Vai al contenuto

Messaggi consigliati

stavo leggendo poco fa che esistono in generale tre teorie della mente

:eek:

ma è da folli!!!!!!!!!!!!

che pensiero assurdo

altro che realtà :Phbbbt:

"teorie della mente, 3 teorie" :Talking Ear Off:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


stavo leggendo poco fa che esistono in generale tre teorie della mente

:eek:

ma è da folli!!!!!!!!!!!!

che pensiero assurdo

altro che realtà :Phbbbt:

"teorie della mente, 3 teorie" :Talking Ear Off:

cosa dicono----

dicci dicci dolce penny

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

non è tanto ciò che dicono ma il fatto che ne esistono tre e a seconda di quella in cui "credi" fai parte di una scuola di pensiero, invece di riunirsi in una ricerca comune e ad ogni teoria corrispondono altre numerose scuole di pensiero :icon_confused:

cmq eccole

1) Modello comportamentale-cognitivista: identifica la mente con il cervello, pone l'accento sui dati sperimentali insistendo sulla necessità di procedere con obiettività nell'analisi di ciò che è immediatamente osservabile e ricollega le funzioni mentali superiori ai processi neurobiologici soggiacenti.

2) Le teorie psicodinamiche mettono in risalto l'emotività nella vita psichica e indagano con metodi introspettivi i processi dinamici con cui si rapportano le diverse istanze, in particolare l'inconscio con la coscienza.

3)Il modello sistemico relazionale pone l'accento sulle relazioni tra i gruppi di individui e sulle dinamiche e i ruoli che definiscono i costrutti mentali

Scegli! :icon_rolleyes:

ora, si può ridurre la mente ad un modello??????

alla mia mente serve tutto....

mah, sarà ingorda -_-

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ma... Penny... tranquillizzati che una teoria su un qualcosa non è una riduzione di un qualcosa... è una rappresentazione ridotta di un qualcosa. :rolleyes:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 1 month later...
non è tanto ciò che dicono ma il fatto che ne esistono tre e a seconda di quella in cui "credi" fai parte di una scuola di pensiero, invece di riunirsi in una ricerca comune e ad ogni teoria corrispondono altre numerose scuole di pensiero :icon_confused:

cmq eccole

1) Modello comportamentale-cognitivista: identifica la mente con il cervello, pone l'accento sui dati sperimentali insistendo sulla necessità di procedere con obiettività nell'analisi di ciò che è immediatamente osservabile e ricollega le funzioni mentali superiori ai processi neurobiologici soggiacenti.

2) Le teorie psicodinamiche mettono in risalto l'emotività nella vita psichica e indagano con metodi introspettivi i processi dinamici con cui si rapportano le diverse istanze, in particolare l'inconscio con la coscienza.

3)Il modello sistemico relazionale pone l'accento sulle relazioni tra i gruppi di individui e sulle dinamiche e i ruoli che definiscono i costrutti mentali

Scegli! :icon_rolleyes:

ora, si può ridurre la mente ad un modello??????

alla mia mente serve tutto....

mah, sarà ingorda -_-

Se voglio parlare del gatto posso scegliere se farlo a parole, se farti un disegno, oppure se farti il verso del gatto, ma posso anche scimiottarlo, oppure illustrati il concetto con una metafora, ma il gatto rimane sempre un gatto.

Si tratta di cercare il linguaggio piu consono a noi, per darci ragione della ragione.

Poi saranno i risultati a dere se il metodo e' buono o no.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ma... Penny... tranquillizzati che una teoria su un qualcosa non è una riduzione di un qualcosa... è una rappresentazione ridotta di un qualcosa. :rolleyes:

Staquoto!!!!

Se voglio parlare del gatto posso scegliere se farlo a parole, se farti un disegno, oppure se farti il verso del gatto, ma posso anche scimiottarlo, oppure illustrati il concetto con una metafora, ma il gatto rimane sempre un gatto.

Si tratta di cercare il linguaggio piu consono a noi, per darci ragione della ragione.

Poi saranno i risultati a dere se il metodo e' buono o no.

Quoto in parte....perchè il metodo passa per la persona che lo applica, una variabile importantissima e per me prioritaria hai fini dei risultati.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Quoto in parte....perchè il metodo passa per la persona che lo applica, una variabile importantissima e per me prioritaria hai fini dei risultati.

l'esempio verteva proprio su questa variabile che non e' distinguibile dal terapeuta, a mio parere.

E' il risultato che fa la differenza.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.