Pubblicità

Sentimento

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 9626 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (3 Voti)

sentimentoIl sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli aspetti del mondo esterno.

Esso deriva dall’analisi dei livelli più profondi della propria personalità ed imprime un particolare colorito ai vari processi psichici che, a seconda dei casi, accompagna, precede o segue. Generalmente, per la psicologia il sentimento è posto in una posizione subalterna rispetto al pensiero ed alla ragione o, al massimo, ha lo stesso valore funzionale.

Quindi, allo stesso modo delle emozioni, i sentimenti si manifestano come degli stati di attivazione psicologica e fisiologica, in risposta ad un cambiamento nel proprio ambiente fisico, sociale o mentale, ovvero in seguito all'esperienza soggettiva delle emozioni.

Secondo Wundt, il sentimento è un'esperienza immediata ed elementare, che si costituisce in base a tre dimensioni: 1) piacere-dispiacere; 2) eccitazione-inerzia; 3) tensione-rilassamento.

Schneider, riprendendo la formulazione precedentemente esposta da Jaspers, distingue i cosiddetti sentimenti dell’Io in:

  • Sentimenti di stato, che corrispondono a quelli vitali;
  • Sentimenti di valore, che possono essere, a loro volta, di: autovalutazione positiva (fierezza, arroganza, ecc.) o negativa (vergogna, subordinazione, ecc.); oppure di valutazione degli altri, e, quindi, essere affermativi (fiducia, gratitudine) o negativi (disprezzo, rancore).

Pubblicità

In psicologia analitica, Jung annovera il sentimento tra le quattro funzioni psichiche fondamentali, tra le quali pensiero e sentimento vengono definiti come razionali, mentre sensazione ed intuizione sarebbero irrazionali. Esso, inoltre, viene distinto dall’affetto, per il fatto che non provoca innervazioni somatiche avvertibili, come avviene in un comune processo di pensiero.

Nell’ambito della psicologia individuale, Adler parla di sentimento, facendo riferimento al complesso delle risonanze emotive, generate da un’immagine, con vari gradi di obiettività e distorsione:

  • Della propria personalità;
  • Della malattia, con riferimento al modo di viverla;
  • Dell’inferiorità, dove si esprime una condizione di inadeguatezza e di disagio, derivante da confronti interpersonali negativi;
  • Dell’insicurezza, in cui l’individuo avverte una situazione esterna di pericolo, che non è in grado di padroneggiare;
  • Del sentimento sociale, che è un’istanza innata nell’uomo, la quale determina un bisogno di cooperazione emotiva con i suoi simili.

Dal punto di vista psicogenetico, autori come J. Piaget ne ricostruiscono un processo evolutivo, consistente in:
a. Sentimenti elementari, che vanno ad oggettualizzarsi;
b. Formazione della coscienza morale, che dipende dal giudizio degli adulti e dalle influenze ambientali;
c. Formazione della volontà e dell’autonomia morale, espressione di un maturo sviluppo dell’affettività.

Damasio afferma, infine, che il sentimento di un’emozione è l’idea del corpo nel momento in cui esso è perturbato da quella stessa emozione, quindi è il risultato delle metarappresentazioni di quei processi mentali, scaturiti dalla percezione sia dell’emozione, che del relativo stato corporeo attivato da essa.

 

 

Bibliografia:

  • Damasio A., Alla ricerca di Spinoza. Emozioni, sentimenti e cervello, Adelphi Edizioni.
  • Diizionario Zanichelli.
  • Enciclopedia Treccani
  • Maldonato M., Dizionario di Scienze Psicologiche, Edizioni Simone.

 

(Dottoressa Alice Fusella)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: sentimento parole della psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione a r...

News Letters

0
condivisioni