Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Autolesionismo (120196)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 147 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Letizia 20

Salve! A 17 anni, dopo una delusione amorosa, sono entrata nel tunnel dell'anoressia; già prima comunque, alle prime storie, sono corrisposti miei atteggiamenti lesionistici: tagli lievi alle braccia o alle gambe o gengive. Ora è più di un anno che sono bulimica, sto cercando di smetterla ma l'estate scorsa ho vissuto il primo amore ormai finito, furono 4 mesi meravigliosi e a distanza di sei mesi ho di nuovo un sentimento per un nuovo ragazzo: meraviglioso davvero! Per fortuna posso dire di essere una bella ragazza, almeno così dicono, e anche io lo penso; nessuno sa di questi miei drammi, perchè anche caratterialmente tutti pensano bene di me, cerco di essere sempre dolce, educata, pacata, liceo concluso decorosamente. Sono anche sicura di me e forte dei miei principi, per questo nemmeno io capisco come faccio a deludermi ogni giorno, nemmeno capisco ora come, pur provando qualcosa di bello per il ragazzo con cui sto, è più facile per me attaccarmi al ricordo dell'amore passato. Mi chiedo se sto sbagliando tutto, o se è solo perchè è una settimana che lo conosco, eppure già sento qualcosa, eppure penso al mio ex, ma è sbagliato perchè è il passato, non mi vuole; è possibile che quando qualcuno mi allontana mi fa battere il cuore e quando mi capita qualcosa di bello non riesco a viverlo? Eppure voglio essere felice. Sono in crisi, non voglio far male a nessuno e nemmeno parlare con chi conosco, deludere i miei genitori (anche se lo sto già facendo senza che loro lo sappiano) non è un'opzione. Grazie per il tempo dedicatomi

 Cara Letizia, la confusione amorosa che provi dentro di te è del tutto normale: tu stai cercando di capire come funziona l'amore, quali sono le sue regole e le emozioni che provi sono importanti perché ti aiuteranno col tempo a capire ciò che ti piace e ciò che non ti piace, quali sono i ragazzi di cui ti fidi e che hanno maggiore affinità con te, quali sensazioni ti fanno maggiormente battere il cuore. Tutto ciò ti aiuterà col tempo a capire e trovare il ragazzo giusto per te. Considera questo periodo della tua vita come un allenamento: ci si prepara in vista di un evento speciale, per raggiungere un obiettivo ed essere capaci di farlo! Non devi sentirti strana per i sentimenti contrastanti che albergano dentro di te: malinconia per l'ex, senso di colpa per il ragazzo con cui stai. Quello che provi fa parte della scoperta dei propri sentimenti! Tu non stai deludendo la tua famiglia e le persone a te care: le cose che ci capitano suscitano in noi pensieri diversi a seconda di quanto le reputiamo importanti per noi, di quanto vorremmo che andassero in un certo modo ed è giusto che dentro di te, così come è in tutte le persone, ci siano sentimenti diversi tra loro: la rabbia, la paura, la noia, la gioia, la serenità. Il fatto che tu abbia difficoltà a controllare il tuo rapporto col cibo sembra tradurre la tua incapacità a trovare il giusto equilibrio nelle cose che capitano nella tua vita e la giusta espressione delle tue emozioni, che si traduce in una mancanza di controllo sul cibo quando sei più nervosa e triste. Io penso che sarebbe opportuno che tu intraprendessi un percorso con uno psicologo per poter esplorare i tuoi stati emotivi ed avere così, col tempo, un controllo maggiore sulla tua vita. Se vuoi puoi rivolgerti al consultorio a te più vicino per poter intraprendere questo percorso! Un abbraccio!

(risponde la Dott.ssa Maria Rosaria Infante)

Pubblicato in data 12/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

News Letters

0
condivisioni