Pubblicità

IPER&POST

0
condivisioni

Il Covid-19 e la morte psichica

Il Covid 19 e la morte psichicaLa Sfinge figlia di Echidna e Tifone e il covid figlio dei pipistrelli sono dei mostri. La Sfinge con la testa e il seno di donna, il corpo di cane, le ali di aquila, le zampe di leone, la coda di serpente e la voce di donna assomiglia alle stalagmiti del deforme covid-19.

Come la Sfinge, postata su una rupe a controllare la strada che porta a Tebe per sottoporre tutti i viandanti allo stesso indovinello, così anche il virus domina lo spazio fisico, sociale e biologico e uccide tutti quelli che non rispondono all'enigma della vicinanza/lontananza. Se ci si avvicina troppo, si è contaminati dal virus, se si sta lontani, si è condannati al distacco affettivo-esistenziale.

Per uscire da questo dilemma, come per Edipo, bisogna trovare delle risposte adeguate stando attenti a non cadere nel tranello, com'è accaduto a Edipo, quando, per risolvere l'enigma della peste, scopre che è lui stesso la causa.

La condizione preedipica del covid-19 fa venire a galla dalla situazione sociale, individuale e politica enigmi, trucchi, imbrogli, tradimenti, invidie, gelosie.

Il covid-19 come la Sfinge contrappone politico/privato, Stato /Unione, nonni/nipoti, figli/genitori, amici/parenti, scienza/coscienza, ordine/norma, governanti/governati, popolo/individuo, ricchi/poveri, ceti alti/ceti bassi, autoctoni/migranti. La catena è l'espressione associativa di una grammatica individuale e sociale iperinclusiva che non termina mai; più si allunga, più aumenta lo stato di confusione e di smarrimento.

Sul versante strettamente personale il virus coinvolge il paradigma psico/bio/sociale. A livello psichico l'evitamento del toccarsi impedisce lo scambio di contatto tra la pelle e causa un'agnosia affettiva. Il distacco richiama l'esperienza atroce che il medico psicologo psicoanalista René Spitz a Budapest individuò. Riguarda il marasma nel bambino e la depressione anaclitica che si manifesta con dolore, rabbia, apatia: questa deprivazione emotiva determina la morte nel bambino. La mancanza di contatto rievoca inconsciamente la condizione regressiva preedipica.

Tra i vari fattori traumatici biologici post covid-19 che vanno presi in considerazione c'è anche quello della deprivazione psicosensoriale che determina disturbi prattognosici causati dal lungo abbandono psicosensoriale sul letto a causa degli interventi sanitari.

La deprivazione psicosensoriale, le agnosie sensoriali, le aprassie producono uno stato di depressione anaclitica che, oltre a inibire il circuito della sopravvivenza, secondo Joseph Ledoux, causa una diminuzione della risposta immunitaria e inducono uno stato di depressione profonda tanto che la persona involontariamente desidera la morte per sottrarsi al dolore e alla perdita.

Pubblicità

Il non contatto in una condizione clinica di malattia da covid-19 le cellule, oltre essere sottoposte a un processo di polimerasi trascrittasi inversa, sono immerse in una 'vasca' di cortisolo che entrando in circolo sollecita ansia, rabbia, paura stress; in sostanza le funzioni sottocorticali preposte a rispondere a stimoli riguardanti la sopravvivenza sono inibite.

La mancanza di contato visivo, tattile, verbale nei pazienti ricoverati è un fattore negativo e predisponente al marasma che è un fattore predittivo della morte psicogena. La persona quando supera un certo plateau vitale si lascia andare. Quando decadono gli stimoli di richiamo, il circuito della sopravvivenza produce neurormoni stressogeni, negativi per la persona.

E' necessario e indispensabile sollecitare dei richiami psichici per tenere sveglio il desiderio di vita con dei modi che sollecitino la dimensione psicosensoriale corticale e sottocorticale.

E' importante operare in modo da non di fare scivolare la persona allo stadio regressivo primario per evitare che prevalgano reazioni inconsciamente autolesionistiche per l'individuo.

La Sfinge chiede a Edipo di rispondere all'enigma: “Qual è l’animale che di mattina cammina con quattro zampe, a mezzogiorno con due e la sera con tre?”; Edipo: “È l’uomo, che da bambino cammina carponi, divenuto adulto, cammina diritto sui due piedi e da vecchio cammina su tre, perché deve appoggiarsi a un bastone”. La Sfinge si getta dalla rupe e si suicida. 

 

 

 

Pubblicità

 

 

 

Casanova e l'invecchiamento - tra le pagine di Sch...
Le giornate online contro la violenza: incontri e...
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scatur...

News Letters

0
condivisioni