Pubblicità

IPER&POST

0
condivisioni

Il bacio. Rivelatore di piacere e di pericolo

Klimt The KissIl bacio è un atto che coinvolge il comportamento animale e umano. Il bacio è selettivo, favorisce la sopravvivenza e l'evoluzione della specie.

L'origine del bacio coincide con l'atto alimentare della madre nei confronti del nascituro.

La fotografia primordiale del bacio è fissata nel momento in cui la madre, masticando il cibo, trasformandolo in bolo alimentare (impasto) lo mette in bocca al neonato. E' un atto presente nei volatili, nelle scimmie, negli animali.

E' un comportamento che è osservabile anche nella società ipermoderna e globalizzata. La bocca per i bambini è il contatto con l'altro, con la madre, con gli oggetti. La bocca è la prima tappa nell'apprendere a discriminare ciò che piace da ciò che non piace e serve per selezionare gli oggetti e le persone. La bocca è il primo transito arcaico della conoscenza biopsicologica.

Il bacio prende origine da questo comportamento evoluzionistico. Il bacio risponde ad una esigenza di protezione, di continuità della specie, assume un significato relazionale, sociale e affettivo per la specie umana solo in determinate culture. Il bacio è un comportamento acquisito, non è innato, non è spontaneo, è parte di un apprendimento primario di base.

E' un comportamento primitivo, è un imprinting che permane e si trasmette come apprendimento spontaneo nelle varie culture (trasmissione filogenetica).

La dinamica selettiva delle cose, che sono introiettate in bocca, fa scattare dei sistemi biopsicologici nel cervello.

Il bacio sprigiona e coinvolge una serie di molecole che predispongono un certo tipo di comportamento. Le due molecole principali coinvolte sono: l'ossitocina e il cortisolo (ormoni).

L'aumento o la diminuzione di ossitocina predispone e modula la disponibilità alla relazione e al contatto fisico. La diminuzione di queste sostanze produce un comportamento ritirato, di distacco, di tristezza; l'aumento induce fiducia, allegria, vicinanza.

Il cortisolo è l'altra molecola coinvolta. L'aumento di cortisolo altera la gittata cardiaca, la glicemia, riduce le difese immunitarie e innalza le difese, l'aggressività. Il bacio primordiale nel lungo processo evoluzionistico è stato funzionale per selezionare i ceppi familiari e i gruppi di appartenenza.

Solo dopo un lungo processo selettivo e di diversificazione il bacio, da atto avente una funzione nutritiva, si è evoluto come atto relazionale-affettivo: oggi il bacio svolge una funzione selettiva per la scelta del partner. Il bacio sia quello più superficiale ed affettuoso sia quello più profondo o erotico fa aumentare l'ossitocina, la dopamina che sollecitano il desiderio, l'esaltazione e l' euforia.

Il bacio nelle situazioni di ansia, di tensione e di pericolo innalza il livello di cortisolo.

Il bacio si manifesta in egual maniera in tutte le culture ad eccezione degli eschimesi o dei pigmei che si strofinano vicendevolmente i nasi, tra le popolazioni più antiche anche i mongoli ed i giapponesi non lo conoscevano.

I latini classificano il bacio in osculum per l’amore filiale, in basium per indicare l'affetto per le mogli e in savium per esprimere il bacio erotico con le amanti o prostitute.

Esistono varie funzione del bacio oltre a quello erotico, passionale, seduttivo; c'è il bacio come saluto, il bacio come segno di fratellanza, come atto di potere, come riconoscimento parentale, come piacere per degli oggetti. Tutte queste forme di bacio sono espressioni socioculturali, sono il prodotto imitativo in forma traslata del bacio primitivo, però nessuna è estensibile al bacio passionale o affettivo.

Il bacio passionale si instaura tra due persone che trasmettono un segnale di condivisione per accedere ad un contatto fisico: il contatto fisico è un segnale di apertura, fiducia, vicinanza.

Oltre l’ossitocina è coinvolta la dopamina che è il messaggere chimico del piacere e il testosterone che sollecita l'atto copulativo. Il bacio affettivo modula l'umore, la sostanza endogena coinvolta è la serotonina. Attraverso il meccanismo della ricompensa il bacio diventa gratificante.

Se, per una serie di fattori, sociali, personali, stressogeni c’è una sensazione di rifiuto, allora significa che è aumentato il cortisolo che induce all’aggressività. E’ il primo segnale serio di pericolo. Se il conflitto si rinforza le sostanze come il testosterone, l’adrenalina aumentano e possono rompere, abbattere le regole affettive, normative del rispetto e della libertà dell’Altro.

Dal conflitto verbale si passa all'agito fisico. Il bacio della passione si trasforma in bacio di dolore, violenza, timore, paura e morte. Il bacio è un rivelatore evoluzionistico che avvisa se c'è un rischio per la propria sopravvivenza.

Aperti per ferie … in azione
Ritrovarsi dopo il naufragio
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, ...

News Letters

0
condivisioni