Vai al contenuto

Pubblicità

giovanni79

solito sfogo

Recommended Posts

Ho voglia di sfogarmi un po' e visto che non ho nessuno con cui parlare scrivo qui.

Sono come al solito depresso per il lavoro. Mi sembra di vivere da anni in un incubo da cui non riesco a svegliarmi. Dopo 9 mesi il nuovo lavoro è una delusione, non c'è niente di vagamente interessante e soprattutto diverso da quello che ho sempre fatto, nè mi sembra che ci siano delle prospettive in tal senso nel futuro prossimo. Forse dovrei cambiare ancora lavoro, ma non ci riesco, non voglio trovarmi ancora nella stessa situazione. Sarebbe un altro cambiamento a caso, sperando nella fortuna (che mi è sempre stata avversa) di imbattermi in qualcosa di più interessante.

Sono anche depresso perchè a quasi 30 anni non ho ancora uno stipendio con il quale potermi mantenere e pagare un affitto, e sono ancora dipendente dai genitori. Cambiare ambito lavorativo, ammesso di averne l'opportunità (e alla mia età è già difficile), significherebbe quasi sicuramente accettare uno stipendio ancora inferiore, perchè non avrei esperienza rivendibile. E così il sogno di potere essere autosufficiente si allontana ancora. Ma d'altra parte non posso certo pensare di continuare a fare questo lavoro per sempre, senza un minimo di soddisfazione o gratificazione. Che merda di nazione è questa che non consente anche ad un ingegnere che lavora full-time di potersi permettere l'autosufficienza?

Sono triste e non so cosa fare. Me ne andrei anche all'estero, ad esempio da quest'estate, se solo avessi un'idea di dove andare e soprattutto a fare cosa. Ma invece non lo so, sarebbe una scelta a casaccio e ho troppa paura di cadere male, il che sarebbe disastroso per la mia già fragile psiche. Senza contare che dovrei licenziarmi da un lavoro sicuro e vicino a casa, in questo periodo di crisi economica, e la cosa naturalmente mi spaventa (sebbene le offerte di lavoro nel mio campo non manchino mai). Continuo a rimandare le decisioni aspettando invano che mi venga una qualche idea brillante, e intanto gli anni passano, io invecchio e non concludo nulla.

Vabbe, non voglio consigli, tanto sono solo io che devo decidere cosa fare, ho scritto solo per sfogarmi.

Quello che mi chiedo sempre è: ma solo io sono messo così? mah.

Ciao e grazie a che mi ha letto fin qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Quello che mi chiedo sempre è: ma solo io sono messo così? mah.

no non sei il solo ad essere messo così,

quella che descrivi è una situazione che riguarda praticamente tutti i giovani,

c'è chi la prende con filosofia e chi invece si dispera.

posso anche aggiungere che tu per lo meno sei da apprezzare perchè ti impegni e in un modo o nell'altro stai sempre lavorando;

ci sono persone che invece si piangono addsso che non c'è lavoro ma nemmeno lo cercano.. tanto hanno la scusa..

posso consigliarti solo una cosa, vivi il momento!

ci guadagnerai in serenità!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

scusate la banalità; il lavoro è solo lavoro!!

caro Giovanni, curati di te stesso e dei tuoi interessi personali... ogni tanto le cose vanno lasciate così come devono andare... il lavoro si cambia; può essere un pochino meglio o un po' peggio ma non bisogna investirci tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Che merda di nazione è questa che non consente anche ad un ingegnere che lavora full-time di potersi permettere l'autosufficienza?

Da ingegnere a ingegnere: è la nazione che gli ingegneri che lavorano full-time senza potersi permettere l'autosufficienza si meritano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
scusate la banalità; il lavoro è solo lavoro!!

caro Giovanni, curati di te stesso e dei tuoi interessi personali... ogni tanto le cose vanno lasciate così come devono andare... il lavoro si cambia; può essere un pochino meglio o un po' peggio ma non bisogna investirci tutto.

Tutto no, ma non puoi negare la sua importanza. Basta considerare quante ore passiamo a lavorare nell'arco della vita. Il lavoro è o dovrebbe essere lo strumento che permette di mantenere noi stessi o addirittura di mantenere una famiglia, e/o di darci i mezzi per dedicarci alle attività che desideriamo (hobby, viaggi, ecc.). Ma non è solo questo: è anche uno strumento di realizzazione personale.

Quando il lavoro fallisce tutti i suoi scopi (l'auto-mantenimento e l'auto-realizzazione) è naturale che ci si senta frustrati e depressi. Non puoi dire "il lavoro è solo lavoro", è troppo riduttivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Credo di essere nella tua stessa condizione come molti altri del resto.

Purtroppo non ho una soluzione pret à porter da suggerirti altrimenti l' avrei già messa in pratica e probabilmente vinto un nobel.

Ogni giorno mi alzo dal letto, mi preparo, prendo l' auto e mi sparo un' ora di traffico. Nel mentre ascolto radio capital, mi faccio quattro risate col programma delle 8.20, poi arrivo, prendo le chiavi e mentre apro la porta mi chiedo che cavolomi sono alzata a fare ? Questo tutte le mattine.

Poi mi siedo, accendo il pc e affronto comunque con impegno il mio lavoro quotidiano: 1. forum di psiconline 2. trovare un altro lavoro rispondendo a tutti gli annunci che riesco a trovare, oltre che documentarmi aggratis su tutto cosa accade un po' nel Mondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Poi mi siedo, accendo il pc e affronto comunque con impegno il mio lavoro quotidiano: 1. forum di psiconline 2. trovare un altro lavoro rispondendo a tutti gli annunci che riesco a trovare, oltre che documentarmi aggratis su tutto cosa accade un po' nel Mondo.

Evidentemente non hai molto da fare. Io invece di lavoro da fare ne ho sempre, solo che il mio rendimento è bassissimo, non riesco a stare qui con la testa, perdo ore a navigare su internet. Questo perchè il lavoro non mi appassiona neanche un po', e come si fa a concentrarsi 8 ore al giorno su qualcosa che annoia e basta? E' come quando a scuola o all'università dovevi studiare una materia noiosa, ma almeno lì avevi come obiettivo la data dell'esame, passata la quale l'avresti archiviata, e quindi sopportavi pazientemente pensando a quel giorno. Adesso invece non ho nemmeno il miraggio della fine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Non sono così oberata, ho il mio da fare ma riesco a trovare il tempo per scrivere qualcosa così come fanno tutti quelli che lavorano e che sono sul forum, te compreso.

La mia era piuttosto una provocazione perchè non ci sono consigli utili per quel che mi riguarda; cosa vorresti sentirti dire?

le oche come dice l' Ingegnere sono due o che ti accontenti e te la fai andar bene o che trovi altro. :unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

L'ingegnere dice sempre che le oche sono 2 ma in realtà sa che le oche sono 3... :;): :

oche trovi altro, oche ti accontenti, oche fai qualcosa per farla andare bene.

Nel terzo caso, in caso di successo, stai molto attento a chi sceglie le prime due oche...

potrebbero accontentarsi dei tuoi risultati, o venendo da altrove trovare "altro" nei tuoi

risultati, dopodiché se solo provassi a protestare ti verrebbero rivolte contro tutte le

prediche del caso sul lamentarsi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

altrove trovare altro.... :wacko: non è che me lo spieghi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
altrove trovare altro.... :wacko: non è che me lo spieghi?

:Rolling Eyes:

... se sei in un posto A e trovi altro in un posto B, vai altrove perché B è altrove rispetto ad A, giusto?

Allo stesso tempo, però, A è altrove rispetto a B, quindi non solo vai altrove, ma vieni da altrove...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Evidentemente non hai molto da fare. Io invece di lavoro da fare ne ho sempre, solo che il mio rendimento è bassissimo, non riesco a stare qui con la testa, perdo ore a navigare su internet. Questo perchè il lavoro non mi appassiona neanche un po', e come si fa a concentrarsi 8 ore al giorno su qualcosa che annoia e basta? E' come quando a scuola o all'università dovevi studiare una materia noiosa, ma almeno lì avevi come obiettivo la data dell'esame, passata la quale l'avresti archiviata, e quindi sopportavi pazientemente pensando a quel giorno. Adesso invece non ho nemmeno il miraggio della fine.

Scusa, Giovanni, la domanda apparentemente ingenua... ma qualche scadenza di progetto, qualche milestone o cose simili non ce l'hai?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Scusa, Giovanni, la domanda apparentemente ingenua... ma qualche scadenza di progetto, qualche milestone o cose simili non ce l'hai?

Si, ma finora sono riuscito a stare nei tempi previsti. Fortunatamente non ho nessuno che mi sta col fiato sul collo, altrimenti probabilmente mi sarei già licenziato perchè non avrei retto. E' vero però che è poco che lavoro qui, e ho paura che con l'andare avanti la situazione peggiorerà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
Si, ma finora sono riuscito a stare nei tempi previsti. Fortunatamente non ho nessuno che mi sta col fiato sul collo, altrimenti probabilmente mi sarei già licenziato perchè non avrei retto. E' vero però che è poco che lavoro qui, e ho paura che con l'andare avanti la situazione peggiorerà.

Strano.. pensavo che, essendoci la tanto invocata "crisi", nelle aziende fossero tutti col fiato sul collo!

(non prendermi sul serio.. non sono molto vecchio ma non è nemmeno la prima crisi che vedo... :D: )

Lì intorno a te c'è gente che invece ha il fiato sul collo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Oggi proprio non ce la faccio a lavorare.

Da stamattina non ho fatto praticamente niente, ho perso praticamente tutta la giornata a navigare su internet. Il lavoro che ho da fare mi fa schifissimo, non riesco a concentrarmi su quello. Meriterei di essere licenziato, anzi credo che sarebbe proprio liberatorio. La liberazione da una schiavitù.

Comunque non posso dare la colpa a nessuno se non a me stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.