Pubblicità

Amare (144134)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 320 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessia 15

Salve, sono fidanzata da un mese, va tutto bene stiamo sempre insieme mi ama e parliamo sempre. Il problema è che alcune notti penso e ripenso a lui, ma non nel modo come quando sto insieme a lui che mi sento felice e innamorata, quando messaggiamo a volte ho difficoltà a dirgli ti amo. Il problema è che quando c'è lui, io sto bene io non penso a niente di queste cose, di sera a casa invece sono tutti pensieri negativi e non riesco a capire se lo amo o no. Aiutatemi cordiali saluti e grazie.

Cara Alessia, non credo che tu debba preoccuparti: è normale alla tua età sentirti euforica e un attimo dopo non sapere più da dove quell'euforia era venuta. Anche nel rapporto con il tuo ragazzo questo è normale. Forse non è l'amore della tua vita, o forse ti stai facendo mille problemi che non esistono. Vivi questa storia serenamente e non ti preoccupare. Le idee riguardo il tuo amore per lui si chiariranno con il tempo. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Magno Agnese Tiziana)

Pubblicato in data 09/06/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters

0
condivisioni