Pubblicità

Adolescenza (145286)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 225 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rosa 37

Salve, sono una mamma di un ragazzo di 14 anni,  le scrivo perchè le insegnanti mi hanno consigliato di rivolgermi da uno psicologo perchè mio figlio a scuola è apatico e molto chiuso, fra l' altro è balbuziente e il problema  che mi preoccupa è che non vuole dormire nella sua stanza, dorme con me  a casa però è sempre molto allegro ma quando esce con gli amici, lui mi dice che non partecipa mai ai loro discorsi sta sempre zitto e molto insicuro e a casa  perde facilmente la pazienza  a scuola non partecipa all' educazione motoria dice di non saper giocare non suona il flauto, dice di non saperlo fare. Cosa mi consigliate? E' giusto portarlo da uno psicologo? Ho paura che lui possa pensare di non essere normale. Grazie in anticipo. Un saluto.

Cara signora, credo che il suggerimento delle insegnanti sia valido e da seguire. Bisogna capire il motivo di tanta apatia in un'età nella quale invece si è aperti verso il mondo e verso nuove esperienze. Vedrà che ne verrà a capo. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Magno Agnese Tiziana)

Pubblicato in data 21/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

News Letters

0
condivisioni