Pubblicità

Adolescenza (011652)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 88 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco, 23 anni

Buongiorno a tutti,scrivo per un problema non mio ma di mio fratello, e' un bambino di 13 anni,va a scuola in modo tranquillo,ha tanti amici,gioca a calcio ed ha tutto quello che un bambino della sua età può cercare...ieri però e' successo un fatto strano,trovandosi da solo a casa prima di andare a scuola ha deciso di non presentarsi in classe e di andare via di casa,per fortuna solo per pochi istanti,grazie a mia sorella che e' riuscito a convincerlo .

Tornato a casa ha detto di avere dei problemi a scuola con dei suoi compagni.vado con lui a scuola per parlare con l' insegnante ma e' la che scopro qualcosa di più preoccupante.Parla continuamente di morte sia con i suoi amici che in alcune poesie che nasconde poi nel suo cellulare, fino a ieri non ha mai dato segno di questo disturbo e di questa voglia di "morire"...premetto che lui vive a stretto contatto con mio padre che ha sofferto in passato di una grave forma di depressione.devo preoccuparmi?cosa mi consigliate di fare,come agire con lui?cosa dire?grazie mille per l'attenzione che mi dedicherete!Marco...

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Gentile Marco, nessuno si aspetta a volte che anche i bambini, o i ragazzi nell'adolescenza possano coltivare pensieri di "morte", o essere depressi. Eppure è così, perchè anche loro possono avere dei momenti di crisi, e pensare che la vita è "brutta", che non vale la pena. Cosa puoi fare per lui? Puoi ascoltarlo, puoi parlarci, senza farti prendere dal panico, perchè l'espressione delle emozioni negative non uccide, anzi, aiuta a superarle, a capirle, a viverle e a vivere meglio. Mi chiedo: perchè mi scrive il fratello di Marco e non la madre? Cosa è successo al padre? Se tuo fratello è "depresso" bisognerebbe capire il motivo di questa sua depressione: dalla storia che tu mi racconti mancano degli elementi importanti per capire bene il contesto e la storia di questo ragazzo appena entrato nell'adolescenza che nasconde poesie sulla morte nel suo cellulare. Devi preoccuparti? Sì, se vedi che tuo fratello si chiude, non parla, non ha amici, si esclude dalla vita che dovrebbe avere un normale ragazzo. Ed in quelcaso portarlo tu (o i vostri genitori) da un esperto. Agisci con lui come un fratello,e dì quello che senti, come sempre. Grazie a te per averci scritto. Cordiali Saluti

( risponde il dott.re Luca Saita )

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione e il piac...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

News Letters

0
condivisioni