Vai al contenuto

Messaggi consigliati

voglio raccontarvi del mio problema:

Da quando ero piccolo, per colpa delle stronzate dei miei genitori (litigi e robe varie) a scuola non socializzavo, ero anche un po aggressivo mi sentivo odiato, e quindi odiavo ancora di piu,

questo è andato avanti senza che io capissi che era un problema (anche perchè sono stupido) fino a circa 13 anni,

cominciavo ad accorgermi che qualcosa non andava,

mi capitava di pensare alle ragazze , e quindi mi sono accorto di essere solo, che anchio avevo bisogno di affetto , anche se mel'ero negato per tutta la vita, e cominciato tutto gradualmente, e piu capivo di essere solo piu mi assalivano periodi di disperazione e rabbia o tristezza, desideravo uccidere tutte le persone che avrei voluto vicino , ma che se ne fregavano di me, o ancora peggio mi odiavano, ho provato a chiedere aiuto a delle ragazze della mia classe (su msn) all'inizio erano gentili, ma poi hanno deciso di abbandonarmi, ormai loro erano la unica speranza, così ho cominciato a pensare al suicidio, però non lo pensavo seriamente.

cosi, finì la 3 media, mi sono rilassato, e ho pensato che in prima superiore tutto sarebbe cambiato, ho passato le vacanze davanti al pc (non avevo altro da fare) ,

comincia la scuola, ho provato un po ad aprirmi , ho cominciato ad impegnarmi quando ero a scuola , anche se per me era difficile andavo a parlare timidamente con delle compagne di classe in cortile, dopo 2 volte mi hanno mandato via , allora ho cominciato a volermi suicidare seriamente, e a scuola non facevo piu niente, le compagne bastarde dicevano

" se non vuoi far niente vai all'alberti" che sarebbe una scuola piu facile, anche se in realtà erano loro che non mi facevano fare niente, ho insistito dal preside a farmi cambiare di classe, e alla fine ci sono riuscito,

nella nuova classe (in cui mi sono inserito verso ottobre) , il primo giorno è andato bene (anche se in pausa mi hanno lasciato solo in classe ) ho fatto finta di niente,andando avanti mi trattavano come se non esistessi,

però io non volevo, e non essendo buono a socializzare , quando mi mettevo vicino a qualcuna mi diceva cose tipo "che vuoi?" o cose del genere, dicevano ai professori bastardi che davo fastidio, e loro mi spostavano e minacciavano,

io non ne volevo sapere di stare da solo, dalla disperazione continuavo a cercare un rapporto, e mi è ricominciata la rabbia, ogni giorno vedevo tante persone a cui avrei affidato volentieri il mio cuore, che però non mi guardavano nemmeno, da quando andavo in tram a scuola a quando tornavo ero completamente disperato, vedevo ogni giorno come una nuova possibilità e quindi ogni giorno venivo deluso, andavo sempre a scuola,perchè qualcosa mi diceva che poteva essere la volta buona, in fondo a casa non sarebbe mai potuto cambiare niente, mi hanno anche sospeso 2 volte per le note che prendevo. e allo stesso tempo cera mia madre che rompeva per le note, perche non studiavo (insomma a lei non gliene fregava 1 c***o di me, ma solo della scuola)

le ultime 3 settimane poi non sono andato a scuola, quando capii che era solo un dolore e che nulla sarebbe cambiato anche se mia madre era contraria la ignoravo, e non poteva mandarmi con la forza visto che lavorava ( e giuro che lo avrebbe fatto)

quest'estate l'ho passata al pc, annoiandomi,

il prossimo anno mi sono iscritto al liceo ( e al conservatorio)

e questa sarà l'ultima possibilità che mi do prima della lametta, in fondo avevo bisogno solo di affetto e fiducia, nient'altro...

grazie 1000 per avermi ascoltato, anche se non so scrivere.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ciao, che ne dici di cambiare metodo?

Nel senso che secondo me dovresti smettere di avere delle aspettative..

anch'io ho avuto un pò di problemi di socializzazione,

tutto ha tardato ad arrivare finchè non ho capito che forse era il caso di smettere di cercare..

Finchè hai come obiettivo quello di cercare affetto agli occhi degli altri risulterai pesante ed invadente...

non cercare affetto, quello verrà, te lo assicuro...

vivi il presente.

il presente in questo caso è scambiare due chiacchiere senza fare di quelle due parole un debito.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
voglio raccontarvi del mio problema:

Da quando ero piccolo, per colpa delle stronzate dei miei genitori (litigi e robe varie) a scuola non socializzavo, ero anche un po aggressivo mi sentivo odiato, e quindi odiavo ancora di piu, ...grazie 1000 per avermi ascoltato, anche se non so scrivere.

Ciao Frenkalbatross, quello che è avvenuto nella tua infanzia corrisponde in psicologia ad uno script (un copione) ben delineato. I tuoi genitori ti hanno cresciuto in un ambiente aggressivo, di conseguenza la tua modalità relazionale è centrata sulla collera, prevalendo così su altre emozioni quali attaccamento e affetto.

Con un organizzazione emotiva centrata sulla collera tendiamo a focalizzarci su eventi come frustrazioni, negligenze e insulti, stimolando così l'esigenza di vendicarci ed essere aggressivi. Perseguendo questo script potresti avere buone possibilità di essere aggressivo anche in età adulta.

Ho scritto potresti perchè questi incasellamenti, desunti da studi condotti da psicologi sulle dinamiche relazionali e che sembrano cucirsi su di te come un vestito a misura, nella realtà non ti definiscono. Questo perchè tu non appartieni solo ad uno schema determinato dalla tua educazione, tu sei una persona unica che in se ha un briciolo di eternità, che chiamiamo anima, che ha collaborato a guidarti fino a questo punto della tua vita, seguendo un destino che comunque non è scontato come eventualmente ti vogliono far credere.

Provare ad immaginare che tutta la nostra infanzia e tutte le esperienze che abbiamo vissuto fino ad oggi hanno riempito un sacco che ci portiamo sulle spalle. Questo sacco potrebbero avere un peso nei passi che stiamo per compiere adesso, ma è un peso che siamo noi stessi a determinare. Forse possiamo concederci di osservare che un sacco immaginario un peso realmente non ce l'ha, è solo un po di elettricità che autostimoliamo nel nostro cervello, forse neanche troppo utile per sopravvivere :o: .

P.s.: l'Alberti se parli del ist. per geometri fa schifo, io ci ho passato due anni tragici, poi sono scappato in una altra scuola, molto meglio il liceo e il conservatorio...goditeli. ^_^

P.P.S.: se quello che ho scritto non ti è chiaro :p: basta chiedermelo, ti risponderò velentieri.

:D:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io ora non sono assolutamente aggressivo,

però non so come fare per risolvere questa situazione, probabilmente non ce la farò mai, avrei dovuto accorgermi prima di com'èrano le cose, i miei litigavano per colpa mia, lo ricordo benissimo...

a me comunque mi va bene se al liceo mi accetteranno, però so per certo che non sarà cosi...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io ora non sono assolutamente aggressivo,

però non so come fare per risolvere questa situazione, probabilmente non ce la farò mai, avrei dovuto accorgermi prima di com'èrano le cose, i miei litigavano per colpa mia, lo ricordo benissimo...

Infatti, come ti ho scritto, una definizione di quello che sei (o sei stato) potrebbe essere tuttavia inutile, come inutile è il voler risolvere qualcosa che comunque fa parte del tuo passato ma non riguarda te, riguarda due persone adulte :p:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
a me comunque mi va bene se al liceo mi accetteranno, però so per certo che non sarà cosi...

Comunque non sai se ti accetteranno o meno, nel momento in cui avrai il risultato potrai eventualmente deprimerti, per adesso chi te lo fa fare? :p:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

perchè adesso sono costretto a stare tutto il giorno a casa no?

spesso penso a tutti che si divertono mentre io mi deprimo/dispero davanti al pc, spero che piova per tutta l'estate...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
perchè adesso sono costretto a stare tutto il giorno a casa no?

spesso penso a tutti che si divertono mentre io mi deprimo/dispero davanti al pc, spero che piova per tutta l'estate...

Cosa ti costringe a stare in casa?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
  • 3 months later...
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.