Vai al contenuto

Habitat per l'autismo


Messaggi consigliati

Dato che è il terzo anno consecutivo che mi trovo a fare un lavoro di sostegno nelle scuole con ragazzi disabili a livello psichico, ho deciso di iscrivermi a questo corso :

l’educazione comportamentale: intervento integrato per l’autismo.

per maggiori informazioni cliccare QUI

mi sembra un iniziativa molto buona...

vado a fare il bonifico :Batting Eyelashes:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


 

non so di dove sei cmq io ho trovato il corso tramite associazioni onlus cercate su internet per mesi,

vedreai che ce ne sono anche dalle tue parti :wink:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

mi metterò alla ricerca! :search: cmq se poi hai voglia, mi farebbe piacere sapere com'è il corso...

stai lavorando anche tu con ragazzi con questa patologia?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

c'è un ragazzo che seguo da tre anni, alcuni lo definisco asperger, altri autistico, altri auitosmo ad alto funzionamento,

ma la cosa bella è che l'ho visto cambiare e tanto,

il suo comportamento è migliorato, è meno aggressivo e le crisi non sono più così forti come all'inizio.

il suo disturbo sembra più comportamentale,

qualche diagnosi iniziale diceva che aveva ritardo mentale addirittura medio, oggi nella diagnosi non c'è più.

ha bisogno di aiuto per non distruggere e distruggersi, ha sempre un forte rifiuto verso tutto e tutti soprattutto con le parole e i gesti ma poi alla fine si adegua alle situazioni.

Poi lavoro con ragazzi che hanno ritardo mentale, a livello di comportamento sono tutti più adeguati mentre relazionarsi con un adolescente autisco è difficile, ma è proprio quest'ultimo che ha più possibilità di autonomia, che ha la possibilità di imparare una professione, (lui è bravissimo con il computer e ricorda tutto)

soprattutto se la gente non si spaventa delle stranezze...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io è il primo anno che lavoro con un ragazzo autistico grave, fortunatamente non è aggressivo nè autolesionistico, però le capacità intellettive e comunicative sono gravemente compromesse... nonostante ciò e nonostante i pochi mesi dell'anno scolastico trascorsi, ho constatato dei miglioramenti, dei progressi che, seppur piccoli, a me danno enormi soddisfazioni...

spesso purtroppo gli insegnanti di sostegno vengono visti come insegnanti di serie b, come una scorciatoia per entrare di ruolo più in fretta... ma chi svolge questo lavoro con passione e impegno non può non rendersi conto di quante soddisfazioni e quanta ricchezza (ovviamente spirituale, per quella economica... campa cavallo!) si riceva

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

io non sono neanche insegnante di sostegno (magari)

lavoro a progetto per la provincia, in sintesi l'importante nella scuola dove lavoro (Cine-Tv) era saper usare bene il pc in particolare photoshop.

Poi stando nella scuola ho continuato ad imparare un sacco di cose e questo mi piace tanto

in alcuni casi sono migliori gli inseganti curriculari al fine di integrare i ragazzi... purtroppo alcuni insegnanti di sostegno non fanno un gran lavoro a livello integrativo :icon_confused: alcuni sono proprio incapaci :Straight Face: e sono ancora pochi quelli che si rendono conto dell'importanza della loro figura

non creano gruppo, il sostegno dovrebbe essere a tutta la classe e non solo al ragazzo

come dici quando li vedi migliorare è una sensazione bellissima

putroppo capacità ed esperienza non hanno valore se non hai una laurea in psicologia (magari presa a punti) per cui non è un lavoro riconosciuto che può permetterti una autonomia economica (neanche minima)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Scusa, avevo dato x scontato che fossi un'insegnante di sostegno. Purtroppo in questa categoria c'è veramente di tutto, da quello che si fa in otto, non solo in quattro, per i propri alunni, che instatura con loro una relazione significativa e che sa essere per loro ciò di cui loro hanno bisogno... l'insegnante di sostegno deve essere un mediatore, che media tra l'alunno e i compagni, tra l'alunno e i colleghi curriculari, tra l'alunno e i saperi... ma sempre nel modo più adegauto x le caratteristiche dell'alunno (che magari in alcuni casi può anche voler dire un intervento individualizzato fuori aula)... poi però ci sono anche quelli la cui occupazione giornaliera varia dal chiacchierare coi bidelli a leggere il giornale, lamentandosi pure per la cattiva sorte che li ha costretti ad un lavoro del genere x portare a casa lo stipendio (e ce ne sono, purtroppo!!) :thumbdown:

E di solito è a quest'ultimi che si pensa, facendo di tutt'erba un fascio, quando si parla di insegnanti di sostegno :Shocked:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 5 weeks later...

ciao ape,

allora, il corso è molto interessante e professionale, denso, le due insegnati sono giovani, molto dinamiche

è diviso in 2 livelli il primo da 200 euro sono 44 ore

il secondo da 500 euro sono 56 ore...

però è molto specifico sui bambini , si parla di età scolastica che va dalle elementari alle medie...

per ora mi sembra buono, mi piace, soprattutto come si pone l'educatrice comportamentale... (mi sembra una forza della natura....)

cmq ho seguito2 lezioni poi si vedrà,

chissà se ci sono corsi anche per gli altri problemi.... alle superiori incontri varie problematiche

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao penny, grazie per l'aggiornamento!

Sono contenta che il corso sia interessante, mannaggia mi sarebbe davvero utile...

Lo so, purtroppo reperire corsi ma anche materiale specifico x ragazzi (dall'adolescenza in su) problematici (a 360°, qualunque sia il problema) è mooolto difficile. E' un peccato, perchè sì che sui bambini è più facile agire e i risultati sono sicuramente maggiori, però ti assicuro che anche con un ragazzo autistico di 17 anni si può fare molto e i risultati si vedono (nonostante io vada avanti a intuito!!)!

Se hai tempo e voglia, mi farebbe piacere ogni tanto qualche aggiormanento!

Ciao e buon corso!

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

sono convinta che fai molto bene ad andare ad intuito

mi sono resa conto che persone abituate ai bambini e alle scuole primarie non capiscono quanto sia difficile integrare ragazzi adolescenti (spesso scatenati)

soprattutto perché non è solo un fatto di età ma è il contesto di un liceo che è molto differente rispetto alle elementari o alle medie

ho visto direttamente in questi 3 anni quanto può cambiare un ragazzo con disturbi dello sviluppo

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.