Pubblicità

Il linguaggio del corpo

0
condivisioni

L'importanza di saper usare le parole giuste

paroleNoi abbiamo la possibilità di dirigere il nostro focus e se abbiamo questo potere, allora sarà meglio concentralo su ciò che vogliamo ottenere, sui risultati che vogliamo raggiungere.

La più grande scoperta della mia generazione è che un essere umano può cambiare la propria vita cambiando atteggiamento
(William James)

Le parole sono importanti, è quindi opportuno esser accorti quando comunichiamo con noi stessi.

Soprattutto quando abbiamo un obiettivo da raggiungere, ma da dove possiamo iniziare a lavorare per modificare il nostro atteggiamento mentale?
Cerchiamo di eliminare il più possibile oltre che le parole negative, anche le frasi che usano i termini: “ma”, “però”, “perché”.  Come mai?

Pensa a quante volte hai detto “Perché?”  nell’ascoltare qualcuno!
Il “perché” genera una richiesta, che costituisce a volte (ma non sempre), una barriera ad una comunicazione efficace.

Faccio un esempio, domande come: «Perché non mi ascolti?», «Perché sei furioso oggi?», «Perché l’hai fatto?» generano comportamenti di difesa e aprono la strada ad una moltitudine di risposte.

Se come abbiamo detto le domande dirigono il nostro focus, basta fare una domanda e la nostra mente inizia a cercare subito delle risposte.

Non importa se la domanda sia stupida o intelligente, qualsiasi domanda ci poniamo il nostro cervello si metterà in cerca di risposte.

Questo vale sia per le cose positive che per le cose negative.
Chiedersi «Perché non riesco mai ad imparare nulla?» determina un presupposto di fondo, cioè che non riusciamo mai ad imparare nulla!

Un presupposto sottende qualcosa che è vero e la frase «Perché non riesco mai ad imparare nulla?» contiene per il cervello una verità, quella di non riuscire mai ad imparare.

Una tale domanda non focalizza la mente verso la soluzione, ma sul problema.
Ho lasciato un piccolo approfondimento per chi vuole saperne di più sul mio ebook gratuito che puoi scaricare.

Nel nostro forum ci sono dei topic sull'argomento, dagli un'occhiata e se non trovi una risposta che ti soddisfa apri tu un argomento.

Se usiamo al posto delle parole “ma”, “però”, perché”, “comunque”, altre parole del tipo: «Come posso…?», «Come potrei…?», «Cosa posso fare per…», l’effetto sul nostro cervello e di conseguenza sul nostro comportamento sarà profondamente diverso, perché il “come posso..” lascia il cervello libero di accedere a risorse positive.

Stai attento ai tuoi pensieri, perchè diventano parole.  
Stai attento alle tue parole, perchè diventano abitudini.   
Stai attento alle tue abitudini, perchè diventano carattere.   
Stai attento al tuo carattere, perchè diventa il tuo destino.   (Frank Outlaw)


Per approfondimenti consiglio il libro:  Comunicare bene. La comunicazione come formamentis ediz psiconline

I D.S.A.: Divertirsi Sapendo Apprendere© (4)
L’impressione di aver fallito
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra sportiva...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters

0
condivisioni