Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Adolescenza (125056)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 220 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Graziano 14

Sono un ragazzo di 14 anni che vive in un paesino di neanche 3000 abitanti e che ogni giorno è preso in giro da tutti. Prima di tutto perchè non gioco a calcio (lo odio, e non vorrei nemmeno provare a farlo) e poi ho scritto un libro, cosa che scaturisce in tutti la voglia di prendermi in giro ancora di più. Ho avuto tanti problemi con ragazzi che non mi accettavano nel loro gruppo, litigi e cose del genere. Ora sto bene perchè esco con tre persone fantastiche che mi stanno vicine da sempre e che hanno la mia stessa età. Ogni tanto durante le vacanze vado a dormire da mia nonna in un paese vicino, dove lì ho cugini e amici e mi trovo benissimo. Ma io non sto bene. Sono quasi pazzo per quello che subisco ogni giorno. Non posso uscire di casa che c'è qualcuno che mi prende in giro. Io non ce la faccio più. Ne ho parlato con i miei. Mio padre è un tipo taciturno, che quando deve dare consigli taglia corto. Mia madre invece mi dice sempre che sono io la causa, visto che dovrei essere più simpatico con tutti. Ma io sono simpatico, socievole. Sono le persone del mio paese a non capirmi e ad emarginarmi. Vorrei tanto andare a vivere nel paese di mia nonna, dove la gente è migliore di quella di quella del luogo in cui vivo. E poi non vorrei mai deludere i miei genitori dicendo che non ce la faccio più. Grazie.

"L'erba del vicino è sempre più verde" ti dice nulla? Parto dalla fine della tua richiesta: dici di voler andare da tua nonna perchè lì ti troveresti meglio, ma io non credo che possa essere vero. E' facile stare bene con gli altri quando non ci si vive insieme. Inoltre lamenti di non essere compreso dai tuoi compaesani, ma poi dici di aver trovato amici che ti stimano per quello che sei. Forse dovresti rispondere alle battute con altre battute. Tutti abbiamo dei difetti che possono essere presi di mira e tu puoi fare con gli altri quello che loro fanno con te. Ma non per essere cattivo o vendicativo, solo per far vedere che non ti fai scoraggiare dalle battute che fanno sul tuo conto. O il tuo è solo desiderio di sentirti dire da tutto che hai qualità che gli altri non hanno e il tuo esaurimento è in realtà frustrazione? Forse qualche consulto con uno psicologo potrà aiutarti a chiarirti le idee. Ti auguro di risolvere il tuo problema al più presto.

(risponde la Dott.ssa Agnese Tiziana Magno)

Pubblicato in data 23/10/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Manipolazione

La manipolazione psicologica è un tipo di influenza sociale, finalizzata a cambiare la percezione o il comportamento degli altri, usando schemi e metodi subdoli...

News Letters

0
condivisioni