Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
MICLEP

CHAT - NUOVI PROBLEMI

Messaggi consigliati

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate delle chat e del loro manifestarsi su internet. Voglio dire avete provato mai a chattare ed a vedere cosa succede nelle chat. Credo che siamo dinanzi all'ennesimo pericolo da dover affrontare. Si pensi al largo utilizzo delle chat da parte dei minori dell'ultima generazione ed all'adescamento in chat.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Effettivamente ultimamente il fenomeno "chat" si sta divulgando largamente coprendo ogni fascia d'età. Potrebbe essere utilizzata come strumento per nuove conoscenze (sane!) ed invece si leggono e vedono cose veramente oscene. Conosco molta gente che ha sviluppato una "quasi" dipendenza da chat, queste persone non si rendono conto che le vere relazioni sono nella vita reale, nella quotidianeità e non bisogna nascondersi dietro uno schermo per sentirsi più sicuri di sè. Poi la chat come tutte le cose di oggi giorno potrebbe essere un valido strumento per scambio di idee ma tutto dipende dall'uso che ne facciamo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

personalmente non ho mai ciattato

in compenso mio figlio ha conosciuto una ragazza in chat e tuttora a distanza di oltre 1 anno e mezzo stanno insieme...e pare pure che funzioni....

voglio dire che il mezzo è utile ..... se poi come sempre qualcuno lo utilizza con secondi scopi al limite del legale..... va perseguitato l'uso improprio e non la via comunicativa in sè........

ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Sono daccordo con il pensiero di Nello. Nulla da eccepire al mezzo di comunicazione in se, ma la mia coleva essere una provocazione per fare insieme una riflessione. Ad esempio molta gente con cui ho parlato, soprattutto giovanissimi, mi hanno detto che quando entrano in una chat, anche se inizialmente non sono mossi da "intenti strani", spesso accade che iniziano a "cavoleggiare" (passatemi il termine). Voglio dire è come se questo mezzo di comunicazione possa per le sue peculiari caratteristiche fungere da attivatore di stati psichici latenti od inconsci.

Cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Sono daccordo con il pensiero di Nello. Nulla da eccepire al mezzo di comunicazione in se, ma la mia coleva essere una provocazione per fare insieme una riflessione. Ad esempio molta gente con cui ho parlato, soprattutto giovanissimi, mi hanno detto che quando entrano in una chat, anche se inizialmente non sono mossi da "intenti strani", spesso accade che iniziano a "cavoleggiare" (passatemi il termine). Voglio dire è come se questo mezzo di comunicazione possa per le sue peculiari caratteristiche fungere da attivatore di stati psichici latenti od inconsci.

Cosa ne pensate?

Liberare il comportamento da protocolli comunicativi non è cattiva cosa.....

Liberarsi è anche funzionale alla rilevazione dello status interiore

cazzeggiare concedetemi il termine è goliardico e non è per niente negativo..... solo l'ossessione è negativa..

a mio parere le chat ognuno le utilizzi per come meglio crede,....poi l'interlocutore comunque si autoregola...

voglio dire che il primo controllo lo svolge il tuo interlocutore..

io non ci vedo nulla di male nè di ossessivo ........... ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ho visto che CLB (ti ho inviato un pm riguardo a quella cosa)...ha demonizzato la chat...in senso lato intendo...

le cose oscene ci sono ovunque,scusate il qualunquismo o retorica che sto facendo...ma è giusto x dire che qualsiasi mezzo può essere dannoso o vantaggioso in base a come lo si usa....

giusto x citare alcuni casi tipo.. (inglobando qualsiasi fascia d'età cmq)

i casi in cui potrebbe provocare VANTAGGI:

può essere utile alla persona timida ...cosi può esprimersi meglio.. o ampliare la propria socialità...

può essere utile alla persona che sta distante da ki ama..x sentirla + vicino (la potenza della webcam)

può essere utile anke a chi vuole distrarsi 1 attimo dallo stress lavorativo o scolastico..e cazzeggia 1 pò

i casi in cui potrebbe provocare svantaggi sono itipici casi che si sentono spesso in giro: ragazzine adescate da gente adulta...,..fino a quel ragazzo che si era dato appuntamento per un incontro reale con una ragazza...,e poi è finito in tragedia..

.....

insomma,la chat nn è tanto diversa dalla vita Reale....: se nn si sta attenti,si finisce male...sia che si stia in mezzo alla strada...,sia che si stia davanti al pc...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io non penso che una persona timida riesca ad avere maggiore sicurezza a parlare nella vita reale grazie alla chat, perchè quello che manca è proprio il contatto visivo, guardare una persona negli occhi quando ti parla. Certo ci sono molti casi di persone che si sono sposate dopo essersi conosciute in chat. Come avevo già scritto prima, di qualunque cosa bisogna farne buon uso perchè come scrive Lost.Charlotte la chat "può essere utile anche a chi vuole distrarsi dallo stress lavorativo o scolastico". E poi chi non ha mai parlato in una chat anche solo per scherzo?!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Cito Lost.Charlotte.Oceanic.815 "i casi in cui potrebbe provocare VANTAGGI:

può essere utile alla persona timida ...cosi può esprimersi meglio......". Le persone che hanno più o meno problemi relazionali rientrano a mio avviso tra coloro che potenzialmente possono avere dei problemi in chat. Pensiamo ad una persona che non riesce a dialogare per timidezza, sviluppando negli anni anche una certa diffidenza nelò prossimo. Cosa accadrebbe se qualcuno gli tende la mano a mo' di "FATA TURCHINA" ???? Questo è uno degli aspetti degni di approfondimento della chat. Ovviamente non si può proibire l'uso del mezzo ne tantomeno si possono denigrare i vantaggi. Ma è altrettanto vero che l'argomento da approdondire credo siano i problemi, in quanto ai vantaggi EVVIVA.

In più mi sono iunto messaggi diretti in p.e. nel quale alcuni riferivano che "è colpa dei genitori" che non controllano ecc. Beh anche questo è un aspetto interessante, che presuppone e coinvolge il cambiamento delle figure di riferimento da parte dei giovanissimi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Vorrei anche considerare che siamo in un'epoca in cui gli scambi epistolari sono scomparsi. Le chat certamente non possono sostituirsi a quel tipo di interazione, ma in un certo senso secondo me si collocano a metà tra la chiacchiera ed il confronto mediante lo scambio di lettere.

Forse, poi, è anche un'epoca in cui, perfino in una metropoli, non è poi così semplice estendere la propria cerchia di conoscenze. Le chat potrebbero in parte limitare questo problema. Le occasioni di aggregazione mi sembrano più scarse e più sterili anche se non posso dire con certezza che le chat siano la cura per questo disagio sociale (ammesso che la mia impressione sia corretta e che questo disagio effettivamente esista). Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Chatto da molti anni.

Esperienza grandiosa. Oltre i luoghi comuni di falsità e pericolo.

Sono maturata, SOPRATTUTTO, grazie o per colpa, alle centinaia di persone conosciute sul web.

Luoghi diversi dagli attuali Social Network dove girano ragazzine poco vestite.

A volte penso che le chat mi abbiano rovinato l'infanzia-adolescenza. (per il fatto di essere cresciuta troppo in fretta)

Ma d'altro canto .. E' sempre bello avere a che fare con persone che dietro a uno schermo abbiano una provenienza diversa, altri stili di vita .. e soprattutto una mentalità tradizionalista locale.

Ora sono all'ordine del giorno.. Ed è quasi naturale essere registrato da qualche parte.

Mi rammarico tuttavita, dell'attuale scopo delle Comunity.

Nel corso del tempo si è estinta la voglia di conoscere l'altro ..per passare a qualcosa di materialista.

Ai giorni nostri ..scusate il francesismo.. Si cerca più un trombamico che qualcuno con qui chiacchierare del più e del meno.

Saran cambiate le generazioni, ma anni fa non era così.

Avendo la passione delle chat, vorrei laurearmi in psicologia. Anche se è un traguardo troppo ambizioso all'alba del 2000..

Mi intriga un progetto in via di sviluppo basato sull'analisi via web.

Chi vivrà vedrà. :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Io non penso che una persona timida riesca ad avere maggiore sicurezza a parlare nella vita reale grazie alla chat, perchè quello che manca è proprio il contatto visivo, guardare una persona negli occhi quando ti parla. [..]

Dopo ore e ore di dialoghi via schermo .. Anche un semplice abbraccio o un ti voglio bene diventano azioni stradifficili, almeno per me, che all'inizio sono una persona stratimida.

Tutt'ora trovo difficoltà, ma ci sto lavorando. :D

Posso solo affermare che in chat ero tutta un'altra persona e mi piaceva molto quel aspetto carismatico di me.

Riuscivo a metter da parte l'imbarazzo e lasciarmi andare, esternando il mio pensiero a terzi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

boh... io chatto molto... e conosco molte persone tramite internet...

è vero che ho conosciuto anche tanta "merda" (passatemi il termine, certa gente non può essere definita in altro modo)... tipo su netlog, dove ci sono le mie foto e puntualmente mi sento proporre cose veramente oscene via pm...

però ho anche conosciuto gente meravigliosa... che poi ho incontrato e/o incontro periodicamente...

ho conosciuto persone che mi hanno aiutato moltissimo, così come ho conosciuto pezzi di m***a...

conordo con chi dice che non è tanto la chat a essere un problema, quanto il modo in cui viene usata... può portare a qualcosa di costruttivo così come può portare a qualcosa di distruttivo...

bisogna avere buon senso, non diventare chat-dipendenti e cercare di costruire rapporti "veri" (intendo faccia a faccia) con le persone conosciute... almeno quando le distanze lo permettono...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate delle chat e del loro manifestarsi su internet. Voglio dire avete provato mai a chattare ed a vedere cosa succede nelle chat. Credo che siamo dinanzi all'ennesimo pericolo da dover affrontare. Si pensi al largo utilizzo delle chat da parte dei minori dell'ultima generazione ed all'adescamento in chat.

e ke ne pensate di facebook??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
e ke ne pensate di facebook??

Oh, e questa me la servite su un piatto d'argento :innocent:

per cominciare IN TOPIC, la chat...

mi sono trovata d'accordo con voi quando scrivevate che, come vale per ogni cosa, il vero problema è COME si usa.

Personalmente, io uso la chat da molti anni, tuttavia possiamo dire che esista "chat e chat"...

già da qualche anno non ho proprio voglia di conoscere gente nuova in chat, ma mi tengo stretti quei pochi contatti dietro i quali so esserci persone valide e persone alle quali, comunque, anche grazie al tempo trascorso, mi sono affezionata.

MSN è tra le più valide chat che ci siano... i contatti li scegli tu. Già le chat tipo mIRC, invece, sono differenti... lì vieni più spesso contattato da chi non conosci, soprattutto se hai un nick femminile!!! (infatti io quando non volevo essere scocciata mi mettevo il nick Oscar XD)

Tra questi sconosciuti spiccano tanti imbecilli e, ogni tanto, qualche persona in un certo modo iù interessante, più "sensata"

Ma quel che, secondo me, è peggio addirittura anche di mIRC è ... feisbuc; più precisamente, sono i social network.

Ormai in Italia è scoppiato questo boom di feisbuc cui sono iscritti anche un sacco di 12-13enni, alcuni dei quali sono venuti a trovarsi in situazioni di pericolo.

Prima il "peggio" era la chat, ma adesso, ragioniamo...

almeno nella chat si parte da delle parole, molto spesso; i social network sono, spesso e volentieri, l'apoteosi dell'esibizionismo. Sempre a farsi foto dall'alto, dal basso, con le labbra a posizione di bacio... tutte foto che poi passano sotto il magico filtro di photoshop.

Se dalla chat si parte con la parola, dai social network si parte in maniera ancora più superficiale: dalle foto, dall'aspetto fisico. Se vogliamo, così internet perde quella "marcia in più" che poteva avere rispetto alle situazioni faccia-a-faccia,pelle-a-pelle.

La cosa che mi fa rabbia è la disattenzione che spesso hanno i genitori lasciando i figli ancora piccoli usare questi siti che, non va dimenticato, sono mezzi di vera e propria interazione che inizia quasi sempre anche con delle foto.

Io già ho molta rabbia nei confronti di questa società superficiale, figuriamoci se posso vedere di buon occhio i social network; anzi: non mi piace che ragazzini inizino la propria adolescenza col piede sbagliato, con queste str****te, scusate il termine, anche se l'ho censurato XD

Inutile dire: ci sono bimbi più intelligenti di altri... è senza dubbio vero ma, per un certo verso, anche il tempo OGGETTIVO - gli anni - serve, e le persone stanno "imparando" ad usarlo in maniera sempre peggiore, tutti crescendo troppo in fretta seguendo le più svariate mode.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.