Pubblicità

Adolescenza difficile (155197)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 646 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Samantha, 44

Salve,
sono una mamma disperata visto che ho due figli in piena adolescenza e loro amici fanno uso di droghe leggere, in più sono rimasta preoccupata l'altra sera quando mio figlio mi diceva che anche i genitori insieme a loro figli compartono momenti di relax fumando, io non ho saputo cosa rispondere ma ho ammesso che ho provato anch'io e loro lo sanno. Cosa fare?
Vi ringrazio della validosa risposta. Samy

Gentile Samy,
l'adolescenza è di per sè un periodo molto particolare e burrascoso, per tutti. I ragazzi cercano di diventare adulti e a volte per farlo hanno bisogno di sperimentarsi in "cose da grandi", mettendosi forse nei pasticci. Credo che comunicare sinceramente, offrendo anche delle informazioni su argomenti quali droghe e sessualità sia fondamentale: il compito dell'adulto è offrire degli strumenti che permettono ai ragazzi di discernere le cose migliori per sè. Non c'è motivo di preoccuparsi se sente di poter fidarsi dei propri figli e se fa capire loro quali sono le regole che per lei, in virtu del bene loro, sono da rispettare. Il rispetto della privacy è d'altro canto indispensabile, quindi forse mostrarsi presenti e attenti ma rispettosi è la cosa migliore.Mi sembra però che i suoi figli abbiano fiducia in lei, tanto da raccontarle episodi della vita dei propri amici. Purtroppo non è possibile impedire ai figli di fare le proprie esperiezne ma è possibile prepararli con coscienza ed essere pronti a sostenerli. Un saluto

(Risponde la Dott.ssa Di Febbo Mariavittoria)

Pubblicato in data 04/06/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo.   È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni