Pubblicità

1574 - adolescente con problemi (4937)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 216 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

stefano, 18 anni (21.3.2000)

non sappiamo piu' come comportarci in famiglia con nostro figlio di 18 anni - la situazione va avanti da oltre un anno ed e' diventata una cosa insostenibile!!!!!!!!
siamo totalmente angosciati anche perche' avrebbe bisogno di una terapia psicologica, ma lui non ne vuole sapere. Cosa dobbiamo fare????????
Tutti ci dicono che deve essere lui a chiedere aiuto,ma se lui non lo fa, noi a chi dobbiamo rivolgerci almeno per capire come dobbiamo comportarci. Habbiamo provato di tutto, ma senza risultato. Aiutateci, per favore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
E' sempre chiuso in se stesso ed e' molto aggressivo. Non fa uso di droghe e non esce quasi mai.

L'unica cosa che, per il momento, potete fare è rivolgervi voi stessi ad uno psicologo. Cominciare a comprendere il vostro modo di mettervi in relazione con lui e le vostre stesse, eventuali difficoltà, potrebbe forse spingerlo a tentare lui stesso. Sentire una reale disponibilità da parte vostra insieme al vostro desiderio di cambiare prima di tutto voi stessi, potrebbe avere su di lui effetti molto positivi. In ogni caso, lo psicologo con cui parlerete e a cui spiegherete meglio le vostre difficoltà, saprà, sicuramente, come affrontare la situazione nel migliore dei modi.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni