Pubblicità

Contemporaneamente - Luci ed ombre del Millennio

Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Perché questo rubrica sul Blog di Psiconline.it

Perché questo rubrica sul Blog di Psiconline.it

Contemporanea/Mente – luci e ombre del millennioQuesta rubrica potrebbe sfoggiare diversi titoli che ruotino intorno all’avverbio “contemporaneamente” nelle accezioni che saltano, appunto, in mente pronunciando il termine in questione.

Ad esempio potrebbe chiamarsi “Riflessioni dall’Antropocene: tra presenza e assenza” oppure  ancora “In questo Tempo: pensieri sugli opposti psichici” e così via, sperando di accendere in voi la curiosità e l’interesse che vi consentiranno di seguirmi d’ora in poi.

Vorrei avviare questo nuovo Blog cominciando a tessere le mie riflessioni con lo sguardo orientato sul mondo nel quale tutti noi coabitiamo, andando a riprendere alcuni fili che ho intrecciato negli ultimi anni anche nel ruolo di redattrice di altre riviste di psicologia e traendo spunto dal mio lavoro clinico con gli individui e i gruppi.

Potrei definire quest’ultimo livello un operare professionale che si nutre di un “fare anima” quotidiano e la mia ricerca personale è un percorso che si snoda per le vie di una scrittura che non è solo legata alla professione di psicoterapeuta.

Da creatura umana alle prese con lo spirito di QUESTO tempo, mi addentro volentieri nella danza di luci e ombre che ha luogo sul palco degli avvenimenti sociali, degli accadimenti collettivi.

Vorrei partire adesso qui con voi prendendo spunto proprio dall’informazione, da quel dare una forma trasmissibile alla notizia, da quell’elemento che consente di avere “conoscenza” più o meno esatta dei fatti, delle situazioni, dei modi di essere tipici del nostro riconoscerci esseri umani viventi “da un centimetro o poco più” sulla lunga spirale delle ere geologiche.

Poiché di scrittura non solo legata alla psicologia vi ho accennato, comincio a chiarire il suddetto concetto attraverso una filastrocca tratta dal mio libro “Favolesvelte”, edito nel 2016 da Golem Edizioni.

LA SPIRALE DELLE ERE GEOLOGICHE

Nato ieri
sei vivo da un centimetro
o poco più.
Sei un punto sulla mappa
uno sgorbio aggrappato alla spirale
delle ere geologiche.
Homunculus
schizzato via dal Vas
nella giostra dei giorni.
Nato ieri
sei scheggia impazzita
che brucia il forgiatore.
Ora, il divenire termina
con un baratro.
Dici: “Spicco il volo
poiché sono il futuro.

”Ma se sei nato ieri
e sei vivo da un centimetro
o poco più
a sogni onnipotenti di bambino
il Tempo oppone l’Arte arcana
del cadere.

Ogni articolo di questa rubrica partirà dunque da uno spunto di riflessione per andare a osservare l’argomento prescelto con sguardo attento ai detti e ai non detti. Cito sempre volentieri i colleghi Stefano Candellieri e Davide Favero con il concetto di “psicoanalista engagé” poiché solo stando in relazione con il mondo possiamo partecipare alla vita, ed è molto utile che gli psicologi analisti e gli psicoterapeuti lo facciano in prima linea.

Questo punto di vista è stato perfettamente espresso dal tema del II° Congresso Internazionale dello IAAP, al quale ho avuto modo di partecipare nel 2015 a Roma: “Analysis and Activism”.

Anche lo scrivere articoli e saggi è un porsi in “engagement”, e allora mi piacerebbe che, partendo proprio da alcune informazioni relative al nostro tempo – psicopatologia del quotidiano comune – ci si confrontasse qui su diverse tematiche che cercherò di tracciare. Accolgo volentieri sin da ora i vostri suggerimenti: quale argomento vi piacerebbe che trattassi?

Concludo osservando come tutta la psicologia di Carl Gustav Jung abbia a che fare con il concetto di opposti – ovvero quegli elementi psichici che nel migliore dei casi raggiungono la congiunzione, l’alchemica trasformazione in coscienza, e possono essere parzialmente mediati dall’Io.

Gli opposti dei quali lo psicologo analista svizzero ci parla sono comunque elementi psichici antitetici che agiscono a livello inconscio come istanze in conflitto – per gli individui e nel collettivo - ma possono essere messi in relazione attraverso la riflessione.

La riflessione può avviare quel confronto che si svelerà polare e guerresco incrocio oppure dialettica e incontro portatore di una sintesi possibile grazie al lavoro interiore di presa di coscienza.

Gli opposti non sono riducibili a un solo elemento ma possono stare tra loro in dinamismo vitale. La luce non può essere ridotta all’ombra e viceversa, ma certamente per un Io coraggioso, qualità che sarebbe necessaria per un eroe contemporaneo, l’addentrarsi nell’Ombra non porterà che arricchimento e possibile scoperta di nuove luci o, per dirla con un termine che mi piace molto, e che ho utilizzato più volte, di “barlumi di coscienza”.

 

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

  • Bianchi Mian, V., Favolesvelte, Golem Edizioni, 2016
  • Jung, C.G., Mysterium coniunctionis, Bollati Boringhieri, 1990
  • http://www.treccani.it/enciclopedia/informazione/
  • www.psito.it – sito di Candellieri S., Favero D., negli atti del II° International Congress IAAP, Rome 2015 – International Association for Analytical Psychology - http://iaap.org/

 

 


Pubblicità

 

 

Vota:
Creare il Mammufante ma eliminare l’Elefante: la n...
Colazione da Tiffany
 

Commenti

Ancora nessun commento

Guarda anche...

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Laurea (149314519568)

Suny, 51     Vorrei parlare di mio figlio. Ha 13 anni e ha perso il padre 3 anni fa. L'anno scorso è stato operato al cuore e adesso non ...

Colon irritabile e ansia (1492…

F.,20               Salve. Sono ormai quasi tre anni che soffro di colon irritabile. La mia vita ormai è ...

Insicurezza o cosa? (149314948…

Butterfly00, 17             Da un po' di tempo mi è stato detto da alcune persone appena conosciute che a primo i...

Area Professionale

Il perdono nella pratica clini…

Secondo recenti ricerche il perdono e la capacità di perdonare possono essere correlati alla propria struttura di personalità, al processo di matu...

L' odio come paura dell’altro …

Gli atti di odio sono tentativi di distrarre sè stessi da sentimenti come la solitudine, l'impotenza, l'ingiustizia, l'inadeguateza e la vergogna. L'odio...

Inaugurazione Servizio Psicolo…

La Fondazione dell’Ordine degli Psicologi dell’Abruzzo – ONLUS, in seguito al sisma che ha colpito il Centro Italia nell’ Agosto 2016, h...

Le parole della Psicologia

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la ...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono qua...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, f...

News Letters