Vai al contenuto

E se si odia il proprio psicologo?


Messaggi consigliati

Quando lui ti fa venire l'orticaria, quando vorresti dargli un martello in testa, quando non vedi l'ora di andartene, non c'è dubbio: tu odi il tuo psicologo. In alcuni casi, l'odio si unisce all'amore, ma pur sempre di ostilità si tratta...

Come si gestisce quest'avversione? E, soprattutto, perchè si proiettano sentimenti e vissuti negativi su una persona che vuole aiutarci?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Quando lui ti fa venire l'orticaria, quando vorresti dargli un martello in testa, quando non vedi l'ora di andartene, non c'è dubbio: tu odi il tuo psicologo. In alcuni casi, l'odio si unisce all'amore, ma pur sempre di ostilità si tratta...

Come si gestisce quest'avversione? E, soprattutto, perchè si proiettano sentimenti e vissuti negativi su una persona che vuole aiutarci?

a me è capitato per anni di vivere questo tipo di rapporto .

secondo me va interrotto .

non è producente.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
a me è capitato per anni di vivere questo tipo di rapporto .

secondo me va interrotto .

non è producente.

sì, però non è odio totale. E' odio ed amore insieme

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

se l'odio e' dovuto al fatto che il tuo psicologo (whatever) dica qualcosa che

riflette la verita' e che tu nn concordi io al tuo posto continuerei con lui.

se l'odio e' dovuto al suo modo di porsi, c' e' ostilita' od altre ragioni che possono compromettere

i risultati che cerchi di trovare ....allora cambia.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
........................

Come si gestisce quest'avversione? E, soprattutto, perchè si proiettano sentimenti e vissuti negativi su una persona che vuole aiutarci?

Scusa la banalità, Renee, ma la prima cosa è parlarne con lui.

Poi scordati la considerazione razionale che lui ti aiuta. Sullo psi si proietta di tutto, ma proprio di TUTTO.

Quoto quello che ha detto Tex ma so anche che è difficilissimo, standoci dentro, capire bene quanto è resistenza e quanto no.

Devi affidarti al tuo intuito, sperando che non sia troppo compromesso nella sua funzionalità.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
se l'odio e' dovuto al fatto che il tuo psicologo (whatever) dica qualcosa che

riflette la verita' e che tu nn concordi io al tuo posto continuerei con lui.

se l'odio e' dovuto al suo modo di porsi, c' e' ostilita' od altre ragioni che possono compromettere

i risultati che cerchi di trovare ....allora cambia.

giusta distinzione..

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Scusa la banalità, Renee, ma la prima cosa è parlarne con lui.

Poi scordati la considerazione razionale che lui ti aiuta. Sullo psi si proietta di tutto, ma proprio di TUTTO.

Quoto quello che ha detto Tex ma so anche che è difficilissimo, standoci dentro, capire bene quanto è resistenza e quanto no.

Devi affidarti al tuo intuito, sperando che non sia troppo compromesso nella sua funzionalità.

concordo anche io...prima cosa aprlarne...fa molto anche il modo in cui lui ti risponde e accoglie questo momento neativo....

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
se l'odio e' dovuto al fatto che il tuo psicologo (whatever) dica qualcosa che

riflette la verita' e che tu nn concordi io al tuo posto continuerei con lui.

se l'odio e' dovuto al suo modo di porsi, c' e' ostilita' od altre ragioni che possono compromettere

i risultati che cerchi di trovare ....allora cambia.

Non riesco a capire la mia ostilità, perchè a volte lo amo, altre vorrei incazzarmi con lui. Ma non penso si lasciarlo, sono troppo curiosa di sapere come si evolve la nostra relazione. Quello che mi fa arrabbiare è il fatto che non ricorda le cose, a volte fa battutine su cose che mi danno fastidio... lui deve sapere tutto di me e io niente di lui uff...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Non riesco a capire la mia ostilità, perchè a volte lo amo, altre vorrei incazzarmi con lui. Ma non penso si lasciarlo, sono troppo curiosa di sapere come si evolve la nostra relazione. Quello che mi fa arrabbiare è il fatto che non ricorda le cose, a volte fa battutine su cose che mi danno fastidio... lui deve sapere tutto di me e io niente di lui uff...

Anche io a volte lo odio. La sua serenità, il sorriso tranquillo di fronte alla mia disperazione (inespressa vabbè ma sempre disperazione). In fondo non mi pare molto diversa dall'indifferenza. Io non posso lavorare, non posso fare niente, non posso più vivere, non so come andare avanti, e lui se ne sta lì tranquillo pretendendo che m ne resti sdraiata a discutere raccontare interpretare filosofeggiare su delle sciocchezze che se pure hanno avuto una piccolissima influenza sulla mia attuale condizione (come forse ogni singolo minuto della vita ha) certo ora non sono in grado di modificarla. Come del resto nessuna altra cosa. Ma allora perché continuare a illudersi. E lui pure a illudermi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Quando lui ti fa venire l'orticaria, quando vorresti dargli un martello in testa, quando non vedi l'ora di andartene, non c'è dubbio: tu odi il tuo psicologo. In alcuni casi, l'odio si unisce all'amore, ma pur sempre di ostilità si tratta...

Come si gestisce quest'avversione? E, soprattutto, perchè si proiettano sentimenti e vissuti negativi su una persona che vuole aiutarci?

l ultima volta che sono andata dallo psikologo sono 3 sett fa che mi ha kiamata dicendomi di venire ke aveva trovato un posto libero x me! ho dovito prendere il treno x raggiungerlo in citta (io abito in un paese) poi ho preso la mia amkina e con ansia( ci teneva all incontro) ho parkeggiato fortunatamnete vicino allo studio e appena entrata in studio sentivo gia ke palrsva con una paziente! sono stata li x 15 min e me ne stavo adnando via x la rabbia ..poi lui è uscito dallo studio xche sapeva che mi aspettava e di skusarsi xche nn ha visto gli altri appuntamenti ke evidentemenete si è scordato di prendere appunti... nel suo diario...

ke dewvo dire? 20 min di treno.....10 min a piedi x la makina e 15 min in makina verso il suo studio! La mia rabbia è stata...eppure lo pago.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
l ultima volta che sono andata dallo psikologo sono 3 sett fa che mi ha kiamata dicendomi di venire ke aveva trovato un posto libero x me! ho dovito prendere il treno x raggiungerlo in citta (io abito in un paese) poi ho preso la mia amkina e con ansia( ci teneva all incontro) ho parkeggiato fortunatamnete vicino allo studio e appena entrata in studio sentivo gia ke palrsva con una paziente! sono stata li x 15 min e me ne stavo adnando via x la rabbia ..poi lui è uscito dallo studio xche sapeva che mi aspettava e di skusarsi xche nn ha visto gli altri appuntamenti ke evidentemenete si è scordato di prendere appunti... nel suo diario...

ke dewvo dire? 20 min di treno.....10 min a piedi x la makina e 15 min in makina verso il suo studio! La mia rabbia è stata...eppure lo pago.

non si lavora così, me spias.. :icon_confused:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.