Pubblicità

Adolescente che non si accontenta mai (1495801146282)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 588 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

sara, 36le risposte dellesperto

 

 

 

 

 

 

domanda

 

 

Salve,Siamo una famiglia di stranieri che vive in italia da diverso tempo,qualche anno fa, mia sorella dopo maltrattamenti ad opera del marito,decide di separarsi con il mio aiuto e sostegno. il marito da allora nonsi è fatto più vivo.i figli sono due: una ragazza di 15 anni e un ragazzo di 13, mi preoccupa soprattutto il ragazzo, il quale non si accontenta mai vuole sempre di più, secondo lui tutti gli altri hanno più di lui. e per questo motivo è sempre triste

Premetto che nonostante la crisi mia sorella fa due lavori per garantire ai figli una vita dignitosa, vanno in ludoteca il pomeriggio, sono andati nei campi scuola, al cinema, ora fa anche calcetto, quindi non li manca niente.

Ma nonostante tutto il ragazzo vuole di più e fa disperare la madre la quale a sua volta si sente in colpa perché non può darli di più. la mia domanda è: è solo un capriccio? seconda domanda: potrebbe essere un problema psicologico e quindi avere aiuto di sostegno? sono preoccupata e vorrei fare qualcosa.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 

risposta

 

 

Buongiorno i ragazzi stanno attraversando una fase particolare e delicata, che è quella dell'adolescenza. Non per tutti è un periodo facile di passaggio quello dall'infanzia all'età adultae più complesse sono state le fasi di passaggio e più a volte l'adolescenza è tumultuosa.

Hanno assistito ai maltrattamenti subiti dalla mamma? Li hanno subiti loro stessi?

Forse stanno risentendo anche della precedente situazione. Inoltre la signora si è separata in una condizione estrema e, se non ho frainteso le sue parole, quando dice che il marito non si è piu fatto vivo significa che nemmeno i figli, hanno più visto il loro padre.  Si capisce bene la complessità di una situazione del genere.

La mamma forse, facendo 2 lavori, riesce ad essere poco presente.   Certamente non sembra un capriccio quello che fa il figlio maschio. Sembra più una richiesta di aiuto.  Magari quando dice che tutti hanno più di lui, significa che tutti hanno 2 genitori? Lui non capisce e chiede le cose, ma gli oggetti non colmeranno mai questa mancanza. 

Provi a contattare un collega nella sua zona per iniziare un percorso di sostegno psicologico che, in questa fase, lo possa aiutare a gestire questo delicato momento di passaggio e riadattamento,  oltre che ad elaborare i maltrattamenti visti e/o vissuti .

Cordialmente

 

A cura della Dottoressa Alessandra Carini

 

 

Pubblicato in data 21/06/2017

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita adolescenza

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

News Letters

0
condivisioni