Pubblicità

Alterazione della percezione (50570)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 342 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudio, anni 17, 06.06.2002

Salve innanzitutto e complimenti per il sito, che io trovo edificante. Io ho 17 anni e il mio problema è che a periodi vivo in stati allucinanti con allucinazioni dello schema corporeo (sento le gambe come se fossero braccia), percezione che gli ambienti siano più grandi, quasi infiniti, ho la percezione del tempo che si rallenta. Non ho mai fatto uso di droghe ne mai lo farò. Tutti questi sintomi sono contornati da un sentimento strano che non ha nome, ma che io percepisco essere rosa dietro i muri. Però, nonostrante queste sensazioni, riesco a vivere , anzi, sono molto estroverso e ho molte conoscenze e un amico, poi ci provo molto con le ragazze e faccio cose pazzesche che però non sono mai prive di significato. Quando mi ritrovo in questi stati sono in uno stato come di estasi e le pupille mi si dilatano molto (ripeto che non uso droghe). Spesso vado in giro a vuoto ed ho la percezione di essere cieco, cioè che il tatto non corrisponda a quello che vedo. Poi a volte ho una paura tremenda perchè quando sono in strada credo di vedere tanti "io", cioè persone che sono me. Poi devo sempre urinare e spesso in varie situazioni è come se mi "svegliassi" e mi ritrovo spesso in bagni pubblici. Vabbè, sto divagando, la domanda che vi pongo è questa: Perchè mi si dilatano le pupille?? Qual'è il nesso tra uno stato dell'individuo e le pupille? Sono preoccupato, grazie e buon lavoro.

Caro Claudio, credo che sia importante che tu valuti il periodo di vita che stai vivendo, durante l'adolescenza può essere normale avere stati di alterazione, legati a cambiamenti fisiologici, mentali, ormonali, che possono creare momenti di confusione. I processi di maturazione portano a una rapida accelerazione della crescita fisica.Stai attraversando stadi che ti porteranno alla maturità e a una percezione della realtà più equilibrata e coerente. Il fatto che le pupille si dilatino può essere legato ad una reazione psicologica, ma anche ad uno stato fisico alterato (se non usi droghe, bene, ma potresti avere qualche squilibrio che va controllato). Il mio consiglio è di andare a fare una visita dal medico di base e di raccontargli i sintomi, valuterà lui se è il caso di farti fare delle analisi specifiche. Non essere preoccupato.Visto che dici di avere una vita movimentata e ricca, forse sei solo molto "su di giri". Ciao.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters

0
condivisioni