Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Adolescenti (5994)

on . Postato in Adolescenza | Letto 156 volte

Franca, 47 anni

Durante le scorse vacanze natalizie mia figlia quattordicenne, che dormiva nella stanza accanto, ha sentito mio marito e me mentre avevamo un rapporto sessuale. Mi sono resa conto di questo solo dopo un certo periodo dal rientro delle vacanze. Mia figlia infatti aveva iniziato a manifestare disturbi del sonno, si svegliava continuamente, mi chiamava dicendo di star male, piangeva e successivamente cercava ogni buona occasione per non dormire a casa.
Parlandole, dopo circa un mese in cui l'andare a dormire sembrava una terribile sofferenza sono riuscita a venire a capo della situazione. Molto serenamente ho cercato di spiegarle ciò che era accaduto, anche perchè ad entrambe le mie figlie non ho mai fatto mistero riguardo le questioni riguardanti la sessualità, ma questo non è servito a tranquillizzarla o a far in modo che lei mi dicesse perchè questa cosa l'avesse così turbata; tanto che ad un certo punto per il quieto vivere ho accettato che andasse a dormire in una stanzetta di fortuna che lei stessa aveva approntato nella soffitta di casa.
Ora al suo rientro dalle vacanze estive e con il fatto che io ho preteso tornasse a dormire nella sua stanza insieme alla sorella dodicenne tutto è ricominciato da capo. La cosa che più mi preoccupa e che quando cerco di parlare con lei di tutto questo, per capire cosa l'angosci così tanto, quello che ottengo è un disperato pianto e la sua accorata richiesta di "non far nulla con papà" ogni sera prima di andare a dormire. Confesso che non so più cosa fare e mi preoccupa molto il fatto che questa esperienza possa averla traumatizzata a tal punto. Grazie per l'aiuto.

Gentile signora,
quello della sessualità dei genitori è un tema sempre complesso e delicato da affronatre con i figli, soprattutto quando questi sono adolescenti. Spesso siamo portati a pensare che il problema risieda nei tabù dei genitori rispetto all'area della sessualità.
Si è invcece resa conto che il problema spesso è proprio nei figli che hanno diffcoltà ad accetare che i propri genitori abbiano una loro vita intima e sessuale. I figli il più delle volte poreferiscono pensare che i genitori siano persdone asessuate e allora l'esperienza di sentire che i propri genitori al di là oltre ad essere genitori sono una coppia, non sempre è tollerato.
Ciò può essere dovuto a molteplici motvi, dalla gelosia, alla paura di essere messi fuori dalle attenzioni dei genitori. Immagino che la situazione non è semplice, forse proprio grazie al fatto che siete riuscite ad accennare a questa problematica, potrà cogliere l'occasione per suggerirte alla ragazza di consultare uno psicologo, magari anche al consultorio della sua zona e affronatre le sue difficoltà a riguardo.
Come avrà notato se certe questioni non vengono affrontate le soluzioni alle quali si ricorre possono solo spostare il problema ma non aiutano ad affrontarlo e superarlo.

( risponde la dott.ssa Tiziana Liccardo )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia/adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

News Letters