Vai al contenuto

Ma sono brutti gli organi genitali?


Messaggi consigliati

sicuramente lei ha dei grossi blocchi riguardo al sesso...

e poi, nel 2008, considerare il sesso orale come una pratica da prostituta...

:mellow: ooo vedi abbracciatemi che esiste... :;):

io credo che sia importante riconoscere quando si ha difronte una donna adulta, secondo me juditta lo è anche per quello che esprime in questo commento.

Comunque è così bello assaporare quello che l'unione di due corpi può offrire, senza quei condizionamenti (cristiano cattolici perloppiù) che discriminano gli odori, le secrezioni e le parti anatomiche :Sick: .

Comunque vorrei sapere se qualcuno di voi ha mai assaggiato la saliva del partner?

Aaaah poi vi do una notizia, pare che sia stato accertato che nelle pietanze servite nei ristoranti ci sia una discreta percentuale di peli pubici :shok: ...così tanto per farvi venire una bella obsession :;):

Ciao pupi vi auguro di vivere l'esperienza, idealizzarla aiuta perloppiù solo le masturbazioni mentali :huh: .

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 176
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

sotto quali aspetti ?...

dovrebbe provare piacere nel farlo.. dovrebbe desiderarlo. invece ne ha repulsione..

qualcosa non va.. stessa cosa al maschile..

magari è lesbica e non lo sa. . chi sa che puo uscire fuori . ma tutto meglio che vivere una sessualità menomata..

left cosa dici.....???

se una donna ha schifo a mettersi in bocca una cosa da dove pisci ha un problema.....guarda che la maggior parte e leggiti le altre 5 pagine lo fa per fare un piacere....potesse ergerebbe una leva....bella lunga....

secondo me hai una visione della libertà sessuale contorta, domani ti posto un bel trattato sulla schivitù del sesso moderno stilato dai tuoi cari amici psicologi

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
:mellow: ooo vedi abbracciatemi che esiste... :;):

io credo che sia importante riconoscere quando si ha difronte una donna adulta, secondo me juditta lo è anche per quello che esprime in questo commento.

Comunque è così bello assaporare quello che l'unione di due corpi può offrire, senza quei condizionamenti (cristiano cattolici perloppiù) che discriminano gli odori, le secrezioni e le parti anatomiche :Sick: .

Comunque vorrei sapere se qualcuno di voi ha mai assaggiato la saliva del partner?

Aaaah poi vi do una notizia, pare che sia stato accertato che nelle pietanze servite nei ristoranti ci sia una discreta percentuale di peli pubici :shok: ...così tanto per farvi venire una bella obsession :;):

Ciao pupi vi auguro di vivere l'esperienza, idealizzarla aiuta perloppiù solo le masturbazioni mentali :huh: .

scusa ma non avete rispetto per i condizionamenti degli altri...acccettate solo i vostri....

se lei sente la cosa come sporca saranno xxxx suoi scusa....

ci sono uomini che si cagano addosso e si leccano il culo....a me fanno schifo....ma schifo schifo.....sarò moralista ma.....

chi decide qual'è il confine....tu?

giudicate giudicate e nemmeno ve ne accorgete.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
.....sarò moralista ma.....

Che utilità anno le definizioni mio se non quello di confermare il passato :huh: ??

lei sente la cosa come sporca saranno xxxx suoi scusa....ci sono uomini che si cagano addosso e si leccano il culo....a me fanno schifo....ma schifo schifo.....

chi decide qual'è il confine....tu?

giudicate giudicate e nemmeno ve ne accorgete.

infatti qui non stiamo interloquendo con la moglie di abbracciatemi, :;): quindi non vedo quale sia il motivo dell'accanimento nel dover "aiutare" un uomo dicendogli: quello che senti è un condizionamento e che a te non piace leccare la cacca (ma dove le vai a cercare :mellow: ), soprattutto se questo uomo tanto condizionato secondo me non lo è, caro mio.

Anche se dirtelo sarà come gettare un sasso nel mare al fine di creare una diga, è bene tu sappia che il confine lo decide il bisogno corporeo percepito, che non ha niente a che fare con il ragionamento perfortuna :shok:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Bè concordo con te anche a me piace molto l'organo genitale femminile...

Bè... uno a zero per l'educazione cristiana :mellow:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
non si tratta di gusti . si tratta di avere repulsione per gli organi sessuali. il che è un bel problema..

non ci prendiamo per il culo.

Aspetta Left, qua abbiamo disquisito per pagine e pagine ma alla fine conosciamo solo la versione di Abbracciatemi: lui _percepisce_ dei blocchi nella moglie, ma la moglie non sappiamo come la pensi. Ritenere che gli organi sessuali siano brutti e anche un po' puzzolenti non corrisponde ad "avere repulsione" per gli stessi. Non provare piacere a praticare il sesso orale non significa trovarlo repellente. Non avere sintonia sessuale con un uomo non equivale ad avere gravi problemi. Queste sono nostre interpretazioni che forse sono andate al di là delle intenzioni di Abbr.

Per me l'unico dato di fatto è che un uomo e una donna che non conosciamo non hanno una buona sintonia erotica, ed è cosa non infrequente.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
sotto quali aspetti ?...

dovrebbe provare piacere nel farlo.. dovrebbe desiderarlo. invece ne ha repulsione..

qualcosa non va.. stessa cosa al maschile..

magari è lesbica e non lo sa. . chi sa che puo uscire fuori . ma tutto meglio che vivere una sessualità menomata..

Aridaje... Ma tu faresti sesso orale con chiunque oppure solo quando e con chi ti va? Il piacere del sesso orale praticato ad altri è puramente psicologico dato che le papille gustative non ne ricevono grossi stimoli sensoriali, di conseguenza è anche puramente soggettivo. Affermare che non desiderare il sesso orale significa che qualcosa non va equivale né più né meno a sostenere che chi non desidera il sesso anale ha una sessualità menomata. Eppure sai quanti mariti gradirebbero e quante mogli negano l'accesso?

E cos'è una sessualità menomata? La donna in questione, a cui poveretta a questo punto sanguineranno le orecchie, non prova l'esigenza di altre esperienze? Vabbè, al limite compatiscila per le opportunità che si preclude, ma non vedo per quale motivo debba per forza avere dei problemi, addirittura di identità sessuale. Magari non è una donna particolarmente passionale e l'unico suo conflitto nasce dalla consapevolezza di non appagare il marito. Ma noi ne sappiamo qualcosa di come lei viva la situazione?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Aspetta Left, qua abbiamo disquisito per pagine e pagine ma alla fine conosciamo solo la versione di Abbracciatemi: lui _percepisce_ dei blocchi nella moglie, ma la moglie non sappiamo come la pensi. Ritenere che gli organi sessuali siano brutti e anche un po' puzzolenti non corrisponde ad "avere repulsione" per gli stessi. Non provare piacere a praticare il sesso orale non significa trovarlo repellente. Non avere sintonia sessuale con un uomo non equivale ad avere gravi problemi. Queste sono nostre interpretazioni che forse sono andate al di là delle intenzioni di Abbr.

Per me l'unico dato di fatto è che un uomo e una donna che non conosciamo non hanno una buona sintonia erotica, ed è cosa non infrequente.

a me invece appare evidente.. che la donna in questione ha un problema col sesso in generale..

da quello che scrive abb.

non mi sembra un problema di mancanza di sintonia..

concepire l' organo sessuale del partner come una cosa brutta e puzzolente.. è esattamente un caso di repellenza.

se non ti piace il pene.. se non ti attrae . non c' è niente di male ma forse non devi stare con un uomo ..

o per lo meno io mi chiederei come mai ??? perchè ?'?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
left cosa dici.....???

se una donna ha schifo a mettersi in bocca una cosa da dove pisci ha un problema.....guarda che la maggior parte e leggiti le altre 5 pagine lo fa per fare un piacere....potesse ergerebbe una leva....bella lunga....

secondo me hai una visione della libertà sessuale contorta, domani ti posto un bel trattato sulla schivitù del sesso moderno stilato dai tuoi cari amici psicologi

cosa c' è di cosi' disgustoso nell' urina ?..

io fossi in te mi farei piu' domande. .e mi darei meno risposte..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
Aridaje... Ma tu faresti sesso orale con chiunque oppure solo quando e con chi ti va? Il piacere del sesso orale praticato ad altri è puramente psicologico dato che le papille gustative non ne ricevono grossi stimoli sensoriali, di conseguenza è anche puramente soggettivo. Affermare che non desiderare il sesso orale significa che qualcosa non va equivale né più né meno a sostenere che chi non desidera il sesso anale ha una sessualità menomata. Eppure sai quanti mariti gradirebbero e quante mogli negano l'accesso?

E cos'è una sessualità menomata? La donna in questione, a cui poveretta a questo punto sanguineranno le orecchie, non prova l'esigenza di altre esperienze? Vabbè, al limite compatiscila per le opportunità che si preclude, ma non vedo per quale motivo debba per forza avere dei problemi, addirittura di identità sessuale. Magari non è una donna particolarmente passionale e l'unico suo conflitto nasce dalla consapevolezza di non appagare il marito. Ma noi ne sappiamo qualcosa di come lei viva la situazione?

io fossi in lei mi domanderei perchè . .tutto qui..

rifiutare un pratica sessuale senza conoscerne il motivo . è una reazione fobica..

conoscerne il motivo ..puo' aiutare a capirsi meglio .

e ad entrambi ad accettare anche certi limiti .

ma partiamo dal fatto che il sesso orale.. come quello anale sono del tutto normali in una coppia..

ed è piuttosto strano il negare questi piaceri .. piuttosto che viverli.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
io fossi in lei mi domanderei perchè . .tutto qui..

rifiutare un pratica sessuale senza conoscerne il motivo . è una reazione fobica..

conoscerne il motivo ..puo' aiutare a capirsi meglio .

e ad entrambi ad accettare anche certi limiti .

Il mio punto è un altro: noi stiamo interpretando le parole di un marito non soddisfatto, che a loro volta sono l'interpretazione dell'atteggiamento della moglie. Resto del parere che sarebbe opportuno ascoltare anche l'altra campana.

ma partiamo dal fatto che il sesso orale.. come quello anale sono del tutto normali in una coppia..

ed è piuttosto strano il negare questi piaceri .. piuttosto che viverli.

Questa è una visione maschile e parziale. Il sesso orale e il sesso anale non sono necessariamente graditi alle donne, e non vi sono necessariamente storture psicologiche. Pura e semplice questione di gusti.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

maschile ???.

e perchè .. ?

il piacere è reciproco . mica solo del maschio ..

io direi che è una questione di conoscenza piu' che di gusti..

pero' .. non voglio dire che a tutti debba piacere tutto .

ma che se uno ha un limite e non gli piace una cosa .. si domandasse il perchè ..

soprattutto se mette in crisi un rapporto .

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Che utilità anno le definizioni mio se non quello di confermare il passato -_- ??

infatti qui non stiamo interloquendo con la moglie di abbracciatemi, :;): quindi non vedo quale sia il motivo dell'accanimento nel dover "aiutare" un uomo dicendogli: quello che senti è un condizionamento e che a te non piace leccare la cacca (ma dove le vai a cercare ^_^ ), soprattutto se questo uomo tanto condizionato secondo me non lo è, caro mio.

Anche se dirtelo sarà come gettare un sasso nel mare al fine di creare una diga, è bene tu sappia che il confine lo decide il bisogno corporeo percepito, che non ha niente a che fare con il ragionamento perfortuna -_-

era un dire per dire nulla....."sarò moralista....."

comunque non è il fatto in se avere un condizionamento, non spostiamo l'argomento! Anche volere un panino è un condizionamento se ti da frustrazione!

vedilo!

poi il bisogno corporeo....bhè è un bel ma lungo discorso...prendi la fame....

c'è la fame che nasce dal condizionamento di vedere una torta e la fame dovuta alla carenza di sostanze nel corpo.....dunque il discorso è variopinto di mille sfacettature....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
cosa c' è di cosi' disgustoso nell' urina ?..

io fossi in te mi farei piu' domande. .e mi darei meno risposte..

left tu parti dalla conclusione che nel sesso tutto è lecito....

da li ti adoperi a sfoggiare conclusioni che sostengano la tua supposizione.....

è un dialogare senza possibilità di crescere insieme

non puoi dire che "un gusto" è frutto di un condizionamento perchè l'intelligenza dovrebbe portarti a vedere che lo è sia nel bene che nel male....

ma tu hai già la risposta dunque....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

riporto alcuni brani tratti da un sito di PSICOLOGIA.....

IL PRIMO

Per parafilie si intendono le deviazioni dal normale oggetto sessuale: sono pertanto qui classificate tutte quelle forme che precedentemente venivano chiamate perversioni [vedi anche: normalità e devianza nella pratica sessuale]: esibizionismo, feticismo, travestitismo, pedofilia, masochismo o sadismo sessuali, voyeurismo, coprofilia, e altre ancora. Alcune di queste forme, come l'esibizionismo o il sadismo, sono perseguite dalla legge, poiché comportano, o possono comportare, la sopraffazione della volontà dell'altro, fino al coinvolgimento di persone non consenzienti. Le parafilie sono molto più diffuse tra gli uomini che tra le donne, sembra in rapporto di 20:1. Il trattamento delle parafilie è di tipo psicoterapeutico, ma non sempre chi ne è affetto accetta facilmente l'idea di ricorrere a terapie, di qualunque tipo si tratti, preferendo piuttosto rimanere "fedele" alla propria specifica forma di deviazione, che gli garantisce eccitamento e orgasmo, per quanto si possa chiamare orgasmo questo tipo di soddisfacimento in forma patologica. La scuola sessuologica di derivazione reichiana ha speso molte parole, anche convincenti, per la distinzione tra il raggiungimento dell'acme, che costituisce la semplice scarica fisiologica, e la complessa reazione psicofisica dell'orgasmo, che, in definitiva, presuppone un rapporto sostanzialmente naturale tra due individui psicologicamente sani

SECONDO

Non esistono però "tabelle" di marcia, nè primati quantitativi da raggiungere poiché ognuno ha i suoi bioritmi e le sue esigenze psicofisiche: in ogni caso le "olimpiadi del sesso" e le prestazioni da record riguardano solo la moderna mitologia della vita come spettacolo e prestazione. E’ poi anche vero che lo stesso "piacere sessuale" deve trovare una sua collocazione nel progetto esistenziale complessivo di ciascuno: se qualcuno decide che per lui il piacere sessuale è un’esperienza che gli ha già dato tutto quello che poteva dargli e non è più interessato a perseguirlo, non si deve davvero concludere che è vittima di una qualche nevrosi; si dovrà valutare caso per caso, in quanto la libertà sessuale deve implicare anche la libertà dal sessuale.

TERZO

La sfera della fantasia è particolarmente esposta alla pressione esercitata dai mass media (soprattutto quelli in audio e in video) poichè questi ultimi hanno delle potenzialità smisurate di rappresentazione e di suggestione, soprattutto in chiave spettacolare e una creatività senza limiti, capace di scenari e suggestioni altrimenti inarrivabili. Troviamo perciò più facile e adeguato ai tempi sognare attraverso un video, un CD, una navigazione su Internet, piuttosto che produrre nostre proprie fantasie poichè queste richiedono abbandono e isolamento da un lato e concentrazione e intenzione dall’altro. Questo senza contare che le rappresentazioni multimediali hanno raggiunto un tal grado di perfezione e di sofisticazione da superare e travolgere ogni audacia e ogni bizzarria della nostra immaginazione: il mondo degli effetti speciali, della computergrafica e delle realtà virtuali è in grado di surclassare ogni nostra invenzione; siamo insomma tutti spinti ad una formidabile passività, anche sullo stesso fronte erotico.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

ciao a tutti,

ho letto i post successivi al mio di ieri pomeriggio e vedo che la discussione è andata avanti.

Io sto riflettendo e conclusioni ancora non ne traggo.

Quello che penso io è:

mi sembra di aver capito che mia moglie ha un rapporto con la fisicità non esattamente completa. Ricordo che anche la sua parte intima è giudicata da lei stessa obbiettivamente brutta e puzzolente. E quindi figuriamoci come può essere il suo rapportarsi verso gli altri se vive un rapporto, non coflittuale ma di distanza con una parte di se.

Ma questo mi sembra che sia capito da alcune di voi.

Allora faccio il paragone con il mangiare, difficile far mangiare ad un bimbo, ma anche ad un adulto, qualcosa che non gli piace. Se la trippa ti fa schifo, ti fa schifo. Ma mangi altre cose. Lei riesce a vivere il sesso, senza essere pienamente attirata da tutta la fisicità.

Perché non riesce a vivere la sua fisicità completamente? Perché è succube di idee vissute in lei fino dall'infanzia. Perché lei mette tutti a distanza di sicurezza. (sono tutte supposizioni). Ha vissuto in ambienti dove si diceva: non ti fidare, c'è sempre chi ti fa le scarpe. Quindi mai concedersi totalmente.

Ma lei non è assolutamente cattiva, altrimenti non l'avrei sposata. Idee che dicono che certe cose sono sporche (vedi i post di joker, così simili a lei).

Per gli odori sgradevoli e la distanza dai genitali, è un problema di ipersensibilizzazione (vedi Fiori senza luce - non è un manuale di convincimento, capito Mio!?) che forse è dovuto al fatto che queste cose erano sempre tabù nella sua famiglia.

Perché io reagisco così?

Mi è ancora difficile rispondere. Mi vien da dire che sono sempre rimasto incantato da questi tipo di contatto. E negarmelo mi dispiace tanto, soprattutto perché non lo accetto, forse penso che sia una sorta di rifiuto, di mettermi a distanza, di non essere desiderato fisicamente.

E io non voglio distanze, vorrei che lei fosse generosa come lo sono io. Forse perché sento che lei reprime. Non so le sue fantasie, non mi racconta i suoi sogni. E mi sento escluso. Non mi deve dire tutto, ma nemmeno niente.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ciao a tutti,

ho letto i post successivi al mio di ieri pomeriggio e vedo che la discussione è andata avanti.

Io sto riflettendo e conclusioni ancora non ne traggo.

Quello che penso io è:

mi sembra di aver capito che mia moglie ha un rapporto con la fisicità non esattamente completa. Ricordo che anche la sua parte intima è giudicata da lei stessa obbiettivamente brutta e puzzolente. E quindi figuriamoci come può essere il suo rapportarsi verso gli altri se vive un rapporto, non coflittuale ma di distanza con una parte di se.

Ma questo mi sembra che sia capito da alcune di voi.

Allora faccio il paragone con il mangiare, difficile far mangiare ad un bimbo, ma anche ad un adulto, qualcosa che non gli piace. Se la trippa ti fa schifo, ti fa schifo. Ma mangi altre cose. Lei riesce a vivere il sesso, senza essere pienamente attirata da tutta la fisicità.

Perché non riesce a vivere la sua fisicità completamente? Perché è succube di idee vissute in lei fino dall'infanzia. Perché lei mette tutti a distanza di sicurezza. (sono tutte supposizioni). Ha vissuto in ambienti dove si diceva: non ti fidare, c'è sempre chi ti fa le scarpe. Quindi mai concedersi totalmente.

Ma lei non è assolutamente cattiva, altrimenti non l'avrei sposata. Idee che dicono che certe cose sono sporche (vedi i post di joker, così simili a lei).

Per gli odori sgradevoli e la distanza dai genitali, è un problema di ipersensibilizzazione (vedi Fiori senza luce - non è un manuale di convincimento, capito Mio!?) che forse è dovuto al fatto che queste cose erano sempre tabù nella sua famiglia.

Perché io reagisco così?

Mi è ancora difficile rispondere. Mi vien da dire che sono sempre rimasto incantato da questi tipo di contatto. E negarmelo mi dispiace tanto, soprattutto perché non lo accetto, forse penso che sia una sorta di rifiuto, di mettermi a distanza, di non essere desiderato fisicamente.

E io non voglio distanze, vorrei che lei fosse generosa come lo sono io. Forse perché sento che lei reprime. Non so le sue fantasie, non mi racconta i suoi sogni. E mi sento escluso. Non mi deve dire tutto, ma nemmeno niente.

s sì se la trippa non ti piace....non ti piace....perchè? Saperlo aiuta a farla mangiare?

sei una persona capace di osservare e riflettere giungerà la serenità ne sono certo.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
s sì se la trippa non ti piace....non ti piace....perchè? Saperlo aiuta a farla mangiare?

sei una persona capace di osservare e riflettere giungerà la serenità ne sono certo.

Sapere il perché aiuta a capire se veramente non la vuoi, o se è per idee antiche che non hanno nessun fondamento.

In questo caso, visto che la sessualità è un aspetto vissuto solo all'interno della coppia, assume un'importanza che richiede di andare a fondo.

Comunque sia, il mio malessere potrebbe essere questo sentire questa distanza fisica. E forse il mio nickname "abbracciatemi" lo dice meglio di quanto pensassi.

Ringrazio tutti.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io credo che al suo pari, tu dovresti lavorare sul concetto di essere accettato fisicamente.....forse, quel desiderio perderà valore....e chissà magari....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Altra considerazione.

Il pensiero che mi rattrista è questo: per amore si accettano gli odori dell'altro, (non la sporcizia, non la transadatezza), vedi amore verso un figlio dove nulla puzza, come li accetto io, a me piacciono i suoi odori, e il fatto che lei non accetti i miei mi fa pensare che io non sia sufficientemente amato.

E' giusto pensarla così?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Altra considerazione.

Il pensiero che mi rattrista è questo: per amore si accettano gli odori dell'altro, (non la sporcizia, non la transadatezza), vedi amore verso un figlio dove nulla puzza, come li accetto io, a me piacciono i suoi odori, e il fatto che lei non accetti i miei mi fa pensare che io non sia sufficientemente amato.

E' giusto pensarla così?

no....

probabilmente lei ha dei blocchi,,,,lei è anche i suoi blocchi!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
no....

probabilmente lei ha dei blocchi,,,,lei è anche i suoi blocchi!

la penso come te.

Adesso siamo pressoché allineati. :huh:

Ovviamente, non è detto che sia così.

Vedo che parlare di sesso orale piace, visto che il discorso è finito pesantemente lì mentre io lo volevo appena accennare. :;):

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.