Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Adolescenza (071554)

on . Postato in Adolescenza | Letto 154 volte

gg 15 anni, 20.04.2004

Non so neanche come cominciare, provare a descrivere quello che provo, tentare di usare parole per "esprimermi". Tutto questo nasce dall'incomprensione forse, o forse dal desiderio che qualcosa nella mia vita sia diverso.
Nessuno immagina cosa stia io provando o come mi senta, soprattutto nessuno tenta comunque di essermi vicino.
Facendo alcuni test (oltre a quelli del vostro sito) è risultato che sono ossessiva, schizofrenica, paranoica, un livello di MEDIO-ALTO nella scala di autovalutazione di depressione, 85 il punteggio al test per lo stress, a quanto pare sono bulimica, ma non è questo il punto.
I test [forse è troppo poco dire spesso] sbagliano, ma io sto male e questo è inconfutabile.
La mia famiglia c'è e non c'è, potrebbe non esserci, non ho amici, la scuola è una specie di corsa a ostacoli interminabile, le ambizioni ci sono, ma probabilmente non verranno mai realizzate.
Vorrei potermi allontanare dal mondo in cui vivo, poter vivere, e non dover sempre e solo s ognare. A volte ho degli scatti d'ira, crisi di pianto, non riesco a star ferma, soffro d'insonnia [cioè...più del solito], e anche altre cose che però ora non ho la forza di dire, un po'perchè non voglio ammetterlo, un po'perchè ...perchè non riesco a dirlo.
Ecco. è questo sentirmi imprigionata, questo silenzio che mi fa male [cielo...mi sembra di essere nel film "the unsaid"...ridicolo] e che mi distrugge. Ho paura, ho paura, ho paura.
Paura di chiedere aiuto. Paura di non esserci. Paura di me stessa. Paura di ammettere la verità, o meno. Io provo a non pensare a quanto sto male, tento di essere come "da regola", senza che gli altri possano pensare "male" di me, eppure nonostante tutti i miei sforzi di essere vera, di essere falsa, vengo sempre e costantemente evitata o denigrata.
Potrei continuare per ore e sfogarmi con questo schermo del computer conscia del fatto che non c'è nessuno comunque che saprà quali pensieri sono stati formulati nella semioscurità di questa camera, senza p robabilmente sapere che si sono io. Mi fermo qui. Non riesco a continuare.

Almeno questa volta di là dallo schermo c'è qualcuno che ti ascolta e che ti sta rispondendo. Puoi continuare a sforgarti, parlare fa bene, fa capire quello che abbiamo dentro.
Soprattutto fa uscire il malessere che ci tormenta, le paure che ci assalgono. Ecco, come dici, non fermarti a pensare alle tue paure, a quanto stai male perchè rischi di aumentare ancora la profondità del tuo disagio.
Invece è necessario pensare che sia qualcosa che può passare, a patto che tu ne capisci il senso, la direzione, il messaggio contenuto in quello che provi.
C'è sempre un perchè e se lo scopri puoi uscire dal tormento. Non è soltanto il malessere dell'adolescenza: è il tuo modo di reagire alle cose intorno a te, a quello che che ti sta accadendo.
E' in tuo potere cambiare la reazione e vivere le cose in modo diverso. prova a pensare in un modo differente, ad avere più ottimismo e serenità, le cose cambiano e possono migliorare.
Concentrati sulla gioia o su quei momenti in cui sei serena, falli aumentare.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

News Letters