Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

adolescenza (43196)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 200 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Luna, 45anni (13.9.2001)

>Mio figlio ha 15 anni e ha sempre detto di non amare la scuola ( abbiamo capito che era perché lo allontanava da me) superata la prima fase si è abituato e non abbiamo avuti grossi problemi: studiava con piacere gli piaceva apprendere approfondiva gli argomenti voti alti. alle medie è iniziato qualche problema studiava poco perché non era abbastanza stimolato e gli bastava quello che già sapeva per avere voti alti - addirittura un insegnante mi diceva di sentirsi a disagio di fronte a mio figlio che già sapeva tanto!!! - in IV ginnasio le cose sono peggiorate si rifiutava di studiare come l'insegnante voleva. l'insegnante peraltro mi diceva che era il più dotato che riusciva comunque ad emergere ma contestava continuamente. ci sono stati vari episodi spiacevoli anche perché mio figlio è convinto che bisogna dire la verità a qualsiasi costo.alla fine è stato promosso ma tutti i voti gli sono stati abbassati per punirlo(sic)/(questo è quello che è stato detto!)..Mio figlio ,abituato ad essere il migliore, si è vergognato tanto da non voler uscire e vedere i compagni per tutta l'estate (escluso 15 giorni di mare con noi in cui è stato normale).ora ha cambiato scuola ma ci va come un condannato a morte , in più vorrebbe tornare a quella dell'anno scorso con i suoi compagni anche se prima non voleva assolutamente più metterci piede...ha ripreso ad uscire con i vecchi compagni...
Sono preoccupata perché lo vado confuso a disagio mi sembra che vada molto a ruota libera fa capricci asserisce che non vuole crescere perché da piccolo poteva fare quello che voleva ed era giustificato nello stesso tempo ha il problema che non ancora ha fatto lo sviluppo mentre il fratello lo ha fatto prima ed è più alto di lui ecc. come possiamo aiutarlo?

Il sapere, la capacità di apprendere non sono fini a se stessi, bisogna saperli confrontare, esprimere, metterli in discussione. Si è il "migliore" nelle competizioni, nello sport ed è nella logica, ma non si può parlare di migliore, del più dotato nella cultura, nel sapere, nelle scienze. Perché, ha cambiato scuola? pensavate di risolvere il problema? Signora Luna, cerchi di attingere anche più notizie dalla scuola, dalla verità degli altri; stimoli suo figlio a saper negoziare la vita, perché la scuola non è una gara di sapere, ma è la scena reale e quotidiana di formazione dell'essere umano.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Le parole della Psicologia

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

News Letters

0
condivisioni