GIUSTE, FORTI, VOLENTEROSE, CAPACI"?

tu lapina quanti anni hai, che ti ritieni sempre immune da certi pensieri?

non sono immune, semplicemente non mi ci crogiolo in quei pensieri.

Quanti anni ho? fai conto che ne abbia 15, juditta, così puoi dilettarti a dire che sono piccola e non ne so niente della vita o a ignorarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
spetta se torni indietro dimentichi tutto.....se non dimentichi ricordi figlia e marito....e se dimentichi rifaresti gli stessi errori...

siamo in un labirinto senza uscita...

certo...infatti si ragionava per assurdo.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eeehhhh.... che bello sarebbe il mondo se mi limitassi semplicemente a quotare..

penso che sia capitato a tuti pensare qualche volta "a se tornassi indietro"... però è un discorso un po' inutile e secondo me incanala verso una spira di pensieri che non sono costruttivi e poi lasciano il tempo che trovano.

ci puoi pensare anche ore ma non risolvi niente e intanto hai perso altro tempo a pensare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lapina te lo chiedo seriamente quanti anni hai, non sono provocatoria.

perché a 23 anni (per dire) ancora non si conosce il sentimento del rimpianto. tutte le porte sono aperte. per fortuna!

quindi tu parli di un sentimento che non hai ancora avuto modo di provare. dando per scontato che noi ci crogioliamo e a te non succederà mai!

poi qui siamo su un forum. e si discute. ad esempio il tono della mia risposta non era quello di crogiolarsi nel rimpianto, forse non hai letto bene...

idem per marilena, una donna realizzata nel lavoro, colta, con 1 (o di più, scusa marilena!!!) figlia...eppure prova dei rimpianti....

e dopo il tono della tua risposta ti domandi pure da dove io tragga la conclusione che tu ti senta superiore? fai un po' tu...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quindi tu parli di un sentimento che non hai ancora avuto modo di provare. dando per scontato che noi ci crogioliamo e a te non succederà mai!

ma dove l' hai letto questo?????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

facciamo che sono io a fraintendere sistematicamente, si, facciamo così.

così non ci mettiamo in gioco mai...

io in gioco mi sono messa, marilena pure, giovanni pure. abbiamo scritto: "ho sbagliato. ho un rimpianto".

tu cosa hai scritto di te? forse è per quello che trovo che faccia la superiore, non ti abbassi a dire "ho fatto sta xxxxxxx, me ne pento, ma non ho rimpianti..." allora avrebbe un peso diverso ciò che dici. non suonerebbe come un luogo comune. o come il normale sentimento di una persona giovane che ancora non ha commesso errori irrimediabili...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io trovo inutile fare un elenco degli errori che ho fatto ma se ti interessa te li posso raccontare così ti diverti a quantificarli.. eh già... perchè a quanto pare, se non ho rimpianti, non è perchè accetto la realtà ma perchè:

o sono presumibilmente qualche mese più piccola di te, che sei il riferimento della maturità

o non ho sofferto quanto te

Ti dico solo una cosa, mi dispiace farti soffrire così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma chi ti dice che mi stai facendo soffrire?

non è presunzione ritenere di avere il potere di farmi soffrire solo per quello che scrivi in un topic?

va bene che sono in terapia, ma non sono ancora messa così male...

ma OVVIO, che tu sia arrogante è un impressione mia....

e ti consiglio di rileggere la mia risposta di questo pomeriggio. toh te la quoto, così non fai fatica...

infatti secondo me questo discorso non è capibile da un ventenne...

e forse anch'io che ne ho un po' più di 30 sono prematura... è la consapevolezza che ci sono errori ai quali non è possibile porre rimedio. es. se io ai tempi ho sbagliato scelta degli studi...pace e amen. non posso rimediare a quell'errore!

ci sono porte ormai chiuse che non posso riaprire. es. non sono avviata a una brillante carriera...perché dopo una certa età non vieni considerato e basta. in italia sicuramente no (non so valutare nel resto del mondo...)

E' anche una questione di realismo. è infantile pensare che tutti gli errori siano rimediabili e tutte le porte ancora aperte. infatti in terapia non si fanno questi discorsi, semmai si cerca di imparare a fare i conti con la realtà.

poi può essere che i rimpianti nascano da una valutazione troppo negativa della nostra situazione attuale. della quale non vediamo i lati positivi...

a me non sembra di starmi crogiolando...

tu continui a non rispondere. e (dio mio) ammettere un mezzo errore per cui si prova rimpianto NON significa fare gara a chi ha avuto una vita più sfigata. non mi sembra di aver mai fatto classifiche di sfighe in questo forum. di aver detto soffro più di pinco o pallino. dico che tu in certi discorsi ti metti in cattedra. ci infondi la tua saggezza dall'alto, senza esporti. ed è quello che continui a fare.

mo' vado che sto soffrendo troppo per le tue dure parole. stanotte mi toccherà pure prendere un ansiolitico per riuscire a dormire...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
penso che sia capitato a tuti pensare qualche volta "a se tornassi indietro"... però è un discorso un po' inutile e secondo me incanala verso una spira di pensieri che non sono costruttivi e poi lasciano il tempo che trovano.

ci puoi pensare anche ore ma non risolvi niente e intanto hai perso altro tempo a pensare...

non solo tempo perso...ma anzi sofferenza prodotta e acquisita....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ma chi ti dice che mi stai facendo soffrire?

non è presunzione ritenere di avere il potere di farmi soffrire solo per quello che scrivi in un topic?

io vedo sofferenza nel fatto che continui a inseguirmi nei vari topic per dirmi che sono off topic o cose del tipo:

dico che tu in certi discorsi ti metti in cattedra. ci infondi la tua saggezza dall'alto, senza esporti. ed è quello che continui a fare.
e ti consiglio di rileggere la mia risposta di questo pomeriggio. toh te la quoto, così non fai fatica...

la nostra discussione partiva da dopo comunque.....

infatti secondo me questo discorso non è capibile da un ventenne... e forse anch'io che ne ho un po' più di 30 sono prematura...

come a dire "sono in grado di decidere i limiti, e lo faccio allontanandoli di un bel po dalla mia età ,ma ci metto quel forse per fare la modesta"

è la consapevolezza che ci sono errori ai quali non è possibile porre rimedio. es. se io ai tempi ho sbagliato scelta degli studi...pace e amen. non posso rimediare a quell'errore!

ci sono porte ormai chiuse che non posso riaprire. es. non sono avviata a una brillante carriera...perché dopo una certa età non vieni considerato e basta. in italia sicuramente no (non so valutare nel resto del mondo...)

E' anche una questione di realismo. è infantile pensare che tutti gli errori siano rimediabili e tutte le porte ancora aperte. infatti in terapia non si fanno questi discorsi, semmai si cerca di imparare a fare i conti con la realtà.

poi può essere che i rimpianti nascano da una valutazione troppo negativa della nostra situazione attuale. della quale non vediamo i lati positivi...

premessa a parte fila liscio come l'olio

a me non sembra di starmi crogiolando...

e chi ti ha detto che ti stai crogiolando?

io ho parlato di me non di te.

Buonanotte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io vedo sofferenza nel fatto che continui a inseguirmi nei vari topic per dirmi che sono off topic o cose del tipo:

ti ho detto che sono in disaccordo con te. col tuo modo di parlare dell'argomento "rimpianti" . non di essere OT

come a dire "sono in grado di decidere i limiti, e lo faccio allontanandoli di un bel po dalla mia ,ma ci metto quel forse per fare la modesta"

??? giuro che non ho capito!!!

comunque quella frase riflette la mia idea. io sono convinta che un ventenne non possa parlare di rimpianti. io a vent' anni non provavo ciò che provo ora. non mi sarei mai immaginata di arrivare un giorno a provarlo. ed è GIUSTO che sia così. é SANO che sia così. se un ventenne avesse già rimpianti, sarebbe triste!

la mia frase significava che è probabile che sia un mio problema se a 30 già mi vedo tante porte chiuse. un mio problema sul quale sto lavorando. intendevo dire questo con "prematura". ripeto che non ho capito cosa ci hai letto tu...

comunque i dialoghi con te sono terribilmente a senso unico...io ci provo a spiegare la mia idea. tu continui a scrivere "e dove ho scritto questo?" " e chi intendeva quello?"... non faresti prima a spiegare cosa intendevi, visto che io non l'ho capito o l'ho frainteso?

io in questo atteggiamento ci leggo presunzione. mi sbaglierò, ripeto per la millesima volta....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di essere OT me l'hai detto in altri topic.

La dinamica è sempre la stessa: io scrivo una frase di massimo due righe e tu subito li pronta a dirmi che sono OT, che faccio la superiore che faccio la saggia, che parlo senza sapere, che accuso che offendo...

mi sembra normale chiederti come cavolo hai fatto a leggere tutto ciò in due righe!!!!!!

sei tu che mi devi dire dov'è che vuoi arrivare perchè io ti sto solo rispondendo e a dire il vero non ha neanche più tanto senso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ti ho detto che sono in disaccordo con te. col tuo modo di parlare dell'argomento "rimpianti" . non di essere OT

??? giuro che non ho capito!!!

comunque quella frase riflette la mia idea. io sono convinta che un ventenne non possa parlare di rimpianti. io a vent' anni non provavo ciò che provo ora. non mi sarei mai immaginata di arrivare un giorno a provarlo. ed è GIUSTO che sia così. é SANO che sia così. se un ventenne avesse già rimpianti, sarebbe triste!

Ma stiamo all'asilo che dove chi è più grande è più "fico"? Ma vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :D:

Se vuoi ti presento qualche sessantenne che dall'alto della sua esperienza ti zittisce decisamente, che a 30 anni hai ancora i denti da latte... no?

Vedi, niente in contrario che tu dica "è la MIA idea", ma poi evita di sentenziare "è GIUSTO e SANO", che se uno legge certe cose e ci crede inizia a pensare di essere sbagliato e malato... :Whistle:

Avrai le tue discussioni personali con Lapina, ma io quando vedo un "inquinamento" di un topic che mi piace in questo modo, mi altero un po'...

Avere una propria idea sui rimpianti prescinde dall'età, e credo che in teoria possa prescindere dai rimpianti stessi. Ma nessuno ha letto quella mia frase sull'essere una cosa estremamente RELATIVA ED INDIVIDUALE? Era per Giovanni, spero che lui la legga, ci tenevo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io temo di non riuscire a spiegarmi...io non dico che non si possano provare rimpianti a 20 anni. ma che ci sono sentimenti che si scoprono durante il percorso della vita. a venti anni nessuno di noi immagina o si augura di ritrovarsi (chessò) a 60 e dire: "ho sbagliato tutto!!!". ma poi a volte succede... trovo "presuntuoso" a venti o trent'anni pensare che chi prova rimpianti si stia crogiolando, semplicemente perché non abbiamo ancora fatto l'esperienza di aver dato alla nostra vita un indirizzo che non si può cambiare.

è tanto incomprensibile il mio discorso?

poi io SONO D'ACCORDO che è inutile, dannoso e doloroso fossilizzarsi su quello che non si è fatto o si è sbagliato fare. sono d'accordo con voi, come ve lo devo dire?

però io trovo il rimpianto un sentimento molto umano. io lo capisco. capisco anche che a volte per mille motivi la razionalità non serve a nulla. Giovanni razionalmente si dirà "è inutile piangere sul latte versato. E' inutile crogiolarsi. " ma a volte il cervello si blocca su un sentimento...è c'è bisogno che qualcuno dal di fuori ti aiuti a uscire da un loop maledetto...perché tu DAL DI DENTRO non ce la fai!

e anche questa dinamica, se non la si è vissuta, è difficile da capire. probabilmente io non riesco a spiegarla....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io a 23 anni avevo moltissimi rimpianti....

rimpiangevo di non aver fatto scuola dell'arte ma ragioneria per un lavoro sicuro

rimpiangevo tanti anni in violenza e droga

rimpiangevo la mia decisione di lasciare la mia ex per lo sballo

rimpiangevo di aver fatto star sveglia mia madre la notte a piangere perchè io giocavo a fare il ganster...

si! a ventanni si possono avere tantissimi rimpianti , come a trenta e come a novanta.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse l'incomprensione nasce dalla connotazione diversa che diamo alla parola RIMPIANTO.

e bisogna dire che tu mio hai avuto una vita intensa... ^_^

dal De Mauro:

rim|piàn|to

p.pass., agg., s.m.

1 p.pass. ⇒rimpiangere

2 agg. CO che è ricordato con rammarico e nostalgia: vacanze a lungo rimpiante | compianto: il r. presidente

3a s.m. AU sentimento doloroso per la perdita irrimediabile di persone, cose o per vicende, situazioni passate e concluse: r. di un amore, r. della gioventù

3b s.m. AU rammarico per ciò che non si è fatto, per le opportunità perdute, ecc.: r. per una scelta sbagliata

diciamo che secondo me a vent' anni...se uno ha sbagliato scuola o lavoro ha ancora margini per rimediare.

a 60 no.

da qui nasce quello che io definisco rimpianto.

( e sempre per questo motivo ho detto che averne a 30 e qualcosa anni è prematuro...è prematuro per me, lo considero un mio problema, simile a quello di Giovanni...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
di essere OT me l'hai detto in altri topic.

La dinamica è sempre la stessa: io scrivo una frase di massimo due righe e tu subito li pronta a dirmi che sono OT, che faccio la superiore che faccio la saggia, che parlo senza sapere, che accuso che offendo...

mi sembra normale chiederti come cavolo hai fatto a leggere tutto ciò in due righe!!!!!!

sei tu che mi devi dire dov'è che vuoi arrivare perchè io ti sto solo rispondendo e a dire il vero non ha neanche più tanto senso...

purtroppo mi ritrovo a doverti dire che questa dinamica la stai vivendo/creando tu!

quello che posso dirti io è che:

-sicuramente abbiamo idee diverse. molto

-scrivendo sullo stesso forum, è successo che in alcuni topic ci siano state delle divergenze. o che io abbia espresso di essere in disaccordo con te.

TUTTO QUI

ma che partendo da questi fatti invece diventa che:

- io sto soffrendo (???? ^_^ ???)

Ti dico solo una cosa, mi dispiace farti soffrire così.

e non è la prima volta che parli di sofferenza. ma secondo te l'unico motivo razionale per il quale esprimo idee diverse dalle tue, è che io stia soffrendo?

ti rendi conto della pesantezza di questa affermazione? io sarò offensiva...ma cara mia, non ti credere immune da questo errore...

-allora ti inseguo per i topic a dirti che sei OT (???? :LMAO: ????)

io vedo sofferenza nel fatto che continui a inseguirmi nei vari topic per dirmi che sono off topic

- e quindi tu non rispondi neanche a ciò che scrivo, perché ciò che scrivo è dettato da codesta dinamica... (????? :huh: ????)

questo è un problema tuo.

e io non mi ci metto. eviterò di rivolgermi a te, dato che tu non mi risponderai per i motivi che hai espresso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che bisogna distinguere tra rimpianti e pentimenti, l'età può non essere fondamentale ma fa la differenza in entrambi i casi. Scelte sbagliate o basate su presupposti sbagliati ne facciamo tutti a tutte le età: il pentimento, a parte pochissimi eletti, appartiene a tutti e a tutte le età. Il rimpianto è qualcosa di più: presuppone una scelta sbagliata alla quale non si può più porre rimedio, e sebbene possa essere sperimentato a tutte le età è però pur vero che se uno è giovane più facilmente può rimediare ad un errore....ci sono poche cose che non possono essere corrette a vent'anni, a cinquanta ce ne sono una marea....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok....adesso mi pare giunto il momento della miofia.... ^_^

cos'è il rimpianto? Da dove nasce?

credete che se uno fosse gioiso e felice nell'adesso avrebbe rimpianti? Il rimpianto ha una base per la sua esistenza....la non completa accettazione (dovuta per me a non comprensione) della vita nel suo oggi, altrimenti non avrebbe nemmeno il tempo per i rimpianti.

quando non vi è questa pace, si cerca una soluzione di fuga,,,,,,e io credo sia la condizione di tutti....si fugge dalla nostra realtà...il nulla!!!!

adesso la maggioranza fugge nella speranza...o nei bei ricordi....questo perchè si ha un senso di "dover riuscire" ...e il non dichiararsi sconfitti...

ma a volte , a volte proprio non ce la facciamo, siamo arresi, siamo delusi, siamo affranti....ed ecco il rimpianto, l'unica ultima speranza di cambiare l'adesso rimpiangendo cio che secondo noi , ripeto secondo noi, a resto così l'adesso....

comprendere la perfezione dell'adesso eviterebbe la fuga e farebbe godere di quella ninfa di vita che è gioia assoluta, che l'adesso ha,,,,,ed ha sempre!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ok....adesso mi pare giunto il momento della miofia.... ^_^

cos'è il rimpianto? Da dove nasce?

credete che se uno fosse gioiso e felice nell'adesso avrebbe rimpianti? Il rimpianto ha una base per la sua esistenza....la non completa accettazione (dovuta per me a non comprensione) della vita nel suo oggi, altrimenti non avrebbe nemmeno il tempo per i rimpianti.

comprendere la perfezione dell'adesso eviterebbe la fuga e farebbe godere di quella ninfa di vita che è gioia assoluta, che l'adesso ha,,,,,ed ha sempre!!

mio, il mio adesso non è perfetto per niente, la mia vita non è gioia assoluta o almeno io così la percepisco (il che è uguale) ..certo potrei accontentarmi, il peggio non muore mai si dice....ma appunto tante volte ci si arrende, non ce la fai più...se poi non te la puoi prendere col fato, coi mali del mondo....e anzi metti bene a fuoco che la tua insoddisfazione dipende da te stessa, dalla tua incapacità anche di comprendere e godere di questa "gioia assoluta" e se poi l'età non ti consente più di invertire la rotta per stanchezza ed energie oltre che per difficoltà oggettive...bè allora c'è il rimpianto: non è utile, non ti cambia la vita, ti aiuta solo a piangere sul latte versato, non ci si dovrebbe indugiare, ma....io, almeno, non posso negarlo! Ho avuto poca cura di me stessa per mille motivi e ora sto raccogliendo tutti i frutti del caso e non è una bella sensazione, invidio chi ne è immune e auguro a chi è più giovane di poter interrompere spirali che non si potranno più raddrizzare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.