Pubblicità

(120932)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 299 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mia 21

Salve, è da un paio di mesi che penso di rivolgermi seriamente ad uno psicologo, ma non ne ho mai avuto il coraggio perchè sarebbe come ufficializzare il problema. Mi capita di volermi ferire. In passato mi è capitato un'altra volta ma sono riuscita a fermarmi in tempi paradossalmente utili prima di combinare guai seri. Qualche mese fa, non ricordo più cosa mi ha scatenatato nuovamente questo desiderio, per un paio di mesi mi sono tagliata e fatta lividi, poi fortunatamente la voglia di ferirmi è diminuita sempre più. Il desiderio però non è totalmente scomparso. Ogni tanto, soprattutto nelle situazioni nelle quali mi sento maggiormente sotto pressione, il mio primo pensiero per risolverle è quello di tagliarmi. La sento come una valvola di sfogo. Sto resistendo, ma la tentazione rimane comunque, ed è una sensazione che molte volte mi toglie il respiro, non mi fa affrontare le situazioni come vorrei. Come posso fare per riuscire a smettere, anche solo di pensare, di farmi male?

 Cara Mia, esserti rivolta a noi è già un primo passo. Tu ti rendi bene conto che il problema esiste ed è grave. Devi assolutamente farti aiutare prima di arrivare ad un punto di non ritorno. Ci sono tanti modi per sfogare le frustrazioni e tu ne hai scelto uno davvero pericoloso. Cerca aiuto e imponi a te stessa, soprattutto quando non ne hai voglia, di aiutarti resistendo alla smania di farti male. E' l'unico modo che hai per venirne fuori. Ti auguro di trovare il coraggio di chiedere un aiuto concreto al più presto.

(risponde la Dott.ssa Agnese Tiziana Magno)

Pubblicato in data 15/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

News Letters

0
condivisioni