Pubblicità

Alterazione della percezione (50570)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 366 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudio, anni 17, 06.06.2002

Salve innanzitutto e complimenti per il sito, che io trovo edificante. Io ho 17 anni e il mio problema è che a periodi vivo in stati allucinanti con allucinazioni dello schema corporeo (sento le gambe come se fossero braccia), percezione che gli ambienti siano più grandi, quasi infiniti, ho la percezione del tempo che si rallenta. Non ho mai fatto uso di droghe ne mai lo farò. Tutti questi sintomi sono contornati da un sentimento strano che non ha nome, ma che io percepisco essere rosa dietro i muri. Però, nonostrante queste sensazioni, riesco a vivere , anzi, sono molto estroverso e ho molte conoscenze e un amico, poi ci provo molto con le ragazze e faccio cose pazzesche che però non sono mai prive di significato. Quando mi ritrovo in questi stati sono in uno stato come di estasi e le pupille mi si dilatano molto (ripeto che non uso droghe). Spesso vado in giro a vuoto ed ho la percezione di essere cieco, cioè che il tatto non corrisponda a quello che vedo. Poi a volte ho una paura tremenda perchè quando sono in strada credo di vedere tanti "io", cioè persone che sono me. Poi devo sempre urinare e spesso in varie situazioni è come se mi "svegliassi" e mi ritrovo spesso in bagni pubblici. Vabbè, sto divagando, la domanda che vi pongo è questa: Perchè mi si dilatano le pupille?? Qual'è il nesso tra uno stato dell'individuo e le pupille? Sono preoccupato, grazie e buon lavoro.

Caro Claudio, credo che sia importante che tu valuti il periodo di vita che stai vivendo, durante l'adolescenza può essere normale avere stati di alterazione, legati a cambiamenti fisiologici, mentali, ormonali, che possono creare momenti di confusione. I processi di maturazione portano a una rapida accelerazione della crescita fisica.Stai attraversando stadi che ti porteranno alla maturità e a una percezione della realtà più equilibrata e coerente. Il fatto che le pupille si dilatino può essere legato ad una reazione psicologica, ma anche ad uno stato fisico alterato (se non usi droghe, bene, ma potresti avere qualche squilibrio che va controllato). Il mio consiglio è di andare a fare una visita dal medico di base e di raccontargli i sintomi, valuterà lui se è il caso di farti fare delle analisi specifiche. Non essere preoccupato.Visto che dici di avere una vita movimentata e ricca, forse sei solo molto "su di giri". Ciao.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Le parole della Psicologia

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. ...

News Letters

0
condivisioni