Pubblicità

I blog di Psiconline

Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Silenzio e Rumore

silenzio e rumorePer raccontare le polarità, le contraddizioni della società silentium et rumorem stanno diventando due sostantivi di moda nella letteratura, nella saggistica attuale. C'è una mistica neo ipermoderna che ricevoca consensi attorno alla contrapposizione tra silenzio e rumore che genera un mercato di domanda e offerta.

Il silenzio e il rumore oltre ad essere una componente fondante delle cose del mondo (rumore di fondo dell'universo) e della vita sociale sono diventati dei lemmi che declinano il benessere o il malessere. Per esempio le vacanze, la montagna, la campagna, fast slow fanno parte del lemma del silenzio; il lavoro, la fabbrica, l'ufficio, il traffico, fast food fanno parte del lemma del rumore. Tutte e due i lemmi sono l'espressione di un alfabeto che appartiene allo stesso codice. 

Continua a leggere
  750 Visite
750 Visite

La sessualità ecologica

sessualita ecologicaLa glocalizzazione è l’interazione tra globale&locale del nuovo millennio, coinvolge dimensioni economiche, sociali, comportamentali e mette in relazione la specificità delle singole realtà territoriali con il contesto globale.  Il comportamento sessuale è una componente attiva di questa interazione tra glo&loc che trova nello strumento di internet la possibilità di muoversi e comunicare come cyber sex.

La glocalizzazione sessuale tende a mettere in evidenza alcune caratteristiche del comportamento sessuale come la sessualità bioenergetica, oggettistica, prestativa, situazionale e cyber.

La sessualità bioenergetica corrisponde al primo principio della termodinamica, o legge di conservazione dell'energia, e corrisponde a quanto uno è in grado di consumare e produrre un atto sessuale. E' una funzione energetica, che ispirò per certi versi il pensiero di Wilhem Reich, che considera il corpo biologico una struttura che ingabbia, conserva delle forze orgoniche imprigionate per questioni psicosociali che necessitano di essere liberate o espresse: sessualità come liberazione energetica delle pulsioni represse. Il sesso è considerato come generatore di energia vitale.

Continua a leggere
  968 Visite
968 Visite

Turbolenza, ansia e cambiamento

Turbolenza ansia e cambiamentoLa situazione climatica è turbolenta. Gli effetti del nuovo millennio, che sono stati sottotraccia, si stanno agitando, iniziano a mettere in evidenza qualche tratto 'caratteriale' della società globale, anche se tutto è ancora un protometale, sociale ed economico in formale e in divenire.

Dagli scaffali della biblioteca alcuni autori del novecento si stanno agitando. Uno è Gustave le Bon con La psicologia delle Folle che evidenza come il sentimento di potenza sottomette il senso di responsabilità e fa prevalere la suggestinabilità del conformismo, della leadership; il sociale diventa un luogo di scontro, non di scambio; il prestigio è il fascino esercitato per ottenere il successo sulle masse e l'appartenenza dei popoli è l'identità ereditaria, la razza.

Continua a leggere
  632 Visite
632 Visite

Omicidio, Potere, Famiglia

omicidio potere famigliaCi sono fatti, accadimenti eclatanti che sfuggono alla cronaca virtuale e reale della quotidianità perché sono considerati inevitabili, scontati, c'è illusione mentale di essere al centro e di cogliere con semplicità la dimensione della complessità del mondo.

L'informazione che si possiede è molto ristretta e riguarda prevalentemente un contenitore geografico, politico, culturale, di costume ben delimitato.

La persona però è convinta di possedere dati conoscitivi indispensabili per costruire una sua grammatica valutativa e un codice di comprensione in grado di organizzare giudizi ed emettere sentenze di merito.

Continua a leggere
  785 Visite
785 Visite

Rimozione, Negazione: il Giorno della Memoria

rimozione e negazioneIl giorno della memoria è un giorno in cui nella mente di ogni persona scivolano immagini, sequenze di films che richiamano il terrore, la catastrofe dell'essere umano. La giornata dell'Olocausto è la giornata della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, dei campi di concentramento nazisti: 1° novembre 2005 Assemblea generale delle Nazioni Unite.

La necessità di istituzionalizzare il ricordo di un giorno, per fissare il manifestarsi perverso, sadico, violento, negante, normalizzante, ambivalente, indefinibile  e distruttivo del comportamento umano, evidenzia come sia facile cancellare e consegnare all'oblio la memoria.

Continua a leggere
  1288 Visite
1288 Visite

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

News Letters