Pubblicità

1433 - Vita (2024)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 257 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cristina, 13 anni (6.3.2000)

Ciao. Mi chiamo Cristina e ho un problema: mi sta sfuggendo la vita dalle mani. In questi giorni volevo andare dalla psicologa che c'è nella nostra scuola, ma i miei genitori sono contrari a questa professione, quindi non so come la prenderebbero.
Non riesco più a tenere a bada tutto quello che ho da fare, tutto va troppo veloce.
Sono una persona che vuole aiutare cli altri, e in questo momento aiuto i miei compagni nelle prove e faccio i compiti per loro. Non che la cosa mi faccia poi tanto piacere, perchè di solito mi telefonano per chiedermi di fargli i compiti verso sera, e io mi sento stanca.
Una settimana prima del mio compleanno, mio papà ha detto che voleva andarsene di casa, perchè non sopportava più mia mamma, e io ho giurato che se se ne andava, ma ne sarei andata anch'io; e insieme a me se ne sarebbe andata anche una mia amica, che ha un passato turbato. Per fortuna mio papà è ancora qui.
Suono il clarinetto e il piano forte, faccio toeria e coro, ho poco tempo da dedicare a me stessa.
Ho avuto una storia in gita scolastica, con un ragazzo che attraggo "sessualmente": l'unica cosa che fa con me è palparmi e baciarmi, non gli interessano le mie emozioni. Anche dopo che lo ho lasciato, ha continuato a fare così. IO sono una persona che non sa dire di no, e davo ammettere che quello che mi fa non mi dispiace poi tanto, solo che non mi piace essere usata.
E non è l'unico che mi tratta così, anche i miei compagni.
Non so più come comportarmi e cosa fare.
Saluti, Cristina

Cristina, parla con qualcuno di persona di questa tua difficoltà. Ci sono gli psicologi che possono aiutarti a farti rispettare un pò di più, e, soprattutto, a non gettarti via per un pò di attenzione. Anche se i tuoi non ci credono. Tu a che cosa vuoi credere?
Imparerai così che dire di no, non allontana gli amici, ma li seleziona. Avrai così vicino solo persone che ti rispettano. Però, prima, dovrai imparare a rispettarti.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

News Letters

0
condivisioni