Pubblicità

adolescenza (43196)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 260 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Luna, 45anni (13.9.2001)

>Mio figlio ha 15 anni e ha sempre detto di non amare la scuola ( abbiamo capito che era perché lo allontanava da me) superata la prima fase si è abituato e non abbiamo avuti grossi problemi: studiava con piacere gli piaceva apprendere approfondiva gli argomenti voti alti. alle medie è iniziato qualche problema studiava poco perché non era abbastanza stimolato e gli bastava quello che già sapeva per avere voti alti - addirittura un insegnante mi diceva di sentirsi a disagio di fronte a mio figlio che già sapeva tanto!!! - in IV ginnasio le cose sono peggiorate si rifiutava di studiare come l'insegnante voleva. l'insegnante peraltro mi diceva che era il più dotato che riusciva comunque ad emergere ma contestava continuamente. ci sono stati vari episodi spiacevoli anche perché mio figlio è convinto che bisogna dire la verità a qualsiasi costo.alla fine è stato promosso ma tutti i voti gli sono stati abbassati per punirlo(sic)/(questo è quello che è stato detto!)..Mio figlio ,abituato ad essere il migliore, si è vergognato tanto da non voler uscire e vedere i compagni per tutta l'estate (escluso 15 giorni di mare con noi in cui è stato normale).ora ha cambiato scuola ma ci va come un condannato a morte , in più vorrebbe tornare a quella dell'anno scorso con i suoi compagni anche se prima non voleva assolutamente più metterci piede...ha ripreso ad uscire con i vecchi compagni...
Sono preoccupata perché lo vado confuso a disagio mi sembra che vada molto a ruota libera fa capricci asserisce che non vuole crescere perché da piccolo poteva fare quello che voleva ed era giustificato nello stesso tempo ha il problema che non ancora ha fatto lo sviluppo mentre il fratello lo ha fatto prima ed è più alto di lui ecc. come possiamo aiutarlo?

Il sapere, la capacità di apprendere non sono fini a se stessi, bisogna saperli confrontare, esprimere, metterli in discussione. Si è il "migliore" nelle competizioni, nello sport ed è nella logica, ma non si può parlare di migliore, del più dotato nella cultura, nel sapere, nelle scienze. Perché, ha cambiato scuola? pensavate di risolvere il problema? Signora Luna, cerchi di attingere anche più notizie dalla scuola, dalla verità degli altri; stimoli suo figlio a saper negoziare la vita, perché la scuola non è una gara di sapere, ma è la scena reale e quotidiana di formazione dell'essere umano.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters

0
condivisioni