Pubblicità

adolescenza-timidezza (45734)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 249 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lorenza , 43anni (24.11.2001)

La mia bambina di quattro anni e sette mesi ,che dimostra una intelligenza normale ed e' anche molto vivace,non riesce a dire una sola parola al di fuori dell'ambito familiare.
Frequenta la scuola materna da due anni e partecipa anche abbastanza bene alle attivita' didattiche tranne che nel linguaggio,alle maestre che ormai conosce da due anni non dice nemmeno ciao o buongiorno,mentre con familiari e parenti e' anche abbastanza loquace, anche se e' frettolosa nel parlare e non pronuncia in maniera chiarissima tutte le parole.
Insomma alle persone estranee non dice nemmeno il suo nome ma risponde a gesti,come fosse bloccata nella lingua.Quali sono le terapie adatte?
Si puo provare con i fiori di Bach?

E' una forma di timidezza e di inibizione verso le persone exstrafamiliari piuttosto forte che può ostacolare i processi di socializzazione e di autonomizzazione.
Si possono provare tutte le forme di terapia, la più semplice ( è un consiglio) è quella di non perseguitare troppo sua figlia colpevolizzandola della sua timidezza. Non c'è da spingerla a fare qualcosa che non vuol fare. O dirgli quello che deve o non deve fare, come comportarsi, ecc.
Come ha rilevato uno studioso e appassionato di psicologia infantile (Marcello Bernardi) "la medicina contro la timidezza è l'indipendenza". E' necessario il dialogo e la comprensione perchè possa superare questa condizione di imbarazzo verso gli altri che in certi momenti assume la forma di un blocco. Aiutate vostra figlia a essere più autonoma, con molta gradualità e... pazienza.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni