Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Adolescenza (120984)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 208 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Sara 14

Salve, ho deciso di farmi dare un consiglio da un esperto, quindi uno psicologo, online in modo da facilitare ciò che devo dire senza avere troppa vergogna. Sono un'adolescente e, come ovviamente sapete, è un'età difficile. E' un po' imbarazzante discuterne con qualcuno, specie con i miei genitori, quindi ne parlo con voi. Sono sempre stata una persona molto riservata, timida, non uscivo spesso, solo da poco ho cambiato del tutto il mio carattere, senza accorgermene, ma sembro quasi un'altra persona. Ovviamente un bel po' della mia riservatezza e timidezza sono rimaste. Ecco, come sapete, in quest'età c'è il grosso problema degli ormoni. All'improvviso mi sono ritrovata ad averlo come un problema, una specie di tortura, visto che non sapevo come fare per calmarmi e il mio amico diceva di non vergognarmi, che era tutto più che normale. Ma per me era ugualmente molto imbarazzante. Il problema sussiste, anche se ormai so come calmarmi (voi capite, no?) eppure non sono, come ho detto prima, una ragazza molto espansiva e non mi sn mai fidanzata (nè ho intenzione di farlo). Ma ora mi chiedo se sia veramente tutto normale. Non so, ho come un dubbio. Vorrei farmi dare dei consigli da voi perchè questi ormoni sono davvero un problema. Cosa potrei fare? Grazie in anticipo.

Alla tua età i cambiamenti sono tanti e all'ordine del giorno. Sono inevitabili e procurano spesso imbarazzi e disorientamenti, specialmente nelle relazioni sociali. Il consiglio è di accettare tutto come parte della crescita e, quindi, come qualcosa di naturale che non si può fermare. Certamente parlarne con qualcuno fa bene, magari con un genitore che può farti accettare quello che accade a livello somatico come qualcosa che riguarda lo sviluppo. Apririsi e raccontare i vissuti più profondi al genitore è sicuramente la strada che può portarti ad una maggiore maturità, ma anche ad aprire un dialogo che, magari, fino ad oggi è stato carente e superficiale.

(risponde il Dott. Renato Vignati)

Pubblicato in data 01/09/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

News Letters

0
condivisioni