Pubblicità

adolescenza (42797)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 220 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ettore, 15anni (5.9.2001)

Salve a tutti il mio nome è Ettore ho 15 anni e ho gravi problemi con la mia sessualità!infatti fino a qualche anno fa mi ritenevo normale cioè mi innamoravo di donne!ora non ricordo mai se però ero attratto anche sessualmente da loro!sta di fatto che certe volte la notte pronunciavo il nome della ragazza che a me piaceva!ma da 2 anni il mio comportamento è cambiato!sono diventato timidissimo a tal punto da instaurare difficilmente rapporto con gli altri!e c'è di fatto che mentre in prima liceo ero amico di tutti adesso non parlo quasi con nessuno!comunque finita la prima superiore ho cominciato a masturbarmi pensando a uomini!ma non uomini qualunque ma pensando a mio padre!però comunque ogni qual volta che restavo sveglio fino a tardi e mi capitava di guardare certi film erotici mi succedeva di masturbarmi sempre pensando all'uomo e non alla donna!volevo far notare che dalla fine della prima liceo mi sono frequentato specialmente con un ragazzo che ora ho mandato a quel paese perchè si è dichiarato gay!sta di fatto che per tutta la seconda e terza la mia vita è andata avanti così!insomma sono sempre stato più attratto dagli uomini!ma siccome ero piccolo non mi rendevo conto delle cose gravi che stavo facendo!adesso sto all'inizio dello sviluppo cioè mi stanno spuntando i peli un pò dappertutto e sto cambiando voce!ma sono ancora poco sviluppato!
Comunque verso aprile di quest'anno(facevo la terza liceo)ho cominciato a rendermi conto dei miei errori(perchè ho visto alla tv un gay che essendo sposato diceva di soffrire)e proprio in questo clima che in una gita ho sentito dietro di me due ragazze che dicevano"guarda come cammina buffo"!in realtà non so se era rivolto a me ma da lì ho paura di tutti i miei movimenti!o paura di muovermi da gay ho paura che tutti sappiano dei miei problemi!così ho fatto anche delle riprese con la telecamera per vedere come mi muovevo ma da lì è uscito tutto normale!però ho sempre paura di avere atteggiamenti!in vita mia però mai nessuno mi ha detto frocio però ho paura che mo tutti lo pensino!l'ultima ragazza che mi è piaciuta sta ancora in classe con me e non so se mi piace ancora!ma il fatto strano e che mi ha messo paura è che anche il mio ex amico gay dice di essere stato innamorato di una ragazza!
Io mo cosa devo fare?devo fare la quarta e ho paura che durante quest'anno scolastico soffrirò!perchè tutti penseranno che io sono gay(anche se ho 15 anni faccio la quarta liceo perchè sono andato molto prima a scuola)ho paura di rivedere tutti i miei amici!uno in verità già l'ho visto perchè è venuto a giocare a computer da me!volevo sottolineare inoltre che non sono particolarmente attratto dal calcio anche se mo mi sta cominciando ad interessare!volevo aggiungere inoltre che da aprile per cambiare sto cominciando a masturbarmi pensando a donne!non so se sto cambiando!sta di fatto che all'inizio l'orgasmo lo raggiungevo dopo tanto tempo!adesso sono arrivato a un punto che mi esce pochissimo seme dopo la masturbazione!ora sono arrivato a un punto che mi risulta difficile masturbarmi sia pensando a uomini che a donne!
Solo se vedo un film mi riesce facile pensando a uomini!ma oramai non lo faccio più!adesso potrei vivere senza masturbazione!per me adesso è solo un lavoro che mi spingerà verso l'eterosessualità!vi prego adesso di rispondermi e farmi sapere se secondo voi sono gay o no!io cmq volevo aggiungere che come persona sono contro i gay!cosa devo fare per salvarmi da questa malattia?ditemi tutto ciò che devo fare e se secondo voi devo continuare a masturbarmi pensando a donne o se non devo proprio masturbarmi!
Grazie

Caro Ettore, stai vivendo un periodo della vita, che si chiama adolescenza e che è rappresentata dalla confusione massima. Quindi, che tu sia confuso è normale. Anche l'essere attratti non solo da ragazze, ma anche da ragazzi dello stesso sesso, fa parte della normale evoluzione. In masturbazione non ti dare compiti, la sessualità è piacere, priveresti la sessualità del suo significato più profondo, che è quello ludico.
Ricorda, inoltre, una cosa che un gay non è possibile discriminarlo da un eterosessuale perchè non ha segnali di riconoscimento, almeno che non decida di estremizzare la sua condizione.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

News Letters

0
condivisioni